"Sui marò il Colle ha dimenticato l'orgoglio nazionale"

La lettera di un ufficiale al presidente della Repubblica in merito al suo colloquio con i due marò

Classe 1940, carrista e lagu­nare, il generale Alberto Fi­cuciello è sempre stato un uf­ficiale con la «U» maiusco­la. Nato nella Venezia Giulia che non c’è più,è stato addet­to militare a Londra e ha co­ordinato le missioni italia­ne in Albania, nell’ex Jugo­slavia e in Afghanistan. Amante della scherma ha ri­coperto il ruolo di coman­dante Nato per il Sud Euro­pa. Il 12 novembre 2003 ha perso il figlio Massimo nella strage di Nassiriya reagen­do con grande dignità. Non è più in servizio, ma sui marò ha scritto quello che molti al­ti ufficiali sotto le armi pen­sano e non possono dire.
FBil

Illustre direttore,
mi riferisco all'articolo di Fausto Biloslavo su il Giornale di sabato 21 dicembre. Non credo che siamo pochi pazzi sognatori a voler credere nell'Italia in maiuscolo, quindi la vergogna per la vicenda dei marò dovrebbe essere una triste condizione diffusa, sulla quale doveva (e dovrà) ben riflettere chi ha consigliato quel collegamento certamente imbarazzante per il presidente della Repubblica (quello di Napolitano in teleconferenza con Massimiliano Latorre e Salvatore Girone per gli auguri di Natale, ndr), per la manifesta umiliante ammissione di impotenza nazionale. Sarebbe stato un rigurgito di orgoglio troppo ardito suggerire, invece, di apostrofare l'ambasciatore indiano magari durante l'incontro con il corpo diplomatico? Senza infrangere troppo pesantemente l'etichetta si sarebbe potuto dire, per esempio, che se si riesce a trattare con i peggiori terroristi il rilascio di connazionali rapiti, non dovrebbe risultare tanto difficile convincere una nazione dalla civiltà millenaria paladina della non violenza ad applicare il diritto internazionale... Ma forse i valorosi fucilieri del San Marco sentiranno invece propria la colpa principale, nel fatto di non essere temerari giornalisti o turisti irrispettosi degli avvisi di sicurezza, bensì soldati disciplinati e leali, difensori ammirevoli dell'onore residuo di uno Stato imbelle.

Commenti

eloi

Mar, 24/12/2013 - 09:30

E quando lo ha mai dimostrato l'orgoglio nazionale. L'unico orgoglio lo dimostrò nel 1956 nell'applaudire l'invasine dell'Ungheria da parte dei carri armato del patto di Varsavia.

Mario-64

Mar, 24/12/2013 - 09:31

La lettera di quest'ufficiale non fa' una grinza ,semmai avrei qualcosa da ridire sulla "millenaria civilta' " dell'India... Questo e' in tutto e per tutto un paese del terzo mondo ,un paese con un livello di corruzione inimmaginabile anche per noi che pure non siamo dei santi. Un paese con mezzo miliardo di poveri ,con milioni di bambini in stato di sostanziale schiavitu'. E un paese dove la gente scende in piazza a festeggiare a notizia di avere "finalmente" ordigni nucleari da poter sparare all'occorrenza in testa a qualcuno. Quanto a Napolitano deve decidersi: o i nostri sono eroi , e allora non si doveva rispedirli laggiu' per paura di chissa' cosa ,o sono potenzialmente colpevoli di omicidio, e allora non si doveva riceverli al Quirinale con tutti gli onori.

giovauriem

Mar, 24/12/2013 - 09:33

un comunista di mestiere ha un solo orgoglio:quello personale

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Mar, 24/12/2013 - 09:48

Ma cosa volete che ne sappiano i nostri politici dell'"onore". Napolitano in primis. ONORE e' un termine politicamente poco corretto, che puzza di destra, di militarismo: meglio leccare il c. di chi ci disprezza e ci odia: magari ,godendo, cambiano idea.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mar, 24/12/2013 - 09:51

QUESTI SIGNORI "TUTTI" NON SANNO COSA SIGNIFICHI L'ORGOGLIO NAZIONALE PER DEI MILITARI (IN PARTICOLARE) CHE OPERANO IN ZONE DI GUERRA. LE LORO VISITE O COLLEGAMENTI SERVONO SOLTANTO COME PASSERELLA PER ANDARE IN TELEVISIONE O SULLA STAMPA. BUFFONE E VIGLI...HI CHE NON DIFENDETE I VOSTRI MILITARI.

