La Francia dice sì alle corride

Battuti gli animalisti: per il Consiglio costituzionale è ammessa nelle regioni in cui si svolge per tradizione

Animalisti battuti: in Francia la corrida si può svolgere senza contro la Costituzione. A deciderlo è stato il Consiglio costituzionale francese, che ha respinto il ricorso secondo cui la pratica viola il codice penale che vieta gli atti di crudeltà nei confronti degli animali.

Secondo i sostenitori della corrida, infatti, si tratta di una parte dell'eredità culturale di alcune regioni francesi e la Costituzione ammette un'eccesione se l'evento si svolge nel sud della Francia. Ogni anno nel Paese, soprattutto al confine con la Spagna, si tengono ogni anno decine di corride, che causano la morte di oltre mille animali. Tra chi ne chiedeva l'abolizione c’erano gli ex attori Brigitte Bardot, Alain Delon e Jean-Paul Belmondo, che in una lettera aperta avevano sostenuto che "la corrida spagnola non fa parte del patrimonio e della cultura francese".

Commenti

lukaluka83

Ven, 21/09/2012 - 13:17

Error: la corrida si può svolgere senza ANDARE contro la Costituzione Error: OGNI ANNO nel Paese, soprattutto al confine con la Spagna, si tengono OGNI ANNO

Nadia Vouch

Ven, 21/09/2012 - 14:28

Purtroppo è che della corrida fanno una questione di identità culturale, ossia qualcosa che li distingue da altri. A nulla serve quindi invocare un principio universale, quale dovrebbe essere il generale rispetto verso gli animali.

vince50

Ven, 21/09/2012 - 15:13

Gli animalisti devono solo schiattare,sono ECONAZISTI SCIAGURATI.Stanno indottrinando gli imbecilli con le loro farneticazioni,hanno anteposto gli animali al genere umano.Sono fanatici estremisti che stanno facendo danni irreparabili,sono capaci solo di dire no a tutto e al contrario di tutto,in qualche modo vanno fermati sono il peggior virus che possa esistere.E non vado oltre.....

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 21/09/2012 - 15:30

Dovrebbe chiamarsi CCI, cioè consiglio costituzionale inciviltà

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 21/09/2012 - 17:31

Ci riprovo.La corrida e stata proibita dalla catalogna, paesi baschi e navarra dovrebbero seguire. Al di la delle alpi, nelle zone confinanti c´e una mentalita che sta cambiando , anche nei confronti di bestie innocue come i tori.

Raoul Pontalti

Ven, 21/09/2012 - 19:15

Ma quanta coca hai inalato in Colombia o marforio? L'animale domestico più pericoloso in assoluto è il toro (sia bovino, che zebuino che bufalino) e tutte le legislazioni regolano il possesso e la custodia di questo animale interdicendone il governo, con buona pace delle femministe e di Nadia Vouch, alle donne. Ma tu lo trovi innocuo...se è di peluche convengo anch'io.

Nadia Vouch

Ven, 21/09/2012 - 20:32

Per #Raoul Pontalti. Mi pare che lei si sia "leggermente" fissato con la sottoscritta, tanto da nominarmi in continuazione, anche laddove non c'entro. La invito a rientrare nei ranghi. Grazie.