Edward Luttwak: "Inutile dialogare con l'islam"

Per Edward Luttwak l’ideologia musulmana è incompatibile con la democrazia: "Il conflitto non è tra il mondo islamico e gli Usa, ma tra il mondo islamico e l’intero mondo non islamico"

Professor Edward Luttwak, l'attentato di Bengasi riapre il conflitto tra l'islam e gli Stati Uniti?
«Il conflitto non è tra il mondo islamico e gli Stati Uniti, ma tra il mondo islamico e l'intero mondo non islamico. A Mindanao attaccano i filippini cristiani, il Pakistan è in conflitto con l'India, ovunque c'è l'islam in contatto con il non-islam, l'incitamento alla violenza da parte dei predicatori ha il suo effetto. Per fortuna in pochi ricorrono alla violenza, ma tutti gli altri stanno a guardare, compresi eserciti e forze dell'ordine».

È molto carico l'economista statunitense di origine romena, 69 anni, conosciuto per le sue pubblicazioni sulla strategia militare e la geopolitica, che segue con grande attenzione le vicende italiane e parla benissimo la nostra lingua. Pessimista e provocatorio lo è sempre stato; che sia contrario al buonismo del dialogo con i sordi e alle missioni di pace in genere non è certo una novità. Eppure stavolta c'è qualcosa di più: a migliaia di chilometri di distanza da noi, la sua rabbia serena, se si può dire così, stavolta si percepisce anche attraverso il filo del telefono. Forte e chiara. Per lui ogni sforzo di venire a patti con l'islamismo è sciocco e vano. E inutilmente cercheremo raggi di luce nel corso dell'intervista.

Un quadro cupo, il suo...
«Ma non è mica un quadro cupo, è la realtà».

Dove potrà arrivare la reazione degli Stati Uniti?
«Guardi, c'è un macrotrend evidente, che è quello di lasciare gli islamici cuocere nel loro brodo. Gli Stati Uniti sono riluttanti a intervenire in Libia, in Siria, perché è chiara ormai l'inutilità di certe azioni. Basti pensare all'Irak, all'Afghanistan. Grandi spese, nessun risultato. Una perdita di soldi e di tempo. Me lo lasci dire, in alcuni casi si tratta di barbari che governano selvaggi. È tutto inutile. L'ambasciatore Chris Stevens rappresentava quell'entusiasmo per la questione mediorientale che ora, con la sua uccisione, sarà sempre meno convincente e avrà sempre meno riscontro nella realtà».

Questo è il macrotrend, come lo chiama lei. Ma nell'immediato qualcosa l'Occidente può fare?
«Certo: possiamo liberarci del linguaggio falsificante. Ad esempio non c'è una nuova democrazia in Libia, perché se non c'è rispetto della persona non può esserci democrazia. E non credo che le cose potranno cambiare per un secolo o due. Per ora islam e democrazia sono due parole incompatibili».

Ma ci sono esempi di islam democratico, pensi alla Turchia...
«Certo, ma lì c'è democrazia nella misura in cui ci sono regimi anti-islamici. Ma appena sale al potere un partito islamico, e con Erdogan ci siamo quasi, bye-bye alla democrazia turca».

L'attentato all'ambasciata Usa a Bengasi ha colpito l'Occidente senza varcare i confini libici. Possiamo attenderci di essere colpiti prossimamente anche all'interno dei nostri confini? Ci potrebbe essere un altro 11 settembre?
«Solo nei limiti delle possibilità degli islamisti, che per fortuna solo limitate. Del resto l'11 settembre è stato “fabbricato” in Occidente, basti pensare a Mohammed 'Atta, uno degli attentatori, un ingegnere egiziano che lavorava in Germania. Quando invece gli attentati sono progettati in questi Paesi non arrivano a questo livello di organizzazione. Gli islamici sono incapaci anche nella violenza».

Neanche l'Italia corre rischi a suo giudizio?
«L'Italia e tutta l'Europa non hanno nulla da temere, soprattutto se agiranno con moderazione».

Ecco, qual è il ruolo in tutto questo dei Paesi che affacciano sul Mediterraneo e in particolare dell'Italia?
«Nessun ruolo. I Paesi del Mediterraneo hanno solo la sfortuna di essere più vicini geograficamente all'islam, dovranno turarsi il naso per non sentire la puzza di integralismo, di ideologia, di selvaggeria. Mentre noi negli Stati Uniti abbiamo il lusso di essere lontani da tutto ciò».

Beh, c'è sempre la diplomazia. Possibile non possa fare nulla?
«Certo, bisogna essere diplomatici, ma non cretini. Quando trattiamo con i Paesi islamici è giusto essere cauti e moderati. Ma quando parliamo tra di noi occidentali è meglio non prenderci in giro, almeno nell'uso delle parole».

Annunci
Commenti

eureka

Ven, 14/09/2012 - 08:36

E' vero, il dialogo è sempre stato inutile e quando c'è stato era solo per il loro interesse. Difendiamo i ns valori cattolici e di stato ed è ora di mettere dei paletti, se vogliono viverein altri paesi devono sottostare alle nostre regole altrimenti i ns figli rischieranno di sottostare alle loro nel proprio paese e questo non è giusto.

biricc

Ven, 14/09/2012 - 08:38

Il profeta sarà una linea rossa di sangue. Pagheremo a caro prezzo il nostro buonismo.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 14/09/2012 - 08:45

Certo, meglio prendere il petrolio e risorse altrui con la forza.

cgf

Ven, 14/09/2012 - 08:49

Questo è il punto, diplomazia non è andare sottobraccio con noti esponenti Hezbollah, ma chi è "senza testa" per tradizione/definizione non può capirlo, è "antropologicamente superiore e più intellingentë sebbene *uguale* agl'altri, anzi *più uguale di altri*"

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 14/09/2012 - 08:58

Parole TUTTE condivisibili!Mi è piaciuta la frase:"lasciamoli nel loro brodo". Anzichè spendere milioni di euro risorse umane e morti,nelle "missioni di pace",lasciamoli nel loro brodo,ed utilizziamo tutti questi fondi,e risorse per proteggerci nel ns Paese,e mettere in atto tutte le misure NEL NS PAESE per proteggere quello che abbiamo,NEL NS PAESE.Basta con i buonismi,con l'accoglienza(che Napolitano e soci chiamano "risorsa"),Qui di risorsa non c'è niente,solo problemi, ora ed in futuro.Religione-politica-cultura-comportamento,per loro sono la stessa cosa.In questo aspetto sono indietro di 500 anni!Altro che Moschee!

adriano1

Ven, 14/09/2012 - 09:07

Grande Luttwak!Ha detto nel linguaggio diplomatico e asettico del politologo quello che la Fallaci ci aveva spiegato con il cuore e con il fegato.Anche Sua Santità, con il famoso discorso di Regensburg aveva usato un esempio pregnante dove si interfacciavano temi fondamentali : il credo islamico,Costantinopoli e i suoi Imperatori come alfieri della Cristianità .Poi, l'opportunità politica ha preteso che si trattasse di un equivoco. Molto significativi due punti : il primo, l'attenzione al pericolo Turchia, che - grazie alla nostra insipienza e alla sciagurata umiliazione della Serbia- abbiamo ormai saldamente basata nella Penisola Balcanica quasi come un Impero Neo Ottomano e la seconda riguarda i rappori tra di noi : " Ma quando parliamo tra noi occidentali é meglio non prenderci in giro, almeno nell'uso delle parole!".Bravo Luttwak ; grazie Oriana.

lamwolf

Ven, 14/09/2012 - 09:08

I cristiani vengono trucidati dagli islamici in tutto il mondo fanatico e violento di questa religione che non riconosce libertà di pensiero. Lo stesso accade su oggetti sacri specie sul crocefisso, violentato e stuprato dagli integralisti. Siamo arrivati a difendere le nostre origini, le democrazie liberali da queste orde inferocite antidemocratiche che vogliono con la prepotenza la conquista dell'occidente. Non passeranno.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 14/09/2012 - 09:09

Limpida esposizione di ciò che è la REALTA' "REALE". Solo gli ideologicamente orbi continuano a prendersi e prenderci per i fondelli.

Ritratto di Izdubarino

Izdubarino

Ven, 14/09/2012 - 09:11

Si spera che le alte sfere americane, e non solo, si decidano ad ascoltare voci chiare e analisi lucide come quelle di Luttwak.

onofri

Ven, 14/09/2012 - 09:12

Presentare Edward Luttwak come esperto di strategie militari equivale a presentare Berlusconi come uno statista. Basti pensare a come questo "esperto" perorava l'intervento in Iraq sbracciandosi in ogni dove sostenendo che il buon Saddam avesse armi di distruzione di massa anche sopra il comodino. Oggi invece ci dice:"Basti pensare all'Irak, all'Afghanistan. Grandi spese, nessun risultato. Una perdita di soldi e di tempo". Luttwak appartiene a quella schiera di esperti del giorno dopo, di quelli alla berlusconi, feltri et similia. Quelli che dicono di aver previsto tutto, ma solo DOPO che le cose avvengono.

a.zoin

Ven, 14/09/2012 - 09:13

Visto e considerato, tutto lo scritto sopra, le conclusioni sono due; -1- Tutta quella gente che ha studiato alla bocconi o alla bocchini, usa l`intelligenza,senza pensare alle conseguenze!!! -2- perchè,hanno lasciato entrare,tutti questi MUSSULMANI ??? Dobbiamo prenderla come INVASIONE ??? Siamo ancora in tempo ??? Per rimandarli al loro paese,o si devono prendere decisioni drastiche??? Perchè,i politici ITALIANI,non hanno ascoltato,le critiche che la popolazione Italiana dava riguardo,( una gran parte di questi arroganti analfabeti ???) Non è,che si debba cominciare,come prima della seconda guerra, (CONTRO GLI EBREI)>in europa< (CONTRO I GIAPPONESI???)>negli USA e aprire campi di concentramento ?????

Ritratto di Sal1846

Sal1846

Ven, 14/09/2012 - 09:18

Le religioni producono fanatismo e divisione. Sono una specie di fanatismo obsoleto di lunga data. Chi vuole può pregare a casa sua e imparare a vivere le leggi che regolano la convivenza in pubblico. Non può più essere permesso che alcuni siano sempre preferiti rispetto ad altri in ogni parte del mondo. E' una pura e semplice ovvietà.

lulloferrari

Ven, 14/09/2012 - 09:27

Finalmente qualcuno inizia a ragionare col cervello e non con i piedi. Quello che può e deve fare l'Occidente è chiudere le moschee, togliere agli islamici i diritti fondamentali(lavoro, assistenza medica, casa, ecc) e rimandarli subito a casa loro. Dobbiamo essere decisi, intransigentie non farci intimidire: la loro civiltà consiste nell'educare al suicidio... e tanto basta! Tutti a casa, subito!!!

Ritratto di Senior

Senior

Ven, 14/09/2012 - 09:43

Luttwak ha centrato in pieno il problema. Gli islamici sono un mondo a parte, per un islamico non è consentito avere dubbi sulla sua religione altrimenti rischia la vita. Le espansioni delle religioni già illuminano in proposito: la religione Cristiana si è espansa con i missionari, la religione islamica con la spada. Questo significa che debbono essere lasciati liberi di essere quello che sono senza critiche e senza provare a cambiare il loro credo, perchè loro credono veramente non come noi cristiani che andiamo a messa per abitudine e molto spesso critichiamo i preti, i vescovi e perfino il Papa, per i mussulmani non sarebbe nemmeno concepibile una cosa del genere. Anche se i fatti accaduti in Libia erano preparati da tempo, sarebbero rimasti circoscritti in libia, invece avendogli fornito, su un piatto d'argento, il pretesto di offesa a Maometto, gli stessi fatti hanno incendiato il mondo arabo, il che non mi sembra la stessa cosa. senior

giovanni PERINCIOLO

Ven, 14/09/2012 - 09:47

Onore a Luttwak! Finalmente qualcuno che ha il coraggio di dire pane al pane e vino al vino senza ipocrisie. Voglio solo aggiungere, avendo vissuto qualche tempo in paesi islamici, che per me in discussione non é tanto l'islam in se stesso come fede religiosa in discussione quanto la mancanza di una vera e propria gerarchia ecclesiastica per cui ognuno puo' autonominarsi imam e predicare le castronerie più assurde. Come esempio porto quanto successo in Europa dove nel secolo scorso fu molto più facile raccogliere consensi plebiscitari a Hitler o a Mussolini che non Adenauer o De Gasperi. Non cito Lenin e successori perché furono, se possibile, ancora più barbari dell'islam più barbaro. Molto più facile predicare l'odio che non l'amore e i sèdicenti imam sono maestri in questo!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 14/09/2012 - 09:47

Anche con il Cristianesimo abbiamo avuto SECOLI di fanatismo ed integralismo.Con il sacrificio di tanti martiri,delle rivoluzioni culturali,che ci hanno preceduto,CE NE SIAMO LIBERATI. Loro no.

antonin9421

Ven, 14/09/2012 - 09:50

Ehi, mr. Edward Luttwak, devi convincere il mr.obama e tutti i pari suoi, imbambolati e rincoglioniti dalla parola 'dialogo'. Noi già lo sappiamo da tempo. Sono costoro, obama e i suoi simili, che non capiscono un accidente di niente e ci conducono alla rovina. Lasciate che gli islamici se la cavino da soli: si elimineranno tra loro. Che ci importa delle rivoluzioni nel mondo arabo. Lasciamoli stare. Lasciamo là il loro petrolio, se lo bevano. Abbiamo altre fonti d'energia.