Ritratto di Vincenzo Morganti

Vincenzo Morganti

Mar, 24/12/2013 - 09:51

sante parole generale

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Mar, 24/12/2013 - 10:08

Concordo che sarebbe meglio che i due scontassero la pena in Italia, come piu' volte successo in passato ad altri connazionali.Naturalmente do' per scontato quello che si evince dai fatti, ovvero che i due abbiano i pescatori per dei pirati ed in preda al panico (basta guardarli in faccia) hanno aperto il fuoco, una tragica fatalita' commessa da dilettanti. Per lo stesso motivo quindi non posso essere d'accordo con chi definisce i due come valorosi fucilieri, onestamente mi sfugge dove stia questo valore...

Ritratto di Aulin

Aulin

Mar, 24/12/2013 - 10:14

Napolitano, vergogna d'Italia

piertrim

Mar, 24/12/2013 - 10:18

Sembrava dovessero essere a casa per Natale. Ma fu il solito fumo negli occhi, soffiato da specialisti che tengono per se l'arrosto.

Ritratto di frank60

frank60

Mar, 24/12/2013 - 10:23

È una vergogna che i nostri militari siano ancora lì. ..

onurb

Mar, 24/12/2013 - 10:23

Condivido ciò che ha scritto il Generale Ficuciello. Ho un'unica osservazione da fare: i blasonati ancora in servizio sono tutti a cuccia, zitti e buoni: certe cose le pensano ma non le dicono, altrimenti ci va di mezzo la carriera.

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Mar, 24/12/2013 - 10:23

Concordo che sarebbe meglio che i due scontassero la pena in Italia, come piu' volte successo in passato ad altri connazionali.Naturalmente do' per scontato quello che si evince dai fatti, ovvero che i due abbiano i pescatori per dei pirati ed in preda al panico (basta guardarli in faccia) hanno aperto il fuoco, una tragica fatalita' commessa da dilettanti. Per lo stesso motivo quindi non posso essere d'accordo con chi definisce i due come valorosi fucilieri, onestamente mi sfugge dove stia questo valore...

Ritratto di Baliano

Baliano

Mar, 24/12/2013 - 10:24

Ma di che stiamo parlando?? Di Italia, di Orgoglio Nazionale, meglio, di Patria? Ma per favore e cortesia, non siamo, o siate, ridicoli!! - Ma che ne sa Napolitano della Patria?? O quelli del PCIsenzapd, ma che ne sanno? E senza infierire troppo sui "loro partigiani" che "liberarono" l'Italia unicamente per farne un paese satellite dell'Unione Sovietica, loro vera, unica, ormai perduta Patria. Sputate la Verità Storica, per una volta, ciarlatani infingardi!! Non amano l'Italia, questi cialtroni ed eunuchi, al servizio unicamente di se stessi e del Partito. Burattini di corte, fantocci mossi dal Grande Burattinaio che segretamente sogna ancora un Paese a "tinta unita", senza il Tricolore. Sputate la Verità una volta per tutte, maledetti ciarlatani, pusillanimi e codardi. Andatevene da questo sacro suolo, pupazzi!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 24/12/2013 - 10:36

Signor Generale, la sua idea dello stato e dell' Italia è anche la nostra. Inutile dirle che siamo con Lei e con i militari-ragazzi d'Italia, ovunque si trovino. Viva l'Italia!

Ritratto di perigo

perigo

Mar, 24/12/2013 - 10:39

Dignità ed Orgoglio Nazionale: due parole completamente dimenticate dai nostri vertici Istituzionali in questa brutta vicenda.

honhil

Mar, 24/12/2013 - 10:45

Ed ora ci si aspetta una parola del capo di stato maggiore dell'Esercito. Un sussulto di dignità, finalmente. Non è stando in silenzio che si difende l’onore della Patria e dei Militari. Quando è necessario, e mai parole sarebbero potute essere o potrebbero essere più giuste, le parole non vanno mai trattenute. L’aver abbandonato i due Marò alle ambizioni politiche di questa o quella cricca indiana, è stato e continua ad essere un tradimento. Un’ indegnità che l’Italia e gli Italiani non meritano. E se l’indegna politica non va oltre il balbettio, con un ministro degli Esteri che, travestita da befana, va in Iran ad ossequiare il presidente Rouhani e il ministro Zarif, invece di mettere le tende in India e battersi con tutte le forze, per riportare alle loro famiglie i due militari, rei soltanto di aver fatto il proprio dovere di soldati, è l’Esercito, con in testa il suo massimo rappresentante, che deve farsi sentire. Se il Colle, insomma, per inconfessabili motivazioni, fa cadere a terra l'orgoglio nazionale, tocca all’Esercito raccoglierlo da terra e sventolarlo in alto. Senza tentennamenti ulteriori.

