Dure accuse dall'Onu al Vaticano: "Ha permesso abusi sui minori"

Durissimo rapporto del Comitato Onu sui diritti dell’infanzia. La Santa sede: "Esamineremo dossier ma niente interferenze. Contro di noi una lobby gay"

Il comitato dell'Onu che si occupa dei diritti del fanciullo (Crc) rifila una pesante bordata al Vaticano, accusato di aver favorito la pedofilia. Accusa pesantissima. La Santa sede viene invitata ad aprire indagini sui pedofili e sui membri del clero che abbiano nascosto questi crimini. Iniziative che, peraltro, sono state già adottate, su input di Benedetto XVI (nei suoi due ultimi anni di pontificato autorizzò le dimissioni dallo stato clericale di circa 400 preti, coinvolti in casi di abusi) e in seguito di Papa Francesco. Colpisce, dunque, questa invettiva. Da cosa nasce? Il comitato la prende alla larga: in un documento pubblicato oggi critica aspramente il Vaticano per il suo atteggiamento verso omosessualità, contraccezione e aborto. Temi etici sui quali si può discutere finché si vuole ma che nulla hanno a che vedere con i vergognosi crimini contro i minori.

Nel documento la Santa sede viene poi invitata a rivedere le proprie politiche per assicurare il rispetto dei diritti dei bambini e la loro possibilità di accedere alle cure mediche.

Il testo arriva pochi giorni dopo i contatti che vi sono stati, a gennaio, tra il comitato e alcuni esponenti del Vaticano, interrogati per un giorno intero sull'implementazione della Convenzione Onu dei diritti del bambino, il principale trattato delle Nazioni Unite per la tutela dei minori. L'invito perentorio che l'organismo delle Nazioni unite rivolge alla Santa Sede è quello di rimuovere "immediatamente" dal loro incarico chi ha commesso abusi sessuali sui bambini, o che ne è sospettato, perché finora (il Vaticano, ndr) ha "adottato politiche e pratiche" che hanno portato a continuare abusi su decine di migliaia di bambini e all’impunità degli autori.

Il comitato chiede anche alla Santa Sede di consegnare i propri archivi sugli abusi commessi nel corso degli anni nei confronti dei bambini. Secondo le Nazioni Unite, poi, la commissione creata a dicembre da Bergoglio dovrebbe indagare su tutti i casi di abuso e "sulla condotta della gerarchia cattolica nell’affrontarli". In un altro punto del documento si parla di "un codice del silenzio imposto su tutti i membri del clero sotto la pena della scomunica", e si ricorda che i responsabili degli abusi sono stati spostati di parrocchia in parrocchia in un tentativo di coprire questi crimini, oltre al fatto che "i casi di abuso sono stati anche difficilmente riferiti alle autorità giudiziarie nei Paesi in cui sono stati commessi".

Kirsten Sandberg, presidente del Comitato, alla domanda se il rapporto presentato oggi possa essere letto come un’accusa per aver violato la Convenzione, ha risposto in modo inequivocabile: "La mia risposta è sì, è una violazione della Convenzione perché finora non è stato fatto quanto avrebbero dovuto fare".

La replica del Vaticano

La Santa Sede "prende atto" delle osservazioni conclusive dell'Onu di Ginevra sulla pedofilia, ribadisce nel contempo il proprio "impegno a difesa dei diritti del fanciullo" ma esprime rincrescimento per il "tentativo di interferire nell'insegnamento della Chiesa cattolica sulla dignità della persona umana e nell'esercizio della libertà religiosa". Le osservazioni conclusive del rapporto "saranno sottoposte a minuziosi studi ed esami nel pieno rispetto della Convenzione nei differenti ambiti presentati dal Comitato secondo il dirito e la pratica internazionale come pure tenendo conto del pubblico dibattito interattivo con il Comitato svoltosi il 16 gennaio 2014".

Cos'è il Comitato sui diritti dell'infanzia

La Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza (Convention on the Rights of the Child - CRC) è stata adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989. La parte seconda della Convenzione istituisce il Comitato sui diritti dell'infanzia, chiamato a esaminare i progressi compiuti dagli Stati nell'esecuzione degli obblighi derivanti dal trattato. Ne fanno parte 18 esperti eletti a scrutinio segreto tra i componenti di una lista designati da ciascuno Stato. La partecipazione è a titolo personale, secondo un'equa ripartizione geografica tenendo conto dei principali ordinamenti giuridici. Il Comitato analizza i rapporti periodici (ogni 5 anni) sull'attuazione della Convenzione che gli Stati che hanno aderito sono impegnati a presentare in base a quanto previsto dall'art. 44 della Convenzione.

La Chiesa sulla pedofilia

Oltre alle dure condanne della pedofilia di Bergoglio e Ratzinger, per citare solo gli ultimi due pontefici, è interessante ricordare (come fa il sito di Avvenire) ciò che l'arcivescovo Silvano Maria Tomasi, osservatore permanente della Santa Sede a Ginevra ha detto a metà gennaio all'Onu: "La Chiesa cattolica intende diventare un esempio nella lotta contro gli abusi e per la protezione dell'infanzia". La Santa sede, tra l'altro, ha aderito alla Convenzione nel 1990 fin dalla sua entrata in vigore. E oggi, per iniziativa di Papa Francesco, esiste una commissione ad hoc che studia e propone tutti gli interventi necessari per proteggere e aiutare i minori. Difficile poter dire, oggi, che non viene fatto nulla e, addirittura, che viene "permessa" la pedofilia. Un po' diverso è il discorso sul passato. Ma la pagina è stata voltata.

