Israele non aspetta più L'attacco all'Iran dopo il voto americano

Il premier non vuole più rimandare, chiunque vinca Oltreoceano. Teheran sarebbe pronta a testare una carica nucleare sotterranea

A distanza di pochi giorni dalle elezioni americane (anche se si può già votare in anticipo come ha fatto il presidente Obama a Chicago) riaffiora l'incubo per Washington e per Gerusalemme di una azione militare israeliana contro l'Iran. Molto faceva pensare che una intesa fosse stata raggiunta fra Netanyahu e Obama per evitare un attacco israeliano contro l'Iran prima delle elezioni. Ora si ha l'impressione che comunque esse vadano, l'operazione contro Teheran è prossima, anche se Washington si sforza ad assicurare a Gerusalemme che non permetterà all'Iran di fabbricare la bomba. (A riprova della determinazione americana oltre mille soldati statunitensi stanno partecipando a una grande manovra congiunta difensiva anti missilistica).
Nonostante l'opposizione a un attacco israeliano autonomo all'Iran resti forte (dal presidente Peres alle più alte gerarchie militari e di sicurezza) alla base di questa possibilità c'è la recentissima fusione del partito Likud di Natanyahu con quello del ministro della difesa Lieberman (Israel Beitenu). Secondo Haaretz si tratta della formazione di un «gabinetto di guerra». Il bombardamento «misterioso», la settimana scorsa, del deposito di armi e munizioni di origine iraniana nei pressi di Khartum, la capitale del Sudan, destinato a rifornire Hezbollah e Hamas, sarebbe una prova generale per l'attacco (1.700 km da Israele cioè stessa distanza che con Qom, la base sotterranea nucleare iraniana). Ci sarebbe, inoltre, in questa prova anche l'uso di un nuovo marchingegno capace di paralizzare l'elettricità, con conseguenze evidentemente fortissime. Per il primo ministro Natanyahu, anche se riconosce che le sanzioni contro l'Iran stanno facendo effetto, non si può più rimandare ulteriormente la decisione militare per almeno cinque ragioni.

A Che vinca Obama o Romney nessuno dei due potrebbe intervenire nell'immediato contro l'Iran. Il primo perché convinto di poter fermare la corsa iraniana alla bomba con le sanzioni e negoziati che prendono tempo; il secondo perché non sarebbe al potere che in gennaio.
B L'Iran con le nuove centrifughe per l'arricchimento dell'uranio installate negli scorsi giorni nella base sotterranea di Qom sarebbe ormai in grado entro un mese se non meno di far esplodere una carica atomica sotterranea comprovante la capacità di Teheran di darsi in qualunque momento uno strumento nucleare montabile su un missile.

C L'America si trova a migliaia di chilometri dall'Iran e può attendere, Israele a centinaia e non può aspettare che Teheran sia in grado di armare i suoi missili con una carica nucleare ridotta.
D Un Iran con la bomba - anche se non la usasse mai - sarebbe un Iran dotato di una potenzialità negoziale centuplicata tanto nei confronti dell'Occidente che dei paesi del Medio oriente.
E In tal caso Israele perderebbe la sua autonomia politica e militare nei confronto degli arabi, dell'Onu e in particolare sulla questione palestinese soprattutto nel caso vincesse Obama.

Natanyahu si prepara anche a far fronte a questa eventualità rafforzando alle prossime elezioni generali (22 gennaio, il giorno dopo l'entrata in carica del nuovo presidente americano) la propria posizione all'interno. Unendosi a Avigdor Lieberman potrebbe ottenere 50 seggi (su 120) al parlamento di Gerusalemme creando un governo di destra laico nazionalista, libero dai ricatti dei partiti religiosi (contrari ad una azione autonoma contro l'Iran) e meno sensibili alle pressioni di una presidenza Obama bis favorevole ai palestinesi e contraria alla estensione della colonizzazione ebraica in Cisgiordania.

Commenti

alberto_his

Gio, 01/11/2012 - 11:16

C'è chi si aggira per Africa e Medio Oriente bombardando impunemente chiunque ritenga possa mettere in pericolo la propria supremazia militare. Inutile dire che l'attacco a Yarmuk, passato in sordina sui media occidentali, viola il diritto internazionale. Il governo di al-Bashir non è certo compiacente verso i razziatori occidentali-sionisti che sono abituati a depredare il continente nero laciando solo le briciole a governanti corrotti. Regge la tesi di prova generale per un attacco all'Iran, vista anche la disponibilità di aerei K-130 e K-135 (convertiti da 707) per rifornimento in volo. L'isteria israeliana costituisce il più grosso pericolo per la pace e la stabilità in Medio Oriente e nel mondo, già comunque messe in pericolo dalla brama di dominio degli USA. Fosse mai che arrivi una nuova lezione ai bulletti.

Ritratto di Curtis Mayfield

Curtis Mayfield

Gio, 01/11/2012 - 11:17

Ottimo, attacchiamo l'Iran, solo per la gioia delle lobbies Ebraiche.. creando problemi inimmaginabili in MO e anche in Europa (Iran>Turchia>Grecia>Italia, siamo vicini). Che poi chissà al contribuente americano cosa importa dell'Iran.. ah no certo, ogni giorno è bombardato da spazzatura mediatica israeliana, quindi.. va tutto bene, disintegriamo gli Iraniani, "l'Asse del Male" con Korea del Nord, Andorra e San Marino ahah

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 01/11/2012 - 11:26

#Raoul Pontalti. Stai perdendo colpi. Battuto in velocità dal tuo clone.

Ritratto di marmolada

marmolada

Gio, 01/11/2012 - 11:39

Israele ha molti nemici, e le armi che questi usano,a volte sono peggio delle bombe, sono le parole! L'odio anti israeliano non conosce nè confini nè forme. Molte volte è l'ignoranza (non conoscenza)della verità, ma molte altre è la pura stupidità come dimostrano commenti di parte, inesatti, incompleti e grondanti di odio. Bene fa Israele a difendere il suo diritto di esistere!