emma venturini

Mar, 24/12/2013 - 10:51

Articolo stupendo e coraggioso che se il pdr ( minuscolo )fosse con i....oni dovrebbe sprofondare e non farsi più vedere!!!!E' un essere spregevole e mi vergogno di avere il peggior presidente di questa nostra squallida....repubblica

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Mar, 24/12/2013 - 10:53

Povera Patria nelle mani di vgliacchi e politicanti senza palle. A coloro che amano bruciare le bandiere consiglio quella dell'india, ma forse non sanno nemmeno qual'è. Folgore!!!!!!

Ritratto di kanamara

kanamara

Mar, 24/12/2013 - 11:00

Io non ho fatto il militare (per problemi di salute), anche se ai 3 giorni firmai per fare il Paracadutista (e quindi immagino l'insulto che state subendo dalle istituzioni Europee/Bildengerg); comunque, penso che dopo Ginevra II bisognerebbe impedire sul nascere ogni futuro tentativo di scatenare guerre mondiali tramite provocazioni plitiche come questa e come molte altre(non è un mistero che le guerre fanno guadagnare le industrie bellichefarebbero guadagnare solamente le Nazione belliche e, quindi, nè l'Italia e forse nemmeno l'Europa)... Non dimentichiamo che la Cina ha detto ufficialmente che l'attentato di P.zza Tienammen di qualche mese fa è una provocazione Uigiura (iconoclasti=puritani arabi=terroristi=ignoranti=drogati=kamikaze=schiavi e martiri...). Se si riuscisse per una volta a distinguere i violenti da chi crede che la disciplina è necessaria; forse si riuscirebbe ad immaginare una pace eterna (non è impossibile).

Dany

Mar, 24/12/2013 - 11:00

Ma che orgoglio nazionale? Quello è per l'internazionale dei lavoratori .... una str..zata come l'altra internazionale di dentemarcio alias porfirio rubirosa della bovisa!!!!

fedele50

Mar, 24/12/2013 - 11:08

Un augurio ai miei fratelli, non posso abbracciarli, ma lo faccio militarmente "AAAAAAAAAAATTENTI PREEEEEEEESENT ARM!ONORE A VOI .

Ritratto di Nopci

Nopci

Mar, 24/12/2013 - 11:31

E' BENE RICORDARE CHE ALCUNI DECENNI FA I COMPAGNI DEMOCRAT CON IL TRICOLORE SI SOFFIANO IL NASO.ADESSO SONO DIVENTATI NAZIONALISTI?OPPORTUNISMO/CONVENIENZA "DEMOCRATICO"

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 24/12/2013 - 11:32

DOMANDA: Il militante dell'internazionalismo socialista, il sostenitore dell' assoggettamento dell'Italia ad una potenza straniera e, a quel tempo nemica, il plauditore degli assassini imperialisti sovietici, l'aspirante zar odierno fautore di due imposizioni non previste dalla Costituzione della Repubblica, come fa ad avere orgoglio nazionale ?

Dario40

Mar, 24/12/2013 - 11:33

complimenti vivissimi al Generale Ficuciello, non poteva essere più chiaro ! Purtroppo da chi applaudiva all'invasione dell'Ungheria da parte dei suoi amici Comunisti, non si può pretender un "Orgoglio Nazionale Italiano". ONORE AI NOSTRI MARO'!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 24/12/2013 - 11:35

Quale orgoglio nazionale puo' avere un vecchio arnese comunista il cui sogno giovanile era regalare l'Italia a zio baffone???

ro.di.mento

Mar, 24/12/2013 - 11:39

a cartastraccia: il nome e la foto le si addicono perfettamente ! il suo post non è commentabile, senza mandarla a quel paese!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mar, 24/12/2013 - 11:48

Dimenticato orgoglio nazionale? ma perchè, lo aveva?