maan

Ven, 14/09/2012 - 09:50

Disgustoso il calo di mutande dell'occidente da cui parte l'ultimo gridolino isterico stavolta nelle parole della Clinton ( che se le mutande le avesse calate più spesso ed in occasioni più intime forse Bill non sarebbe ricorso alla Monica Lewinsky ). E perché non ha definito disgustoso " Il Codice da Vinci" ?; e perché non definisce disgustoe le arroganze musulmane che venendo in casa altrui pretendono anche che il Crocefisso sparisca dalle scuole e dagli uffici pubblici in quanto ritenuto offensivo ? Poi poi ritenere offensivo il Crocefisso proprio da loro che sono qui in gran parte proprio grazie a Lui ed alle Sue Parole è solo infame come infami sanno essere solo loro. E la libertà di pensiero e di espressione dove vanno a finire per compiacere gli smerdacammelli ? E infine ma soprattutto se un film o vignette o quant'altro su maometto è motivo di assassinio che dovremmo fare noi di fronte alle stragi continue, ripetute, orribili e vili di chi condivide la nostra stessa fede laddove la feccia islamica è guidata dal " libro perverso"?. Dialogo sì...ma sull'ogiva delle testate nucleari.

antonin9421

Ven, 14/09/2012 - 09:55

Se smettiamo di acquistare il loro petrolio, entro breve ci imploreranno in tutti i modi, ce lo offriranno a prezzi stracciati, ma non dovremmo cedere. Scompariranno.

bisesa dutt

Ven, 14/09/2012 - 09:59

ho cercato e non ho trovato, films, soap opera, cartoons, fumetti di artisti islamici che offendono Gesù Cristo facendolo passare per omosessuale dittatore stupido perché l'Islam rispetta le altre religioni mono/politeiste. invece nell'area cristiano cattolica protestante si, perché i cristiani non hanno rispetto del loro Dio?

makkivi

Ven, 14/09/2012 - 10:00

L'unica cosa che non condivido è che l'Italia e l'Europa non abbiano nulla da temere. Gli attentati a Londra, Madrdi e le rivolte mussulmane in Francia, Inghilterra, belgio e Olanda dimostrano che quando ci si oppone all'islam si viene colpiti con la violenza. Per il resto l'analisi è corretta. Mi sembra incredibile che, a parte qualche analista e osservatore come Luttwak, Magdi Cristiano Allam, Carlo Panella la stragrande maggioranza dei cd esperti, media e politici non abbia ancora capito che l'islam ha dichiarato guerra all'occidente. Dobbiamo difenderci come negli anni 30 non si fece contro Hitler.

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 14/09/2012 - 10:00

onofri, cosi come i paesi occidentali mediterranei sentono l'olezzo di islam perche' purtroppo vicini, io sento l'olezzo dell'ideologia nel suo commento lontano un miglio..e piu'

epesce098

Ven, 14/09/2012 - 10:02

Se ci fosse ancora Oriana Fallaci direbbe: VE LO AVEVO DETTO, MA NON MI AVETE ASCOLTATO!!! Tutta la religione musulmana è in netto contrasto con le leggi della democrazia. Cosa avremmo dovuto fare noi quando un Crocifisso fu scaraventato da una finestra o quando al posto di Gesù in croce fu messa una rana? Liberiamoci di questa gente infida. Se un popolo non è pronto, non si può imporre una democrazia con le armi, ma deve conquistarsela da solo, come abbiamo fatto noi. E se non ci arriveranno che "cuociano pure nel loro brodo".

Wake me up when...

Ven, 14/09/2012 - 10:06

Quella che espone lo stimato Prof. Luttwak è davvero la "REALTA REALE" come scrive Mario Galaverna? Fuor di dubbio che sia un pezzo di realtà, un punto di vista importante, ma ho l'impressione che alla per completare il discorso sulla situazione reale manchino alcuni elementi che mi permetto umilmente di descrivere di seguito. Innanzitutto la Libia esce da un conflitto che ha comportato un cambio di regime che è stato tutt'altro che pacifico, e le guerre come si sa, portano con se degli strascichi. In nome della verità poi non si può omettere il fatto che l'amministrazione americana del presidente Obama abbia avuto un certo ruolo nell'abbattimento del vecchio regime libico (noi definirei l'atteggiamento americano come "lasciarli cuocere nel proprio brodo" in questo caso). Tra l'altro, qui mi si conceda una piccola divagazione, a capo del consiglio di transizione libico c'era fino a poco tempo fa un signore (tale Jibril) che era un importante ministro di Gheddafi. A quanto scritto sopra bisognerebbe aggiungere che i confini attuali del paese a cui noi ci riferiamo come Libia sono stati definiti in passato da governi come il nostro, la Francia e il Regno Unito ma la realtà (o REALTA REALE)del paese è un po' più eterogenea. Quando poi il Prof. Luttwak si riferisce al tempo perso in Iraq e Afganistan concordo con lui che sia stato buttato via molto denaro. Aggiungerei inoltre, che prima dell'arrivo dei soldati della "Coalizione dei volenterosi" (si chiamava così, vero?) in Afganistan, benché ci fosse un governo islamico integralista (dei più ciechi e crudeli) esso rappresentava comunque, per quanto sia trista dirlo (lo ammetto) un passo avanti rispetto al caos precedente ad esso, e anche attuale. Non dimentichiamo poi che i talebani, per quanto integralisti non centravano proprio niente con il terrorismo internazionale, ad esempio, nessun terrorista dell’11 settembre era talebano. Infine, prima della guerra l'Iraq aveva un dittatore spietato, ma laico, con un ministro degli esteri cristiano (tale Tarek Aziz se non ricordo male) mentre ora , dopo quasi 10 anni dal conflitto, la situazione fa fatica a stabilizzarsi, e il futuro non sembra dei più rosei. Continuiamo a sperare. Insomma, le parole del Prof. Luttwak sono, come sempre, illuminanti e sagge, ma il suo è più un inizio del discorso che la sua conclusione.

Ritratto di claudio52

claudio52

Ven, 14/09/2012 - 10:10

Luttwak ha ragione da vendere. Oriana Fallaci che li conosceva bene ha sempre detto casa pensava. E chi ha letto il libro EURABIA ritrova tutto quello che stà accadendo,con impressionante realtà. Puntualmente poi si ritrovano tutte le profezie di Santa Ildegarda relative all'ISLAM, ma se qualcuno non crede a queste, farebbe bene ad ascoltare uno che sta rischiando molto per le sue idee come Magdi Alam, che MAGARI "FORSE"UN POCHINO CONOSCE QUESTA BELLA CIVILTA ISLAMICA . E ricordiamoci sempre che il termine DEMOCRAZIA per l'Islam e una BESTEMMIA. E SE ANCORA NON VI BASTA ANDATE A CONTARE QUANTI CRISTIANI SONO STATI MASSACRATI NEI PAESI ISLAMICI.Occidente ma quando ti sveglierai? E quì non centra petrolio o non petrolio che guarda caso e gestito dai loro massimi capi che se ne guardano bene a spartile gli utili con la povera gente.

Massimo Bocci

Ven, 14/09/2012 - 10:12

Come con i COMUNISTI che si credono democratici;….. Gli Islamisti con il pretesto di andare dal sommo profeta, in paradiso di vergini (che tirano più del profeta), creano l'inferno in terra,immolandosi;.....I comunisti (furbi), creano l'inferno e la MISERIA in terra solo, per rubare subito dato che (più svegli) del profeta non si fidano, e PREFERISCONO MAZZETTE CASH, perché non si sa mai prevenire (e magnare subito) e meglio che sperare in sol dell'avvenire PER BEOTI COMUNISTI.

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Ven, 14/09/2012 - 10:14

questa volta sono d accordo con luttwak

eri75

Ven, 14/09/2012 - 10:14

Standing ovation per il Prof. Luttwak! Sarà bene che i buonisti aprano gli occhi...

APG

Ven, 14/09/2012 - 10:20

Bravo Luttwak!! Finalmente qualcuno che parla chiaro ed ha il coraggio di dire la VERITA'.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Ven, 14/09/2012 - 10:24

ma và? quanto ci vorrà perchè lo capiscano anche gli altri? islam=ideologia sovversiva da proibire. fuori tutti.

Ritratto di bastardissimo70

bastardissimo70

Ven, 14/09/2012 - 10:26

@maan : perfettamente in sintonia. Purtroppo c'e' da farlo capire a chi governa la politica mondiale...e questo, specialmente con l'abbronzato a capo degli USA, e' molto ma molto piu' difficile.Speriamo che prima o poi, all'ennesima strage ( non ci vuole molto a pronosticarne altre ) qualcuno si svegli e cominci a fare piazza pulita di questi moderni trogloditi.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Ven, 14/09/2012 - 10:27

Ha parlato proprio il tipico guerrafondaio yankee.Se ogniuno stesse la proprio paese non succederebbe niente,ogniuno puo' vivere come crede nel proprio paese e nessun straniero puo' intromettersi,vorrei vedere se dei medioorientali musulmani si intromettessero nella politica italiana.

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 10:29

Luttwak è ebreo. La Nirenstein è ebrea. ... la loro opinione non vale nulla perché faziosa

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 10:33

Il film incendiario è stato fatto da un ebreo. Ebrei come questo Luttwak, e tantissimi altri che dominano i media di tutto l' occidente, agitano l' odio antislamico. La ragione è evidente. Vogliono trascinare l' occidente nella guerra all' Islam di Israele. E ci stanno riuscendo a giudicare dai deliranti commenti che leggo qui (gente comunque che è buona a giocare al guerriero solo dietro a una tastiera mandando al fronte i figli degli altri)

chiara 2

Ven, 14/09/2012 - 10:33

Niente, non ci arrivano. Vedi i commenti e sono gridano sempre le stesse cose. Ma possibile che siano così ottusi da non vedere ciò che è tanto chiaro? Io a volte mi arrabbio perchè penso che se questi islamici si permettono di rivolgermi apprezzamenti pesanti in quanto donna, OGNI VOLTA che passo davanti a loro, è per colpa di chi li protegge come fosseri dei santi. Ho capito che avete odio nei confronti di chi ritenete essere vostro nemico ma, pensateci almeno, le vostre figlie dovranno subire la stessa cosa, i vostri maschi sono destinati a diventare i loro servi...ma neanche questo pensiero vi smuove, siete OTTUSI

Ritratto di arcatero

arcatero

Ven, 14/09/2012 - 10:34

Mi spiace dirlo, ma credo che soltanto gli odiati Ebrei ci salveranno dalla distruzione. Toccano con mano, quotidianamente, il ferro ed il fuoco che gli islamici impongono attorno a loro, per cui reagiranno prima di noi. Com'è buffa la storia: quel popolo che gli europei volevano cancellare con l'olocausto, salverà i suoi vecchi aguzzini.

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 10:34

....i commentatori qui dimenticano che la NATO in Libia ha ucciso migliaia di persone sotto le bombe. Queste evidentemente non valgono la vita di 4 americani. Siete patetici.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 14/09/2012 - 10:36

Wake me up when..., il punto FONDAMENTALE che smentisce ogni elucubrazione geopolitica è che l'Islam è in guerra con TUTTO IL PIANETA. La vulgata diffusa ad arte dai sinistroidi in combutta coi terroristi islamisti li vuole in guerra sOLO con gli yankee e i sionisti. Niente di più falso. Loro sono in guerra sia con se stessi (vedasi stragi fra sette) e con il NON ISLAM TUTTO. Non per nulla fanno una distinzione netta fra la TERRA DELLA PACE (Islam) e TERRA DELLA GUERRA (il NON ISLAM) ovvero il restante pianeta. L'Islam è una cultura di morte, una sofferenza terrena da finire alla svelta per le meravigliose uri, troni di diamanti e fiumi di latte e miele.

idleproc

Ven, 14/09/2012 - 10:37

Ammetto che sono stupito. Deve essere un virus. I punti di vista possono essere anche molto diversi ma Luttwak non ha mai scritto o detto stupidaggini. Tolte ovviamente quelle che rendono gli uomini esseri umani e che sono lo scotto che tutti dobbiamo pagare. Gli US stanno facendo gli stessi "errori" che fecero Stalin e soci, all'epoca in cui tentò di "esportare" il cosiddetto comunismo sulla punta delle baionette e con colpi di stato eterodiretti facendo leva su minoranze adeguatamente foraggiate di mezzi economici e militari. Non funziona. Semplicemente non funziona. Anche se, ragionando a breve, qualche problema di interessi immediati e mai confessabili nella propaganda, può risolverlo. Contro i popoli non si vince mai, dovrebbero saperlo. Lo strascico è sempre di lungo periodo, non funziona nemmeno col genocidio. Il problema è un altro, hanno fretta e i tempi e gli interessi sono quelli dettati di chi opera ormai a livello sovracontinentale e contro gli stessi interessi del popolo US a cui non sono imputabili responsabilità se non quella che dovrebbero svegliarsi.

antonin9421

Ven, 14/09/2012 - 10:37

onofri ... l'esperto del nulla, adoratore di berlusconi. Non manca mai di nominare il suo Dio.