Monsignor Tomasi: pesa lobby gay

Monsignor Tomasi si dice sorpreso per le osservazioni del comitato. In particolare rileva che "il documento sembra quasi non essere aggiornato, tenendo conto di quello che negli ultimi anni" ha fatto la Santa Sede, con lo Stato Città del Vaticano e le conferenze episcopali. Tomasi avanza il sospetto che "le organizzazioni non governative, che hanno interessi sull’omosessualità, sul matrimonio gay e su altre questioni. In qualche modo hanno rafforzato una linea ideologica". A sostegno della tesi sul peso che possono aver avuto alcune lobby nel portare a una linea ideologica nella valutazione del comitato sull'azione della Santa Sede, monsignor Tomasi ricorda che in un primo tempo l’Onu aveva affermato che il Vaticano aveva risposto meglio di altri Paesi sulla protezione dei minori.



Annunci

Commenti

sailor61

Mer, 05/02/2014 - 12:23

beh incominci a mettere fuori legge l'India allora dove giornalmente si riesce a sapere di stupri di gruppo su bambine, o su leggi che prevedono lo stupro di gruppo per aver parlato, parlato con un ragazzo del villaggio vicino!!! L'ONU con queste uscite si fa sempre di più del male. si svaluta e dimostra come certe pressioni ideologiche e fuori dalla realtà condizionano un consesso ormai fuori dal tempo e di fatto unbaraccone mangiasoldi a danno di tutti: di chi sovvenziona uno spreco continuo e di chi non riesce a ricevere un adeguato aiuto in base alle esigenze reali che hanno!!!!

edo1969

Mer, 05/02/2014 - 12:43

dietro tutto ciò ci sono la Merkel e la Kienge

framont

Mer, 05/02/2014 - 12:47

QUALCUNII DICA A LOR SIGNORI CHE IL PRIMO DIRITTO DI UN BAMBINO è QUELLO DI NASCERE. IPOCRITI!!!

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Mer, 05/02/2014 - 12:48

Il Vaticano avrà certamente commesso degli abusi, come anche quello di non dare sepoltura al nazi morto di recente, ma è altrettanto certo che la ONU è un fantoccio di inutili sproloquisti che girano la testa solo dopo opportune raccomandazioni dai piani alti.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 05/02/2014 - 12:51

Curiosità. Chi sono i membri musulmani praticanti, magari pure iraniani, di sto comitato della difesa del fanciullo. Così. giusto per ridere.

Massimo Bocci

Mer, 05/02/2014 - 12:53

La Santa???? CHI!!!

Ritratto di serjoe

serjoe

Mer, 05/02/2014 - 12:58

Francesco e' meglio che si occupi di questo...invece di sparare slogan ogni giorno... per gli ancor credenti...il buongiorno.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 05/02/2014 - 13:03

Si tratta del pontificato di Wojtyla. A cosa puntano queste accuse? Forse a non permetterne la santificazione?

agosvac

Mer, 05/02/2014 - 13:03

Da che pulpito...l'Onu è un'organizzazione del tutto inutile oltre ad essere uno sperpero immane di denaro degli affiliati. Tra l'altro, essendo guidata per lo più da mussulmani, neanche si cura di quel che succede nei paesi islamici riguardo i bambini o l'omossessualità. Un lettore fa, a ragione, riferimento all'India dove stupri di gruppo contro bambine e bambini sono giornalieri! E tutto il mondo islamico dove l'omosessualità è punita con la morte??? Dove bambine di 10, 11 anni sono date in sposa mentre nel mondo occidentale non sono ancora neanche uscite dalla pubertà??? Se si parla di diritti dell'infanzia si dovrebbe anche parlare del diritto che hanno queste bambine di viversi la loro infanzia invece di essere date in sposa senza neanche sapere il perchè!!! Certo la chiesa cristiana ha commesso alcuni errori riguardo la pedofilia, errori a cui ha cercato di porre rimedio. Tra l'altro un prete pedofilo non è che sia pedofilo perchè è prete, è pedofilo in sè e per sè. Forse l'Onu dovrebbe occuparsi di bene altre cose che accusare il Vaticano.

berserker2

Mer, 05/02/2014 - 13:18

E mò Frangesgo come se mette...... dai sù, un altra intervistina in ginocchio a Repubbbblica!

diamovoce

Mer, 05/02/2014 - 13:23

L'Onu è nemica del Vaticano da sempre. Meglio ancora tutte quelle lobby d'affari che trovano nel Vaticano uno scoglio per le decisioni su questioni etiche. Già un pò di tempo fa diverse ONG (collegate all'industria dell'aborto e della contraccezione, cioè al denaro) avevano provato a far espellere il Vaticano con l'argomentazione che non è uno Stato Sovrano ma influenza le decisioni dell'ONU. Oggi ci si prova con i pedofili (da condannare in toto e senza attenuanti, ma che nella Chiesa sono in percentuali molto minori rispetto a qualsiasi altra organizzazione), domani si proverà con qualcosaltro. Il giorno in cui tutti applaudiranno alla Chiesa significherà che questa non avrà più niente da dire. Ma fintantoché sarà oggetto d'attacchi dal "mondo", beh, allora vorrà dire che la Chiesa e il suo Messaggio (la maiuscola non è casuale) sono vivi e vegeti.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mer, 05/02/2014 - 13:29

E comunque il Vaticano non è un Paese membro dell'ONU, ma solo un Osservatore Permanente.

