Per i nordcoreani (e certi italiani) le canaglie siamo noi

Pyongyang e Iran denunciano il Canada all'Onu per i diritti  umani. Ridicolo? Eppure in Occidente c'è chi la pensa così...

Non è tanto strano, per quanto possa sembrarlo, che il regime nella Corea del Nord, che ha appena svolto il suo terzo esperimento nucleare minacciando vicini e Stati Uniti, che affama e rinchiude nei campi la sua gente cui è proibito quasi tutto, abbia attaccato all'Onu il Canada accusandolo di violare i diritti umani. In coro, come usa all'Onu, tutti gli altri stati delinquenti si son fatti sotto, e dagli al Canada. L'Iran: «Siamo preoccupati delle violazioni dei diritti umani, in particolare per lo sfruttamento sessuale dei bambini». La Cina: «Ci angoscia la discriminazione razziale»; Cuba: «Razzismo e xenofobia»; l'Egitto: «La discriminazione razziale nel lavoro», ed ecco la Corea del Nord: «Il diritto alla riunione pacifica e libertà di espressione». Ma che c'è di strano che all'Onu ci si esprima così se ogni Paese democratico, compreso il nostro, ha l'abitudine a opinioni diffuse di ammirazione per Paesi dai regimi liberticidi e violenti? Il perché, resta un mistero dai tempi in cui l'Urss veniva dipinta come un paradiso terrestre da molti politici e anche da intellettuali di valore (Italo Calvino, uno per tutti, fece nel '52 un suo famoso viaggio in Urss che poi dipinse come un Paese fresco, ingenuo, onesto, consolante...).

Anche la Corea del Nord piace, come si è visto due sere or sono alla trasmissione de La7 «Otto e mezzo» di Lilli Gruber: il filosofo Gianni Vattimo ha dichiarato che non è «come ce la dipingete voi», imperialisti delle cui informazioni «non si fida affatto». Alla domanda del perché se la preferisce non ci vada un po' a stare, lui ha divagato. Del resto queste simpatie per i regimi che odiano la libertà, le donne, i cristiani, gli ebrei, sembrano avercele in tanti. Vattimo ama molto anche l'Iran che spera abbia quanto prima «la sua atomica», gli piace l'Egitto dei Fratelli musulmani, che almeno, dice lui a differenza di Monti sono stati liberamente eletti, odia Israele e lo ripete a ogni momento mentre adora i Palestinesi inclusa Gaza. Tornando da Cuba confessa di essere «uno di quegli intellettuali occidentali che si fanno affascinare da dittatori e caudilli sudamericani... Castro mi ha abbracciato e io gli ho preso il viso fra le mani con qualche lacrima negli occhi». Sulle lacrime che Castro ha provocato è in buona compagnia: gli incarcerati per delitti di opinione, le famiglie che soffrono mille stenti. Lui stesso ci dice che fra amore per la libertà e per Castro, il secondo vince.

Vince, un esempio fra tanti, anche in Oliviero Diliberto, leader dei comunisti italiani, che da Cuba nel 2008 ha tessuto lodi sperticate per la società e l'economia cubana, rassicurato dal fatto che Raul non cambierà il socialismo dell'isola. Non gli importa della mancanza di beni e di libertà. È palesemente entusiasta. Un aggettivo che si può usare tranquillamente, restando in America Latina, quando alla morte di Chavez Fausto Bertinotti, ex presidente della Camera, ha definito il Venezuela di Chavez «protagonista del riscatto e del rinascimento». Così la pensa anche, più o meno, Don Andrea Gallo, che nel suo pubblico rimpianto definisce Chavez «un grande statista» e parla del suo Venezuela come di un Paese in cui si è cercata «la via della liberazione, dell'unione di varie culture e di lotta al capitalismo».