michele lascaro

Ven, 14/09/2012 - 10:37

Luttwak non ha mai avuto peli sulla lingua, e le sue affermazioni, guarda un po', coincidono esattamente con le nostre, che siamo dilettanti e non potremo mai essere presi in considerazione. Ma, i nostri governanti, mai sinceri, sono ancora fautori del detto: "Parigi val bene una messa"?

wicio

Ven, 14/09/2012 - 10:38

se ai governo europei ci fosse gente come la compianta oriana Fallaci, ad oggi nell'anno domini 2012, in europa la presenza Islamica sarebbe ridotta ai minimi termini, e con essa il rischio di attentati e tensioni sociali, diciamocela tutta, noi cittadini abbiamo la concreta possibilità di 'stoppare' l'invasione Islamica con il suo carico di odio e sub-cultura, basterebbe mandare ai governi partiti di destra, e dare loro ampio margine di operatività, Luttwak ha straragione! a un somaro non si può chiedere di svolgere operazioni di matematica! x quanto riguarda la sinistra Italiana, credo che andando avanti con questa linea del 'caro fratello musulmano' pagherà a caro prezzo la sua 'miopia' politica calcolata, credo e spero, che saranno proprio le azioni dei loro cari fratelli Islamici ad assestare un colpo tremendo alle mire di 'regno' della sinistra,quando molto presto l'opinione pubblica europea sarà veramente 'satura' e schifata della luciferina ideologia Islamica tutti i partiti europei responsabili a vario titolo dell'invasione culturale e sociale dei musulmani, pagheranno un prezzo elettorale che li cancellerà dal panorama parlamentare europeo, è già successo in Italia con Rifondazione, e tutti i partiti che si ostinavano a 'rimanere' comunisti duri e puri, ecco,l'iniquità politica di sinistra si palesa ogni qualvolta c'è bisogno di utilizzare raziocinio e visione della realtà in modo'reale' e veramente 'pratico.....spero che non ci voglia molto tempo alla 'scomparsa' èolitica definitiva della sinistra Italiana.... Amen!

antonin9421

Ven, 14/09/2012 - 10:39

franco@Trier... ma che chiarezza e correttezza di pensiero!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 14/09/2012 - 10:42

Ausonio, fuori i nomi di chi è autorizzato a dare opinioni. Tarik Ramadan? franco@Trier Perchè in cerrmania i turchi non influenzano il governo? In Inghilterra hanno già introdotto parte della Sharija e in Olanda gli olandesi autoctoni stanno fuggendo. La pianti di pensare di avere a che fare con babbei che il suo giochetto è palese anche per un infante. Pura ignavia.

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 10:46

chiara 2 Gentile signora, lei dovrebbe capire che esistono due questioni: quelle di politica interna ed estera. In politica interna, ha senso vietare l' immigrazione islamica. In politica estera NON ha senso coltivare rapporti di ostilità e provocazione verso quelli che sono vicini di casa. Ci arriva?

Ritratto di arcatero

arcatero

Ven, 14/09/2012 - 10:47

Il problema, almeno in Italia, non lo si risolve attaccando gli islamici. Da noi si risolve mandando a quel paese i GURU' che stanno a Roma, di qua' e di là del Tevere. Manica di buffoni.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Ven, 14/09/2012 - 10:48

E' L'ESATTA VERITA. I GOVERNI mondiali delle Nazioni a stile democratico non hanno capito o fanno finta di non capire - per loro fini egoistici -i grandi errori commessi nel passato ed anche di recente anche con guerre "lampo" insensate. Nessuno sarà capace di fermare i Fondamentalisti Islamici. Qualsiasi tipo di opposizione non farebbe altro che aumentare la loro acredine verso tutti gli "Infedeli". Hanno mentalità completamente diversa e grande "DIGA di ACCIAIO" per qualsiasi sbarramento verso i sistemi delle nostre - chiamiamole pure così o come volete - CIVILTA'. L' unica cosa da fare E' rispettare il loro credo e assolutamente NON intromettersi.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 14/09/2012 - 10:48

Perfetto! Luttwak ha spiegato quello che ormai moltissimi occidentali avevano perfettamente capito fino all'ultima virgola da soli e senza troppi studi specialistici. Speriamo solo che la cosa entri presto nel cervello di tutti i politici occidentali troppo presi dal politically correct, dal buonismo, dalla fratellanza universale e altre fesserie del genere. Un conto è l'umanità un altro paio di maniche é far passare per tale "buco" tutto il marciume altrui, scaricandolo sulle spalle dei propri cittadini.

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 10:48

arcatero a dire il vero i suoi amici vogliono trascinarci in guerra contro 1 miliardo di islamici senza senso visto che l' Europa non ha nessun interesse a fare guerre all' Islam. E poi i suoi amici stanno sterminando e derubando delle loro terre i palestinesi da 60 anni

Rossana Rossi

Ven, 14/09/2012 - 10:49

Finalmente qualcuno che parla chiaro. Basta buonismo,lasciamoli nel loro brodo. Il petrolio? Se non lo vendono anoi se lo dovranno bere............

Amelia Tersigni

Ven, 14/09/2012 - 10:50

Capisco che malgrado Oriana Fallaci e...Luttwak ci sono ancora persone che credono di poter... "convincere" un mussulmano. Dobbiamo arrenderci all'evidenza !!.Sono tetragoni,per loro libertà e democrazia sono parole senza senso. E così mirano alla nostra completa distruzione. Non è ormai nemmeno una questione di...religione !!E' una questione i cilviltà. Sì, di civiltà. Quella civiltà che per noi nasce dal Cristianesimo e (come scrive Oriana) dalla "idea geniale dello splendito Nazareno". (Per chi non li ha letti, leggetevi "la rabbia e l'orgoglio" e "la forza della ragione" di - Oriana Fallaci - che si definiva un'atea cristiana)

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Ven, 14/09/2012 - 10:50

Dialogare con l'islam? Dal 632, cioè dalla morte di tale Muhammad, i suoi seguaci hanno perseguitato tutti quelli che non la pensassero come loro, cioè quelli che non credevano al loro dio schiavista e vendicativo. I moderni storici di sinistra hanno, naturalmente tentato di far ricadere le colpe dell'espansionismo islamico sui soliti Cristiani, in primo luogo Cattolici, decantando poi la magnificenza (sic) della dominazione musulmana in Spagna come in Sicilia, ma la realtà viene oggi a galla in tutto il suo orrore, la si può vedere nelle nostre strade e nei nostri quartieri, nelle nostre scuole come nei nostri ospedali, con buona pace dei vari D'Alema, Riccardi o Tettamanzi.

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 10:52

Mario Galaverna, mi basterebbe che il mondo dei media non fosse dominato dagli ebrei tanto meno sionisti e che si potessero sentire due campane. Questo giornale (e non parliamo di Repubblica del sionista De Benedetti) hanno in 3 giorni riportato sul tema solo le opinioni di sionisti. Se permette io chiamo questo indottrinamento e propaganda allo stesso modo in cui mi avrebbe urtato se in 3 giorni avessero chiamato a parlare solo 3 arabi o 3 islamici.

anna tomasi

Ven, 14/09/2012 - 10:54

Oh, finalmente qualcuno che parla chiaro! Lo dicevo che la democrazia l'islam non sa nemmeno checosa sia, e se minimamente riuscisse a capirlo, agirebbe come ha agito fin'ora, con la violenza più totale. Bravo Luttwak: venga a dare qualche lezione ai nostri patetici governanti, che scambiano invasione per risorsa. Ma grazie al cielo, non tutti gli italiani la pensano così. Ma ancora non è sufficiente. Qualcosa di più concreto bisogna farlo. Referendum??? Chi ci sta?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 14/09/2012 - 10:56

franco@trier...chi vuole la libertà di professare la sua religione in Italia,e non vuole che altri professino la propria religione al loro paese?Mi risponda! Per quanto riguarda la politica,la "democrazia"(che si vorrebbe esportare),"lasciamoli nel loro brodo",e che stiano a casa loro.Hanno il petrolio,...Bene se ci serve lo comperiamo,hanno bisogno di qualche cosa che non producono,..Bene,se ci fa comodo,glielo vendiamo....FINE DELLE STORIA!Loro stanno da una parte e noi dall'altra,e fra 500 anni(forse),ci troveremo più vicini!Abbiamo già tanti problemi noi,che portarcene in casa altri! #Ausonio#,...Per carità!Perchè Luttwak è ebreo,quello che dice è sbagliato secondo lei?Allora Marx(comunista),che diceva, A RAGIONE che le "religioni tutte sono l'oppio( e la rovina n.d.r),dei popoli,io, che non ho una "visione comunista",cosa dovrei dire?Impari a tenere per buone,certe cose dette dall'altra parte,e non a ragionare per partito preso!

antidoto

Ven, 14/09/2012 - 11:04

@arcatero Ven, 14/09/2012 - 10:34. È buffo si, ma in fondo Gesù stesso alla samaritana al pozzo di Giacobbe disse che “la salvezza viene dai Giudei”. (Giovanni 4:22) Se solo i cristiani conoscessero meglio, ma soprattutto vivessero le Sacre Scritture, il mondo intero starebbe meglio. LEGGETE LA BIBBIA!!! http://www.laparola.net/

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Ven, 14/09/2012 - 11:09

Ausonio, anche la tua opinione non vale nulla perchè è quella di un pi...! Mi stupisco di come questo giornale ti lasci scrivere simili oscenità, amichetto di cammellieri prostranti la mecca.

antidoto

Ven, 14/09/2012 - 11:10

LEGGETE LA BIBBIA!!! Ciò che sta accadendo, le Sacre Scritture lo prevedevano già da 4000 anni or sono. Non c’è da meravigliarsi del comportamento degli islamici che da millenni è sempre lo stesso. “Egli (Ismaele, figlio di Abramo e capostipite degli islamici, ndr.) sarà tra gli uomini come un asino selvatico; la sua mano sarà contro tutti e la mano di tutti contro di lui…”. (Genesi 16:12) Sorpresi? http://www.laparola.net/

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 11:11

Mario Galaverna Se abbiamo consentito l' immigrazione islamica in Europa.... è perché siamo degli imbecilli. Ma le faccio notare che chi ha fatto appelli all' accoglienza è chi oggi vuole la guerra all' Islam.... si chieda perché.... il progetto di dominio massonico delle oligarchie sul mondo necessita del caos. A ogni livello: interno ed internazionale.

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 11:13

Zagovian non ragiono per partito preso ma ovviamente faccio notare che i sionisti stanno soffiando sul fuoco dello scontro di civiltà (col film e con interventi tipo questo di Luttwak). Stia tranquillo, io sono il primo ad applaudire un ebreo, islamico o chiunque altro se dice qualcosa di sensato non mosso da intenti faziosi di comunità.

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 11:14

E' urgente un intervento di Cina e Russia per scongiurare ulteriori guerre nella regione e nel mondo.

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 11:19

Alex Biffi - non sono solito rispondere a insulti personali, illazioni. Provo compassione per gente che si abbassa a tanto. Auguro buona giornata

Luigi Farinelli

Ven, 14/09/2012 - 11:19

Di quale "democrazia" da esportare parla Luttwak? Di quella imposta dalla Commissione Europea (con rappresentanti non eletti da nessuno) che definisce "totalitari" governi eletti democraticamente, come quello ungherese e quello russo a larghissima maggioranza e invece accusati da speculatori alla George Soros e simile feccia ultralaicista (che aizza loro contro le pussy riots) e ultracapitalista "solo" perchè non accettano l'aborto libero, perchè continuano a riferirsi alle radici cristiane, perchè non si convertono ai principi neo-malthusiani e neo-gnostici (massoni) dell'elite che vuole imporre il governo dei banchieri degli ultralaicisti e dei sionisti (alla Rothschild e Rockefeller)? Voglio vedere come convinceranno governi ancora teocratici ad accettare i "principi" occidentali come quelli con cui plagiano i bambini nelle scuole inculcando loro il concetto che se si sentono maschi o femmine è solo per "condizionamento imposto dalla società" (ideologia del gender); che gli animali hanno la stessa dignità dell'essere umano (per diffondere le idee panteiste su Gaia, tra l'altro predicanti lo sterminio degli innocenti nei ventri materni poichè il pianeta "è sovraffollato" e l'uomo è un parassita che impedisce di farlo "crescere"); che "meglio un cane sano che un bambino malato" (Peter Singer, guru animalista sponsor UNICEF!); che "l'amore omosessuale è il più elevato e naturale" (Umberto Veronesi); che la maternità è un handicap della natura nei confronti delle donne che impedisce loro di far carriera? Certo, debbono smettere di fare figli per lavorare e alimentare la società del consumismo illimitato in mano alla casta "illuminata" dei banchieri, dei massoni e dei sionisti alla Rothshild, alla conquista del mondo! Stanno abbattendo la chiesa cattolica perchè si oppone a questo nuovo colonialismo delle banche e delle anime ed ora usano l'islam per completare questa opera. Dopodichè toccherà anche all'islam poichè dovrà prevalere la chiesa sincretista massonica nella Repubblica Universale. Che però non sarà una Repubblica democratica come dice Luttwak ma il più opprimente stato totalitario della storia! Bella fine sta facendo l'Occidente, sempre produttore di civiltà (nate però tutte attorno al Mediteraaneo perchè le nebbie del nord hanno sempre prodotto mostri: dalla Rivoluzione Francese al colonialismo, al comunismo al nazismo)! Spero allora che la "democrazia" di Luttwak rimanga confinata entro i confini degli stati occidentali, ormai a un livello estremo di corruzione politica ed etica e non continui a infettare il resto del mondo!

onofri

Ven, 14/09/2012 - 11:23

Letto tutti i commenti: per fortuna che sono i mussulmani gli intolleranti, brutti, cattivi e guerrafondai.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 14/09/2012 - 11:25

Discorso sensato e per nulla bellicoso. Come dimostrato, anche, dal silenzio di storiche voci cattoislamiche di questro forum. Sempre pronte a cogliere in fallo l'opinionista "eterodosso". Lasciamo gli afhgani alle loro lapidazioni delle adultere e al loro diritto non proprio in sintonia con quello romano. Lasciamo infine la sponda meridionale in preda alle sue convulsioni primaverili. E alla sua misoginia di ritorno (vedi Tunisia). Cerchiamo solo di astenerci, per il futuro, dal "grattare il cubo alla cicala" da tentativi, cioè, costosi e improbabili quanto risibili di esportazione della democrazia nelle terre del profeta. Che poi,si sa, la cicala suddetta è colta dall'incoercibile impulso di "cantare". Come diceva un precedente lettore: se non vorranno più venderci il petrolio vuol dire che se lo berranno. Ma che ce frega, ma che c'emporta?

giovanni PERINCIOLO

Ven, 14/09/2012 - 11:25

X ildeproc. Dimentichi che se gli yankee oltre settanta anni fa non fossero intervenuti in Europa oggi saremmo ancora con l'orbace a fare il saluto romano.... oppure, peggio ancora, saremmo tutti sotto la falce e martello!