Massimo Bocci

Mer, 05/02/2014 - 13:35

X Gianfranco Robe...o forse le lobby senza scrupoli e morale del profitto facile compagnero,non gli hanno mai perdonato a lui vero Papa senza panzane propagandistiche(francescate) di aver liquidato con il grande Regan il loro primo partner, socio CRIMINALE il comunismo CCCP.

chiara 2

Mer, 05/02/2014 - 13:42

appunto, ben detto...ma papocchio queste vergogne LORO non le nomina mai

Ritratto di serjoe

serjoe

Mer, 05/02/2014 - 13:44

Wojtila in 5 lustri ha avuto tutto il tempo di far boiate...illustri.I pedofili si son moltiplicati e gli scandali ..centuplicati."Fortuna"! che il "tappetto" era mooooolto grande e copriva tutto alla...grande.Della Yugoslavia ha fatto un maccello..eppure tutti dicevano che era un...angelo del cielo.Uno showman strepitoso...e moooolto..spiritoso.

Ritratto di xulxul

xulxul

Mer, 05/02/2014 - 13:54

Strano. Detto da chi vuole legittimare la pedofilia risulta singolare. Anche se sappiamo da chi proviene questo ridicolo j'accuse: massoni e radicali. La strategia é nota, amplificare, anche falsificando ed enfatizzando, la portata di episodi isolati, al fine di poter portare avanti il disegno planetario di annullare la dimensione religiosa dell'uomo, coartando i suoi diritti fondamentali quali l'obiezione di coscienza. I preti pedofili ci sono, come ci sono padri, madri, insegnanti, educatori pedofili. Il rapporto è talmente abnorme che, oltre ad essere demenziale, non è credibile se non letto con la lente deformante del pregiudizio preconcetto di cui l'onu non ha mai fatto mistero verso il Vaticano. Insomma, la Chiesa è l'ultimo ostico nemico da abbattere, e l'unico ostacolo credibile alla distruzione morale e materiale dell'uomo che l'onu sta portando avanti da decenni. La S. Sede ha commesso errori, ma la legislazione introdotta contro la pedofilia è talmente dura, che non sarebbe accettata negli ordinamenti nazionali in quanto molto restrittiva dei diritti di difesa degli accusati. Ovviamente gli ipocriti e meschini funzionarietti delle nazioni unite non si saranno presi certo la briga di andare a vedere cosa in concreto la Chiesa abbia fatto contro i pedofili. Tant'è. Papa Francesco ha iniziato a dare fastidio com'è suo dovere, quindi l'onu ha messo le mani avanti. Infine, non risulta tale accanimento e livore contro il problema pedofilia nei confronti dell'ebraismo, dell'islam, oppure verso l' India per le reiterate violenze contro le donne. Proprio per questo questa prefica non è credibile....

Ritratto di chris_7

chris_7

Mer, 05/02/2014 - 14:01

13:54 ah c'è ancora qualche credente? Scusate, l'arretratezza ideologica ci è stata imposta da quando eravamo piccoli come tanti bei soldatini, QUESTO VALE PER TUTTE LE RELIGIONI, framont ne è un esempio così come diamovoce, peccato che l'esistenza di dio non è ancora stata dimostrata. ma imperterriti 1,943,000,000 di fedeli seguono la chiesa di roma 1,164,000,000 la mecca, 761,689,000 induisti 353.794,000 buddisti. il resto è ateo o ebreo. penso che se non verrà rapidamente dimostrata l'esistenza di dio le religioni crolleranno, soprattutto se su marte si troverà materiale organico fossile

Ritratto di xulxul

xulxul

Mer, 05/02/2014 - 14:07

Vedo con piacere che, a parte i soliti noti, è stata colta l'abnormità di questo pseudo rapporto. La replica del Vaticano è stata puntuale, denunciando le interferenze dell'onu circa l' insegnamento della Chiesa sull'uomo e la sua dignità (leggi normalizzazione dell'omosessualità, della pedofilia, dell'eugenetica, del fine vita ecc.). Svelato il motivo di questo farneticante "rapporto".

Ritratto di dbell56

dbell56

Mer, 05/02/2014 - 14:28

E poi il vaticano NON è un'entità sola ma un coacervo di persone per cui l'ONU a chi si riferisce? Al solo Papa? Ai cardinali? Ai vescovi? I presbiteri? Alle suore? Ai diaconi? Oppure si riferisce a tutti i cristiani, compresi quelli che per fede assoluta verso il Signore Gesù, sono sistematicamente perseguitati perchè predicanti l'amore verso il prossimo?

manente

Mer, 05/02/2014 - 14:36

L'Onu, ormai sotto il totale controllo politico delle lobby della finanza cosmopolita, mentre tacce di fronte ai crimini delle sanguinarie dittature feudali di Arabia Saudita, Quatar ed Emirati Arabi alleati delle lobby sioniste che in Siria, per mezzo dei loro sicari, hanno fatto strage di bambini dai cui corpi ancora in vita hanno espiantato gli organi, mentre tace di fronte agli abusi sessuali del "circonciso" Woody Allen ai danni della figlia meno che adolescente, osa ergersi a tutore dei bambini e denuncia incredibilmente "le politiche della Chiesa di Francesco", solo perché il Papa ha osato puntare l'indice contro gli innumerevoli abusi che proprio l'Onu fa finta di non vedere, quando non ne è addirittura complice ! Se questo non è ancora il "nuovo ordine mondiale" con a capo il "gran bugiardo", ci somiglia molto.

biricc

Mer, 05/02/2014 - 14:51

Il potere temporale della Chiesa è sempre stato costellato da persecuzioni interne, per cui niente di nuovo sotto il cielo ed è inutile scandalizzarsi che tanto la natura dell'uomo è questa, alcuni eroi e alcuni altri nefandi.

biricc

Mer, 05/02/2014 - 14:57

L'ONU vuole che La Chiesa depenalizzi l'omosessualità. In realtà la Chiesa non ha mai penalizzato l'omosessualità in quanto tale ma ha sempre deprecato l'atto omosessuale attenendosi strettamente alle sacre scritture e quindi alla parola di Dio. Chi non crede si arrangi.