Altaj

Gio, 01/11/2012 - 11:44

Questi che parlano e straparlano di Israele guerrafondaio, vorrei vederli in una situazione in cui i nostri vicini proclamassero ogni giorno ed in ogni occasione che l' Italia va spazzata via, che il momento si avvicina, che siamo una nazione da cancellare dalla carta geografica e via dicendo. Ma siate seri per favore.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 11:54

Sarebbe un suicidio per Israele. Ma facciano pure.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 11:56

La proliferazione nucleare aumenterà ancora di più in caso di attacco. Infatti nessun paese vorrà esser soggetto alle conseguenze criminali di paranoie come quelle dei sionisti. Tutti i paesi vorranno l' atomica. Ed è logico. Dopo tutto se nessuno tocca la Corea del Nord, è appunto perché questa ha la bomba.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 11:58

Altaj - ma nessuno in Iran ha detto che Israele debba sparire. Il famoso discorso di Ahmadinejad fu tradotto in maniera falsa e mistificatorio. Persino il vicepremier israeliano Meridor nel 2010 ammise che Ahmadinejad non aveva mai detto di voler distruggere Israele. I fatti sono questi: l' Iran, la Persia, non attacca altri paesi da oltre 250 anni

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 12:10

Altaj Israele continua a rubare terra ai palestinesi. E' di ieri la notizia della costruzione di due nuovi insediamenti su terra palestinese. La cosa è stata denunciata da un gruppo israeliano di nome Peace Now. Sono antisemiti pure loro? ...il suo paragone è quindi ridicolo. L' Italia non è minacciata né odiata dai suoi vicini perché non mi risulta cacci gli Svizzeri, gli Sloveni e i Francesi ... né li bombardi né costruisca sul loro suolo colonie italiane. Chiaro?

Altaj

Gio, 01/11/2012 - 12:12

Ausonio raccontala a un altro la favola delle traduzioni sbagliate. Ci sentiamo benissimo quando quel pagliaccio, servo dei preti iraniani, apre bocca per minacciare altri, arrogandosi il diritto di essere nel giusto. Di pomposi megalomani del genere ne abbiamo visto a decine nell' ultimo secolo e sappiamo come sono andati a finire.

Altaj

Gio, 01/11/2012 - 12:20

L' Italia è stata cacciata dalle sue terre di dalmazia, dove pure ha subito la pulizia etnica con 500mila profughi, la Germania ha avuto 12 milioni di profughi, espulsi in due giorni dai Sudeti, dalla Slesia dalla Pomerania, dalla Prussia orientale. Nè l' Italia nè la Germania hanno rifiutato questi profughi, si sono rimboccate le maniche e li hanno accolti. Guarda quei 4 gatti di profughi arabi di Palestina sono ancora lì nei campi profughi strumentalizzati dai loro stessi fratelli. Una vergogna storica. Una scusa per popoli incapaci di vivere, per dare la colpa agli altri della loro inutilità.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 01/11/2012 - 12:34

Altaj, concordo in toto. non solo sono incapaci di vivere ma sono pure incapaci in tutto lo scibile umano ma con l'arroganza di credersi la società perfetta creata da Allah in persona.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 12:55

Israele minaccia di attacco l' Iran da 30 anni. 30. Se gli Iraniani fossero i pazzi che la propaganda sionista dei media occupati dai vari Nirenstein, Segre, Mieli, Lerner, De Benedetti e altri della razza eletta, fosse veritiera, allora gli Iraniani avrebbero attaccato Sion già da tempo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 12:57

Altaj forse non hai letto bene. Sono israeliani, tra cui un vicepremier e molti altri giornalisti al di sopra di qualsiasi sospetto di antisionismo, ad avere confermato che Ahmadinejad non MAI DETTO DI VOLER DISTRUGGERE SION. Poi lei è libero di travisare e falsificare la realtà o esser paranoico come vuole... questo diritto non glielo nego certamente io

andrea24

Gio, 01/11/2012 - 13:06

L'Iran è una spina nel fianco per chi pensa di essere il padrone del Medio Oriente.Sono decine di anni che l'Occidente ha in mente un cambiamento di regime a Teheran.Israele è attualmente,insieme agli Stati Uniti,la più grande minaccia alla pace mondiale.

mborrielli

Gio, 01/11/2012 - 13:09

Vorrei anzitutto che io non sono affatto pro uno o contro l'altro. Ma vedo estremismi da una e dall'altra parte per affermare la propria supremazia. L'Iran da quel che ricordo è sempre stato ogetto di attacchi dall'esterno. Hanno dovuto pure subire pure una guerra con l'Iraq appoggiato dal resto del mondo. L'Iran semplicemente vuole avere la possibilità di prevenire ulteriori attacchi. Tutti coloro che non sono interessati a che abbiano questa possibilità sono evidentemente in malafede perché evidenziano la loro intenzione ad attaccarlo. Petrolio, gas, ed altre risorse fanno gola a troppi.

augus612

Gio, 01/11/2012 - 13:38

Sarà l'inizio della terza guerra mondiale. La Russia e La Cina saranno contro Israele e l'occidente. Prepariamoci al peggio

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 01/11/2012 - 14:08

Qui, si fá una confusione enorme, e si dimentica che gli Ajatollha sono dei fanatici religiosi che vogliono la distruzione non solo di Israele ma di tutto il Mondo Occidentale, chi vuole vedere questa gente con un Arsenale Atomico o é cretino oppure vuole suicidarsi con le sue mani!. Chi, dá queste armi nelle mani di fanatici religiosi non sá in che direzione questi spareranno in un conflitto, la Cina é la Russia vogliono solo fare affari con L,Iran, ma se L,Iran avrá la Bomba Atomica anche loro dovranno fare i conti con dei fanatici che soccoreranno i loro fratelli nel Caucaso, oppure la minoranza musulmana Cinese, é io non penso che questi 2 Paesi vogliono questo!.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Gio, 01/11/2012 - 14:14

Gli israeliani imparassero a non scassare i maroni al prossimo. Si lamentano delle (presunte) testate nucleari iraniane, ma perché loro possono avere tutto l'arsenale atomico che vogliono senza che l'onu dica nulla? E poi conviene aspettare l'esito del voto... Se vince l'abbronzato e loro bombardano, saranno dolori per Netacoso.

Ritratto di marmolada

marmolada

Gio, 01/11/2012 - 14:15

Ausonio.....ma cosa prendi a colazione? Oppure semplicemente hai interessi economici in Iran?

Ritratto di marmolada

marmolada

Gio, 01/11/2012 - 14:19

Fantastico, e si dice pure super partes ...e poi finisce a sbrodolare una litania in favore dell'Iran!! Ma per favore tu e i tuoi accoliti andate a vivere a Teheran e poi provate a pubblicare liberamente il vostro pensiero sulla stampa locale!! Pirloni!!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 14:19

La teoria della guerra preventiva consente qualsiasi aggressione in base a pure supposizioni e paranoie. Non mi stupirei se domani qualcuno in Israele volesse attaccare il Pakistan, la Russia o altri... e poi, se applicassero questa folle teoria gli altri..che succederebbe? Forse non sarebbe "logico" per Taiwan attaccare la Cina? E lo stesso per i Cinesi? O forse la Nordcorea avrebbe mille ragioni per attaccare preventivamente chi la minaccia regolarmente. Ma chiunque avrebbe ragione... in fondo poi conta solo vincere. Al vincitore, anche se autore di crimini rivoltanti come gli USA in Vietnam, mai è stato chiesto di render conto dei suoi crimini

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 14:39

pasquale.esposito c'è rimasto solo lei a credere che l' Iran voglia male all' Europa. L' Iran e l' Europa hanno la medesima origine etnica e importanti legami economici. L' Iran non fa guerre da 250 anni. Che l' Iran sia ostile all' Europa è solo una patetica balla dei sionisti interessati a rendere i loro nemici, nemici di tutti.