FRAGO

Ven, 14/09/2012 - 11:29

A.ZOIN rileggiti la storia, in Europa solo gli stati nazifascisti erano contro gli EBREI, in USA i sentimenti profondamente ANTI GIAPPONESI si sono manifestati solo dopo PEARL HARBOR. Ricorda che allora c'era la buona consuetudine di dichiarare guerra prima di fare atti ostili contro una Nazione, cosa che non è avvenuta con l'attacco di Pearl Harbor.

marvit

Ven, 14/09/2012 - 11:29

Forse non abbiamo visto vignette e film degli islamici sulla nostra religione(chiacchere)ma abbiamo visto molti massacri di cristiani eseguiti dagli islamici(fatti).Per il futuro,s'è non di incomodo,preghiamo gli islamici di impegnarsi più in vignette e film.Grazie

Bruno Burinato

Ven, 14/09/2012 - 11:29

il guai è che Luttwack sarà snobbato e ritenuto un profeta di sventura, gli si crederà quando sarà troppo tardi per reagire

onofri

Ven, 14/09/2012 - 11:31

sarà come dite voi, saranno barbari e selvaggi però io non ricordo nessun mussulmano spendere 5 euro (e non 5 milioni) per insultare o denigrare il Papa o Gesu (quest'ultimo peraltro riconosciuto e rispettato come...bhè diciamo come il profeta numero 2, anche dalle loro parti). non ricordo nemmeno alcun imam strappare e bruciare le pagine della bibbia o del talmud. e con questo non voglio difendere nessuno. semplice constatazione.

Wake me up when...

Ven, 14/09/2012 - 11:31

Egregio Sig. Mario Galaverna, non voglio in alcun modo scalfire le sue convinzioni. Mi preme però aggiungere che, sempre al di là di ogni elucubrazione geopolitica, che la sua critica all’Islam dovrebbe essere più approfondita. Semplifico anch’io le cose (del resto la mia conoscenza in questi ambiti è superficiale) ma, vi è la tendenza in alcuni paesi musulmani (non in tutti i paesi a maggioranza islamica) alla polarizzazione della lotta politica tra due schieramenti: quello nazionalista (ad esempio il partito Baath siriano, o iracheno sotto Saddam Hussein) e quello dei Fratelli Musulmani. Entrambi gli schieramenti hanno, per così dire, i loro “sponsor”. In alcuni casi gli occidentali hanno sostenuto i nazionalisti (Saddam Hussein, Mubarak, Gheddafi, Assad, sono solo alcuni esempi) mentre l’Iran in primis, ma anche altri paesi e organizzazioni, sostengono gli estremisti islamici. Tali gruppi di pressione uccidono qualsiasi possibilità di democrazia in questi paesi, ma il problema sociale a cui lei vuole forse accennare, è causato principalmente dagli interessi politici delle due fazioni (il fine è sempre il potere, mai Dio o Allah). Ho letto che alcune scuole coraniche, finanziate dai musulmani ricchi e potenti, tolgono i bambini dalla strada e gli danno da mangiare e un posto dove dormire. In cambio però ne fanno dei soldati islamici che,come dice lei sono contro tutto e tutti (ma al servizio di pochi). I dittatori nazionalisti e laici, che va detto, non sempre sono filoccidentali, non sono meglio. Infatti, opprimono la loro popolazione, e si guardano bene dal fare riforme democratiche, per paura che ciò avvantaggi la fazione religiosa, che è molto popolare, anche a causa della povertà in cui gran parte della popolazione è ridotta (si veda quello che è successo con la "primavera araba"). Insomma, anch’io vedo tanti problemi, ma le cause di essi, a mio modestissimo giudizio, vanno ricercate oltre la religione. E capire le cause, non di rado si sa, aiuta a risolvere i problemi .

idleproc

Ven, 14/09/2012 - 11:32

Giovà, non hai ben capito come girava allora e come gira oggi. Non hai nemmeno ben capito le premesse né di allora né di oggi.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 14/09/2012 - 11:33

Ausonio Ven, 14/09/2012 - 10:48, ripetere ossessivamente una falsità storica come un mantra non è che la rende vera. I cosiddetti palestinesi NON SONO MAI ESISTITI. Gli unici veri palestinesi sono gli israeliani. Arafat, il leader dell'OLP del passato, ha creato dal nulla nel 1967 un popolo inesistente, utilizzando un nome preesistente, per accreditare diritti nazionalistici su tali territori geografici dei musulmani che avevano sconfinato dalle varie nazioni islamiche circostanti ad Israele. I palestinesi erano un popolo esistito oltre 5000 anni fa, erano originari del Mar Egeo, e sparito in quel periodo quando gli ebrei si stabilirono in quei luoghi. Coloro che ora si fanno chiamare palestinesi sono islamici che provengono dalla penisola arabica che non ha niente a che fare con il Mar Egeo, non hanno nessun titolo per reclamare la Palestina che è solo un nome geografico. Gli ebrei risiedono in quei territori da epoche immemorabili, non se ne sono mai andati, é la storia a dirlo e non mi riferisco al Vecchio Testamento ma alla storia del recente e precedente passato come le crociate, l'invasione degli ottomani e di altri popoli e culture religiose, gli ebrei sempre lì stavano. L'unica cosa che gli mancava era il riconoscimento di nazione e dei confini certi, cosa che dovevano ottenere nel 1922 tramite il Mandato Britannico dopo la Prima Guerra Mondiale e che invece ottennero, per una parte ben più limitata della zona originalmente assegnatagli, solo nel 1947 dal'ONU che gli tolse un ulteriore parte a favore dei cosiddetti violenti e rumorosi palestinesi, che facevano quello che oggi fanno con le proteste contro un film per reclamare rispetto e diritti inesistenti. Si lustri gli occhi con questi due siti, hai visto mai che si convinca delle sue castronerie! http://cronologia.leonardo.it/storia/tabello/tabe1540.htm http://www.informazionecorretta.com/popup/pillole/pillole_storia.html

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 14/09/2012 - 11:35

La, religione musulmana é come il Nazismo, e come il Nazismo si deve combattere, nel 1939 Hitler invase la Polonia e dopo che gli Inglesi avevano dato a Hitler il permesso di fare quello che voleva nei territori Europei dove vivevano dei Tedeschi hanno aperto gli occhi alle pretese di Adolf Hitler, che voleva conquistare il Mondo!. Che, paragone con l,islam di oggi, i musulmani ci metteranno il coltello alla gola é con le spalle al muro!, e solo allora ci sveglieremo dal letargo in cui ci tengono i nostri benpensanti di SX, e cominceremo a difenderci! Chi, crede di poter dialogare con gente che vuole vivere nel califfato di 700 anni fá, si fá solo delle illusioni che non hanno senso, io voglio citare un detto romano "SE TU VUOI LA PACE PREPARATI ALLA GUERRA!" i Cinesi con questa gente non hanno troppi scrupoli chi fá attentati in Cina in nome di Allah viene messo al muro e fucilato!. Se, i nostri sinistronzi difendono chi ammazza i preti davanti all,altare, o chi butta bombe nelle Chiese come fanno i loro amici musulmani ogni giorno in Nigeria causando migliaia di morti, che vadano al diavolo oppure a vivere nei paesi musulmani dei loro amici!!!.

alberto_his

Ven, 14/09/2012 - 11:42

Non si può non riconoscere a Luttwak una franchezza e un'onestà finanche brutale nell'espressione dei propri giudizi. Alla base delle considerazioni ci sono almeno due grossi equivoci. Il primo è la hybris tipicamente yankee che considerano democrazia e valori occidentali come i migliori al mondo e adatti a ogni realtà: così non è e occorre farsene una ragione, dato che ognuno a casa propria fa quello che vuole e imporre le proprie posizioni con le bombe e una colonizzazione culturale ha funzionato nella derelitta Europa ma non funziona in altre parti del globo. Secondo, se c'é qualcuno nel posto sbagliato sono proprio i suoi compatrioti insieme ai loro vassalli: gli eserciti degli occupanti garantiscono la presenza delle multinazionali energetiche e del traffico di armi/droga in paesi naturalmente ricchi, oltre a lauti guadagni al comparto militar/tecnologico. Se non sono in grado di ragionare con i barbari selvaggi (come li definisce lui) che se ne stiano a casa loro. Diverso il discorso per gli Europei e per gli Italiani in particolare: giustamente osserva che siamo contigui geograficamente, per cui un atteggiamento così intransigente non ci conviene. Dobbiamo recuperare l'indipendenza in politica estera (e in questo solo un'epocale debacle degli occupanti ci può aiutare) e riprendere a tessere i rapporti inter-culturali che sono sempre stati nelle nostre caratteristiche. Non è una scelta, è una necessità.

onofri

Ven, 14/09/2012 - 11:47

antidoto :mai provato interesse ne nella bibbia ne nel corano, però credo che per l'Islam il loro primo profeta era Adamo poi c'è stato Noè, Isacco, Ismaele e Gesu di Nazareth figlio di Maria (che credo il Corano dipinga come esempio sublime di devozione femminile a Dio). Insomma l'Islam ha avuto talmente tanti profeti che ad un certo punto hanno pensato che forse era meglio dargli un freno ed hanno creato Maometto dicendo che dopo di lui NON ci sarebbe mai stato nessun altro fino alla fine dei tempi. Curioso che l'Islam NON preveda preti, vescovi e similia.

andrea24

Ven, 14/09/2012 - 11:47

Che la democrazia come intesa dall'Occidente non fosse compatibile con determinate realtà,è cosa nota,ma il dissimulatore Luttwak,tutto dice tranne che nominare l'altra parte del mondo che conta sempre di più.In verità,l'Impero USA traballa e l'Occidente corre il rischio di de-consolidarsi in Medio Oriente,soprattutto sulla scia dello sviluppo iraniano e dal grande dato geopolitico che da esso emerge.Il vero macrotrend è quello di volere andare da parte USA contro un muro,mentre la Cina ha denunciato lo Scudo misilistico,che vede appunto come veri obiettivi la Russia e la Cina.Si ripete che in realtà gli Stati Uniti hanno paura dei veri risvegli(da non confondere con i terroristi siglati che tra l'altro furono una creazione americana e di cui gli USA pare ancora non possano farne a meno)che vi possano essere nel mondo arabo-islamico.Intanto ci sono rivolte filo sciite,asimmetriche,e di cui nessuno vuol parlare,tranne ovviamente l'altra parte del mondo che conta sempre di più.Visto il contesto di sfida globale,non si potrebbe neppure fare a meno di prendere in considerazione il titolo di un libro di Luttwak,"La grande strategia dell'Impero Bizantino",compreso quel network di "complesse alleanze" e,considerando il quale,non si può fare a meno di riprendere il detto "il nemico del mio nemico è mio amico".

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 14/09/2012 - 11:49

#onofri. Se, noi Italiani siamo Guerrafondai é questo non ti garba, perche non vai a vivere in Nigeria? la si che sanno come trattarti! Bombe a pranzo, e Bombe alla domenica quando tu vai a pregare!. Certo, che siamo stati noi ad andare con gli aerei contro le torri gemelle vero?, oppure siamo stati noi ad andare a beslan per ammazzare piu di 400 bambini vero?, per non parlare di tutti gli attentati fatti dai tuoi amici islamici, in tutto il Mondo che hanno colpiti persone innocenti! FACCI IL PIACERE DI ANDARE A ROMPERE LE PALLE NEI PAESI DI ALLAH; INVECE DI DIRE CAZZATE E DIFENDERE L;INDIFENDIBILE; IO TI AUGURO CHE UN GIORNO I TUOI AMICI TI METTINO ANCHE A TE UNA BOMBA SOTTO IL CULETTO; PER FARTI RINSAVIRE UN PO!.

onofri

Ven, 14/09/2012 - 11:50

marvit 11:29: le sembrerà strano ma sono d'accordo con lei. Non sottovaluti le (chiacchere) perchè hanno il brutto vizio di generare i (fatti).

onofri

Ven, 14/09/2012 - 11:57

pasquale.esposito: Vegezio - Parabellum - E' scritto anche sulle munizioni.