Joe

Mer, 05/02/2014 - 14:58

Questi signori dell'ONU che se la prendono con il Vaticano, prendano sul serio la piaga dell'aborto che non può essere risolta con una legge che assolve la persona che lo pratica , solo se segue pedissequamente quanto in essa contenuto. Il problema nasce sin dal concepimento dell'essere umano. E qui il legislatore pone un paletto: la persona non può essere considerata tale se non dopo il terzo mese e perché non prima ? Perché questo sarebbe(ed é in realtà) un assassinio premeditato, voluto e richiesto, aggiungerei. La vita l'uomo non se la può dare ma la riceve e pertanto , come non è padrone della propria vita, non lo è certamente di quella di un altra PERSONA!

Ritratto di danutaki

danutaki

Mer, 05/02/2014 - 15:02

ONU chi ??? 2 miliardi di persone seguono gli insegnamenti di Santa Madre Chiesa..... Non risulta che l'ONU abbia mai insegnato qualcosa a chicchessia che non fosse fondamentalmente basato sui valori occidentali (Chiesa alla fin fine) ..... quindi a che serve questo "rapporto" ?? L'ha scritto la Boldrini ??

linoalo1

Mer, 05/02/2014 - 15:08

Perché si è dimesso Benedetto XVI?Lino.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 05/02/2014 - 15:21

Chi ha potere abusa.Abusa il nostro governo , con i suoi rappresentanti , abusano i potenti contro gente che democraticamente o no , no puo ribellarsi.Si abusa di tutto di minori di anziani di giovani disoccupati.E proprio l onu scaglia questa pietra.Un istituzione inutile da un secolo circa.Per fare un esampio clinton non uso la levinsky?E mi fermo qui.

DiegoGio

Mer, 05/02/2014 - 15:33

La Cassazione Italiana, a nome di tutto il popolo italiano, ha deciso nell'ottobre 2013, che si possono riconosce le attenuanti qualora sia ravvisato il consenso della vittima al pedofilo... Lui 60 anni... lei 11 anni... la bambina era stata affidata a lui! In Olanda una sentenza acconsente all'interno dei club di promuovere la pedofilia! Queste sono leggi/sentenze che vanno bene all'ONU? Questa è volontà del popolo? L'ONU dovrebbe denunciare che la democrazia in europa sta scomparendo altro che prendersela con chi non va a braccetto con le lobby...

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mer, 05/02/2014 - 15:36

Ma si! Le religioni con la panzana del rito sacerdotale hanno sempre finito col far fare delle gran chiavate al porco di turno, che guarda caso... Ha sempre prediletto le giovani vergini e i puri fanciulli;-). Tanto....per come la vedo io, fra non molto l'amicone di scalfari,se ne uscirà con qualche cazzata di avvicinamento alle " problematiche degli omosessuali " e la confraternita dei culattoni, sdoganerà anche franchy nel meraviglioso nuovo millennio! Con buona pace dei chierichetti da traumatizzare. Orrore!

framont

Mer, 05/02/2014 - 15:39

CERTO CHE DOPO L'APPROVAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO DELla Relazione Lunacek , IL RAPORTO DELL'ONU RISULATA ANCORA PIU' DRAMMATICAMENTE IPROCRITA E PERICOLOSA. L'EUROPA STA APOSTATANDO LA FEDE CRISTIANA LE PROPRIE RADICI GIUDAICHE-CRISTIANE. I NOSTRI PARLAMENTARI EUROPEI COSA FANNO? E L'ITALIA ALL'ONU CHE FA?

Ritratto di danutaki

danutaki

Mer, 05/02/2014 - 15:47

"Il Comitato è composto da 18 esperti di alta moralità e in possesso di una competenza riconosciuta nel settore oggetto della Convenzione sui diritti dell'infanzia". Chi ne stabilisce l'alta moralità ed in base a quali parametri ???

krgferr

Mer, 05/02/2014 - 15:51

Beh, non avrei mai pensato di dover prendere le parti del Vaticano ma, la iniziativa dell'ONU mi sembra tanto quella storiella del bue e dell'asino leggermente modificata; insomma in questo caso è come se la renna desse del cornuto al bue. (qualcuno ricorderà, spero, le accuse più volte formulate a carico delle cosiddette “truppe di pace” con targa ONU alcuni anni orsono). Saluti. Piero

Raoul Pontalti

Mer, 05/02/2014 - 16:20

concordo pienamente con xulxul

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 05/02/2014 - 16:28

Che ci siano abusi da parte di prelati è verissimo, ma che a fare la predica sia l'ONU, dove i diritti dell'uomo sono violati da gran parte dei paesi che ne fanno parte è un fatto indiscutibile, alla condanna hanno partecipato anche paese arabi, dove soprusi specialmente su donne, e bambine, sono all'ordine del giorno, che validità può avere la condanna?

rickard

Mer, 05/02/2014 - 16:30

Ma chissà come mai l'ONU non dice niente sugli aerei carichi di pedofili che ogni giorno partono da tutta Europa con destinazione Cuba e Sri Lanka. Non sarà che contro il Vaticano è un partito preso?