C'è da domandarci cosa faccia ancora tutta questa folla in Italia. E come mai un uomo di cultura come Dario Fo abbia potuto combattere addirittura la partecipazione a festival e incontri degli scrittori israeliani. Infine non possiamo ignorare, nella nostra enciclopedia turistica alla rovescia, Beppe Grillo. Sua moglie è iraniana, e ne ha ricavato una grande ammirazione per l'Iran dove «l'economia va bene, le persone lavorano». Ahmadinejad non ha intenzione di cancellare Israele dalle mappe: «Lo dice e basta. Del resto anche quando uscivano i discorsi di Bin Laden mio suocero, iraniano, mi spiegava che le traduzioni sono tutte filtrate da un'agenzia internazionale che si chiama Memri dietro cui c'è un agente del Mossad». Per Grillo anche tutto quello che sappiamo del conflitto israelo-palestinese è inganno. Quel che è certo è che ha «scoperto che la donna in Iran è al centro della famiglia. Le nostre paure nascono da cose che non conosciamo». Cioè, le donne, tutti, in Iran stanno benissimo. Magari ci starebbe bene anche lui.

Commenti

Dako

Dom, 28/04/2013 - 09:28

Dei filosofi come G.Vattimo e altri "personaggi" come Deliberto,Dario Fò,Bertinotti e purtroppo molti altri ancora che hanno la falce e martello **stampata in fronte** ne possiamo fare a meno. Ah dimenticavo se di quà non è di loro gradimento sono sempre liberi di far valigie...e provar di là, meglio se con biglietto di solo andata!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 28/04/2013 - 09:35

eh certo... in iran ci starebbe bene anche grillo. i comunisti ovunque vadano, fanno solo danni, però non vogliono ammettere che la realtà è tutt'altra :-)

guidode.zolt

Dom, 28/04/2013 - 10:09

Dev'essere un masochismo sopito che li spinge ad affermazioni simili...li manderei lì a vivere la vita di tutti i giorni e non in viaggio di piacere...io ho avuto occasione di visitare la Corea del Nord, seduto davanti alla Tv in Romania, guardandomi un filmato (6 h. in 3 puntate) girato da una commissione rumena, invitata dal governo di Pyongyang ed ho visto cose incredibili ... perfino i Rumeni, che sono di bocca buona, dato che si sono liberati nell'89 ed ancora oggi la loro mentalità è tutta da rifare, si guardavano allibiti, sgranando gli occhi...!

Mario-64

Dom, 28/04/2013 - 10:13

Vattimo e Diliberto li spediamo a Cuba ,a ballare la salsa. Bertinotti e don Gallo a Caracas a venerare la salma di Chavez. Grillo in Iran ,magari con Casaleggio. Contenti loro ,stracontenti noi!!!

Ritratto di sgt.slaughter

sgt.slaughter

Dom, 28/04/2013 - 10:20

Sì, Cuba e la Nord Corea son gli ultimi veri paradisi dove le rispettive popolazioni prosperano nel benessere e nella felicità. Questo è quello che i cerebrolesi comunisti italiani predicano. Intanto se ne stanno qui con la pancia bella piena a sputare nel piatto in cui mangiano a quattro ganasce. E poi quell'altro idiota che parla dell'Iran dove (sic) la donna è al centro della famiglia. Peccato che ancora proprio le donne vengano lapidate allegramente da quei vermi, senza poi contare che la loro libertà equivale a quella di un canarino in gabbia. I Fo (schifo...) i Bertinotti che vestono Prada e tutta l'altra strampalata combriccola di intelletualoidi comunisti, peraltro traditori della Patria ai tempi del muro, ormai contano come il due di picche.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 28/04/2013 - 10:41

la nostra democrazia è talmente sprezzante della maggioranza della popolazione che ti impone il ministro della taranta, quello degli sport poveri e la ministra del terzo mondo...ecco magari questo post potrebbe essere filtrato dai moderatori però sono libero di scriverlo altrove senza censura come succede in quei paesi là.

HARUN EL RASHID

Dom, 28/04/2013 - 11:12

Verrà mai il giorno che F.Nirenstain si azzarderà ad informarci sulla libertà in Italia, paese il cui popolo ha aderito (senza neppure essere stato interpellato) ad una Unione Europea che ci impone l'impoverimento quale mezzo studiato per depredarci di tutte le ricchezze sia pubbliche che private? Una Unione che con la menata dei diritti civili vuole imporre costumi che vanno contro le tradizioni e la natura ( anche se in questo caso - come ij Francia -si tratta di un sistema per far pensare ad altro il popolo, in maniera da rincitrullirlo ancora di più ed evitare che si accorga troppo presto di essere completamente in mutande (situazione con certe normative in fieri molto pericolosa !). Lasciate in pace Chavez e pensate invece ai criminali americani che hanno massacrato in lungo ed in largo le popolazioni sud-americane o (stando ben alla larga) bombardano con droni obiettivi civili (seppure ovviamente in maniera chirurgica).

cgf

Dom, 28/04/2013 - 11:20

bisognerebbe mandare la Gruber&C non ospiti di Fidel o di qualsiasi altro dittatore a togliere il pane alla popolazione, ma mandarli in mezzo alla popolazione a guadagnarsi da vivere come fanno loro.