ni.napoli

Mar, 24/12/2013 - 11:49

Mi associo ai sentimenti di indignazione espressi dal Gen. Ficuciello. Il collegamento con l’India è stato un maldestro tentativo per dare ad intendere sia agli Italiani e sia ai nostri due Militari che esiste l’impegno delle nostre istituzioni. Chiacchiere inutili, insomma, per dimostrare un interesse che nella pratica è carente. Nella realtà siamo alla mercé di un paese antico si, ma arretrato e corrotto, che si fa gioco della nostra debolezza.

wainer

Mar, 24/12/2013 - 11:59

Un eunuco a capo del governo! Vergognati hai lasciato le palle in India (altro che acciaio)!!!

il corsaro nero

Mar, 24/12/2013 - 12:04

@ cartastraccia- più che carta straccia avresti dovuto assumere il nome i carta igienica e con quella pulirti la bocca! ma cosa stai cianciando, se neanche conosci i fatti faresti meglio a tacere! dai per scontato che cosa, che i due militari siano degli assassini? innanzitutto i fatti sono avvenuti in acque internazionali (se non lo sai informati)dunque l'India non h alcun potere di processarli secondo poi stavano facendo la scorta ad una nave italiana per salvaguardare l'equipaggio da attacchi di pirateria! terzo punto, i marò,seguono un duro corso di addestramento prima di diventare tali e sono addestrati a gestire ogni situazione, ma quale tragica fatalità commessa da dilettanti! Ah volevo informarti anche che coloro che tu hai già giudicato colpevoli, prima di aprire il fuoco hanno intimato l'alt in lingua inglese a chi si stava avvicinando alla nave senza ottenere alcun risultato e, pertanto, sono stati costretti ad aprire il fuoco. Il loro valore sta nel difendere la nostra Patria in qualsivoglia situazione! Magari avessi tu un terzo del coraggio che hanno loro! Sei proprio cartastraccia!

DIAPASON

Mar, 24/12/2013 - 12:12

Un uomo che proviene da una cultura comunista non potra' mai avere un orgoglio nazionale.

francdelp

Mar, 24/12/2013 - 12:26

Catrastraccia (in nomen omen) fa rilevare che si trovava sulla nave e in qualità di testimone oculare ha visto esattamente come sono andate le cose. Inoltre ha anche partecipato all'autopsia per vedere la direzione dei colpi e i bossoli. Se questi sono i cittadini italiani allora questo è i governo che ci meritiamo.

delcio

Mar, 24/12/2013 - 12:32

Chi sbavava di fronte al PCUS che orgoglio nazionale volete che abbia?

Ritratto di blackeagle

blackeagle

Mar, 24/12/2013 - 12:33

Vorrei rispondere al generale, minuscolo voluto, cosa si aspettasse da una italietta nata e cresciuta sulle menzogne piemontesi ed ancora perpetuate a tutt'oggi! Lui che è stato addetto militare a londra, comandante etc etc dovrebbe ben conoscere le menzogne ed il falso nazionalismo di questa sottospecie di nazione. e adesso sta qui a lamentarsi! vi direi di leggere un articolo di Dostoevskij sulla nascita di grande italietta...

Giorgio Mandozzi

Mar, 24/12/2013 - 12:33

Concordo perfettamente con il Generale. Da tempo, purtroppo, non abbiamo più coscienza nazionale. E peggio che mai nelle gestioni della sinistra italiana. Abbiamo sacrificato ufficiali italiani per liberare incauti giornalisti e speciosi volontari e non sappiamo che farcene di due valorosi, dignitosi rappresentanti, LORO SI', del popolo Italiano. Rappresentato, purtroppo, da questa infame, ladra, pavida e corrotta classe politica.