Mr Blonde

Mer, 05/02/2014 - 16:55

framont che il primo diritto sia quello di nascere è sacrosanto, ma poi non crede che abbia anche il diritto di non essere stuprati? E comunque a prescindere dall'onu si lasci stare la chiesa in quanto tale, a sbagliare e a dover essere puniti devono essere gli uomini, per gli atti, le omissioni e le coperture

LAMBRO

Mer, 05/02/2014 - 17:12

COME SI PERMETTE L'ONU DI ERGERSI A GIUDICE? UNA ORGANIZZAZIONE CHE PERMETTE LA PEDOFILIA ISTITUZIONALIZZATA NEI PAESI ARABI ; IRAN IN TESTA? OLTRE CHE IN INDIA DOVE SI DECRETANO STUPRI DI GRUPPO DI MINORENNI?

moshe

Mer, 05/02/2014 - 17:15

Nonostante ANCHE QUESTA PROVA, dal vaticano ci piovono in testa sempre valanghe di prediche e di insegnamenti per essere buoni. Sarebbe meglio se il vaticano si prendesse un paio di secoli per meditare sui peccati della chiesa anzichè impicciarsi dei nostri.

claudio faleri

Mer, 05/02/2014 - 17:51

serjoe....lei crede, in cosa? in quello che gli hanno dato in pasto fin da bambino.....giusto credere oppure no ma la chiesa non è libertaria, qualche decennio fà se non si era di quella schiera, la vita si induriva, hanno accumulato tesori col raggiro, la sua spiritualità è da rispettare ma il vaticano sono uma massa di schifosi, legga la storia vera,io ho un libro che fu tolto dalla circolazione che raccontava cosa faceva la chiesa un po di tempo fa e non sono certo cambiati

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 05/02/2014 - 17:57

L'ONU invece ha permesso e favorito genocidi. Si spieghi. Associazione di parassiti infami e pure gay.

Ritratto di lohengrin08

lohengrin08

Mer, 05/02/2014 - 18:06

Ma che bravi all'Onu, si accorgono della chiesa, ma non vedono nullla del Congo, dell'India ed altri paesi dove cio che accade è ben più importante, sembrano come i Kompagni italiani, che nel 2014 negano ancora che siano esitite le Foibe...una Compagnia di ciarlatani.

eras

Mer, 05/02/2014 - 18:22

La chiesa é un baraccone che manteniamo noi. Andassero a stare nello Zambia dove hanno le missioni. Tanti miliardi rubati a noi per insegnare una morale banale e ideuzze pseudoscientifiche. Questa gente va trattata come una setta, alla stessa stregua dei maghetti tv. Subito iniziative istituzionali antibufala contro pretume e altra ciurmaglia. Il governo non deve sedere coi cialtroni e bisogna prendere posizione contro la superstizione clericale.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Mer, 05/02/2014 - 18:38

Ma senti...forse erano nati maggiorenni.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 05/02/2014 - 18:42

xCLAUDIOFALERI-Sta parlando di FORTETO ?

Ritratto di danutaki

danutaki

Mer, 05/02/2014 - 18:56

@ eras .... cambi pusher ...l'attuale non la tratta mica tanto bene !!!

killkoms

Mer, 05/02/2014 - 19:13

ma quanti di noi sanno che gli scandali sessuali con bambini riguardanti religiosi di area protestante sono in percentuale maggiori8e nessuno gli dice nulla)?per non parlare del mondo mussulmano, quello arabo in particolare,ove i giovani credenti si guardano bene dall'autoerotismo,ma colmano il vuoto del sesso fino al matrimonio,facendo il servizio8a posteriori ovviamente)a ragazzotti più piccoli,che a loro volta si rifaranno su altri ragazzotti quando cresceranno!

killkoms

Mer, 05/02/2014 - 19:18

@diegogiò,la cassazione?quella che assolse quel collega che anni fa fù sorpreso a consumare nel cesso di un cinema con un ragazzino adescato?e che fù assolto perché in quel momento transeunte causa una botta sulla zucca rimediata anni prima?con buona pace di ruby!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 05/02/2014 - 20:05

e vabbè ormai si sa chi sta dietro le lobby anti-Vaticano. intanto tutto il profondo Nord ateo europeo poi le chiese antagoniste sempre di quei Paesi poi certamente le corporazioni dei Gay che non riescono nel loro intento di inserirsi nel sistema delle famiglie etero , forse non è estranea nemmeno la lobby finanziaria anglofona, di stampo sionista e massonico che ha nella Grande Mela la propria sede da sempre. A ben vedere si dice che l'ONU denuncia...ma l' ONU come altri apparati secolarizzati nel mondo sono espressione di un mondo assai lontano dalla Chiesa di Roma che in questa vede da sempre un antagonista ai propri programmi di egemonia culturale e morale. Mi piacerebbe però sapere come in quelle chiese non si parli mai del tema pedofilia! forse che solo il mondo cattolico è stato contaminato dal morbo dello scandalo? O forse perché i preti e pastori di quelle fedi non sono- solo loro- soggetti al vizio, questo ed altri? Certo si vorrebbe far passare il messaggio - di tipico sentire protestante - che Roma sia "vas omnium peccatorum" che dal lotte di religione e dal Concilio di Trento viene fomentato ad ogni occasione. Basti ricordare le accuse al Papa Pacelli di collusione con il Nazismo per non aver difeso i figli di Israele dallo sterminio! Ma la storia spesso fa emergere la verità - come nel caso da ultimo citato- così che le accuse svaniscono e rimane solo la vergogna e il disprezzo verso chi quelle accuse ha posto in essere non per amore di giustizia ma per tornaconto personale. E ora si può, anzi si deve dire che la Sinistra italiana spesso non è stata estranea- come non lo è ora sulla pedofilia- a soffiare sul discredito fazioso verso la Chiesa. Stanno così le cose, ppure i Dario Fo, i Pannella, i Benigni i Debenedetti, hanno un' altra versione dei fatti?

