"Il futuro re è un maschio". La folla esplode in un boato

William ha dato l'annuncio alla Regina: "Sono felicissima". Poi ha chiamato Carlo. Il piccolo pesa 3,8 chili: "Mamma e figlio stanno bene"

Più che di una nascita si tratta di una vera e propria liberazione. L'erede di William e Kate è un maschietto di quasi 3.8 chili ed è venuto alla luce alle 5 e 24 di ieri pomeriggio. Centotre salve di cannone, per salutare l'arrivo, 41 colpi sparati da Green Park e 62 dalla Torre di Londra e un boato della folla. La prima a essere avvisata da una telefonata di William è stata Sua Maestà: «Sono felicissima» ha detto. Poi ha chiamato Carlo. Il segretario personale della coppia reale Jamie Lowther-Pinkerton ha informato il Primo Ministro David Cameron e un numero ristretto di personaggi autorevoli tra cui l'Arcivescovo di Canterbury. Clarence House si è subito premurata di far sapere che «mamma e figlio stanno bene».

E tutti hanno finalmente potuto tirare un sospiro di sollievo. Perché oramai la spasmodica attesa del royal baby si era trasformata in un'estenuante maratona che aveva spossato giornalisti ed esperti, ancor prima della gente comune. I più tranquilli in questi ultimi frenetici giorni sono stati senza dubbio i parenti, perlomeno quelli di sangue blu, più avvezzi al can can mediatico. I Middleton dal canto loro sono stati abbastanza abili nel trasformare questa nascita in un business pilota per tutti gli altri bebè che seguiranno, da non potersi definire dei futuri nonni in ansiosa apprensione, circondata da ogni cura nell'ala dello stesso ospedale dove partorì Diana. Ma sicuramente l'unica a non essersi lasciata contagiare dalla febbre dell'infante reale è stata la Regina che aveva già chiesto di venir avvertita la mattina dopo il lieto evento nel caso questo si fosse verificato durante la notte.

Per tutto il mese ha proseguito con la sua vita di sempre, brevi vacanze comprese e negli ultimi giorni si era rivelata perfino un po' indispettita dall'attesa più lunga del previsto. «Non ha importanza il sesso del bambino, basta solo che arrivi. Devo andare in vacanza a Balmoral» aveva risposto con un sorriso tirato ad una ragazzina che le aveva chiesto se avrebbe preferito un maschio o una femmina. E chissà se William ha fatto finta o calmo lo era davvero, quando ha deciso di rimanere a centinaia di migliaia di distanza da Kate fino al giorno prima del termine ultimo fissato per il parto. Calmi non erano i centinaia di giornalisti venuti da ogni parte del mondo, rimasti per giorni appostati davanti all'ospedale, costretti a quotidiani reportage sul numero delle Guardie del Corpo in dotazione alla primipara e sugli eventuali movimenti sospetti dei ginecologi di fiducia. Intanto, l'intero Paese si preparava a questa nascita gravata dalla responsabilità di risollevare l'economia britannica in crisi con la vendita di ogni genere di gadget. Turisti e fan della ditta Windsor, troveranno sul mercato tutine e scarpette con lo stemma reale, sciarpine, ciucci, copertine e borse per il pupo oltre alle solite tazze e piattini. E se una settimana prima dell'entrata in ospedale i Duchi di Cambridge non avevano ancora scelto il nome per il nascituro, adesso che è arrivato, il pupo si ritrova sulle sue esili spallucce da neonato fin troppe responsabilità. Quella di portare felicità e popolarità a una famiglia reale forte ma spesso anaffettiva. Quanto a Kate i tabloid non le hanno risparmiato i consigli più improbabili e i sondaggi più strani.

L'ultimo sul Daily Mail spiegava che la maggioranza dei lettori consigliava a Kate di non assumere nessuna baby-sitter perché il bimbo ha bisogno di stare il più possibile con la madre e i nonni. Sembra che i Middleton siano molto più quotati del Principe Carlo e di Camilla un po' troppo ingessati nel ruolo di nonni. Potrà poi sembrare un po' prematuro ma trattandosi del pargolo reale le amicizie vanno scelte con cura. Così, a quanto pare, mamma Kate ha già organizzato per il figlio una serie di playdates con i bambini di amiche selezionate. Di questi tempi le conoscenze giuste non sono mai troppe.

Commenti

Max Devilman

Mar, 23/07/2013 - 09:56

L'umanità è conciata veramente male, non mi stupisce che siamo conciati così male, l'ignoranza imperversa. Il popolo è fatto per essere dominato, pochi comandano su molti e i molti si accontentano di vivere nella mediocrità. Triste, un mondo che non si evolve.

swiller

Mar, 23/07/2013 - 10:03

Capirai che avvenimento mah......

Ritratto di deep purple

deep purple

Mar, 23/07/2013 - 10:27

Meno male che è nato e meno male che è maschio. Se fosse stata una femmina, già mi immaginavo che dopo averla menata tanto per la sua nascita, poi se la sarebbe menata in continuazione sul ruolo delle donne nella società, le donne al potere, le quote rosa, ecc. Ora per fortuna non si parlerà tanto di sto royal baby.

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Mar, 23/07/2013 - 10:37

Auguri a lui ed a tutti i bambini del mondo, principi e non.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 23/07/2013 - 10:39

Gli inglesi si accontentano di poco. Il loro incondizionato consenso alla monarchia travolge i turisti sin dai loro primi passi fuori dall'aereo. Quando la guida svolge loro un corso accelerato e completo sulla casa reale. Tetragona ai sorrisetti tra il malizioso e l'infastidito dell'uditorio, coatto nello spazio di un autobus.