Wolf

Dom, 28/04/2013 - 11:24

Soliti relitti della storia che ogni tanto rialzano la testa.

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Dom, 28/04/2013 - 11:24

Si ma,difronte a una persona in malafede, anche i migliori argomenti sono superflui. Non c'è logica di dialogo che tenga, il comunismo conclamato, altro non è che una patologia allo stadio terminale, l'unico approccio sensato è la camicia di forza. Potrebbe erroneamente sembrare, una posizione autoritaria, riduttiva, ma l'Indole democratica che ci connota e la propensione a dialogare, è il moto pietoso verso un malato canceroso.Ma non finisce qua, il male sinistro, è fortemente infettivo verso i predisposti, la non repressione sistematica di ogni insorgenza di questa cancrena, mina il nostro quotidiano. Non dobbiamo considerare queste esternazioni, al interno di una normale dialettica, questi sono mostri, il grave, sta tutto nel nostro limitarci a esecrare,fare spallucce e scuotere la testa....lo sterminio di noi porci capitalisti, in quei paesi citati, non è una pratica tanto malvista e in Corea chi mangia terra creta,esiste veramente, come chi è stato torturato nelle prigioni cubane o lapidato in Iran o i campi della morte in Cambogia ecc ecc. Un comunista, non è uno che la pensa differentemente ......semplicemente non è nella possibilità momentanea di ucciderti, deportarti o strapparti le unghie e rubarti la casa.

albertzanna

Dom, 28/04/2013 - 11:38

per Dako - precisiamo il concetto: quei personaggi la falce e martello ce l'hanno impressa in fronte, ma anche nel cervello, perchè loro il vero comunismo, DDR, Nord Corea, Cuba, Angola ecc, quello dell'URSS ante muro (ma non è che oggi il popolino russo sguazzi nella prosperità), cioè fame, povertà e disperazione, non l'hanno mai vissuto sulla loro pelle. Questi personaggi sono abituati a passare da un salotto all'altro, e l'unica bevanda frizzante che bevono non si chiama Coca Cola, ma champagne, chè lo spumante è roba da trattoria.

syntronik

Dom, 28/04/2013 - 12:49

é sempre la solita musica, paesi beati, dal benssere incredibile, dalla libertà, che non é comparabile alle dittature europee, stipendi altissimi, come a Cuba, (10 dollari al mese per tutti incluso medici e professori) paesi. dove la democrazia e la legalita è un mito, ma allora, perché questi filosofi e conoscitori del mondo, non vi si trasferiscono con baracca e burattini, risolvono i loro problemi, non avendo più l'ossessione di vivere in un paese berlusconato, tasse e tv politicizzate, e ALLORA VIA di corsa, purtroppo invece preferiscono soffrire e vivere in un paese povero e pieno di disagi, come l'italia, sono proprio da definire dei martiri, anche se a mio parere il termine esatto é cretino

simone64

Dom, 28/04/2013 - 13:19

Albertzanna@ - Diliberto,Vattimo e compagnia cantante.....invece di tesserne le lodi,perché non ci vanno anche in vacanza in Corea del Nord ???? Perché non ci vanno i nostri girotondini a denunciarne tutto lo squallore e gli abusi ??? Come al solito i comunisti nostrani non perdono l'occasione per farsi compatire. Gauche-caviar del menga che del comunismo vero non hanno visto neanche l'ombra

Gaby

Dom, 28/04/2013 - 13:25

Facciamo una bella cosa : mandiamogli i simpatizzanti italiani. E poi vaporizziamo il tutto con un paio di atomiche. Cosi' non solo ci liberiamo del cicciotto folle ma anche delle merde nostrane.

paolonardi

Dom, 28/04/2013 - 13:38

Ma Vattino sa che nei paesi comunisti da lui tanto amati i bucaioli (omosessuali maschi in fiorentino, quindi italiano) quelli come lui finiscono o in manicomio(Cuba) o in campo di rieducazione?