Beraldo

Gio, 01/11/2012 - 14:39

Quella della sicurezza e del vittimismo è una scusa per portare avanti il progetto mondialista israeleamericano. Per le loro brame da new world order ci dovremo beccare la terza guerra mondiale. Che sia.

Paul Vara

Gio, 01/11/2012 - 15:00

Dopo aver saccheggiato il petrolio iracheno ora gli StatiUniti si alleano (grazie alla potentissima lobby pro-Israele) ad Israele per mettere le mani sul petrolio iraniano. Altro che "guerra preventiva"...

Ritratto di gianni1950

gianni1950

Gio, 01/11/2012 - 15:17

IUsraele all'erta, gli iraniani la bomba atomica ce l'hanno e come. Stai in guardia e colpisci un minuto prima caso contrario Israele sparisce e di seguito anche i paesi limitrofi.L'Iran non vuole negoziati, vuole colpire e popi fare marcia indietro quando Israele e le sue forze saranno spariti dalla faccia della terra. Ricordate Hitler, i capi in Iran non sono diversi e vogliono appropriarsi di tutto il medio oriente.

arkangel72

Gio, 01/11/2012 - 15:24

Una delle principali cause, o forse sarà quella scatenante, del prossimo conflitto, che tutti gli osservatori politici del M.O. danno per imminente, è la volontà da parte del governo iraniano di vendere petrolio in moneta diversa dal dollaro, per danneggiare l'economia USA. Israele sarà chiamato a fare il lavoro sporco, perchè un nobel per la pace come Obama non potrebbe avallare un conflitto specie se in campagna elettorale. L'Iran degli aiatollah fará la stessa fine di Saddam e di Gheddafi, che osarono anch'essi vendere petrolio in euro! Poi diranno che anche in Iran è arrivata la "Primavera"!

rebarbaro

Gio, 01/11/2012 - 15:37

Intanto chi dice Israele, parlando di un territorio rubato a gente mite e sbalordita che chi non ha la proprietà di una cosa la possa regalare ad altri, dice bava di escrementi di maiale perchè sta invece parlando di sionisti, rifiuti nati insieme ai mormoni dalle farneticazioni di un miserabile affamato e canaglia. Israele é un nome santo e la stragrande maggioranza degli ebrei, popolo di Dio Uno - ricordati Israele, Dio é Uno - disconosce e disprezza come eretici furfanti i sionisti: "quando il Tempio é distrutto al suo posto c'é solo la diaspora e gli Israeliti vanno, dispersi per il mondo e quando c'é il tempio - costruito da un inviato - si fermano e può esserci uno stato ebraico; chi vuole uno stato ebraico senza Tempio é solo un eretico e tutti coloro che lo sostengono partecipano dell'eresia, stiano attenti". Per altri spurghi dementi dell'occidente ormai in coma non si preoccupi nessuno: la Cina provvederà, come sempre ha fatto, a tenere lontani dalle proprie muraglie i topi di fogna, inconsapevoli che il loro destino é già segnato, senza neanche sprecare molta acqua.

Pierluigi01

Gio, 01/11/2012 - 15:51

Ma perchè la maggior parte della gente dimentica che in Iran non c'è democrazia mentre in Israele ci sono elezioni democratiche regolari? Ma come si fa ad ignorare che l'Iran sovvenziona le fazioni palestinesi più estremiste per impedire di arrivare ad una pace con Israele? Non voglio dire che Israele sia senza colpe, tutti sbagliano, ma un conto è avere una bomba e non farla esplodere, un conto è volere una bomba per farla esplodere. E' vero che l'informazione è sempre manipolata, anche nei paesi democratici, figurarsi nei paesi dittatoriali........ma ragionate un po' con la testa invece che con il cu......ore......

rebarbaro

Gio, 01/11/2012 - 15:55

Chi vuole uno stato ebraico senza Tempio é solo un eretico e tutti coloro che lo sostengono partecipano dell'eresia, stiano attenti. Per altri spurghi dementi dell'occidente - ormai in coma - non si preoccupi più di tanto: la Cina provvederà, come sempre ha fatto, a tenere lontani dalle proprie muraglie i topi di fogna, inconsapevoli che il loro destino é già segnato, senza neanche sprecare molta acqua.

Ritratto di pietrom

pietrom

Gio, 01/11/2012 - 16:04

Mi pare che molti lettori divaghino un po'. Chi ha mai detto che si vuole distruggere l'Iran? Lo si e' solo messo davanti alle sue responsabilita'. Ti fai l'atomica? Ti attacchiamo. Non la fai? Tanti saluti. Se poi l'Iran l'atomica se la fa, non si lamenti delle conseguenze. Il fatto che l'atomica ce l'abbiano anche altri non centra niente. Se la possiede un paese cristiano sono tranquillo, se la possiede uno islamico no. Sono razzista? No, sono loro musulmani. Sono loro a predicare che la vera vita e' nell'aldila', loro si suicidano per avere le vergini, loro... Il petrolio non centra niente. Facciano entrare ispettori, smantellino la loro industria nucleare, e nessuno gli rompera' piu' le scatole. E potranno stare altri 250 anni in pace. Vero Ausonio???

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 16:14

Pierluigi01 1) uno stato in politica estera va giudicato per la sua politica estera, non in base alla sua forma di governo: l' Iran non fa una guerra di aggressione da 250, Israele... =). 2) La democrazia israeliana è qualcosa che in Europa chiameremmo teocrazia se solo la conoscessimo. Le legge è basata sulla religione, non è laica. La cittadinanza è assegnata in base a razza e religione. E per finire: un partito che neghi il carattere ebraico dello stato israeliano, è fuori legge. Lei si immagini che sarebbe se in Italia, Spagna o Francia si dichiarasse illegale un partito che non si riconoscesse nella Chiesa...

Ritratto di tantoquanto

tantoquanto

Gio, 01/11/2012 - 16:18

Attacco che è vitale per Israele e tutto l'cccidente, speriamo che la prima bomba colpisca gli ayatollah e il dittatore iraniani. Sono dei pazzi fanatici islamici sicuramente indemoniati.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 16:19

Pierluigi01 ... e a lei chi gliel' ha detto che l' Iran vuole usare l' atomica? Fiamma Nirenstein? O si beve ancora le menzogne su Ahmadinejad che ha detto di voler cambiare le cartine geografiche?? Perché in tal caso mi spiace deluderla...non ci crede più nessuno

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 16:21

pietrom Bravo, allora vada alla guerra in Pakistan..... Si arruoli. Se crede tanto a quello che dice e si sente minacciato dall' atomica islamica... forza... si arruoli nella guerra contro il Pakistan... non perda tempo

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 16:22

infatti nella storia finora chi ha usato l' atomica sterminando 300.000 civili quando la guerra era ormai finita e bastava un embargo per forzare il Giappone alla resa (Giappone che, si sa, aveva DA MESI cercato la resa attraverso la mediazione sovietica)... ma certo... fu un paese islamico !!!

