Francia, treno deraglia

È successo a Bretigny-sur-Orge, a sud della capitale. Il ministro dell'Interno: "Bilancio destinato ad aggravarsi"

Un treno passeggeri, con a bordo circa 350 persone, è deragliato in Francia a Bretigny-sur-Orge, a sud di Parigi nella regione dell’Essone. Ci sono "molte vittime", hanno riferito le autorità francesi senza specificare si tratti di morti o feriti. Secondo Le Parisien, il primo bilancio parla di almeno otto morti. "Sette
persone sono morte nell’incidente, mentre i feriti sono diverse decine. Alcuni anche molto gravi", ha invece dichiarato il ministro francese dell’Interno,
Manuel Valls, aggiungendo che "il bilancio sembra destinato ad aggravarsi". Secondo la radio France Info, che riporta fonti ufficiali, ci sono sei vittime e decine di feriti "nove dei quali molto gravi".

Il convoglio, un Intercity, era diretto a Limoges. Al passaggio nella stazione di Bretigny-sur-Orges, sulla linea suburbana della banlieue parigina, si è inclinato su un lato, abbattendo parte della pensilina e dei fili elettrici. L’intervento dei soccorritori è ancora in corso. Secondo quanto riporta il sito del quotidiano Le Parisien, diversi feriti sarebbero ancora intrappolati tra le lamiere.

"Il treno è entrato in stazione a grande velocità e si è spezzato in due per ragioni ancora non accertate. Una parte del convoglio ha continuato la corsa mentre un’altra si è rovesciata su un fianco lungo i binari", ha riferito una fonte di polizia.