Roberto Casnati

Dom, 28/04/2013 - 14:04

Anche nel PD strisciano serpentelli filo nord coreani!

alberto_his

Dom, 28/04/2013 - 14:05

I diritti umani non sono certo una prerogativa del solo occidente; non vedo nulla di male se si viene rimbrottati a tal proposito. La solita Fiamma che ammette il pensiero unico, negando il quale si è quantomeno sospetti, se non apertamente eversivi. Esistono posti dove la pensano e vivono diversamente; saranno loro a determinare il prooprio destino, non certo noi. Lecito criticare questi paesi così come doveroso tollerarne i sistemi e ammetterne l'esistenza come alternativa. Non mi sembra sia un reato avere una moglie iraniana, così come le traduzione dei discorsi di Mahmud sono provatamente state filtrate e alterate dal Memri (società posseduta da Israeliani). In Occidente c'è chi preferisce vivere (e arriva persino a esserne contento) sotto la subdola dittatura dei banksters, che sta mostrando tutta la sua potenza distruttrice verso il benessere delle proprie popolazioni e la violenta intolleranza verso i paesi non allineati. Fiamma è proprio esponente di questo sistema, essendo il sionismo proprio una delle sue componenti più deleterie.

mariolino50

Dom, 28/04/2013 - 14:42

Consiglierei a color che criticano così aspramente Cuba di andarci, ma andare anche a fare un bel giretto negli altri paesi dell'area, tipo Haiti, Jamaica e quelli del centro America, e dopo aprire bocca, se volete vedere dove si stà male davvero andate nell'Africa subsahariana o in Bangladesh, non certo a Cuba, io di questi posti che ho nominato ne ho visti diversi e posso fare il confronto. Gli americani invece di guardare le bombe degli altri si dovrebbero ricordare di quelle tirate da loro su inermi civili a guerra più o meno finita, e solo per impaurire Stalin, come dichiarato decenni dopo. Papapeppe, ti consiglio di farti vedere da uno bravo, mi sembri te che trasudi odio da tutti i pori, vatti a rileggere anche tutte le nefandezze fatte nella storia dai capitalisti e guarda chi ha il primato.

Ritratto di vecchiomontanaro

vecchiomontanaro

Dom, 28/04/2013 - 14:45

non c' è da stupirsi di quello che dicono chi ha interessi diretti o viene finanziato, quanti intellettuali comunisti dicevano che in Russi e più genericamente nei paesi dell' Est vi era il paradiso dei lavoratori? Addirittura questi fortunati paesi avevano dovuto erigere una cortina di ferro ( e io la vista e passata sul serio ) per evitare che i poveri lavoratori dei paesi dell' ovest cercassero di entrare mutando il felice equilibrio, infatti quando la hanno tolta ci sono ancora oggi moltitudini di oppressi lavoratori dell' Ovest che si trasferiscono lì dove il precedente benessere esiste ancora.

tittinella

Dom, 28/04/2013 - 15:38

sarei immensamente felice di offrire ai signori fo, vattimo, bertinotti, ferrero, diliberto, e anche al nostro beneamato grillo parlante, un biglietto di sola andata a spese mie per pyong yang. ma secondo me non li vuole nemmeno kim jong un.