Ritratto di Plestino

Plestino

Gio, 01/11/2012 - 16:37

Se l'Italia fosse Israele, oggi possederebbe 1/4 del territorio francese tutta la Svizzera, l'intera Slovenia, Malta, l'Albania, parte della Croazia e della Grecia. Inoltre Attuerebbe una politica di apartheid verso tutti questi popoli "SOTTOMESSI", solo questo credo che sarebbe bastato a farci diventare il popolo più odiato del mondo, e a buon ragione.

alberto_his

Gio, 01/11/2012 - 16:40

@Pierluigi01: anche in Iran mi risultano tenersi regolarissime elezioni. Chiunque ha una bomba può farla esplodere, mi sembra banale, ma non tutti girano per il circondario sganciando ordigni su presunti obiettivi militari e su civili. @pietrom: perché mai USA, Sion e indebitati vari pongono condizioni a uno stato sovrano? Proprio chi ha gli arsenali pieni di armi di distruzione di massa e ha ondotto guerre ininterrottamente da 70 anni si erge ora a tutore della pace? L'Iran ha accettato le ispezioni dei funzionari AIEA e ha firmato il trattato di non proliferazione: possiamo dire lo stesso di Israele? E' il lupo che si veste da agnello...

Ritratto di Plestino

Plestino

Gio, 01/11/2012 - 16:44

Poi avrei una domanda per tutti quei lettori che vedono di buon occhio un intervento armato di Israele in Iran, ma lo sapete che la guerra porta morte, devastazione, atrocità spesse volte capaci di colpire in egual misura donne, militari, bambini, giusti e assassini? Ma siete solo persone superficiali o siete addirittura capaci di condividere questi terribili atti?

ortensia

Gio, 01/11/2012 - 16:53

Sandy sembra dare una mano ad Obama e anche Christie il governatore del New Jersey ha detto che il presidente ha risposto bene in questa situazione.Parliamoci chiaro,e' il minimo che potesse fare un Presidente di fronte a una situazione del genere..Meno male che non e' andato con la sua Kulona in TV a chiacchierare con la woopi o Letterman come ha fatto in altre occasioni. Vedremo pero' come andranno veramente le cose dopo le elezioni quando il presidente, chiunque sia, dovra affrontare non con le parole e con gli abbracci fraterni ma con i fatti un cataclisma di questa portata. Da noi si dice "passata la festa, gabbato lo santo". In questo caso, per obama, la festa sono le elezioni,ottenuti altri 4 anni continuera' a far danni come ha fatto negli anni precedenti?

mila

Gio, 01/11/2012 - 17:09

@ Ausonio -"L'Iran non fa guerre da 250 anni". Magari perche' era debole; puo' sempre esserci una prima volta.

andrea24

Gio, 01/11/2012 - 17:13

E' cosa unitile discutere con i sostenitori del sionismo,anche quelli che vivono nel nostro Paese..Alcuni di loro detengono beni mobili(investimenti ed interessi di vario genere)ed immobili(case,abitazioni ecc...)in Israele.Gli stessi giornalisti pensano a far carriera,ed alcuni di loro rinunciano persino alle loro origini pur di far bella mostra dinanzi alle matriarche o ai patriarchi dell'hasbara.

Pierluigi01

Gio, 01/11/2012 - 17:22

Ma allora mi faccio questa semplice domanda.....perchè mai un paese che possiede immense quantità di petrolio cerca di creare combustibile atomico per una centrale nucleare quando tutto il resto del mondo ha deciso di abbandonare il nucleare? Per me la risposta è semplice e non c'è bisogno di leggere notizie.....dopodichè..... se le notizie sono manipolate.....come faccio a sapere se è vero quello che dice l'Iran o quello che dice l'occidente????? Bisogna sempre ragionare con la propria testa

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 17:29

Paragonare israele ai paesi Europei è un oltraggio incredibile: in Europa non esistono omicidi extragiudiziali e mi pare che l' Europa non si espanda a danno dei suoi vicini costruendo colonie (le ultime due colonie illegali costruite in questi giorni in Cisgiordania e denunciate da alcune organizzazioni israeliane)

Pierluigi01

Gio, 01/11/2012 - 17:29

Inoltre ... è vero che non bastano le elezioni per dire che un paese è democratico....anche Hitler e Mussolini sono stati eletti...non per questo si possono definire leader democratici....esattamente quello che succede in Iran.....In Israele invece ci sono, come è stato giustamente ricordato, persone e leader politici che possono pensare in modo contrario a quello che il governo dichiara...questa è democrazia....in Iran non mi pare che questo possa accadere....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 17:31

@mila Mi rendo conto che non abbia alcun senso cercare di usare argomenti razionali con chi è prevenuto e animato da odio (a causa di esposizione massiccia ad articoli come quelli di Segre e Nirenstein, fateci caso, sempre e solo ebrei ci informano sul Medioriente... bella imparzialità). Sarebbe come pretendere che il lupo della famosa favola "Il lupo e l' agnello" potesse esser ricondotto a miglior consigli

Ritratto di babbone

babbone

Gio, 01/11/2012 - 17:31

Finalmente una buona notizia. Ewwiva.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 17:33

Pierluigi01 - Ammettiamo pure che l' Iran voglia davvero il nucleare militare (quello civile servirebbe a diversificare le fonti energetiche). Ma ammettiamo. L' Iran è circondato da paesi occupati dagli USA e da paesi nucleari (Pakistan, Israele, India) ecc... è perfettamente normale che voglia la bomba. E sono 30 anni, ben prima dell' arrivo di Ahmadinejad che Israele minaccia di attacco l' Iran. ... la Nordcorea è la prova vivente che un paese con l' atomica è intoccabile.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 17:35

Pierluigi01 ...il mondo ha deciso di abbandonare il nucleare?? Che mondo? Saturno? In Cina stanno costruendo il più grande sito nucleare al mondo. Tutti i paesi asiatici maggiori vogliono il nucleare: Vietnam, Indonesia, Tailandia, .... in Russia si continua, in Corea si continua... nessuna grande potenza sta rinunciando al nucleare: solo Germania e forse Giappone (per via della loro sudditanza agli USA)

andrea24

Gio, 01/11/2012 - 17:38

Guardate meno films americani.

andrea24

Gio, 01/11/2012 - 17:44

L'Iran è minacciato da più di trent'anni.Io penso,e sono arrivato ormai a questa conclusione,che la costituzione di Israele(che fu anche punta di diamante dell'atlantismo in Medio Oriente),sia stato uno dei più grandi equivoci della Storia recente.

mborrielli

Gio, 01/11/2012 - 17:44

Faccio anche notare a chi giustifica un attacco ad un Paese che non ha mai attaccato nessuno, che l'Iran ha sempre detto che se attaccato, risponderà con estrema violenza e cancellerà lo Stato ebraico. Questo dicono loro: SE VERRANNO ATTACCATI DA ISRAELE. Quindi, se vengono attaccati, non vi sorprendete se i cattivoni hanno pure l'ardire di difendersi.