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mer, 05/02/2014 - 20:19

agosvac, dici bene si vuole far passare il messagio che un prete pedofilo è pedofilo in quanto prete. Ma le cose non stanno certo così quasi che essere prete sia sinonimo di pedofilia! Ma che parlano a fare tutti questi nemici giurati della Chiesa di Roma. per conto mio sulla Chiesa Cattolica la penso un po' come la pensava Ciurcyll sulla democrazia. " Tra le Chiese quella Cattolica è pur sempre quella meno peggio che ci sia.

gamma

Mer, 05/02/2014 - 20:41

Assolutamente vergognoso il documento dell'ONU. Sia per le affermazioni esplicite presenti nel documento sia per le conseguenze implicite. La Chiesa cattolica può aver commesso degli errori come qualsiasi cosa umana ma ha fatto e continua a fare tanto di quel bene che l'ONU se lo sogna. Anzi dovrebbe essere l'ONU a condannare se stessa per non aver fatto nulla di ciò per cui era stata fondata. Le lobby gay stavolta hanno davvero esagerato. Ho sempre fatto delle offerte in denaro all'Unesco. Da ora non darò più neanche un Euro.

lucas2

Mer, 05/02/2014 - 21:51

mentre in Vaticano studiano il documento, l'Onu si potrebbe dedicare a redigerne un altro sugli stupri perpetrati dal suo contingente in Somalia.

mbotawy'

Mer, 05/02/2014 - 22:18

Solo gli ultimi due Papa,Ratzinger e Bergoglio sono intervenuti, parzialmente,a manifestare e proibire questo indegno scandalo del Vaticano.E' bene che questa fonte della pedofilia venga veramente eliminata, ritornando la chiesa cristiana alle sue origini,pre 1055 al tempo di Vittore II,papa di origine tedesca,promotore della castita' degli ecclesiastici.La chiesa di Cristo mai parlo' di celibato coatto.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 06/02/2014 - 00:05

Per avere un'idea della serietà dei problemi affrontati dall'ONU è sufficiente sapere che stipendiava la Boldrini. NON OCCORRE AGGIUNGERE ALTRO.

Luigi Farinelli

Gio, 06/02/2014 - 01:01

L'ONU e la EU stanno per sbolognare la pedofilia (il "filantropo" Soros, sionista Rotschild, impegnato a diffondere le ideologie ultralaiciste in Europa ha sovvenzionato la diffusione nelle scuole croate di ideologie i cui propugnatori sono pedofili dichiarati, condizione per entrare nell'Europa unitaria) ed anche alcuni deputati PD hanno cercato di intrufolare di nascosto anche i pedofili come personaggi "su cui non infierire e da proteggere" nella nuova legge (diktat europeo) che dovrebbe dare un "codice etico di espressione" per i giornalisti (moderno MinCulPop) , nelle scuole e sui posti di lavoro a favore dei cosiddetti LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali, Omosessuali). L'ONU è la stessa organizzazione che ha accusato in maniera infamante, con una delle sue burocrate femministe, l'Italia di essere un Paese dove la Donna non è sicura quando esce di casa, mettendola al livello di Paesi affetti da guerre civili e problemi sociali enormi: "peccato" che nella lista dei Paesi Europei che mette a confronto le Nazioni sul "femminicidio" l'Italia sia esattamente al penultimo posto con una percentuale di casi delittuosi, sulla popolazione femminile, irrisoria (anche se un solo caso è di troppo e se le istituzioni e i media fanno a gara, una gara stomachevole per far sembrare il contrario, mai dando ai cittadini ignari cifre e dati VERI). Peccato anche (senza virgolette) che le nostre Autorità, anziché confutare la cosa e MOSTRARE UNA BUONA VOLTA LE CIFRE ESATTE E NON LA VULGATA POLITICAMENTE CORRETTA COME AL SOLITO (Vedi Ministero "Pari" Opportunità e Napolitano, quale rappresentante dell'Italia) abbiano pure rincarato la dose, in maniera non solo autolesionistica ma addirittura vigliacca, sapendo esattamente che quelle cifre e quei dati sono fasulli (il tutto è per arrivare a distruggere la famiglia eterosessuale naturale a favore di ogni tipo di unione, purchè, come prescrive la gnosi massonica antinatalista, non si facciano figli). Quando c'è un caso delittuoso su dieci è il caso di preoccuparsi; quando i casi sono uno su centomila significa che gli attacchi sono diretti solo a demolire una Istituzione che sta molto sullo stomaco a quella perniciosa accozzaglia di burocrati massoni che governa le Nazioni Unite mantenute con i soldi dei Richefeller e Rothschild. Il Vaticano Sta sullo stomaco soprattutto perché ha tolto i finanziamenti a quella criminale organizzazione dell'ONU che si chiama IPPF (International Parenthood Federation) che ha causato già il genocidio di 500 milioni di non nati nel ventre materno e che non è ancora sazia di imporre abiette ideologie contronatura. Per non parlare dell'altro organismo ONU, l'UNICEF, accusato dalla rivista tecnica inglese LANCET di aver causato la morte di 600mila bambini all'annno nel periodo di gestione della radical femminista Carol Bellamy, dal 1996 al 2006, la quale anziché mandare medicinali essenziali contro la denutrizione ha speso tutto nello spaccio di preservativi, nella propaganda dell'aborto e nella spinta a togliere i bambini dall'educazione dei genitori a quella dello Stato, oltreché promuovere (V. "La donna a una dimensione" di Alessandra Nucci, pag 49) la campagna contro l'allattamento al seno ubbidendo allo slogan radical-femminista per il quale "le donne non sono mucche"! E occorrerebbe un libro per elencare le sporche manovre che la pro-life Dale O'Leary nel suo libro "la guerra del gender" addebita ad "oscuri burocrati" dell'ONU (burattini della massoneria internazionale antinatalista) impegnati in truffe per sbolognare attraverso le sue Conferenze Internazionali tutto il corollario delle ideologie più contronatura, speculando persino sulle difficoltà di traduzione (facendo per esempio passare la parola "sesso" con "genere" e così via) così da indurre gli Stati, con questi inganni, a far divenire queste pazzesche istanze leggi di Stato, quindi inattaccabili. L'ONU, se venisse effettivamente divulgata la criminale campagna antinatalista a causa della quale l'Occidente sta già pagando le conseguenze (in economia e nella società) e tutte le altre sporche campagne pagate dai miliardi delle multinazionali per favorire i loro loschi interessi mercantilisti, avrebbe le ore contate. Purtroppo chi manda avanti l'ONU, inutile carrozzone dalle spese pazzesche, impedisce anche che si diffondano notizie in proposito e anzi, per coprire le sue immonde campagne promuove queste cortine fumogene che dovrebbero distoglierne l'attenzione. C'è da dire che lo fa molto bene, prendendo per i fondelli l'intera umanità.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 06/02/2014 - 06:23