Presbitero

Dom, 28/04/2013 - 17:42

E rieccoci ancora a criticare degli "infedeli" , ossia degli invasati che per un insano imprinting ricevuto da una origine a noi sconosciuta , plaudano modelli di milioni d'esistenze assecondate dalle peggiori prerogative di umana concezione per condannare invece le migliori nelle quali , facendone parte per nascita e pur godendole non riescono a riconoscersi per l'ovvieta' che e' caratteristica comune in coloro che sono portatori di quell'odio e quell'invidia che si sfoga infine come...razzismo in una o piu' delle sue mille facce possibili...come quello politico , religioso , etnico , ecc...ecc...gli islamici li definiscono "infedeli" perche' differiscono da quella atipicita' di quella fedelta' che invece li accumona per nascita , per etnia , per credo , per ecc...oggi l'ultimo atto di rilievo di questa "infedelta'" ci viene dal sindaco di Napoli che ha voluto ribadirla decorando con la cittadinanza onoraria di Napoli... Abu-Mazen e cio' non per la sua simpatia verso i palestinesi ma semplicemente la sua idiosincrasia mal celata per gli israeliani , per Israele ed infine per gli...ebrei e tutti coloro che si manifestano loro amici o alleati contro i loro nemici. Oggi il perfido significato d'essere comunista e' superato e mascherato dal velato e meno astioso "essere di sinistra" ma il fondo dell'animo rimane lo stesso...sono degli "infedeli" che si accompagnano coi rinnegati che attraverso la politica arrivati alla notorita' attraverso la loro "fedelta'" alla DC hanno poi trovato una continuita' premiata come venduti al PCI prima e poi nelle sue camaleontiche trasformazioni sino a quelle di oggi come PD camuffato anche con diverse altre sigle ma sempre e solo con gli stessi odi e invidie contro il capitalismo e tutto e tutti coloro che lo rappresentano , dell'odio e dell'invidia si puo' campare e l'essere umano puo' anche capitalizzare quattrini e fama , basta solo essere partidari di chi e' incapace a realizzarsi attraverso la propria iniziativa nella liberta' comune di esercitarla . Facile sabotare il capitalismo...il difficile e farne parte...ecco perche' il comunista odia l'ebreo , perche' vede in lui il capitalista , il capace , il realizzatore e solidarizza con l'islamico , con Castro , con Chavez , col nordcoreano , con l'Iran...ecco dunque perche' ebrei e cristiani hanno come comuni nemici...i comunisti e gli islamici.

Ritratto di Gio47

Gio47

Dom, 28/04/2013 - 18:04

x HARUN EL RASHID, visto che sono paesi dove si vive bene cosa aspetti a fare le valigie e andare in quei paradisi per comunisti? un'altra cosa, hai dimenticato chi ci ha spinto nell'europa unita facendoci anche pagare la tassa, ti rinfresco la memoria, il mortadelloso cattocomunista prodi, l'etermo sconfitto ed è quello che ha svenduto le aziende Italia, i gioielli dell'Italia, cosa mi racconti in proposito? diliberto, mangia alle faccia dei lavoratori comunisti, giusto come faceva Chavez in venezuela, Harun, buon viaggio e non ti far più vedere ion un paese dove per i tuoi amici comunisti è solo un optional, vedi il presidente della camera che vuol perseghuire chi parla male di lei, altra comunista sfruttatrice dei poveri.

mila

Dom, 28/04/2013 - 18:15

@ albertzanna -Va bene parlare male della Corea del Nord, anche se mi sembra un po' tempo sprecato; noi dobbiamo per forza paragonarci con un Paese cosi' estraneo, in tutti i sensi? Pero' attento a sparlare della DDR, dove e' nata, cresciuta e ha studiato una persona che ora comanda in tutta Europa e sta insegnando agli Italiani come uscire dalla crisi.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 28/04/2013 - 18:33

Eccola... ci mancava col suo veleno

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 28/04/2013 - 18:37

gli isterici ebrei non sanno che in Cina è campione di incassi il libro "Currency Wars" (guerra di valute) che denuncia che l'occidente è in mano ai banchieri e che gli ebrei hanno uno strapotere nella finanza??? Perché Fiamma Nierenstein non invoca la guerra contro la Cina?

cesaregiovanni....

Dom, 28/04/2013 - 18:41

Per me Lei parla di cose che non conosce mentre tutti pensano che le conosca, del resto il livello culturale dei lettori di questa testata lascia molto a desiderare, contenuti ed analisi da Gossip.La saluto con simpatia (Lei è simpatica) e cordialità. Cesare

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 28/04/2013 - 18:41

Perché da noi forse oggi c'è libertà?? Abbiamo votato per entrare nell' UE? per la costituzione? per l'euro? Abbiamo reali possibilità di votare per movimenti contrari al disegno della massoneria e della finanza? L' UE rispetta la volontà dei popoli europei?? Ci accontentiamo di non vivere sotto Kim Jong Un? Per non parlare dei crimini in Iraq, Libia.. Siria....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 28/04/2013 - 18:42

Intanto il "noi" riferito per accomunare italiani a sionisti proprio se lo dovrebbe risparmiare. Non abbiamo NIENTE in comune con chi sta occupando terre di un altro popolo, viola ogni basilare regola di diritto e fa guerre da quando è nato. E poi, cara Nirenstein, il comunismo è una creazione ebraica, non se lo scordi.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 28/04/2013 - 18:44

Ad onor del vero... vogliamo contare quante vittime civili hanno fatto i Nordcoreani (per i quali non ho alcuna simpatia) e quante gli USA o Israele anche nel solo ultimo decennio. Nirenstein... lasci perdere, non le conviene...