FRAGO

Ven, 14/09/2012 - 11:58

Per BISEA DUTT, ignorante! il loro DIO è IL NOSTRO! E GESU' è considerato un profeta. Forse tanti che qui parlano non hanno mai letto non dico tutto ma qualche "Sura" del Corano. Dalle tue parole sembri giustificare il loro comportamento, tutto bene, ma per coerenza vorrei vedere le stesse critiche quando si insulta la religione Cristiana.

onofri

Ven, 14/09/2012 - 12:03

pasquale.esposito : in Nigeria c'erano gli inglesi e gli americani per la tratta di schiavi con le americhe. Molto più recentemente l'Agip e la Shell per il petrolio.

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 12:05

FRAGO L' attacco giapponese a Pearl Harbour era pienamente giustificato dall' embargo su petrolio e acciaio messo in atto dagli USA contro il Giappone. Il Giappone senza importazioni di materie prime diventerebbe in pochi anni come il Ghana. Tralaltro recentemente gli USA hanno minacciato di guerra l' Iran se questo blocca le esportazioni attraverso Hormuz. Ergo, stessa logica. Si informi... storia e propaganda del vincitore sono due cose diverse.

andrea24

Ven, 14/09/2012 - 12:07

Obama è fesso ma è più intelligente.Romney è fesso ma è pure pazzo.I romani,riguardo al Medio Oriente,inoltre,erano molto più coscienziosi.I romani erano i romani,gli affaristi legati all'occidentalismo(e i capitalisti purtroppo collegati ad una certa matrice)sono tutta un altra cosa.

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 12:10

stock47 guardi... non c'è nulla di peggio di chi vuole negare le evidenze. Lei mi dice che non esistono i palestinesi... non si capisce se si riferisce al significato semantico (li vorrebbe chiamare arabi e basta e non palestinesi) oppure alla realtà stessa della loro esistenza (e allora si accoderebbe agli incredibili rabbini e sionisti che affermano che quando iniziò la migrazione ebraica in palestina, non c'era nessuno in quella terra... incredibile). Non inizi con la storiella del diritto ebraico alla Palestina in virtù della presenza dei loro antenati... altrimenti, ripeto, noi come discendenti dei Romani possiamo vantare diritti su mezza Europa, i Mongoli su mezzo mondo e altri popoli, molto più perseguitati, possono vantare diritti ovunque (Curdi, Armeni, Africani ecc...)

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 12:14

stock47 e per concludere, seguendo il suo "ragionamento", io reclamo il diritto per gli Indiani d' America nativi a cacciare uno per uno gli americani invasori e riprendersi la propria terra. Hanno certamente, in base alla sua logica sionista, più diritto loro a quella terra di qualunque italoamericano, irlandoamericano, angloamericano ecc....

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Ven, 14/09/2012 - 12:21

Onofri, lei è alquanto confuso in fatto di islam, creda. L'islam o sottomissione a dio, se lo è inventato Muhammad nel VII secolo, l'ha detto lui che Adamo fu il primo profeta e che Maometto sarà l'ultimo e il più grande, non era una religione preesistente come sembra che lei creda. Dirò di più, molti sono concordi nell'asserire che fu suggerita al predone-p...redicatore da satana in persona, quale reazione del male alla Buona Novella di Gesù, l'unico vero Dio, che si andava diffondendo sempre più nel mondo.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 14/09/2012 - 12:23

#onofri. Ma, le bombe che ammazzano i cristiani nigeriani chi li mette? GLI INGLESI? GLI AMERICANI? I RUSSI? OPPURE SONO I CINESI? NO! SONO I MARZIANI VENUTI SULLA TERRA VERO?!. MA; VÁ A MUNGERE I TORI!.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 14/09/2012 - 12:24

FRAGO Ven, 14/09/2012 - 11:58, vuole qualche sura del Corano da leggere? Eccole, si diverta, e ci dica quale fra queste Gesù Cristo raccomandava, visto che è anche il loro Profeta: «In verita’, coloro che avranno rifiutato la fede ai nostri segni li faremo ardere in un fuoco e non appena la loro pelle sara’ cotta dalla fiamma la cambieremo in altra pelle, a che meglio gustino il tormento, perché Allah e’ potente e saggio» (Sura 4:56). "La ricompensa di coloro che fanno la guerra ad Allah e al Suo Messaggero e che seminano la corruzione sulla terra e’ che siano uccisi o crocifissi, che siano loro tagliate la mano e la gamba da lati opposti o che siano esiliati sulla terra: ecco l'ignominia che li tocchera’ in questa vita; nell'altra vita avranno castigo immenso" (Sura 5;33) “Uccidete gli infedeli ovunque li incontriate. Questa e’ la ricompensa dei miscredenti.” (Sura 2:191) “Vi e’ stato ordinato di combattere, anche se non lo gradite. E' possibile che abbiate avversione per qualcosa che invece e’ un bene per voi, e può darsi che amiate una cosa che invece vi e’ nociva. Allah sa e voi non sapete. ” (Sura 2:216). «Instillerò il mio terrore nel cuore degli infedeli; colpiteli sul collo e recidete loro la punta delle dita... I miscredenti avranno il castigo del Fuoco! ... Non siete certo voi che li avete uccisi: e’ Allah che li ha uccisi» (Sura 8:12-17). «Profeta, incita i credenti alla lotta. Venti di voi, pazienti, ne domineranno duecento e cento di voi avranno il sopravvento su mille miscredenti» (Sura 8:65). «Quando poi saranno trascorsi i mesi sacri ucciderete gli idolatri dovunque li troviate, prendeteli, circondateli, catturateli ovunque in imboscate! Se poi si convertono e compiono la Preghiera e pagano la Decima, lasciateli andare» (Sura 9:5). «Combattete coloro che non credono in Allah e nell'Ultimo Giorno, che non vietano quello che Allah e il Suo Messaggero hanno vietato, e quelli, tra la gente della Scrittura, che non scelgono la religione della verita’, finche’ non versino umilmente il tributo, e siano soggiogati. Dicono i giudei: "Esdra e’ figlio di Allah"; e i cristiani dicono: "Il Messia e’ figlio di Allah". Questo e’ ciò che esce dalle loro bocche. Li annienti Allah. Quanto sono fuorviati!» (Sura 9:29-30). «O voi che credete! Se non vi lancerete nella lotta, Allah vi castighera’ con doloroso castigo e vi sostituira’ con un altro popolo, mentre voi non potrete nuocerGli in nessun modo» (Sura 9:39). «[gli ipocriti e i miscredenti] Maledetti! Ovunque li si trovera’ saranno presi e messi a morte.» (Sura 33:61). «Quando incontrate gli infedeli, uccideteli con grande spargimento di sangue e stringete forte le catene dei prigionieri» (Sura 47:4).

Wake me up when...

Ven, 14/09/2012 - 12:27

@Stock47 A me risulta, non ne voglio fare una polemica pro o contro l’islam, che la denominazione “Palestina” esistesse già sotto il mandato britannico tra il 1920 e il 1948. Va da sé che gli abitanti di quella regione potessero già allora essere chiamati palestinesi. Nonostante la popolazione ebraica fosse presente nella zona anche prima del mandato britannico, è proprio in quel periodo (non per colpa degli inglesi, intendiamoci) che si sviluppa un importante migrazione di massa in quella regione da parte di donne e uomini di religione ebraica proveniente da diverse parti del mondo, se non erro, ma dovrei controllare, soprattutto dall’Europa dove, e di questo ne sono sicuro, né i sovietici né i nazisti adottarono comportamenti di ampie vedute nei loro confronti. Può essere utile ragionare sul fatto che, in quelle regioni piccole e spesso non densamente popolate, è sufficiente un discreto flusso migratorio a far cambiare di molto le percentuali di abitanti fra i vari gruppi etnici. Si pensi a quello che è accaduto negli anni che precedettero la guerra civile libanese, in quel caso fu il flusso di profughi palestinese in fuga da Israele ad alterare gli equilibri politici di quel paese. La popolazione ebraica in Palestina passò con tempo da minoranza a maggioranza, e quella palestinese di religione islamica si trovò praticamente “invasa” (si notino le virgolette, il termine non ha alcuna connotazione militare). Un fatto storico molto importante, e se vogliamo ironico, è che il primo attentato terroristico della storia fu proprio organizzato da alcuni ebrei sionisti contro un albergo di Gerusalemme (Hotel King David) nel 1944 contro gli inglesi che al tempo governavano la regione. Come tutti sappiamo, nel 1948 (il 15 maggio) l’ONU decretò lo stato d’Israele, se vogliamo fare i pignoli, gli israeliani lo avevano proclamato unilateralmente già il giorno prima (chissà se questa decisione ha poi influenzato la decisione al Palazzo di Vetro).

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 14/09/2012 - 12:37

Ausonio Ven, 14/09/2012 - 12:05, lei è proprio un esperto in falsificazione storica, ha forse fatto degli studi appositi? Adesso di inventa quest'altra storiella: "L' attacco giapponese a Pearl Harbour era pienamente giustificato dall' embargo su petrolio e acciaio messo in atto dagli USA contro il Giappone." Anzi tutto nessun attacco è mai giustificato da pretese economiche, come fa lei con Pearl Harbour. L'Embargo economico verso il Giappone lo sa perché fu messo? Per l'invasione della Cina da parte del Giappone e del noto massacro di Nanchino che fece rivoltare lo stomaco perfino ad un dirigente nazista che si trovava in loco, il ché è tutto dire. I Giapponesi furono i primi in assoluto ad iniziare la Seconda Guerra Mondiale, proprio con l'aggressione alla Cina. Gli americani, come al solito, misero in atto delle rimostranze economiche nel tentativo di far recedere il Giappone, mentre avrebbero fatto bene a tirargli subito le atomiche sulla testa. Errore che stanno ritornando a ripetere con l'Iran oggi, e che hanno già ripetuto con i terroristi islamici, permettendogli di fare l'attentato del 11 settembre 2001.

Ausonio

Ven, 14/09/2012 - 12:41

stock47 bravo. Allora lei tolga all' Italia il diritto a importare petrolio e mi dica se mettere in ginocchio un paese privandolo di capacità industriale non è un atto di guerra... ma per favore.... Ho appena letto della giustificazione delle atomiche. Credo di non aver più nulla da dirle.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 14/09/2012 - 12:57

Wake me up when...Ven, 14/09/2012 - 12:27, mi spiace ma lei non è informato sugli avvenimenti di quei luoghi. Le consiglio l'articolo di Emanuela Crespi, pubblicato su cronologia (vedi fondo pagina), in cui si spiega tutto il quasillibus e imbroglio fatto ai danni degli israeliani. Tra l'altro le ricordo che il Mandato Britannico, dato dalla conferenza di pace tenutasi a San Remo nel 1922, assegnava agli israeliani l'intero territorio del Mandato Britannico, territorio per lo più disabitato da musulmani che, però, quando gli islamici lo seppero si affrettarono ad invaderlo, facendo nascere così la Giordania, inesistente prima e assegnata ad un fratello del sovrano saudita. La malafede degli inglesi le dovrebbe essere nota, non per niente Mussolini la chiamava la perfida Albione. Malafede che si esplicò pure nell'immigrazione incontrollata, come può leggere dall'articolo della Crespi. http://cronologia.leonardo.it/storia/tabello/tabe1630.htm

andrea24

Ven, 14/09/2012 - 12:59

pasquale.esposito Sono i porcilai americani che hanno fomentato i gruppi terroristici.Te lo deve dire l'ONU? In Somalia ad esempio,dove gli USA andarono per colpire le coorti islamiche,con la scusa di AlQaeda,hanno in realtà contribuito a fomentare,pur non volendo,quei gruppi legati ad una organizzazione(tristemente nota)che,neppure forse terroristica all'inizio,e con scarsissimo e quasi nullo seguito da parte della popolazione,e che venne vista poi come resistenza.E' inutile poi pensare alle zone africane(come pure la Nigeria) senza fare riferimento alla polveriera di interessi e divisioni,di potere e di contrasto e soprattutto corruzione persino tra gli Stati confinanti.Creare una brodaglia per fare poi i politicanti in Italia non serve a nulla.Fai prima a prendertela con il "sistema",perché raschiare solo la vernice non serve a nulla.Non è poi forse vero che il Kenya,per esempio, è interessato ad alcuni lidi che non gli appartengono?