Ritratto di blackeagle

blackeagle

Mar, 24/12/2013 - 12:35

E' nata da questi signori l'italietta ma DI COSA VI MERAVIGLIATE ANCORA!!!! IPOCRITI " Per duemila anni l'Italia ha portato in sé un'idea universale capace di riunire il mondo, non una qualunque idea astratta, non la speculazione di una mente di gabinetto, ma un'idea reale, organica, frutto della vita della nazione, frutto della vita del mondo: l'idea dell'unione di tutto il mondo, da principio quella romana antica, poi la papale. I popoli cresciuti e scomparsi in questi due millenni e mezzo in Italia comprendevano che erano i portatori di un'idea universale, e quando non lo comprendevano, lo sentivano e lo presentivano. La scienza, l'arte, tutto si rivestiva e penetrava di questo significato mondiale. Ammettiamo pure che questa idea mondiale, alla fine, si era logorata, stremata ed esaurita (ma è stato proprio così?) ma che cosa è venuto al suo posto, per che cosa possiamo congratularci con l'Italia, che cosa ha ottenuto di meglio dopo la diplomazia del conte di Cavour? È sorto un piccolo regno dì second'ordine, che ha perduto qualsiasi pretesa di valore mondiale, ... un regno soddisfatto della sua unità, che non significa letteralmente nulla, un'unità meccanica e non spirituale (cioè non l'unità mondiale di una volta) e per di più pieno di debiti non pagati e soprattutto soddisfatto del suo essere un regno di second'ordine. Ecco quel che ne è derivato, ecco la creazione del conte di Cavour!" Fëdor Michajlovič Dostoevskij [GioD]

il corsaro nero

Mar, 24/12/2013 - 12:44

@ cartastraccia- ma quanto ti pagano per scrivere tali cazzate?

gibuizza

Mar, 24/12/2013 - 13:02

Egregio generale, lei è stato troppo educato, da una persona in pensione mi aspettavo più grinta, più cattiveria. In questa situazione stiamo calando "le braghe", stiamo facendo la figura di mollicci incapaci, di vigliacchi traditori cher per due lire svendono la dignità di 60 milioni di persone. Mi aspetto anche dai generali in attività più determinazione e più decisione, sono diventati generali, che vogliono di più?

Ritratto di apasque

apasque

Mar, 24/12/2013 - 13:04

Condivido appieno quanto detto da Ficuciello. L'Italia é considerata come una marionetta anche e soprattutto a causa di Napolitano. Il quale non si é lasciato sfuggire occasione per svenderla a chiunque. Oltre che del vergognoso caso dei marò, che diciamo della svendita alla Merkel, del caso Monti, e di mille altre situazioni analoghe? Napolitano, peggio di così non si può: uomo per le tragedie, uomo che ha venduto la sua patria alla Merkel.

dondomenico

Mar, 24/12/2013 - 13:05

Sappiamo bene come sono i nostri governanti ma mi sarei aspettato un comportamento diverso dai vertici delle Forze Armate. Come dissi all'inizio di questa storia sciagurata, mi sarei aspettate le dimissioni del Capo di Stato Maggiore Difesa, del Capo di Stato Maggiore della Marina e del Comandante del Battaglione San Marco! Niente, se ne sono stati tranquilli, beatamente rilassati sulle loro poltrone; e si che è da tempo che sono emerse tante circostanze che dimostrano che nulla di illegale è imputabile ai nostri Militari; non in ultimo l'inchiesta di Tony Capuozzo. I nostri vertici militari, nelle parate, invece di ricevere gli Onori, dovrebbero ricevere fischi e pernacchie

plaunad

Mar, 24/12/2013 - 13:10

APPROVO IN PIENO !!!!

Perlina

Mar, 24/12/2013 - 13:32

CARI AUGURI GENTILE GENERALE, A LEI E TUTTI I MILITARI CHE ABBIAMO SPARSI PER IL MONDO IL NOSTRO AFFETTUOSO AUGURIO DI BUONE FESTE. SIETE VOI CHE TENETE ALTO IL NOME DEL NOSTRO PAESE ALTRO CHE QUESTI PARASSITI DI POLITICI CHE CI RITROVIAMO.

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 24/12/2013 - 13:36

Una lettera di un uomo che prima di essere un ex militare è una persona che ama il suo paese, e contesta giustamente una DIGNITA' che l'Italia non ha dimostrato! Quello che più mi ha colpito di questa lettera e la frase di "ammissione di impotenza nazionale"...una cosa grave e assurda per uno stato che più di una potenza militare, dovrebbe dimostrare la sua compatta dignità per i suoi cittadini anche se militari, una vergogna. Invece no ! da Napolitano ai politici ai ministri che dovevano già da tempo avere risolto in maniera positiva questo caso.....una figura meschina di incapaci buoni a nulla, per non parlare di quella parte della sinistra che vede i nostri militari impegnati nelle operazioni di sicurezza internazionali come dei "pistoleri e dei emuli di Rambo"... ecco perché l'Italia non avrà mai una dignità internazionale.