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Dom, 28/04/2013 - 18:51

sulla denuncia al canada per i diritti umani,l' iran e la corea DEL NORD HANNO RAGIONI DA VENDERE.dAL 1930 AL 1970 HANNO TRUCIDATO IN VARI MODI E ANCHE FRA I PIU DOLOROSI COME TRASMETTERGLI MALATTIE E ALTRO PIU DI 50 000 PERSONE.lA DENUNCIA CHE HANNO FATTO I NATIVI è ANCORA GIACENTE ALL' ONU, CHE COME ENTE FRA I PIU INUTILI NON FA NULLA.pERCIO' ANCHE SE MI STA SULLO STOMACO IL DITTATORIELLO COREANO E QUELLO IRANIANO , SUL CANADA, HANNO RAGIONE AL 300 X 100

Ritratto di chris_7

chris_7

Dom, 28/04/2013 - 19:19

tittinella guarda, uniamo i fondi, ma forse anzichè da kim jong un li mandiamo su Marte (per me scappano i marziani dicendo:- Sulla terra non c'è alcuna forma di vita intelligente)

killkoms

Dom, 28/04/2013 - 19:37

un solo grido:"comunisti di mmerda"!

geremialettiga

Dom, 28/04/2013 - 20:36

Fiamma Nirenstein forse farebbe meglio a occuparsi della repressione che il governo di Israele mette in atto in Palestina e soprattutto a Gaza. Ovviamente si nasconderebbe accusando di antisemitismo chiunque critichi un regime come quello, dimenticandosi che in Israele esiste - per fortuna come da noi - gente di sinistra e a volte anche religiosa, CONTRO l'occupazione. Ma tanto alle 'sparate' della Corea del Nord non crede nessuno...

Altaj

Dom, 28/04/2013 - 20:45

Fo contro gli ebrei ? Certo è un repubblichino.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Dom, 28/04/2013 - 20:50

ausonio:non perde occasione per vomitare il suo odio atavico verso Israele e gli ebrei.Ora, nel caso non lo sapesse, anche i servizi leggono i giornali e di certo non hanno bisogno di particolari permessi per sapere chi si cela dietro un nick o un ip. Non vorrei che una sera, mentre torna a casa, attraversando la strada sulle strisce pedonali, un auto pirata la investisse.E, come già ho avuto modo dire : MOSSAD'addavedè chi è stato.A proposito, l'estinzione dei dinasauri, lo sapeva che è colpa degli ebrei con la complicità di Berlusconi? Di dementi ne ho conosciuti tanti in vita mia, ma devo riconoscere, che quelli alla sua altezza, restano un numero talmente risicato che il WWF dovrebbe tutelare e dichiarare "razza protetta".E l'UNESCO elevarla allo status di "patrimonio dell'umanità".Dalton Russell.

Altaj

Dom, 28/04/2013 - 20:50

La differenza sta nel fatto che in Occidente arrivano a milioni da tutto il mondo, mentre in questi paesi (Iran,Corea del N. Cuba ecc..) non ci va nessuno, ma proprio nessuno, fanno schifo a tutti.

SAMMYDAVIS

Dom, 28/04/2013 - 21:00

x wolf: no non sono relitti ma zombie. In URSS avevano Lenin imbalsamato...qui da noi invece li lasciano circolare come fenomeni da baraccone quali sono.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 28/04/2013 - 21:13

A dire il vero fu il vicepremier israeliano Dan Meridor ad ammettere che Ahmadinejad non ha mai detto di voler cancellare Israele. Ora Nirestein ci dirà che anche lui è antisemita....