FRAGO

Ven, 14/09/2012 - 13:04

Caro AUSONIO, credo che hai delle idee confuse. Forse gli USA dovevano e erano obbligati a vendere l'acciaio e quant'altro al Giappone? Non credo che ci sia obbligo giuridico, divino o altro di costringere una nazione a vendere quando non lo vuole. Con il tuo ragionamento avresti giustificato un attacco dei paesi occidenteli contro il modo arabo negli anni sessanta quando hanno posto l'embargo del petrolio. Se è così dillo chiaramente e solo una questione di coerenza. Quanto allo stretto di HORMUZ anche qui si rivela la tua scarsa conoscenza geografica, la sua chiusura non blocca le esportazioni IRANIANE, cosa che loro sono liberi di fare non vendendo il loro petrolio, e nessuno gli dice niente, ma bloccano le esportazioni di altri paesi, ti sembra giusto! Se si dillo chiaramente. Quando scrivo cerco di essere coerente.

alberto_his

Ven, 14/09/2012 - 13:20

@stock47: come già ricordato da altri commentatori, il fatto che la presenza ebraica in zona sia citata da secoli non ha alcun valore. La storia si evolve e i luoghi appartengono a chi ci vive senza diritti pregressi. I palestinesi (filistei) potrebbero anche non esistere, ma anche il popolo ebraico in quanto ethnos unico non esiste, come mostrano le ricerche di Shlomo Sand. Solo la minima parte di loro è riconducibili alle tribù che vivevano in quella striscia di terra e hanno quindi origini semitiche; gli altri (per altro quelli che sostengono il sionismo in maniera più spietata) sono turco-altaici convertiti.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 14/09/2012 - 13:33

Ausonio Ven, 14/09/2012 - 12:41, che fa? E' sordo o non sa leggere? Ho scritto che il Giappone invase la Cina dandosi a massacri vari, fu questo il motivo dell'embargo USA che lei addirittura prende a giustificazione per l'ulteriore aggressione dei giapponesi pure agli USA oltre che alla Cina. Si goda il documento storico sul massacro di Nanchino, dura poco più di un ora e 17 minuti, lei è proprio come i giapponesi di allora, che fecero venire il voltastomaco perfino a un dirigente nazista che si trovava sul posto, salvò migliaia di cinesi ed é addirittura considerato un eroe dai cinesi anche oggi, e che addirittura protestò con Hitler sul fatto, cosa che non ebbe seguito perché Germania e Giappone erano legati nella triplice alleanza d'acciaio. http://video.google.com/videoplay?docid=4920138942953644691&hl=en#

aquiladellanotte55

Ven, 14/09/2012 - 13:36

Di Luttwak condivido praticamente tutto, sono invece sorpreso piuttosto spiacevolmente dei commenti di alcuni forumisti che mentre difendono a spada tratta i diritti dei poveri indifesi mussulmani, giustificano qualsiasi azione violenta fatta contro gli americani, che evidentemente per costoro sono la causa di tutti i mali dell'universo. gli ebrei se non esistessero bisognerebbe inventarli perchè il livore nei loro confronti è talmente estremo che difficilmente gli pseudo pacifisti troverebbero un nemico altrettanto assoluto su cui inveire

alberto_his

Ven, 14/09/2012 - 13:43

@Luigi Farinelli: ottimo commento, quoto in toto eccetto il ruolo dell'Islam destinato, secondo lei, a completare la distruzione della cristianità nell'immediato. Il progetto è già da ora anti-islamico e rientra in un disegno più ampio per il controllo dell'area medio-orientale e nord-africana in cui ci sono le fonti dello sviluppo economico e della supremazia politica nell'immediato futuro. A queste si aggiunge un ruolo maggiormente comunitario e responsabile della finanza islamica secondo la Sharia che va in aperto contrasto con i principi pirateschi ed elitari della tradizione giudaico(-cristiana) propagandati dalla banda del Rossoscudo.

Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 14/09/2012 - 13:54

Grande, Luttwak, in particolar modo quando definisce i dittatori mediorientali come "barbari che governano selvaggi", le mie esperienze di lavoro nei paesi arabi mi avevano fatto arrivare alle stesse conclusioni. Al posto dell'intervistatore non avrei parlato della Turchia ma del Libano, lì, grazie al fatto che i cristiani sanno farsi rispettare, anche a cannonate se è il caso, la democrazia funziona.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 14/09/2012 - 13:55

alberto_his Ven, 14/09/2012 - 13:20, anche a lei consiglio la lettura dell'articolo di Emanuela Crespi su Cronologia. La parte che le può interessare si trova in fondo alla pagina del sito. http://cronologia.leonardo.it/storia/tabello/tabe1630.htm

Fabius

Ven, 14/09/2012 - 14:05

chi manifesta nelle piazze, brucia le bandiere, lincia gli stranieri... è gente sostanzialmente ignorante che non sa quanto avviene a 500 metri da casa propria. Nessuno si era accorto di quel film finché il reverendo Jones non ne ha organizzato una visione per i suoi fedeli e allora cosa accade? Tac! Qualcuno spinge il bottone del telecomando e migliaia di fanatici si gettano nelle strade assetati di vendetta cieca e brutale. Anche dopo lo stupido gesto di Calderoli con la sua maglietta con su le vignette su Maometto. Telecomando in mano a pochi che sobillano migliaia di persone e la fanno istantaneamente scendere in piazza in cerca di sangue. Ciò dimostra che ragionare con la propria testa non è una caratteristica diffusa in quegli ambienti e che, anzi, c'è molta facilità di manipolazione delle masse. Non in un solo paese tra l'altro, ma in molti e anche al di fuori dei confini islamici. Quando l'Italia verrà islamizzata, cari benpensanti ipocriti calabraghe, io sarò già lontano e purtroppo dire "Ve l'avevo detto" non mi darà grande soddisfazione...

onofri

Ven, 14/09/2012 - 14:11

Alex Biffi : che io abbia le idee confuse in fatto di Islam è puro Vangelo. e il bello è che al di la di una semplice superficiale curiosità non ho il minimo interesse ad approfondire. Provai a leggere qualcosa della bibbia, ma presto mi accorsi che in quel libro c'è scitto tutto, e dopo una pagina il suo esatto contrario. Immagino non sia molto diverso per il corano. Se ho dato l'impressione di credere che l'Islam fosse una religione pre-esistente, me ne scuso. So che è posteriore al cristianesimo di qualche centinaio d'anni. Però l'età di una fede non ne aumenta automaticamente la credibilità. Altrimenti dovremmo rivedere anche i culti polideistici pre-cristiani. Dai celti in su. Del resto il cristianesimo è un pout pourri di credenze pre-esistenti. Pensi che festeggiamo la nascita di Gesu nel giorno del Sol Invictus dedicato a El Gabal+Mitra+Sol. Parafrasando qualcuno più saggio di me credo che Dio sia un pò troppo importante e complicato da lasciarlo in mani umane.

Ritratto di Riky65

Riky65

Ven, 14/09/2012 - 14:20

Da secoli è inutile dialogare con L'islam! Ci svegliamo o no da questo torpore ?

onofri

Ven, 14/09/2012 - 14:26

FRAGO, frago, frago...se i persiani non vendono il loro petrolio alla cina (e per portarglielo devono passare da quelle parti li) non avranno valuta corrente per pagare le armi di cui hanno bisogno, le medicine, le vettovaglie e cosi via. Nessuna Nazione al mondo è completamente autosufficiente. L'Iran meno di tante altre.

onofri

Ven, 14/09/2012 - 14:29

...e la cosa bella è che stiamo qui a commentare le opinioni di un tizio che fino a pochi anni fa girava per il mondo catodico GIURANDO E SPERGIURANDO che era giusto invadere l'Iraq perchè li le armi di distruzione di massa erano fin'anche sul comodino di Saddam. Ma nessuno si ricorda di quel tizio (Powell ???) che all'ONU faceva girare una presentazione con migliaia e migliaia di PROVE dell'esistenza di armi di distruzione di massa in Iraq ?

aquiladellanotte55

Ven, 14/09/2012 - 14:32

Comunque portiamo pazienza, quando il corano farà parte dei libri di testo scolastici non perderemo più tempo a scrivere le nostre inutili opinioni......

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 14/09/2012 - 14:34

Senza scomodare Luttwak, bastava dare ascolto ad Oriana Fallaci.

macchiapam

Ven, 14/09/2012 - 14:40

Luttwak ha mille ragioni; ed è incredibile che, invece, tanta gente insista a pensare che l'Islam è una religione "d'amore". Basta leggere il Corano per capirlo, e ricordare il commento che ne fece Voltaire. Il punto è - e quasi tutti faticano a capirlo - che l'Islam non è soltanto una religione, ma anzitutto una dottrina politica, in nulla diversa dal nazismo. E ne sono prova gli stretti e cordiali contatti intrattenuti dal regime nazista col Gran Muftì di Gerusalemme. E' perciò indispensabile, a tutela della democrazia, di estendere all'Islam "politico" le stesse norme che puniscono il nazismo e il fascismo. Il resto sarà ipocrisia suicida.

lisanna

Ven, 14/09/2012 - 14:41

I media oltre che la politica sono complici della disinformazione sull'Islam. Il politically correct si applica solo a loro: si offendono e non bisogna urtare la loro suscettibilità religiosa. .Ma abbiamo già perso da quando nessuno si è opposto alle prime censure sulla libertà di parola, alle fatwe, e alle uccisioni. l'Europa ( ma la vedi la ministra degli "Esteri" ?) dovrebbe imporsi e chiedere prima di tutto la reciprocità.Invece cosa si fa a ogni eccidio di cristiani? Si deplora e si cerca il dialogo. Poi Obama. Mani tese. L'Islam è buono. E aveva appena detto che l'America è più sicura ! Io sono e resterò dell'idea che con L'islam non ci potrà mai essere dialogo alla pari.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 14/09/2012 - 14:46

Gheddafi, Saddam, Mubarak per i loro paesi erano l'anello di congiunzione tra il mondo islamico e il non islamico, ed è sbagliato giudicare con la nostra sensibilità come viene mantenuto l'ordine pubblico dei loro paesi. Specialmente gli anglo-americani hanno sbagliato completamente a eliminare tali interfacce, e il solito Napolitano ha sbagliato ancora di più ad assecondarli. Piuttosto era più utile passare attraverso le loro dittature senza interferire coi loro popoli. Infatti coloro che prenderanno i posti dei dittatori abbattuti, per tenere le piazze impazzite, dovranno essere ancor più severi e sanguinari.

andrea24

Ven, 14/09/2012 - 14:49

Per Onofri Non cominciare a fare i soliti predicozzi anticristiani.E' possibile che non ci sia qualcuno che non colga per strumentalizzare al fine di portare le acque ai propri mulini ideologici?Cordialmente.

andrea24

Ven, 14/09/2012 - 14:52

Per Fabius Non ti accorgi che c'è tanta manipolazione anche a casa nostra?

andrea24

Ven, 14/09/2012 - 15:02

Per Ausonio Gli amici dei nazisionisti non hanno avuto modo di vedere una foto di cui i media di regime non parlano ed in cui si vede una ragazzina palestinese bendata,inginocchiata e schiava di quattro farabutti dell'IDF impuniti e ridenti. Solo una parte di quello che succede da quelle parti,ringraziando coloro che si prodigano nel fare riconoscere determinate realtà,che neppure i media nostrani(falsamente filo-palestinesi per beoti)riescono a raccontare con lo stesso ritmo ed intensità con cui si riescono a raccontare altre cose che fanno comodo al marketing imperialista.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 14/09/2012 - 15:06

#andrea 24. Sono, i porcilai Americani che ti proteggono; in modo che tu puoi scrivere tante ciance su questo blog!. O, forse credi che sono stati i musulmani a far crollare il muro di Berlino,per liberarci dalla paura del comunismo ?!. Forse, dovresti ripassare un po di storia invece di raccontare minkiate qui su questo blog, se fosse per i tuoi amici musulmani tu a quest,ora dovresti camminare con un turbante e metterti con il KULO divaricato verso la Mecca tu é la tua famiglia!. Tu, parli come un ideealista é non come uno che vive nel III millennio, pretendi un mondo perfetto mentre i tuoi amici musulmani ammazzano e saccheggiano o prendono ostaggi per ricattarci. Mi, parli dell;ONU, dove le Nazioni Islamiche negano ad Israele il diritto di esistere, come se loro avessero comprato Dio e tutto il Mondo, stai attento che il tuo punto di vista é talmento distorto che rischi di essere preso in giro da tutti!.

andri75

Ven, 14/09/2012 - 15:26

Chiedere a Luttwak cosa ne pensa dell'Islam e' come chiedere a Mahmud Ahmadinejad cosa ne pensa di Israele. Non ho nessun tipo di simpatia per qualsiasi tipo di religione ma i commenti fatti sull'Islam mi paiono assolutamente parziali, con l'utilizzo strumentale di alcuni fatti parziali che diventano realta' assolute. La fede ideologica del Sig. Luttwak peraltro non mi pare inoltre meno integralista della frangia, peraltro molto limitata, di integralisti all'interno del mondo dell'Islam che il suddetto vorrebbe far passare per la totalita' del mondo arabo che il suo Paese da anni lotta per conquistare.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Ven, 14/09/2012 - 15:27

Onofri: Luttwak non ha mai perorato l'invasione dell'Irak. Informati prima di scrivere co@@glionate megagalattiche. Luttwak nei suoi commenti é semprestato franco, lucido e coerente. Ultimamente ha fatto una analisi lucidissima su quella specie di giustizia che abbiamo in Italia: siamo alla mercé di alcuni PM i quali il Diritto lo hanno messo assieme alla carta igienica, ed una stampa prona e lecchina in loro favore.