lamwolf

Mar, 24/12/2013 - 13:58

Solo chiacchere, promesse non mantenute e questi due ragazzi sono 22 mesi ostaggi dell'incompetenza dell'India un paese che dovrebbe vergognarsi per quanto accade dentro i propri confini tra povertà, sporcizia e omicidi specie di giovani donne da parte dei mariti. Incompetenti e inconcludenti i nostri politici e le autorità. Dove sta passando la vigilia la signora Iervolino e la Kyenge, fregandosene di quei poveri ragazzi e delle famiglie e anche di quelle 24 famiglie che stano aspettando un segnale in Congo, guarda caso proprio patria natale della congolese. Andate via abbiate un sussulto di orgoglio e abbandonate il posto, perché non ne siete all'altezza.

lamwolf

Mar, 24/12/2013 - 14:04

Errata corrige, volevo dire Bonino e non Iervolino.

moshe

Mar, 24/12/2013 - 14:04

orgoglio nazionale ..... ..... ..... l'orgoglio nazionale l'abbiamo avuto per quello che hanno fatto i nostri vecchi per difenderci dall'invasore, adesso, col presidente che abbiamo e col governo che abbiamo non ci rimane che la vergogna !!!!!

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Mar, 24/12/2013 - 14:19

Ma è un comunista! Prima prendeva ordini da Mosca, ora dà ordini a piacer suo, in barba alla Legge n°1. Cosa cercate in un bolscevico??? Non la fede, non un ideale patriottico, non l'amor Patrio, non l'eredità liberale da tramandare ai posteri. Guardateli!!! NON sorridono MAI. Fateci caso, così per gioco...Hanno facce truci, imbronciate, lo sguardo minaccioso che precede l'intimidazione; non accettano contraddittorio, non fanno autocritica, non si mettono mai in discussione, si credono onnipotenti e (magari) immortali.

angelomaria

Mar, 24/12/2013 - 14:19

hanno ragione uno stato ed un presidente ormai al ridicolo e le vergogne aumentano!!!!buonatale capod'anno ed un presto ritorno per i nostri maro'dallo stato abbandonati!!!

angelomaria

Mar, 24/12/2013 - 14:22

vedo che qualcuno ha scritto che scontino la pena in'italia ed IO li dico QUALE PENA QUALE REATO!!!!

un saluto romano

Mar, 24/12/2013 - 14:37

x dondomenico, si le hanno ricevute solo alla festa della Folgore l'anno scorso e non si sono più presentati.

Ritratto di odoiporos

odoiporos

Mar, 24/12/2013 - 14:43

d accordissimo con mario 64. L'india è un paese del terzo mondo dove le vacche girano indisturbate per le strade e le pantegane mangiano nello stesso piatto degli umani. Dove non si ha rispetto per l'ambiente dove i bambini camminano scalzi e l'igene alimentare non si sa nemmeno che cos'è. Ed in ultimo dove la forchetta tra chi non ha e chi ha troppo è enorme! Questo è un paese civile??! Chi lo dice non conosce la storia dell'italia e degli altri paesi occidentali che hanno creato la ricchezza ed il benessere per tutti e dove la libertà ancora (forse per poco) è un principio inviolabile!

hector51

Mar, 24/12/2013 - 14:48

Ci stanno trattando peggio degli animali solo perché sanno che i nostri marò appartengono ad un paese che non sa pretendere rispetto.

Pelican 49

Mar, 24/12/2013 - 14:58

Il Generale Ficuciello ha dimenticato di elencare, oltre ai "temerari giornalisti" e ai turisti cretini, i culatoni ed i compagni comunisti: se si fosse trattato di una di queste due categorie, si sarebbe scatenato il pandemonio televisivo col supporto della "libera" Stampa di sinistra (cioè quasi tutta). Ma purtroppo per i due Marò, non sono "iscritti" a nessuna di queste categorie e quindi se stiano là, tra elefanti e ... marajà! Quanto a Napolitano, meglio sorvolare, tra pena e ridicolo, è difficile scegliere. Buon Natale.

Pelican 49

Mar, 24/12/2013 - 15:04

Ma agli Italiani basta essere orgogliosi del loro Ministro degli Esteri, tale Bonino, esultante per avere ottenuto la "liberazione" della compagna Shalabayeva o come cavolo si chiama! Dei Marò .... chissenefrega? Ma ci pensate che abbiamo un ministro degli esteri che si chiama Bonino? Vorrei guardare in faccia chi ha ancora il coraggio di dire che i miracoli non esistono .... e allora come si spiega Bonino ministro? Attendo risposte. Buon Natale.