Pierluigi01

Gio, 01/11/2012 - 17:47

Ausonio.....potresti darmi i titoli dei libri di storia sui quali hai studiato gli avvenimenti della seconda guerra mondiale? Da quello che so gli alleati hanno causato molte più vittime civili con i bombardamenti convenzionali che con quelli atomici.....la guerra è terribile....Da quello che so l'invasione di una piccola isola del Giappone, Okinawa, ha causato decine di migliaia di morti... quante ne sarebbero scaturite dall'invasione convenzionale del Giappone?.....mo io forse avrò studiato su libri taroccati......Da quello che ho studiato alcune migliaia di civili si sono suicidati per non cadere prigionieri delle forze armate americane che erano state descritte, da un regine non democratico, come barbare e criminali.....forse la democrazia non sarà lo forma migliore di governo ma di certo le altre che conosco sono molto peggio......

Pierluigi01

Gio, 01/11/2012 - 17:51

Ausonio...ti è mai venuto il dubbio che la Corea del Nord sia un bluff come lo è stata l'Urss????? Per mantenere un arsenale militare credibile servono soldi o risorse.....e la Corea del Nord .....non ne ha......

Pierluigi01

Gio, 01/11/2012 - 17:53

Ausonio.... in effetti sono tutti paesi che non hanno petrolio.............che vogliono il nucleare....

andrea24

Gio, 01/11/2012 - 17:54

Neppure si rende onore a quei serbi che qualcuno difende,forse per mero anti-islamismo,e che sono tra i primi sia sui siti russi che su quelli iraniani,a difendere la nazione iraniana dall'arroganza USA,Nato,Israele.La questione del nucleare iraniano è l'unica cosa che hanno i fautori ed i sostenitori decennali di un intervento bellicistico in Iran.Dopodiché rimarrebbero solo rivoluzioni colorate.Se agli USA fosse fatto ciò che l'Iran sta con coraggio,competenza ed intraprendenza affrontando,quello che avremmo di fronte sarebbe già uno scenario lunare.Sarebbe scoppiata la Terza Guerra Mondiale già da un pezzo.Ma come affermato dagli stessi cinesi,gli USA sembra siano interessati a provocazioni e a destabilizzazioni,persino nel Pacifico.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 01/11/2012 - 17:55

Ausonio, grande esempio di razionalità e amore del prossimo. La Corea del nord, il grande buco nero del pianeta. La dinastia imperiale comunista del "leader buono" da piangere per mesi pena la fucilazione. Sicchè vorresti i pretazzi eternamente al potere nell'attesa FOLLE della discesa del sedicesimo imam NASCOSTO DA ALLAH. quello che giudicherà i buoni e i cattivi. L'unico col diritto divino di governare sul pianeta. Una DEMOCRAZIA VOTANTE con la supervisione dei pretazzi che controllano se il popolo vota "giusto" e i pasdaran che ti ammazzano. Hai una stana idea della democrazia.

Pierluigi01

Gio, 01/11/2012 - 17:55

andrea24.....hai ragione .....W Bolliwood....

Ritratto di pietrom

pietrom

Gio, 01/11/2012 - 17:58

Ausonio: "L'Iran ... è perfettamente normale che voglia la bomba. ... la Nordcorea è la prova vivente che un paese con l'atomica è intoccabile." - Bene Ausonio, apprezzo la sua sincerita'. Lei vuole un Iran intoccabile. E' possibile avere un'opinione diversa, o e' troppo tardi?

Pierluigi01

Gio, 01/11/2012 - 17:59

Ausonio.....paesi che non hanno petrolio .......ne democrazia....e te lo dice un fautore del nucleare....

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 01/11/2012 - 18:01

Andrea24, ma tu sei consapevole di che cosa significa la civiltà islamica? Riesci a vedere la realtà fuori dai tuoi schemi mentali anti american/sionisti? Parli dell'Iran e del Medioriente come di una nazione RAZIONALE con gli stessi obiettivi della restante umanità. L'Islam è in guerra col pianeta tutto e uno dei principali artefici di questa situazione è l'Iran, la RIDICOLA repubblica islamica.

piluga

Gio, 01/11/2012 - 18:04

Non entro nel merito del discorso perchè troppo complicato per parlarne in poche righe, ma una cosa la voglio dire, all'epoca dell'attacco a Saddam fu detto MILIONI di volte in tutte le televisioni e in tutti i principali giornali, che aveva le armi di distruzione di massa e che era pronto ad usarle, morale della favola propinataci e prontamente bevuta da TUTTI, Saddam spodestato e giustiziato e delle fantomatiche armi di distruzione di massa nemmeno l'ombra (tutta un'invenzione dell'allora premier inglese in collaborazione con gli americani), perchè oggi mi devo fidare di quello che israele continua a dirci sulle armi nucleari? Visti i recenti avvenimenti preferisco fidarmi degli iraniani.

gjovi

Gio, 01/11/2012 - 18:09

Nel frattempo il "regime sionista" ha pensato di bene di bombardare il Sudan, ovviamente in barba a tutte le leggi internazionali ( 70 violazioni Onu collezionate ). I media come da copione tacciono. Credo che l'entità sionistica sia impresentabile, a tal punto che le lobby plutocratiche che governano finanziariamente il mondo occidentale ( che mettono come loro tirapiedi i vari monti, fornero, terzi... a governare per conto terzi appunto) , stiano per scaricare lo staterello perennemente minacciato. Non si spiegherebbe altrimenti la dichiarazione dell'ebreo Kissinger, che prevede la fine di israele in un arco di 10 anni. Riguardo all'Iran, nonostante l'embargo , anzi grazie all'embargo diventa sempre più forte, riuscendo a produrre in loco i prodotti che non può acuistare nei mercati internazionali. I progressi in campo tecnico scientifico sono impressionanti. Credo che se i psicopatici sionisti tentassero un attacco ne uscirebbero con le ossa rotte.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Gio, 01/11/2012 - 18:09

Evvai Israele !!!! Picchia duro !!!!! Cosí quel pazzo cialtrone puzzolente di, come cavolo si chiama, Amaninejadd o qualcosa del genere, smetterá finalmente di minacciare tutti noi con i suoi ragli d'asino. Non se ne puó piú della sua arroganza e della arroganza degli islamici tutti.A sentire i vari ausoni :se essi tirano un missile su Israele, sono dei bravi ragazzi. Se Israele risponde: é uno stato terrorista. Alla faccia della coerenza.

alberto_his

Gio, 01/11/2012 - 18:09

@Pierluigi01: la tecnologia nucleare non è solo a fini energetici ma anche medici e di ricerca. La produzione da fonti energetiche fossili è in declino in Iran; la classe dirigente iraniana ha scelto (cosa criticabilissima ma legittima) di puntare sull'atomo per differenziare le possibilità di generazione.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 01/11/2012 - 18:10

Pierluigi01, Ausonio la storia l'ha studiata sui libri islamici, e non è la nostra stessa angolazione di lettura. Persino le loro carte geografiche sono diverse.