40SW

Ven, 14/09/2012 - 15:37

Fondiamo un partito anti islam

onofri

Ven, 14/09/2012 - 15:37

Bartuldin ... no comment !

Mario-64

Ven, 14/09/2012 - 15:39

"Barbari che governano selvaggi" ,le parole di Luttwak fotografano la situazione come meglio non si potrebbe. D'altronde se dal Marocco allo Yemen l'unica democrazia e' Israele ci sara' un motivo...

andrea24

Ven, 14/09/2012 - 15:43

pasquale.esposito Ma stia zitto per piacere.Non rispondo alle provocazioni di sproloquiai(cresciuti?),poiché non è generalmente il mio stile.Continuate con le vostre brodaglie,che vi rispecchiano bene.

onofri

Ven, 14/09/2012 - 15:46

Non me ne frega niente di Vicenza. A Vicenza abitano 4 perone, 3 dei quali hanno più di 90 anni. E poi la base di Vicenza non è neanche praticamente una base. Non inquina, non fa rumore. Non ci sono aerei che decollano. Dal mio punto di vista tutti quelli che si lamentano a Vicenza sono degli sporchi comunisti. Perché il governo italiano e le autorità hanno detto sì alla base e ora loro vogliono far baccano, anche se questi soldati sono del tutto innocui. è come avere dei turisti. (dal documentario "Standing Army")

Ritratto di piepann

piepann

Ven, 14/09/2012 - 16:37

Veramente fantastico! Luttwak ha pienamente ragione, dicendo moltissime cose che tutti pensano

eovero

Ven, 14/09/2012 - 16:43

chi non l'ha' ancora letto se lo legga "la forza della ragione" la fallaci non sbagliava mai!!!

FRAGO

Ven, 14/09/2012 - 17:03

Per ONOFRI, non capisco il rimbrotto, forse non mi sono spiegato, sono gli IRANIANI che minacciano di chiudere lo stretto di HORMUZ, non mi risulta che io abbia detto che non possono vendere il loro petrolio a chi gli pare e con quei soldi fare quel che vogliono. Anzi l'esatto contrario sono loro, IRANIANI, che vogliono impedire agli stati che sono dipendenti da tale passaggio il libero commercio, con la chiusura militare dello stretto.

graffias

Ven, 14/09/2012 - 17:03

Alla lucida analisi di Lutwack purtroppo per noi italiani rispondono i vari Onofri, Pisapia , Riccardi e molti ...troppi altri. Oriana Fallaci , quel che dice Lutwack, lo ha detto e ripetuto più volte,ma è stata sempre accusata di fanatismo ed esagerazione. Speriamo che i nostri governanti capiscano finalmente che razza di guaio sia l'Islam e prendano adeguate misure.

pietrom

Ven, 14/09/2012 - 17:18

Caro Luttwak, sono di solito d'accordo con lei. Ma stavolta mi sembra eccessivamente ottimista...

mariolino50

Ven, 14/09/2012 - 17:18

Massimo Bocci Ma infili i comunisti dappertutto, anche dove non ci incastrano una sega, per domare questi qui invece un pò di metodo baffone male non farebbe, la Siberia è enorme e loro al freddo non sono abituati.Te li devi scordare, purtroppo i comunisti sono spariti anche dalla Cina.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 14/09/2012 - 17:20

Bisogna creare una specie di muro di Berlino tra l'Italia e l'oriente. Cacciare tutti dalla nostra nazione e rimpatriare tutti i nostri connazionali. I nostri che fanno commercio devo sacrificarsi e tornare in Italia. Pazienza per i contratti petroliferi e per le attività commerciali. Dobbiamo isolarci. Luttawk ha ragione, nessun rapporto con chi è di cultura islamica. Muro tra noi e l'Africa, a noi il loro petrolio non serve e pazienza se avremo qualche disoccupato in più, però sono loro che hanno bisogno dei nostri soldi e non noi del loro petrolio.

Raoul Pontalti

Ven, 14/09/2012 - 17:39

Mario Galaverna ed altri spesso accusano gli islamici di praticare la doppia verità. Ma Luttwak? Che afferma da un lato che bisogna essere diplomatici, cauti e moderati con gli islamici e dall'altro che tra noi occidentali non ci dobbiamo prendere in giro (ossia possiamo e dobbiamo dire peste e corna degli islamici) "almeno con le parole" . Alla faccia dell'onestà! Tra l'altro con le parole non possiamo prenderci in giro ma con i fatti sì ed è esattamente quello che facciamo da sempre...

Ritratto di Aulin

Aulin

Ven, 14/09/2012 - 18:02

Giusto per puntualizzare, Luttwak non ne ha mai sbagliata una. Il 19 marzo 2003, sostenendo una rapida guerra risolutiva disse: "Le truppe angloamericane entreranno in Iraq dal Kuwait, mentre gli aerei bombarderanno senza pausa. Bassora cadra' dopo 24 ore, Baghdad dopo 96. La capitale non diventera' una nuova Stalingrado. E Saddam non usera' armi chimiche. Entro una settimana il paese sara' liberato. Il difficile viene dopo." Le operazioni infatti durarono poco di più: 15 giorni. Il 18 agosto 2004 dichiarò: "E' tempo di ritirarci, o quasi". La minaccia di un ritiro USA accelererebbe la stabilizzazione. Ovviamente non lo ascoltarono. Quanto all'attacco in Libia, lo definì all'epoca "una guerra irrazionale". Anche stavolta gli USA non lo ascoltarono.

Raoul Pontalti

Ven, 14/09/2012 - 18:38

"Gli islamici sono incapaci anche nella violenza" e allora di che ci preoccupiamo? Il razzista Luttwak ci ha illuminati e possiamo stare tranquilli. Dialogo con l'islam? Certamente no perché chi balbetta poche nozioni in croce ed è analfabeta per quanto riguarda i valori spirituali come oggi l'Occidente non è certo in grado di dialogare con chi continua a coltivare certi valori. Concordo in gran parte con Luigi Farinelli, dissentendo sul fatto che l'islam ci sarà imposto: l'islam si imporrà "naturalmente" per ragioni demografiche senza bisogno di ricorrere a conversioni forzate e inoltre oggi sono più i battezzati che si convertono spontaneamente all'islam degli islamici che abbracciano la fede cristiana (o altra fede). Da ultimo: il dialogo con gli islamici riguarda i credenti, non i politici e quindi gli Stati, che invece si rapportano tra loro. Gli USA non dialogano forse con Arabia Saudita, Qatar, Giordania, Indonesia, Pakistan (ora con qualche problema), Egitto, Turchia, etc. o Luttwak intende che il loro il rapporto con gli USA debba essere solo di sudditanza dove al posto del dialogo ci sono gli ordini degli Yankees cui gli "islamici" possono rispondere solo "yes sir"?

Ritratto di Tora

Tora

Ven, 14/09/2012 - 18:49

Il Signor Luttwak esprime sempre concetti chiari, fuori da ogni retorica e colmi di buon senso. Lasciamo che i popoli arabi trovino la loro dimensione e utilizziamo tutte le risorse ed energie per risolvere i nostri problemi.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Ven, 14/09/2012 - 19:00

galaverna prima di tutto dovresti imparare a scrivere l'italiano,poi dimmi come i turchi hanno influenzato la Germania,credi che i turchi che ci sono qui vanno a pulire i vetri delle auto come in Italia?I musulmani che vivono in Germania rigano dritto piu'dei tedeschi ,fanno presto qui a rispedirli al loro paese se non rispettano la legge.

Ritratto di scappato

scappato

Ven, 14/09/2012 - 19:25

Abandonando il "politically correct" vorrei fare un commento su due cose. Una riguardo agli italiani filo islamici e una sulle donne italiane che si convertono all'islam. Ma si può' essere più' fessi di così?

malinconico

Ven, 14/09/2012 - 19:25

Cari signori, noi li lasceremo anchere cuocere nel loro brodo. Il problema e' che loro non ci lasciano cuocere nel nostro ma vengono a fare gli straccioni prima, poi i terroristi da noi. Io ricordo ancora a londra da ragazzino di essere entrato in un negozio arabo per chiedere direzioniper il centro citta'. Mi ha chiesto la nazionalita' e poi mi ha mandato nella direzione OPPOSTA di proposito.

malinconico

Ven, 14/09/2012 - 19:28

Per i cervelloni che hanno ridisegnato il sito del GIORNALE: buon senso vuole che gli ultimi commenti appaiano come i primi sotto l' aticolo. L' avevate azzeccata con il vecchio sito. Cosa e' successo?

Achille

Ven, 14/09/2012 - 20:09

x onofri Se piove la colpa è di Berlusconi, se nevica la colpa è di Berlusconi, la crisi mondiale l'ha creata Berlusconi, se c'è la rivolta araba la colpa è di Berluconi. Ma quando d'Alemmmmm (Dalema) andava a braccetto con gli Hezbollah ma tu dove cazzi eri? Voi comunisti, giudici di sinistra o quel deficiente di buttiglione (spread a 100 punti) o anti-Berlusconiani andate avanti così, con questa cultura degli anti, avete fatto la ricchezza di portare voti al signor berlusconi. Avete l'intelligenza come un grande 0!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 14/09/2012 - 20:46

galaverna prima di tutto dovresti imparare a scrivere l'italiano Capperi, abbiamo uno della Crusca. Ma lei si legge? E così in crucchilandia i turchi rigano dritto altrimenti aria? Probabile. Ma dopo essere stati convinti con le molotov. Egregio il web dice che avete fior di problemi coi turchi e l'Erdogan ha proibito loro di assimilarsi con voi, cioè di mantenere la loro identità MUSULMANA. 17 ott 2010 – BERLINO - Più della metà dei tedeschi, il 58,4%, ritiene che occorre restringere considerevolmente la pratica dell'islam in Germania. Sbaglio o la Merkel ha dichiarato fallito l'esperimento del multiculturalismo?

giottin

Ven, 14/09/2012 - 20:57

Giusto, è quello che peso anch'io e l'ho detto e scritto più volte: chiudere le frontiere e mandare via tutti quelli che clandestinamente sono arrivati qui. Il problema è che ci sono troppi buonisti che la pensano diversamente: brutta razza quella araba. Altro grave problema è che ormai noi ne siamo invasi e non ce la caviamo più, da parte mia mai più un aiuto a questi invasori, ormai così bisogna chiamarli, a nessuno né a chi vende robaccia né a chi chiede elemosina.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Ven, 14/09/2012 - 21:28

Sinceramente non mi sembra che dica niente di speciale alla fine e non capisco perché mi abbiano censurato il messaggio. Comunque al di la' del fatto che Luttwak sia noto per essere un falco (e lo è), in questo articolo dica delle cose abbastanza condivisibili (dico abbastanza per motivi da chiarire dopo). Praticamente dice di lasciarli stare e evitare di andare a provocarli, non mi pare che stia sostenendo una posizione di confronto/scontro. Che oggi l'islam sia radicalizzato in quasi tutti i paesi islamici è un dato di fatto (ma ci sono eccezioni: Giordania e Siria, almeno fino a quando resisterà) e per nulla al mondo in questo momento vorrei andare in un paese islamico. E' anche vero che quando si sono dovuti autogovernare, gli islamici hanno sempre o quasi fallito. Detto questo, nel discorso di Luttwak manca la prospettiva storica. Intanto si dovrebbe ricordare che in questo momento nel mondo islamico dopo le cosiddette "primavere", sta prendendo piede una guerra tra islamici wahabiti e tutto il resto dell'islam. I wahabiti considerano nemici dell'islam tutti quelli, islamici compresi che sono contro l'interpretazione più rigida e integralista del jihad. I wahabiti, nella LIbia "liberata" stanno facendo saltare tutte le tombe dei santi sufi, perché per loro sono idloatre. Imporranno presto il jihad e la sharia (nella sua forma più dura) a tutto ilresto della popolazione in Libia, questa è la verità. Detto questo, se i wahabiti sono la parte più intollerante e violenta dell'islam, vorrei che qualcuno, magari Luttwak stesso, mi spiegasse per quale motivo gli Usa sono loro alleati in Siria, dove milizie wahabite stanno in tutti i modi cercando di distruggere il regime siriano (uno dei regimi islamici più tolleranti esistenti. I cristiani in siria sono rispettati a differenza di quello che avviene in altri paesi), per ripeter l'esperienza fatta in Libia. Poi sempre Luttwak vorrei che mi spiegasse come mai i principali finanziatori dei wahab e di al-qaeda, cioé la dinastia Al-Saud, è il maggior alleato Usa in medio oriente. Allora, la domanda che si doveva porre a Luttwak è se le cose stanno come dici tu, perché gli Usa si comportano nel modo esattamente contrario a quello che dovrebbero fare in quell'area per evitare di dare fuoco alle polveri? Non è un problema di dialogo o mica dialogo... il problema è capire perché sono proprio gli Stati Uniti che, NEI FATTI armano e si fanno appoggiare (o appoggiano, non è chiaro) la parte dell'islam in assoluto più violenta integralista e pericolosa. Oh, alleato di quella gente che ha devastato la Libia, sta distruggendo la Siria e finanzia (l'Arabia Saudita) al qaeda sono gli Stati Uniti, non sono mica io....