edo1969

Dom, 28/04/2013 - 21:44

E' bello avere sempre dei comunisti con cui prendersela. Uno pseudo-filosofo che nessuno fila, un paio di politici decaduti.. Ed ecco che ci sentiamo, noi non-comunisti, grandi difensori della libertà. Bisogna combattere la Corea del Nord, la guerra fredda non è finita. E attenzione anche a Obama non mi piace.. ah si' e poi c'è Grillo. Grillo rappresenta gli italiani. Come Berlusconi. Siamo un popolo di barzellettieri, donnaioli, simpatici e imbecilli, non cambieremo mai. Ma state sereni, siete voi a cui la Storia ha dato ragione. E chi non è comunista è fascista. Ma non tutti i non-comunisti sono fascisti, pero' chi non è non-comunista non è un vero democratico. Chi non ha votato almeno una volta PDL è comunista.

edo1969

Dom, 28/04/2013 - 21:47

Toh c'è anche Wolf! Ciao Wolf, chi si rivede.. sei uscito?

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Dom, 28/04/2013 - 22:34

La liberta'è una èarola vuota, inventata dai dittatori.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 28/04/2013 - 22:36

...capita molto spesso di ascoltare o leggere dichiarazioni fatte da persone che si ritengono di cultura quali filosofi e scrittori che, se fatte dall'uomo della strada, questi verrebbe sottoposto, quantomeno, a trattamento sanitario obbligatorio, dal momento che non esistono più i manicomi.E' ovvio che, ogni riferimento riconducibile a Calvino e Vattino, è puramente casuale. Questi "cattivi maestri", non avendo loro il coraggio di mettersi in gioco in prima persona, lanciano messaggi significativi facilmente percepibili da giovani "disagiati". Si astengano, pertanto qdal fare affermazioni palesemente false.

HARUN EL RASHID

Lun, 29/04/2013 - 00:04

@GIO47 forse avendo ceduto metà cervello a Berlusconi e metà ad israele non riesci a capire non è necessario essere comunisti per comprendere che l'Italia è un paese privo di sovranità proprio grazie agli americani ed ai loro maggiordomi locali come il tuo capopopolo (che infatti si crogiolava con Obama e gli altri ex presidenti a stelle e strisce, tutto contento di essere ammesso -sia pure in posizione subordinata al loro banchetto). Prova poi a rileggere quello che ho scritto e forse riuscirai a capire che la svendita dei gioielli dell'Italia non ha solamente il mortadella come responsabile, infatti quando gli angloamericani ed i francesi hanno aggredito vigliaccamente la Libia il Presidente del Consiglio dei M., che non era Prodi, che aveva appena stretto un trattato di alleanza con Gheddafi si mise sotto i piedi il trattato, la propria parola e la parola, l'onore dell'Italia e gli interessi economici della nazione . Non parlare di gioielli d'Italia, giacchè il tesoro dell'Italia era il suo onore, o quello che ne rimaneva, e voi l'avete disperso e venduto agli stranieri. Non sono comunista, ma se la scelta è fra essere comunista ed essere un pagliaccio ho meno dolore se mi chiamano comunista.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 29/04/2013 - 01:38

C'è un dato di fatto che era emerso anche ai tempi dell'URSS e della DDR. La gente fuggiva da quei regimi E NESSUNO SI SOGNAVA DI "FUGGIRE" IN QUEI REGIMI. Domanda agli adoratori dei regimi comunisti: COME MAI CI ANDATE SOLO A FARE UN GIRETTO CON LE FETTE DI SALAME SUGLI OCCHI?

Silvio B Parodi

Lun, 29/04/2013 - 03:03

ausonio lo sapevi che la tanto odiata,(da te)America fino a ieri mandava tonnellate di alimenti alla Corea de Nord? perche' la' si moriva letteralmente di fame?in cambio di smetterla col nucleare? ma i dittatorelli deficenti tipo Castro e kim o come cazzo si chiama , lasciano morire i loro cittadini e continuano ad armarsi? per paura di una invasione del ;;nemico?? quale non si sa' e se sono paesi liberi, perche' chiudono le frontiere? ora smettila di scorreggiare con la bocca perche quando parli ti puzza il fiato meno male che non lo sentiamo quando scrivi. vai a cagare sulle ortiche SCEMO

Kaiser Karl V

Lun, 29/04/2013 - 23:12

Speriamo che questi personaggi scelgano di trasferirsi in Iran, pensate che risate quando scopriranno che lì l'apologia di comunismo è un REATO punito con la pena di morte!!