India esplode un sottomarino: 18 vittime

Violenta esplosione nel sottomarino indiano INS Sindhurakshak, ormeggiato in una zona di massima sicurezza del porto di Mumbai

Un bagliore poco dopo la mezzanotte. Una potente esplosione seguita da un incendio. E il sottomarino indiano INS Sindhurakshak, ormeggiato in una zona di massima sicurezza del porto di Mumbai, è diventato la tomba per i diciotto marinai che sono rimasti intrappolati.

Come conferma il ministero della Difesa indiano, i diciotto membri dell’equipaggio del sottomarino a propulsione convenzionale, che erano rimasti intrappolati la notte scorsa dopo una serie di esplosioni nel porto di Mumbai, sono morti. Secondo la tv all news Cnn-Ibn, "tutti i diciotto membri dell’equipaggio del sottomarino sono rimasti intrappolati", mentre in un primo momento i media avevano riferito di alcuni di essi che erano riusciti a mettersi in salvo, seppur feriti. Da parte sua il ministro della Difesa indiano AK Antony, che ha annunciato di volersi recare a Mumbai, ha confermato la morte di "marinai nell’incidente del sottomarino" senza però fornire il numero esatto delle vittime. I sommozzatori della Marina sono subito entrati in azione immergendosi intorno al relitto dell’unità semiaffondata, ma senza per il momento essere riusciti a penetrare all’interno.

Il sottomarino, era stato costruito su commissione della marina militare indiana nel 1995 in uno dei più vecchi cantieri navali russi, l’Admiralty Wherf di San Pietroburgo: fu varato nel 1997 e consegnato nel dicembre di quell’anno. "Gli ingegneri dei cantieri navali Zviezdotchka avevano risolto tutti i problemi", ha assicurato un portavoce della società russa Zviezdotchkadi Severodvinsk che ha eseguito dei lavori di riparazione sul sottomarino. Secondo il portavoce, "alcune osservazioni" erano state fatte durante un’ispezione di esperti al porto di Severodvinsk nel mare di Barens. "Ma al momento della firma dell’atto di consegna (del sottomarino INS Shindhurakshak, ndr) all’India, non è stato avanzato alcun reclamo", ha concluso il responsabile russo. Era stato installato tra l’altro un nuovo sistema di missili "Club +", utilizzabili contro navi e sommergibili. Era quindi tornato in India lo scorso gennaio, attraversando in tre mesi sei mari e due oceani, per un totale di circa 10 mila miglia marine. Il Sindhurakshak aveva una stazza di 2300 tonnellate, poteva ospitare un equipaggio di 52 persone e aveva una velocità massima di 19 nodi, con una profondità massima di immersione di 300 metri.

Mappa

Commenti

killkoms

Mer, 14/08/2013 - 12:39

ovviamente daranno la colpa di questo ai 2 marò prigionieri in india!questi irrazinalòi terzomondisti vogliono fare la superpotenza ma senza avere le basi techiche necessarie!il guaio è che hanno ancee dei sottomarini nucleari,e prima o poi capiterà qualcosa anche a qualcuno di essi!

-cavecanem-

Mer, 14/08/2013 - 12:54

Gl'Indiani sono degli incapaci. Ho avuto il dispiacere di lavorare con alcuni di loro e sinceramente eccetto qualche sikh dovrebbero dedicarsi ad altro.

TruthWarrior1

Mer, 14/08/2013 - 14:19

Forza Comsubin!!!!

killkoms

Mer, 14/08/2013 - 14:41

@cvecanem,gli indiani?a parte qualcuno hanno un solo vantaggio: che lì è praticamente obbligatorio imparare l'inglese!

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 14/08/2013 - 18:47

Sarebbe bello che lo avessimo fatto saltare noi, un piccolo avvertimento. Ma non ci credo, siamo uno stato verme e vigliacco.

killkoms

Mer, 14/08/2013 - 19:25

diranno che è stata una rappresaglia italiana"perpetrata" dalla X^MAS?

FRANCO1

Gio, 15/08/2013 - 02:43

poeracci, che disgrazia. Ma che se ne fanno dei sottomarini????

benedetto lupi

Gio, 15/08/2013 - 16:58

Avremmo dovuto averlo già fatto dall'inizio e non solo con Comsubin ma con l'intera flotta, avrebbe dimostrato che a qualcosa serve e non solo ad andare a raccattare i clandestini che chiedono aiuto in mezzo al mare, tanto sicuri del ns. soccorso. Loro andiamo a prenderli, i nostri li lasciamo marcire anni nella puzzolente india. Bell'Italia !!!!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Gio, 15/08/2013 - 16:59

E presto si doteranno di sottomarini nucleari... Se scoppia uno di quelli, che succede?

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 15/08/2013 - 18:54

anche la natura si ribella con questi bipedi,solo che ha la mano leggera.mai visto un popolo cosi insulso ( lo dico perche'li conosco)

angelomaria

Gio, 15/08/2013 - 20:37

non saranno stati inostri maro'!!??

angelomaria

Gio, 15/08/2013 - 20:40

fa'paura se ci pensi pescara america canada india bangladesh tutte ste eaplosioni che uno si chiede se c'e' una anche fine possibilita non so'piu'controlli ha mezzi e deposiri!?ho aspettiamo che si ripetano con devastazioni inimmaginabili per le popolazioni nonsolo noi ma il mondo?

syntronik

Ven, 16/08/2013 - 19:09

Avranno acceso una sigaretta con un bazooka.