gent O.Sacchelli ti ho mandato ieri un mio post. Come mai non viene pubblicato? Voglio credere a una svista .Grazie G.Z

pastello

Gio, 06/02/2014 - 08:08

Perchè non è vero?

ben39

Gio, 06/02/2014 - 08:47

Almeno Papa Francesco è riuscito a evitare la guerra in medioriente se non mondiale nata dal conflitto in Siria, mentre L'ONU non è mai, nel corso della sua storia, riuscito ad impedirne una...

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 06/02/2014 - 09:03

Anche ONU fa parte del circo mediatico che impone agli sciocchi i parametri correnti studiati per globalizzare anche il concetto di MORALITA'. Naturalmente la Chiesa cattolica non è maggioranza in questo Governo nascente che è appropriato definire MELTING POT, cioè calderone in cui si cuoce la melassa della MORALITA' pilitically correct da vendere nel mondo. Purtroppo anche sotto questo aspetto l' Europa è una babele di posizioni diverse col Nord riformato e protestante e il Sud Cattolico anche se molto di facciata. Poi trasversalmente vi sono i cosiddetti LAICI cioè quelli che non si riconoscono nella schematica bipartizione della fede. Costoro sono per lo più atei-agnostici, di provenienza marxista, e che dello sfacelo di quel mondo hanno salvato solo l' aspetto più comodo -perché fa schic e costa nulla- appunto il rifiuto del primato della dottrina morale della Chiesa. La cosa curiosa è che proprio i paesi dell est dove l'ortodossia di stato vietava o combatteva la religione , sono quelli dove più vivo e fervido è il sentimento religioso. E dunque comprensibile che un Organismo di respiro mondiale- quale ONU vuole essere- comporti la EQUALIZZAZIONE anche in campo morale per definire una Nuova Sensibilita' civile che non può essere più religiosa ma laica dove laicismo è sinonimo di ateimo. In queta logica appare chiaro il motivo che sta alla base della guerra dichiarata alla Chiesa di Roma - che le altre Chiese Cristiane sono poca cosa- quale Potere che si oppone al dilagante ateismo/laicismo che si vuole imporre al mondo Occidentale, per affermare i "VALORI MONDIALI CONDIVISI" dell' ecologismo, antinucleare, animalismo, pacifismo omossessulità... con tutto il corollario di azioni politiche che li connotano (salvare le balene nell Artico, energia alternativa , accoglienza aperta, matrimoni e adozioni da gay ecc. cioè di quello che definisce il concetto di politicamente corretto, traslato nel MORALMENTE CORRETTO. Va da sé che la Chiesa di Cristo venga individuata come l' avversario da combattere da quest' altra chiesa degli Anticristo, che pone l'uomo su altro piano che quello mondano, quello cioè di Dio. La questione non è nuova, chè da secoli si combatte, tra papa e imperatori per il primato dell' uno sugli altri. Ma la Chiesa di Roma è un avversario duro assai che non viene a compromessi nemmeno sulle lusinghe del ammorbidire il celibato di preti e suore! Ora con lo "scandalo sulla pedofilia- un male condannato dai papi duramente!-si vorrebbe far pasare l' equazione che prete= pedofilo. Come se la pedofilia fosse il male connaturato al ruolo del prete anziché una malattia che si può manifestare in ogni individuo -prete e non- e non certo propria di categorie e ordini sociali. Così è !...e certe volte davvero vie da pensare che"...contro la stupidità anche gli dei lottano invano" -J.W.Goethe

buri

Gio, 06/02/2014 - 09:30

perché l'ONU così solerte ad attaccare il Vaticano, al punto di pretendere che la Chiesa cambi la sua posizione sull'aborto, i sodomiti ecc. non va a predicare le steese cose a La Mecca, a Teheran ed anche a New Delhi? tanto per uguale trattamento