Ritratto di marmolada

marmolada

Gio, 01/11/2012 - 18:21

Ausonio..... abbiamo capito tutti la sua fobia!! Vada a dormire tranquillo che il "suo" democratico Iran per oggi non verrà bombardato. La invito ad andare in Iran ed esprimere pubblicamente dissenso verso la loro religione, o magari farsi una bella bevuta di con i suoi amici o esprimere opinioni favorevoli alla libertà sessuale, vediamo cosa succede! Magari va bene e finisce solo "pestato" oppure magari finisce impiccato!! Forza Israele brucia quei maledetti pretacci infami!!

Raoul Pontalti

Gio, 01/11/2012 - 18:45

Pierluigi01 se Tu credi che gli USA abbiano sganciato le bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki per risparmiare vite umane (quelle degli Yankees beninteso per l'occupazione del Giappone) significa che Tu sei ancora alle prese con l'esame per il passaggio dall'asilo nido alla scuola materna dal punto di vista della conoscenza storica e della comprensione degli eventi storici. Tu tra l'altro non hai studiato ancora la storia del secondo conflitto mondiale perché Ti limiti a ripetere acriticamente la balla diffusa dagli Yankees stessi per giustificare il loro orrendo misfatto.

Ritratto di pietrom

pietrom

Gio, 01/11/2012 - 18:56

Ausonio: "L'Iran ... è perfettamente normale che voglia la bomba. ... la Nordcorea è la prova vivente che un paese con l'atomica è intoccabile." - Bene Ausonio, apprezzo la sua sincerita'. Lei vuole un Iran intoccabile. E' possibile avere un'opinione diversa, o e' troppo tardi?

Raoul Pontalti

Gio, 01/11/2012 - 19:02

Non si comprende perché un Pakistan salafita, sostenitore prima soprabbanco e ora sottobanco dei Talebani possa tranquillamente avere armi nucleari (e vedersi eliminato a seguito della sua fittizia partecipazione alle operazioni USA in Afghanistan l'embargo), a non far parte dei paesi sottoscrittori del Trattato di non proliferazione nucleare, mentre l'Iran, che ha sottoscritto il trattato e accetta i controlli internazionali svolti per mezzo dell'AIEA sui propri impianti nucleari debba continuamente essere accusato di produrre armi nucleari e conseguentemente minacciato di guerra. Lo capirebbe anche un bambino che se Nord-Korea e Pakistan (rispettivamente scarti della Cina e dell'India) sono riusciti a produrre armi nucleari, l'Iran che maneggia il nucleare dagli anni 50 e ha già in funzione centrali nucleari potrebbe produrre bombe atomiche in qualsiasi momento (e averle anche già prodotte sperimentalmente e averle smantellate). E' più facile maneggiare il nucleare militare che quello civile come la storia dimostra (prima sono nate le bombe atomiche, poi l'uso civile e la fusione nucleare già da 50 anni ci ha dato le bombe ma non ancora l'uso civile) e quindi l'Iran potrebbe in gran segreto e in poco tempo produrre armi nucleari che gli servirebbero solo per saldare i conti con chi lo avesse attaccato con quel mezzo. L'eventuale guerra all'Iran sarà solo per piegare ai voleri USraeliani una Nazione che ha scelto la sua strada e non per scongiurare il nucleare iraniano.

pgol

Gio, 01/11/2012 - 19:05

israele è uno stato democratico, circondato da popoli che ne vorrebbero la scomparsa, come proposta di convivenza non è il massimo. israele ha ogni diritto di difendersi, fin qui lo ha fatto benissimo, e mi aspetto che lo facciano in seguito con la stessa efficacia. leggo, qui, commenti demenziali , dei soliti coglioni senza nessuna conoscenza animati solo dall'odio fine a se stesso.....loro odiano Israele e non sanno perchè oppure sono muslim, oppure coglioni appunto.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 19:13

Pierluigi01 - E' la classica propaganda dei vincitori: "bombardare il Giappone era necessario per finire la guerra" . Propaganda da quattro soldi... per giustificare un crimine ingiustificabile. Dirò solo che i più alti gradi dell' esercito USA, un nome su tutti, l' ammiraglio Chester Nimitz, affermarono in maniera netta che i bombardamenti sul Giappone furono INUTILI (e quindi doppiamente criminali). Era noto che il Giappone già dal 1944 non avesse né marina, né aviazione. Come tale, bastava un embargo per costringerlo alla resa (il Giappone non ha materie prime e avrebbe avuto carenze anche di rifornimenti alimentari). 2) Il Giappone già da mesi prima di Hiroshima aveva cercato la resa tramite la mediazione sovietica. E' noto e confermato da qualsiasi storico. L' invasione del Giappone pertanto era assolutamente non necessaria. Il paese aveva già perduto e un semplice embargo l' avrebbe comunque costretto alla resa.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 01/11/2012 - 19:15

"The Japanese had, in fact, already sued for peace. The atomic bomb played no decisive part, from a purely military point of view, in the defeat of Japan." Fleet Admiral Chester W. Nimitz, Commander in Chief of the U.S. Pacific Fleet.[89] - "I Giapponesi, in realtà, avevo già ricercato la pace. I bombardamenti atomici non giocarono alcun ruolo decisivo, dal punto di vista MILITARE, nella sconfitta del Giappone. Nimitz, comandante in capo della flotta del Pacifico.

ben39

Gio, 01/11/2012 - 19:24

Purtroppo devo convenire con questo commento...'Sarà l'inizio della terza guerra mondiale. La Russia e La Cina saranno contro Israele e l'occidente. Prepariamoci al peggio'... evento oltretutto profetizzato parecchie volte come il giorno di Armageddon, Megiddo città d'Israele.

amedori

Gio, 01/11/2012 - 19:39

Ausonio ... io ero proprio a Bassora quando incominciarono ad arrivare i missii iraniani che vi posso garantire non erano benedetti da allah o da napolitano erano fatti che dove coglievano coglievano e di intelligente avevano poco o niente.

amedori

Gio, 01/11/2012 - 19:42

Curtis Mayfield ... certo che l'amore dei turchi per gli iraniani è proverbiale entrambi hanno giocato a pallone con i feti presi dalla pancia delle donne, una volta è capitato alle turche e una volta alle iraniane, ma chi le ha fatto lezione di storia, napolitano!!!!

achina

Gio, 01/11/2012 - 19:54

Ma avete scoperto l'acqua calda? Si sa da anni che l'Iran con la bomba atomica sarebbe una gravissima minaccia e non solo per Israele. Nel 2012 quale è la necessità di avere un'arma nucleare? Prima rispondete a questa banale domanda.