GUGLIELMO.DONATONE

Mar, 23/07/2013 - 10:47

In buona sostanza questo baby, sia pur royal, è il risultato di qualcosa che tutti i genitori di questo mondo hanno fatto, perfettamente uguale a quello compiuto egregiamente dal Sig. Gennaro e la consorte Carmelina. O no?

Manu-F

Mar, 23/07/2013 - 11:02

è nato il re........evviva........ma noi non siamo italiani?

buri

Mar, 23/07/2013 - 11:10

ba bene, auguri alla mamma e al neonato, ma ora basta per favore

Ritratto di lorenacabrera

lorenacabrera

Mar, 23/07/2013 - 11:15

Bene, auguri ai neo genitori e lunga vita al piccolo… Ma io mi chiedo come si fa a fare così tanta polemica mondiale per la nascita di un bambino??? lasciamo stare il fatto che appartenga ad un famiglia reale piena di soldi da far schifo…. nei posti più reconditi del mondo si sa che questa coppia di sposi hanno avuto un figlio e che mezzo mondo e in festa… ma perche non si da la stessa importanza e si usano gli stessi metodi di comunicazione usati nelle ultime settimane per diffondere e far conoscere al mondo quanti bambini muoiono di fame ogni giorno?? perche non usare lo stesso metodo per far sapere quanti bambini soldato ci sono in Africa? strappati dalle proprie madri per farli prendere un fucile in mano senza nemmeno aver compiuto otto anni. perche non diffondere nella stessa maniera i genocidi che ci sono nei posti dove oggi ci sono le guerre travestite da missioni di pace? sappiamo quanti bambini mutilati ci sono nel mondo a causa delle bombe? sappiamo quante bambine e bambini vengono violentati ogni giorno nel paesi del terzo mondo? il mondo sa cosa vuol dire MGF? vorrei vedere se gli stessi giornalisti che hanno accampato fuori dal palazzo reale avrebbero il coraggio di accampare e documentare con la stessa dedizione davanti ad un capo di profughi dalla guerra civile…. Per concludere vorrei dire che tutto questo è uno schifo, noi essere umani siamo la distruzione di Gaia….. NON SAPPIAMO COSA VUOL DIRE GAIA???? allora diffondiamo il suo significato.

phantom

Mar, 23/07/2013 - 11:18

Una cosa da ammirare degli inglesi è la loro capacità di trasformare qualsiasi cosa in un evento mediatico per farci su un po' di soldini. Sono stato varie volte a Londra negli ultimi 4-5 anni e posso dire che in molti negozi, da dopo il "royal wedding" come lo chiamano loro, si vendono piatti, bicchieri, tazze, tazzine e una moltitudine di altri oggetti tutti raffiguranti Kate e William sorridenti e che si baciavano. Che la cosa possa piacere o no andavano tutti a ruba anche a 2 anni dal matrimonio. State sicuri che adesso uscirà anche la linea dedicata al neonato.

Lofelo

Mar, 23/07/2013 - 11:46

Papi con borsa e bagni di folla, nunzi bardati da pagliaccio e boati inglesi sono la prova che il mondo ha gravi malattie.

biricc

Mar, 23/07/2013 - 11:50

Lorenacabrera. Ottimo commento.

coccolino

Mar, 23/07/2013 - 12:03

speriamo che regni bene come sua nonna, che maschio non è, e sia meglio del nonno che, per fortuna non è salito al trono...

Angel59

Mar, 23/07/2013 - 12:05

Per gli inglesi è ancora periodo di carnevale!!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 23/07/2013 - 12:09

@Lorenacabrera- L'umanità è sempre quella,preferisce chiudere gli occhi sugli orrori e abbandonarsi infantilmente ad avvenimenti festosi,che non richiedono impegno,in questo caso una nascita di rampollo privilegiato di una famiglia che,membro del Bilderberg,collabora attivamente ad affamare i popoli.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 23/07/2013 - 12:38

Patetici. Gli Inglesi sono semplicemente patetici. Farebbero meglio a disfarsi di questa ridicola e anacronistica monarchia. OK nei seoli passati questi eventi erano importanti per tenere assieme una nazione, un regno. Ma ora basta, la Gran Bretagna (chiamiamola Piccola Bretagna, tanto hanno perso l'Impero) starebbe insieme anche con una repubblica o meglio una confederazione (England-Wales-Scotland). L'Ulster agli Irlandesi. In realta' la monarchia esiste al solo scopo di continuare con una societa' fortemente classista! Lower Class, Middle Class, Upper Class and Royalty. Ma fateci il piacere! Basta con questo genere di stupide notizie.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 23/07/2013 - 14:13

@Carlo Rovelli - Forse la monarchia inglese segna un punto a suo favore se pensiamo che ai sudditi costa meno di quanto costa a noi mantenere il carrozzone quirinalizio.

Ritratto di wirtshaus-trier

wirtshaus-trier

Mar, 23/07/2013 - 17:01

ma è sempre carnevale in Inghilterra?

charliehawk

Mar, 23/07/2013 - 17:47

Finalmente abbiamo potuto toccare con mano quanto siano arretrati nella perfida Albione. Da noi sono decine di anni che , dopo tre mesi, la coppia in dolce attesa può sapere di che sesso sarà il nascituro. Tra i reali inglesi, no ! Fino all'ultimo, era un mistero per tutti...Ma chi è così ingenuo da crederlo ?

pansave

Mer, 24/07/2013 - 01:50

Maschio è tradotto "male" non "boy". Le giornaliste femen che volutamente alterano la parola inglese di agenzia "boy" in maschio non fanno un buon servizio alla cultura. Sveglia maschietti!