Ritratto di michageo

michageo

Gio, 06/02/2014 - 12:34

"Dure accuse dall'Onu al Vaticano: "Ha permesso abusi sui minori" nulla da obiettare, salvo che parlando dell'ONU si possa chiosare il titolo in "Dure accuse all'Onu , anche dal Vaticano: "Ha permesso abusi su tutti". Prima oltre a verificare legittimamente la pulizia in casa altrui, provvedano a dare e tutelare il buon esempio...maaaa si dovrebbe lavorare e non ragliare o abbaiare alla luna

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 06/02/2014 - 13:31

L'onu deve stare ZITTO, lA delinquenza CHE SIEDE IN QUEL PARLAMENTO, DOVREBBE NON SOLO VERGOGNARSI DI ESISTERE MA ESSERE ELIMINATA, "RADICAL VERNICHTUNG". Nel Vaticano saranno SI, mele marce come in qualsiasi Associazione e anche se qualche ANIMALE con la tonacas, è uscito dalle regole, non hanno AMAZZATO NESSUNO. L'ONU Centro di CRIMALI MONDIALI HANNO SULLA COSCIENZA CENTINAIA DI MIGLIAIA DI MORTI, PER LA LORO MALATTIA DI POTERE e GRANDEZZA. L'ONU dovrebbe VERGOGNARSI di ESISTERE, guardiamo ora cosa stanno facendo in UKRAINA, Entrano in un paese e PRETENDONO CON LA FORZA, che questi si PIEGHI al LORO VOLERE e se non lo fanno, sono PRONTI ada AGIRE CON le ARMI. l'Onu una BANDI DI CRIMINALI al SOLDO della FAMIGERATA C.I.A. ( Criminali Internazionali Autorizzati), i quali per volere della feccia INTERNAZIONALE, si permettono di ENTRARE in qualsiasi Paese portanto la loro POLITICA distruttiva

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 06/02/2014 - 14:55

Il sesso sfrenato è una pratica maniacale che copisce tutti. Eppure i partiti democratici lo esaltano quale "diritto civile" per farsi votare dagli sciocchi. Infatti le loro diaboliche scolastiche "docenti", invece dell'autocontrollo, l'astinenza e la castità, pomposamente rovinano la gioventù cen l'educazione sessuale di preservativi, pillole, spirali e altre diavolerie da casa di tolleranza. Da questa diseducazione sistematica e scandalosa vengono fuori gente come le femministe, le adultere, i gay, i sodomiti, e pedofili, gli aborti. Ora la Chiesa condanna tutti i peccati, compreso l'omicidio abortivo, ma perdona tutti i peccatori pentiti, preti compresi. Dov'é il problema?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 06/02/2014 - 14:59

Piuttosto l'ONU accusi l'Italia perché pare che nella Magistratura napolitanizzata vi siano dei magistrati pedofili che continuano ad "esercitare".

Ritratto di Chichi

Chichi

Gio, 06/02/2014 - 15:06

E ti pareva? qualcosa di eclatante devono pur farla quei signori. Chi se li fila? Nessuno. Esattamente come la UE per l'Italia, servono solo da para deretano alle malefatte di chi agisce "sotto l'egida delle Nazioni (dis)Unite” o perché“Ce lo chiede l’Europa”. La Chiesa non ha petrolio, non sparge terroristi per il mondo, non ha materie prime, per ricattare con la minaccia di estromettere le solite multinazionali che le rapinano, non ha superbombardieri,né missili, né testate nucleari. §§§ Il palazzo di vetro dei vigliacchi è uso a strisciare leccando gli stivali dei forti e usare il pugno di ferro con i deboli. §§§ E la Chiesa è anche fastidiosa, perché non è pacifista nei giorni di scampagnata; è il maggiore operatore di pace nel mondo. Da fastidio, perché, con le sue scuole, combatte l’analfabetismo delle popolazioni più povere e questo e destabilizzante. Da fastidio perché strappa il velo delle belle motivazioni e fa vedere il vero motivo, che anima l’entusiasmo per l’aborto. Il principio più antico e barbaro mai esistito: “mors tua vita mea”. Rompe le scatole, la Chiesa, insistendo sul fatto che nella quasi totalità degli esseri viventi sulla Terra, la vita ha bisogno di un maschio e di una femmina, non di genitore 1 e 2. La specie umana non è fatta di fuchi inutili (eccetto uno per una sola volta) e di api operaie, intente solo ad accudire l’unica fattrice e le larve che essa depone in continuazione, per tutto la vita. §§§ La Chiesa è in questo monto e resta contaminata dai mali del mondo. E oggi è il sesso, in tutte le sue forme anche le più dissennate a infiltrarsi ovunque. Essa usa il senso comune e cerca di lavare” i panni sporchi in famiglia”. Li lava e riesce sempre a ripulirsi e essere, per questo, punto di riferimento autorevole di moralità. §§§ Ha fatto di più Benedetto XVI: ha imposto a tutta la Chiesa di denunciare alle autorità giudiziarie i casi di pedofilia da parte di membri del clero, di cui venisse a conoscenza. Nemmeno le leggi civili impongono di denunciare o di testimoniare contro i propri familiari. Il Martire San Thomas Becket avrà sussultato anche nella beatitudine del Paradiso. L’ONU lo sa che i maggiori casi di pedofilia avvengono all’interno delle mura domestiche? È o no pedofilia dare in sposa una bambina a uomini adulti o addirittura vecchi? Nulla da ridire a quegli stati che su queste cose non battono ciglio? E ciò che combinano i suoi caschi blu in giro per il mondo, con scarsissimi risultati per la pace, non dovrebbero spingere questo immenso stipendificio di lusso a puntare l’indice contro se stesso?