Vonpalace

Gio, 01/11/2012 - 21:23

l'iran non ha nulla contro l'europa ci mancherebbe per quale motivo anzi qualche anno fa proposo di usare l'euro per scambiare il loro petrolio cosa che naturalemnte da noi ruffiani degli americani abbiamo prontamente rifiutato, invece i cinesi più furbi e meno schiavi hanno accettato infatti lo comprano in yuan israele è per più della metà uno stato abusivo se non tutto ogni tanto piglia e aggredisce i vicini creando chiaramente dei risentimenti chiaramente ora faranno una guerra non troveranno niente metteranno a ferro e fuoco mezzo mediooriente per la felicita dei venditori di armi spero che l'italia non partecipi e neanche dia le basi a meno che non paghino profumatamente l'uso 10 miliardi almeno

peppe964

Gio, 01/11/2012 - 22:13

Ausonio. Lei ha ragione sul fatto che un paese conl'atomica difficilmente viene attaccato e porta l'esempio del nord corea che infatti non venendo attaccato può permettersi di silurare motovedette sud coreane.

vitripas

Gio, 01/11/2012 - 22:32

Da millenni il popolo ebraico libera il pianeta dal Male ricacciandolo nell'abisso dal quale proviene. Nessuno può distruggere gli ebrei sono i guardiani della luce che Satana vuol spegnere. Chi si allea con il Male finirà nell'abisso con lui.

falconero

Ven, 02/11/2012 - 01:11

Premesso che di questo fantomatico attacco se ne parla davvero da tanto tempo e non é mai avvenuto, diciamo che Israele ha 2 opzioni: - attaccare subito un nemico fortissimo ma comunque giocarsela - aspettare e rischiare che chi attacca sará il nemico ormai diventato potenza nucleare.... Mi pare una scelta facile.

Bozzola Paola

Ven, 02/11/2012 - 07:57

Quanti antisemiti ci sono su questi post.!!! Israele deve difendersi per forza. E'stretta tra stati che la vogliono distruggere e siccome ne ha già passate tante come popolo e come terra DIREI che ha tutti i motivi per stare in allerta. Chi è stato in quei posti (come la sottoscritta) non ha potuto NON VEDERE la differenza del tipo di vita tra gli israeliani ed i palestinesi. Da una parte ordine, pulizia e voglia di lavorare, dall'altra sporcizia, voglia di fare un tubo e fanatismo. Se uno LEGGE E STUDIA LA STORIA, invece di bersi i veneggiamenti politicoreligiosi, scoprirebbe che sono due popoli nati da uno stesso ceppo E QUINDI TUTTI E DUE CON RAGIONE DEBBONO VIVERE LI' Non è nato prima uno o l'altro. E soprattutto l'occidente non deve permettere questo ODIO RELIGIOSO. I paesi vicini sono come tutti gli altri che vogliono non solo impadronirsi di una terra povera, ma di sterminare una razza che dà loro fastidio perchè più intelligente ed operosa. Ricordiamoci che gli israeliani che sono lì sono quelli venuti, dopo la seconda guerra mondiale, da tutto il mondo e quindi hanno la testa, la preparazione, la grinta DEGLI OCCIDENTALI. E MENO MALE CHE POSSONO DIFENDERSI DA SOLI PERCHE' SE PENSASSERO DI FARSI AIUTARE DA NOI..CAMPA CAVAL CHE L'ERBA CRESCE.

gicchio38

Ven, 02/11/2012 - 08:14

ED HANNO PERFETTAMENTE RAGIONE, GLI ISRAELIANI, A NON FIDARSI PIU' DELLE SOLE PAROLE... PAROLE... E PAROLE DEGLI AMERICANI. SPECIALMENTE SE OBAMA DOVESSE PERDERE LE ELEZIONI. DOPO TUTTO QUELLO CHE HA SUBITO QUEL POPOLO DURANTE LA SECONDA GUERRA MONDIALE AD OPERA DEI NAZISTI "TEDESCHI", CON LO STERMINIO SISTEMATICO NEI CAMPI DI CONCENTRAMENTO DOVE LA STORIA CI DICE CHE SONO STATI "TRUCIDATI" OLTRE SEI MILIONI DI EBREI, E CHE IL LORO BOIA ERA IN LIBERTA', PARTI' UNA SQUADRA CHE ANDO' IN GERMANIA, PRELEVO' IL BOIA CON LA FORZA E LO PORTO' IN ISRAELE DOVE FU PROCESSATO, CONDANNATO E IMPICCATO IN PUBBLICA PIAZZA GIUSTO COME MERITAVA. ECCO IL VERO UOMO CON LA "U" MAIUSCOLA E NON COME IL NOSTRO "GOVERNICCHIO" CON LA "U" MINUSCOLA" CHE NON E' CAPACE DI FAR RIENTRARE I DUE MARO' DETENUTI INGIUSTAMENTE IN INDIA E SI FA PRENDERE PER IL CULO DA DEGLI INDIANI DI MERDA CHE IN ITALIA FANNO LA BELLA VITA GODENDO DELLA NOSTRA "DEMOCRAZIA". O COME IL MEDESIMO "GOVERNICCHIO CON LA U MINUSCOLA" CHE NON RIESCE A FAR ESTRADARE IL "TERRORISTA" CHE SE LA SPASSA E CI RIDE ALLE SPALLE LIBERO E TRANQUILLO IN BRASILE. HO VERGOGNA.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 02/11/2012 - 12:06

...signori... io mica ho espresso lodi per la NordCorea. Ho mostrato l' evidenza: un paese con l' atomica è intoccabile ergo è perfettamente logico che i paesi del mondo vogliano l' atomica, per la propria sicurezza. Un eventuale attacco all' Iran non farà che accelerare la corsa al nucleare. Per evitare appunto di fare la fine dell' Iran.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 02/11/2012 - 12:09

Il generale USA Martin Dempsey, Capo degli Stati Maggiori Riuniti, ossia il più alto grado dell' esercito USA ha chiaramente SCONSIGLIATO un attacco all' Iran, chiarendo che l' Iran NON E' UNA MINACCIA per gli USA e un eventuale attacco israeliano sarebbe un disastro per l' intera regione, compreso Sion. Ha aggiunto una dimensione morale alle sua affermazione, aggiungendo che non vuole che gli USA si rendano complici degli Israeliani nell' attacco all' Iran.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 02/11/2012 - 12:13

amedori Fino a prova contraria fu l' Iraq ad attaccare l' Iran. Non viceversa. Mi pare sia su tutti i libri di storia.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 02/11/2012 - 12:29

La paranoia israeliana trae fondamento solo e unicamente nella loro paranoia religiosa, il loro messianesimo, derivante da quel romanzo criminale, la Bibbia, in cui si legge tranquillamente di un dio che si vendica, distrugge i nemici ed elegge una razza dominatrice sulle altre. E qualcuno poi mi viene a raccontare che gli estremisti e i fanatici sono solo tra i musulmani (anche tra loro, indubbiamente).... io però non vedo un Iran minacciare di distruzione i suoi vicini e i fatti contano: 0 guerre di aggressione in 250 anni. Se si deve dare legittimità alle paranoie... allora perché non scateniamo subito la terza guerra mondiale contro i Cinesi o loro non fanno altrettanto contro gli USA ??

