I parlamentari italiani snobbati dai colleghi indiani: «Oggi è festa»Imbarazzo a New Delhi

Sono arrivati ieri mattina a New Delhi i sedici parlamentari italiani in delegazione unitaria guidati dai presidente delle Commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senatoe si sono presentati all'ambasciata italiana, nel cui complesso i due fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone risiedono da circa un anno. Una visita che - considerati i due anni complessivamente trascorsi dall'inizio della penosa vicenda che vede coinvolti i due marò, accusati dell'omicidio di due pescatori indiani per un errore che avrebbero commesso durante la loro missione antipirateria - appare tardiva e anche un po' frettolosamente organizzata per non lasciare ai grillini la palma di una solitaria iniziativa in favore dei nostri militari. Mentre a Roma infuria la polemica tra Fratelli d'Italia e il ministro degli Esteri Emma Bonino che attribuisce all'ex ministro della Difesa Ignazio La Russa la responsabilità dell'accaduto, e mentre il ministro della Difesa Mario Mauro chiede che «persone innocenti abbiano il diritto di conoscere le accuse che gli vengono formulate a distanza di due anni e soprattutto di attendere a casa loro che si svolga questo processo», Latorre e Girone hanno volentieri incontrato la delegazione parlamentare, che finalmente ha trovato modo di definire la soluzione della loro odissea «una priorità». Il presidente della Commissione Esteri del Senato Casini ha detto che sarebbe troppo grave confondere con i terroristi chi lotta contro il terrorismo, mentre il collega della Camera Cicchitto dice che «sarà un attacco all'Italia se l'India applicherà la legislazione antiterrorismo». Peccato che i parlamentari indiani non abbiano trovato il tempo di incontrare la nostra delegazione: in questi giorni è festa nazionale, si sono giustificati. Così la parte italiana continuerà a insistere inviando loro, un po' pateticamente, una lettera.

Commenti

buri

Mar, 28/01/2014 - 10:01

altto schiaffo, quanti dovremmo prenderne per capire che gli -indiano non hanno nessun rispetto per noi?

ABU NAWAS

Mar, 28/01/2014 - 10:51

GLI INDIANI DEBBONO ESSERE COSTRETTI A RILASCIARE I NS. MARO'!!!! STA A MOSCA L'UNICA PERSONA CHE PUO' OBBLIGARE GLI INDIANI, PER TANTE RAGIONI ECONOMICHE, MILITARI E PROTEZIONE DAL TERRORISMO ISLAMICO!!! A PUTIN GLI INDIANI NON OSEREBBERO RIFIUTARE ALCUNCHE’ ,SE IL TUTTO AVVENISSE IN SEGRETEZZA, E SI AFFRETTEREBBERO A RILASCIARE I NOSTRI POVERI MARO’!! E’ ANCHE NOTO CHE PUTIN UN FAVORE ALL'AMICO BERLUSCONI NON LO NEGHEREBBE MAI!!!!!!!!!!! ESIGERE UN IMMEDIATO RILASCIO DEI MARO’ PER PUTIN SAREBBE UN GIOCHETTO FACILE FACILE E RE GIORGIO DOVREBBE QUINDI FARE SUBITO UNA CONTRITA TELEFONATA AD ARCORE PER OTTENERE L’INTERVENTO DI VLADIMIRO!!!! SI FAREBBE COSI' PERDONARE DI AVERE AVALLATO SE NON DECISO IL RINVIO IN INDIA DEI NS. POVERI MARO'!!!!!!!!

cgf

Mar, 28/01/2014 - 11:20

altra dimostrazione dell'incompetenza dei politici italiani. A parte che credono di essere padre-eterni in terra mentre invece, fuori dai confini, sono dei signori nessuno, sono anche convinti che tutto OVUNQUE sia dovuto, 'loro' vengono prima, ma informarsi PRIMA dove [e quando] si va... no?

canaletto

Mar, 28/01/2014 - 13:07

A COSA E' SERVITA LA CONGRUA MISSIONE IN INDIA SE NON PER FARSI UN VIAGGETTO ULTRACOSTOSO A SPESE DEGLI ITALIANI E PER GIUNTA SEMPLICEMENTE INUTILE?????' COSA SPERAVANO CHE QUEI PEZZENTI RESTITUISSERO I DUE MILITARI????? POVERI ILLUSI. PRIMA LA GERMANIA, POI L'INDIA, TUTTI CI PRENDONO PER IL SEDERE E NOI SUBIAMO PERCHE' INCAPACI DI DARE FERMA REAZIONE A CERTE PROVOCAZIONI. E PERCHE IL QUIRINALE NON INTERVIENE IN PRIMA PERSONA??????? BASTA ALZARE LA CORNETTA DEL TELEFONO COME FA PAPA FRANCESCO. LA UE POI FA E FARA SEMPRE SCHIFO, COSA CI RIMANIAMO A FARE?????????? NON HA MOSSO UN DITO MA PRONTA A MUOVERLO QUANDO CI DICE CHE DOBBIAMO ACCOGLIERE NOI E SOLO NOI I CLANDESTINI E LA MERKEL CHE VUOLE TASSARCI EPRENDERCI I SOLDI DAI CONTI CORRENTI???????? PORTIAMOI SOLDI IN SVIZZERA, COSI NON PRELEVANO NULLA

cgf

Mar, 28/01/2014 - 14:25

#ABU NAWAS lei scherza!! ma s'immagina poi che dopo sarà COLPA (non merito) di Berlusconi? Ci sarà un processo perché con la sua telefonata avrà intalciato l'operato del Governo perché va ricordato che solo il Governo Berlusconi si può intralciare, anzi ABBATTERE!! senza contare i fondi neri/verdi/[norossiarancioni]/azzurri che sono stati pagati e che solo un 'recidivo' riesce a non lasciare traccia perché nulla verrà, anche in quel caso, verrà trovato/provato... OK, scherzi a parte, gli indiani oggi se ne fregano anche di Putin, si aggiorni.

ABU NAWAS

Mar, 28/01/2014 - 17:02

a cgf - SONO BENE INFORMATO E AGGIORNATO. A PUTIN GLI INDIANI CEDEREBBERO PERSINO IL SACRO GANGE!!!