Raoul Pontalti

Mar, 24/12/2013 - 15:22

"soldati disciplinati e leali, difensori ammirevoli dell'onore residuo di uno Stato imbelle": ma a parte il fatto che uno Stato imbelle non ha onore nemmeno residuo (e se lo Stato è imbelle, ossia non atto alla guerra, una certa responsabilità ce l'hanno i militari piuttosto che le monache di clausura), il preteso onore come sarebbe ammirevolmente difeso? Sparando a inermi pescatori? Tentando di svignarsela dopo la smarronata? negando l'evidenza e omettendo di chiedere scusa per la morte insensatamente cagionata di due padri di famiglia? ma questo è il senso dell'onore dei badogliani, ossia dei campioni del disonore. PS per chi insiste ancora con la menata dei testimoni oculari: ma per sapere se il bimbo ha rubato la marmellata si ha bisogno di assistere di persona al compimento della marachella furtiva? Non basta constatare lo svuotamento del vaso della marmellata e tracce di questa agli angoli della bocca del furfantello? Naturalmente non per gli italici bananas che prendono anche in seria considerazione l'infantile tesi difensiva che vorrebbe colpevole il gatto, magari del vicino, che ha anche spalmato la marmellata persino sulla maglietta del bimbo. Buon Natale|

DIAPASON

Mar, 24/12/2013 - 15:22

Generale la sua analisi e' perfetta, ora pero' molti ITALIANI si aspettano da autorita' come lei anche delle azioni atte a riportare orgoglio nazionale. C'e un esercito silenzioso che aspetta soltanto segnali.

quidam60

Mar, 24/12/2013 - 15:24

Solo disprezzo per il vostro presidente della repubblica.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Mar, 24/12/2013 - 15:25

Orgoglio nazionale? Il Colle..QUESTO COLLE..abitato da un comunista non puo' dimenticare cio' che non ha MAI avuto. Un comunista non ha orgoglio nazionale, e' questa un'altra caratteristica del nemico.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mar, 24/12/2013 - 15:27

Cartastraccia, altri non è che raouluol pontebasso in incognito! Veniamo giu dai monti dai monti del trentino cantiamo tutti coro, trallalerolaaa

PANTALONE

Mar, 24/12/2013 - 15:52

quale orgoglio nazionale può avere una persona che sognava di consegnare il nostro paese all' unione sovietica?

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mar, 24/12/2013 - 15:54

Raoullol LOL lol haha ha sei arrivato! E vai con le cazzate! Direttamente da fai della Paganella col canotto battente bandiera di paperopoli arriva rauoooijl a spiegarci il diritto marittimo. Ancora a rimuginare sul manico del piccone? Il fantone esperto marinaio....torna a far le gare con la panda e rincorrere i cinghiali bresciani, che è meglio!

comase

Mar, 24/12/2013 - 15:57

Mi auguro che i Generalo con le palle predano decisioni drastiche e efficaci nei confronti di questi vermi di politici e li spazzino via in una bella notte ! Gli italiani veri non aspettano altro!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 24/12/2013 - 15:58

IL COMUNISTA SU AL COLLE COSA ASPETTA AD ANDARE IN INDIA E PORTARE A CASA I NOSTRI 2 EROI, ANZICHE' FARE TANTI BEI DISCORSI FUMOSI E INUTILI CHE NON SERVONO A NULLA. SERVONO I FATTI PRESIDENTE NON LE PAROLE AL VENTO E LE FINTE INCAZZATURE.

un saluto romano

Mar, 24/12/2013 - 16:08

x cartastraccia e roul etc...etc...., come al solito il mio scritto viene bloccato e quindi riscrivo il tutto evitando gli epiteti usati prima. Il contenuto però voglio vedere se anche questa volta viene censurato. Prima di accusare sarebbe bene che vi informiate sui fatti. Il calibro dei proiettili che hanno colpito il peschereccio affondato mpm è quello in dotazione alle Forze Armate Italiane; Il peschereccio a cui hanno intimato l'alt i due marò non è lo stesso che è stato colpito, perchè il peschereccio in questione è stato fatto affondare subito dopo? perchè i documenti Indiani sono stati corretti in malo modo non corrispondendo a quelli visti dagli organi competenti Italiani? Ogni giorno avvengono scaramucce anche con sparatorie tra i pescatori del Kerale e quelli dello Srilanca, proprio dove si trovava il peschereccio colpito e non quello che hanno visto i due marò. Non ultimo vorrei far notare che se ti si intima l'alt e tu continui ugualmente ad avvicinarti qualsiasi sentinella militare ti tira una schioppettata, secondo il metodo e la dottrina impartita dalle consegne per una vigilanza armata.