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 02/11/2012 - 12:35

...piantiamola con questa storia della minor belligeranza o attitudine pacifica delle nazioni democratiche. Non ha alcun fondamento razionale e le evidenze dicono proprio l' opposto: basta vedere chi ha fatto guerre negli ultimi 30, chi ha usato le atomiche... chi ha devastato il Vietnam con una guerra apertamente razzista con massacri di civili ecc.... la politica estera non dipende minimanente dalla forma di governo interna a una nazione. Il monarchico Bhutan non fa guerre. Il "democratico" Israele viola 70 risoluzioni ONU, usa armi proibite e colonizza territori non suoi espandendosi anche oggi.

andrea24

Ven, 02/11/2012 - 13:17

Mentre i "sudditi felici"(ed "interessati",nel senso che alcuni di loro detengono anche interessi),Paesi tradzionalmente filo-americani(in verità anche in Giappone protestano contro le basi USA),hanno continuato e continuano ad acquistare petrolio dal'Iran.E se lo fanno di meno,non lo fanno per via di un odio o di una inimicizia contro l'Iran,quanto piuttosto per le conseguenze indirette dell'embargo contro l'Iran.Uno dei Paesi che più ci perde è proprio l'Italia(e lo sa anche qualche giornalista che ha scritto proprio sul giornale),la repubblica delle banane,che,come vediamo,non detiene neppure una politica estera versatile, indipendente ed autorevole,perché appunto deve sottostare ai poteri del padrone,quel padrone che,in alcuni settori del globo non può intervenire direttamente,e se lo fa,lo fa attraverso i suoi scherani e subcontractor.

andrea24

Ven, 02/11/2012 - 13:25

Se gli USA fossero circondati da portaerei di un Paese straniero x(nonché di basi militari),se gli USA fossero colpiti e assediati da un embargo e da sanzioni soffocanti,se gli USA avessero rivoluzioni ed "ingerenze sanguinarie"(sempre da parte di quel Paese nemico x,in prossimità dei propri confini),se gli USA fossero minacciati anche direttamente da dichiarazioni di guerra(ma anche le sanzioni sono dichiarazioni di guerra a tutti gli effetti)ecc... ecc... Cerchiamo di vedere,quindi,le cose al contrario.Dopodiché hanno ragione i cinesi,e cioè,che di questo passo,gli Stati Uniti non avranno neppure più le possibilità di difendere il loro stesso territorio.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 02/11/2012 - 14:01

FORZA ISRAELE!

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Ven, 02/11/2012 - 14:05

Bozzola Paola ma cosa ne sai tu cosa succede nelle carceri israeliane dove la tortura e' legalizzata e usata anche su innocenti,oppure bambini torturati davanti alle madri pur di fare uscire dei nomi di innocenti,questo per te e' difendersi?Ora capisci perche Israele non ammette controllo della Croce Rossa Internazionale nelle sue carceri,ci sono orrori peggio dei lager nazisti hanno imparato molto bene dai loro giustizieri di 70 anni fa.Vai a vedere il Lager di Kiam nel sud del Libano cosa succedeva la'altro che Mathausen.

andrea24

Ven, 02/11/2012 - 14:16

Già all'inizio degli anni 2000(secolo che sarà caraterizzato dall'emergere di altre potenze),ci fu,proprio in Medio Oriente,una delle più imponenti esercitazioni militari della storia americana,non a caso denominata "Millennium Challenge",costosissima e che inquadrava un nemico "incognito",e che di sicuro non era "solo" l'Iraq.Da anni ed anni più chiari che in altri settori sono i progetti di U$raele in Medio Oriente,dove l'Iran ed altre realtà meno allineate,come la Siria,quindi "non friendly" costituiscono un ostacolo e una spina nel fianco dei soliti noti.Avere queste realtà indipendenti e,nello stesso tempo,sviluppate,significa "perdita di influenza sionista" in uno dei settori più strategici e più vitali del globo.Intanto i contribuenti americani si lamentano della esercitazione israelo-americana di qualche giorno fa,costata 30 milioni di dollari da parte USA e solo 8 milioni da parte di Israele.Poi c'è qualcuno che pretende che l'Iran non debba difendersi contro questa massa di elefanti furiosi(i buoni dell'hollywoodismo)che scorazzano in lungo ed in largo(con le conseguenze che conosciamo)e che tengono sotto tiro la nazione iraniana da più di trent'anni?

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 02/11/2012 - 15:07

FORZA ISRAELE!

francoberto

Ven, 02/11/2012 - 21:50

Ausonio,ma hai mai provato in una astanteria psichiatrica? C'è chi si è trovato bene... Dammi retta,magari non tutto,ma quella tua fisima del"250",che butti lì come una ordalia... E lascia perdere la povera Fiammetta... stai attento,piuttosto, all'occhio" sbrincio" del" persiano",come lo chiami tu. Satrapo da operetta,che a suon di rincoglioniti del tuo calibro finirà per fare danni... E posala 'sta cazzo d'aria da geopolitico! Dai ragionamenti e dalle osservazioni non vai al di là del portalettere,senza offendere quelli che lo fanno seriamente, senza la tua prosopopea... Non sono un ebreo,né un sionista,ma,da occidentale, detesto chi, in mezzo a noi,usando le nostre lingue ed i nostri mezzi si adopera per lubrificare,con tanto di bava,la strada di chi ci detesta da ben più dei tuoi cabalistici 250 anni. O noi o loro! E'ancora lontano il tempo di un unico dio ed un unico re. Nel frattempo,il nemico del mio nemico è,giocoforza, mio amico... Ma per te, iscritto alle"anime belle",queste sono nefandezze. Comunque il consiglio te l' ho dato,adesso vai cordialmente a c....e,è poco democratico,lo riconosco,ma anche tu,con le tue puttanate,non è che sei nuovo...

Leonard83

Ven, 02/11/2012 - 22:14

già il M.O è in subbuglio con la Siria poi ci si mettono pure loro per complicare le cose!