vfangelo

Ven, 14/09/2012 - 21:52

Speriamo che le parole del Prof.Edward Luttwark vengano ascoltate da questi babbuini,finti pietosi e incurante dei nostri poveri che mangiano alla caritas o addirittura rovistano nella spazzatura,ma i "signori" della sinistra i particolare la Livia Turco e il volontariato che,non fanno niente gratis.Mi piacerebbe capire cosa hanno di speciale gli stranieri,e perche i nostri poveri non vengono aiutati.Oltretutto come è possibile aiutare persone che, se potessero ucciderebbero tutti i cristiani. E'molto difficile capire certi Italiani,o forse sono talmente ignoranti da non capire che alimentano un grosso pericolo per i nostri giovani del domani,già si vede la baldanza e l'arroganza con le persone che osano contrastare la loro mentalità fanatica. La stesso,il problema ROM che sporcano le nostre città.Come è possibile che nella loro patria (ROMANI) non gli è concesso niente,ma quì tutto è permesso,uccidere,rubare,prostituirsi,spargere immondizie prelevate dai cassonetti e venderli nelle piazze di Napoli, (stazione stazione centra dove arrivano i turisti )si può essere così imbecilli da farsi distruggere l'immagine della città di Napoli? Che già di per sè è rovinata.

giottin

Ven, 14/09/2012 - 22:33

@gzorzi. Lei è come quel famoso trio napoletano molto in auge qualche anno fa, si chiamavano i "trettre", ha presente? Uno di loro sparava cazzate e gli altri lo deridevano per quello che diceva allora il primo non sapendo ribattere affermava con accento napoletano: eh, volevo partecipare! Lei è uguale.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Ven, 14/09/2012 - 23:28

LAMWOLF PASSERANNO INVECE ANZI SONO GIA' PASSATI L'OCCIDENTE E GIA' PIENO DI MUSULMANI. luttwak e' il tipico guerrafondaio yankee. claudio 52 perche' non vai a vedere quanti musulmani, donne, bambini ecc sono stati massacrati durante le crociate in nome di Cristo dicevano loro.

graffias

Sab, 15/09/2012 - 01:03

Al Professor Lutwack mancava solo una qualifica di razzista ..... ci ha pensato Raul Pontalti ad affibbiargliela . Sono comunque in parte concorde con le teoria sulla vittoria islamica supportata dall'incremento demografico delle conigliere musulmane infatti a questo dovrà pensare l'occidente espellendo tutti i musulmani che non dovessero integrarsi con la società che li ospita(imprudentemente) e respingendo qualsiasi tipo di immigrazione dal nordafrica . Ora mi beccherò del razzista da Pontalti e simili ,ma la cosa non mi spavente.

ArabRevolution

Sab, 15/09/2012 - 04:13

Che simpatico Luttwak! Lavora per la stessa banda che sta dietro alla produzione di questi film, stessa banda che ha creato Alqaeda e company, che VUOLE creare lo scontro di civiltà (finita l'Unione Sovietica come distrarre le pecore?) e poi viene a dirci che non si può dialogare con l'Islam, ma che strano! Perchè invece il caro Luttwak non dice che il prodotto americano Alqaeda, oltre ad aver rovinato gli arabi, sta rovinando anche l'America o non solo? A sentirlo si direbbe che il cittadino medio arabo va a bruciare le ambasciate e a uccidere ambasciatori, infatti è ben noto che il cittadino medio arabo ha gli RPG come il tizio nella foto dell'assalto a Bengasi!

Nadia Vouch

Sab, 15/09/2012 - 07:28

Vista la nostra posizione geografica, come facciamo a distinguere tra tutti coloro che arrivarono e continuano a giungere da noi, quali sono integralisti? Perché non tutti lo sono. In che rapporti sono tra loro le varie comunità qui giunte? Intendo dire che una cosa è osservare dall'esterno un'intera area. Altra cosa è starci dentro quella stessa area. Parlare si può all'infinito. Tuttavia, credo sia evidente che non c'è una vera integrazione tra occidentali e islamici, speso perché sono proprio gli islamici ad isolarsi.

puntopresa10

Sab, 15/09/2012 - 09:09

è tutto tempo perso con i musulmani,sono arroganti,inaffidabili,loro stanno bene con i loro cammelli,si sono ritrovati con una risorsa immensa il petrolio,ma il problema è che questa risorsa è in mano all'1% di super ricchi,tutti gli altri sono morti di fame,i benpensanti tirano fuori la solita fregnaccia del colonialismo e tutti noi altri ci siamo cascati e allora giù vagonate di soldi.Il fatto è che senza noi occidentali che gli diamo la tecnologia questi merdaioli andrebbero nuovamente a cagare e pisciare nel deserto.

puntopresa10

Sab, 15/09/2012 - 09:09

è tutto tempo perso con i musulmani,sono arroganti,inaffidabili,loro stanno bene con i loro cammelli,si sono ritrovati con una risorsa immensa il petrolio,ma il problema è che questa risorsa è in mano all'1% di super ricchi,tutti gli altri sono morti di fame,i benpensanti tirano fuori la solita fregnaccia del colonialismo e tutti noi altri ci siamo cascati e allora giù vagonate di soldi.Il fatto è che senza noi occidentali che gli diamo la tecnologia questi merdaioli andrebbero nuovamente a cagare e pisciare nel deserto.

pgbassan

Sab, 15/09/2012 - 09:53

Netto e chiaro. Che altro? --> Massimo Bocci: grande e ironico. --> onofri: miseria a tonnellate. Non riesci a uscire dalla fogna dell’antiberlusconismo. Poveretto.

vince50_19

Sab, 15/09/2012 - 11:01

Daccordo con Luttwak! Oltretutto come si fa a dialogare fattivamente con un califfato come l'Arabia Saudita in cui la democrazia è inesistente, le donne non possono avere proprietà, un conto in banca, richiedere personalmente il passaporto o la carta d’identita’ (deve farlo il marito/padre/fratello), andare all’estero od entrare in un ministero o in posta se non accompagnate da un uomo, lavorare se non esclusivamente nella sanita’ ed educazione? Giusto per citare alcuni episodi.. Proprio l'Arabia che, nel 1981, fece stilare la carta musulmana dei diritti dell'uomo (in contrapposizione alla nostra di Helsinki) che è un coacervo di illiberalità più che palesi. Questa gente è meglio evitarla, se possibile.

danutaki

Sab, 15/09/2012 - 11:27

"Deus le volt" ! Ma prima di lanciare, 10 secoli dopo, una nuova crociata, cominciamo ad offrire merci di scambio: antibiotici contro petrolio....medie tecnologie, acqua, contro petrolio...chissa' !

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 15/09/2012 - 11:33

#mario galaverna. Egregio, signore non dia retta a FRANCO@TRIER, qui in Germania i Turchi rigano dritto, ma solo quelli che non spacciano la droga, qui hanno creato uno stato nello stato dove i Cristiani é io lo dico apposta i Cristiani e non Tedeschi non possono entrare, loro vivono isolati da tutti solo fra di loro si frequentano e mentre gli altri stranieri che vivono qui di Religione Cristiana hanno contatti e matrimoni con i Tedeschi, loro "I TURCHI"ci disprezzano e ci chiamano GHIAURRI CIOE SENZADIO! TUTTI SENZA ECCEZIONE ITALIANI; TEDESCHI; SPAGNOLI; FRANCESI....! Questo, Franco a Trier non lo dice oppure lo ignora, ma io ho lavorato insieme ai Turchi 43 anni e lo so come sono fatti e mi creda quello che ho visto e vissuto nella fabbrica in cui lavoravo se solo ci penso mi viene da vomitare anche adesso a distanza di anni, questo Franco a Trier non ha mai lavorato fianco a fianco con i Turchi che non si lavavano per mesi e mesi oppure che non si cambiavano mai la biancheria intima. La, cancelliera Merkel ha dichiarato fallito l,esperimento Multikulti perche i Turchi non si vogliono integrare nella societa Tedesca, e questo perche loro ritengono tutte le donne Tedesche delle prostitute, e non solo le Tedesche ma anche quelle Europee!. FRANCO @TRIER; CHIAMA GLI AMERICANI GUERRAFONDAI! FORSE QUESTO E VERO MA LUI DIMENTICA CHE I MUSULMANI UGUALE DOVE VANNO NON SI INTEGRERANNO MAI; LORO VOGLIONO INTEGRARE NOI! E SU QUESTO IO NON SONO D;ACCORDO PERCHE IO NON VOGLIO VIVERE COME AI TEMPI DEI CALIFFI E SULTANI, FORSE QUESTO PIACE A FRANCO A TRIER; MA LUI PUO ANDARE A VIVERE A ISTANBUL!CHE CE NE FREGA A NOI!. distinti saluti. Pasquale.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 15/09/2012 - 12:50

@lulloferrari Ma se dobbiamo emarginarli o confinarli, mandarli indietro i nostri che stanno lì con contratti che dovrebbero fare? E i nostri industriali? E l'Eni? Loro dovrebbero restare lì rispettati con i loro crocifissi nei loro studi? Dovrebbe spiegarcelo Luttwak. Magari gli USApossono fornire petrolio a tutto il mondo con le loro riserve infinite. Speriamo che gli arabi non chiudano i rubinetti, altrimenti altro che la crisi attuale.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Sab, 15/09/2012 - 13:55

Luigi Farinelli lui parla della sua democrazia quella tipica yankee cioe' che i paesi piu poveri devono essere sottomessi alla USA,come hanno cercato sempre di fare con le armi assoggetare coloro i quali sono piu deboli e vogliono essere indipendenti ,vedi Vietnam Iraq ecc ecc.

GiuliaG

Sab, 15/09/2012 - 17:57

L'occidente deve rimanere coeso di fronte a questa barbarie, anche se Obama con la sua genialata, insieme a francesi e inglesi, ha favorito il cambio di regime per gli estremisti islamici, col sospetto che abbia agito spinto anche dal suo retroterra islamico, oltre che per il petrolio. Però non si può confondere l'Iraq di Saddam Hussein con l'Egitto di Mubarak e la Libia di Gheddafi. Il primo realmente pericoloso, sia nei propositi contro Israele , sia per quel che riguarda i suoi legami coi terroristi palestinesi, che pagava alla morte alle famiglie, che no, sia per i suoi propositi espansionisti da novello Nabucodonosor mai celati. Basta ricordare l'invasione del Kuwait e le atrocità commesse dagli iracheni. Furono i Kuwaitiani a chiedere aiuto. Se non ci fossero stati gli israeliani che a metà degli anni 80 gli hanno bombardato il sito dove, con la copertura della Francia che garantiva, stava lavorando al nucleare, a quest'ora saremmo messi ancora peggio. Luttwak dovrebbe sapere meglio di me che se Bush non avesse attaccato l'Afghanistan dopo settembre 11 sarebbe stato fatto a pezzi dall'opinione pubblica americana. Mubarak non so se potesse essere considerato un dittatore, ma sua moglie era una persona che si è data molto da fare per la condizione delle donne arabe. Gheddafi è stato un terrorista non da poco, ma dopo che Reagan gli aveva bombardato la tenda, ed essere uscito vivo per miracolo, era venuto a ben più miti consigli, tanto da diventare persino collaborativo contro il terrorismo. L'intervento in Iraq poi segnò un ulteriore ravvedimento da parte del rais che temette di fare la stessa fine. Tanto che fu Bush stesso a consigliare al governo italiano, che era perplesso, di dare tranquillamente alla Libia, che non le aveva, le motovedette per il controllo delle coste, nell'ambito del controllo dell'immigrazione clandestina. Accordo poi siglato con Berlusconi e grazie al quale non sbarcava più nessun indesiderato e i centri di accoglienza a Lampedusa erano finalmente vuoti. A me hanno insegnato che chi rompe paga e i cocci sono suoi, così per giustizia tutti i clandestini che stanno sbarcando ora in Sicilia andrebbero mandati direttamente all'inquilino della Casa Bianca, ai francesi e a Cameron. Naturalmente Obama non si era concentrato sulla sicurezza nella sua campagna elettorale, aveva fiducia nei suoi nuovi amici ah ah ah. Prima è stato impegnato con francesi e tedeschi per fare dimettere Berlusconi che era troppo indipendente, e a soddisfare i suoi amici banchieri. Così, noi italiani ora abbiamo un governo di "esperti" non eletti che porterà alla rovina il nostro paese. Gli americani invece si trovano oggi con più morti. Quanto al dialogo con i paesi islamici, se non ricordo male, fu proprio Obama a cercarlo con l'Iran ricevendone, ovviamente, picche, un'umiliazione cercata. Le dichiarazioni di Hillary Clinton che se la prende con chi ha giarato il film sono significative quanto vomitevoli, per la serie: abbiamo calato le braghe e adesso aiutateci.

GiuliaG

Sab, 15/09/2012 - 18:00

@Per Andrea Cuomo, fossi in lei andrei piano a definire la Turchia un paese democratico, da qualche anno in quel paese è vietato Winnie the Pooh...

MahmoudHarri

Ven, 15/02/2013 - 02:52

L'11 Settembre é chiaramente stato organizzato da qualcuno più capace di Mohammed Atta, siccome vi sono state demolizioni controllate nei 3 e ripeto 3 grattacieli crollati quel giorno. Ecco la prova di esperti in esplosivi: http //lmticino.blogspot.ch/2013/02/911-explosive-evidence-experts-speak.html