francdelp

Mar, 24/12/2013 - 16:19

Quello che ho detto per cartastraccia vale anche per raoul pontalti, entrambi testimoni oculari e presenti all'autopsia dei marinai.

timoty martin

Mar, 24/12/2013 - 16:26

Orgoglio nazionale? che cos'è? magari in URSS... Cari Maro', l'attuale governo sembra, purtroppo, non preoccuparsi più tante delle vostri sorti. Ma siete nei pensieri di tantissimi Italiani veri. Di cuore, un caro augurio e che torniate a casa molto presto.

Ritratto di onollov35

onollov35

Mar, 24/12/2013 - 16:27

Bravo Signor Generale. Purtroppo abbiamo un vegliardo che ci meritiamo.Peccato che non si sentono Generali con il suo temperamento. Tantissimi auguri.

stefan62

Mar, 24/12/2013 - 16:35

SI FA' CHIAMARE PRESIDENTE E L'ORGOGLIO NON SA' DOVE STA' DI CASA,HA SALVATO L'ITALIA DALLA BANCAROTTA SENZA AVER MOSSO UN DITO, L'UNICO PRESIDENTE CHE NE AVEVA DA VENDERE ERA L'INDIMENTICABILE MAESTRO DI CULTURA E INTELLIGENZA SOPRAUMANA SANDRO PERTINI. mento e non ha salvato l'italia dalla bancarotta com la sinistra dice, l'unico che aveva orgoglio da vendere era e sara' sempre nel cuore degli ITALIANI è SANDRO PERTINI

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 24/12/2013 - 16:45

#Raoul Pontalti. E buon nantale anche a Te, caro il mio fascista immaginario tridentino. Meno sofismi maròfobi per il 2014 e più opere di pene, mi raccomando.

stefan62

Mar, 24/12/2013 - 16:54

QUANDO A FINE ANNO FARA' IL DISCORSO DI AUGURI . CARI ITALIANI QUELLI VERI ANDATE A VEDERE ALTRO LE SUE PAROLE SONO IDIOZIE DI UN COMUNISTA CHE NELLA SUA VITA NON HAI FATICATO COME SI DICE A NAPOLI DA NAPOLITANO VERACE.

innocentium

Mar, 24/12/2013 - 16:58

Ficuciello for President (lo conosco personalmente e vi assicuro che ha più carte in regola di tutti, inoltre è una bella mente, unico "difetto": NON E' UN POLITICO!!!)

Veritas/Aequitas

Mar, 24/12/2013 - 17:17

Un Presidente mai riconosciuto, riconfermato una seconda volta da un branco di politici arroganti e incuranti dell'ITALIA!!!!! A casa senza pensione, comunista senza vergogna e senza parola. Onore e Gloria ai nostri Maró.

terzino

Mar, 24/12/2013 - 17:27

I nostri governanti non conoscono vergogna. Questa farsa è la testimonianza della loro inettitudine.

Raoul Pontalti

Mar, 24/12/2013 - 17:42

Francdelp e un saluto romano: forse che i giudici assistono ai delitti? e alle autopsie? Eppure giudicano i fatti e condannano i rei sulla base di testimonianze, documenti, perizie, prove, etc.. "Il peschereccio cui è stato intimato l'alt": ma perché mai si sarebbe dovuto "intimare l'alt" ad un peschereccio, essendo la Enrica Lexie a tutti gli effetti una nave civile e non militare o della polizia? Sulla diversità dello scafo sforacchiato dagli intrepidi fucilatori rispetto a quello "intimato" non specula più nemmeno il fantasioso ing. di Stefano, dopo che l'ammiraglio Piroli (che eseguì tra l'altro la controperizia sul St. Antony) ebbe lasciato pubblicare scampoli del suo rapporto sulla vicenda dove l'immagine dell'imbarcazione incrociata dai marò corrisponde proprio al St. Antony. Anche la panzana dei calibri è sgonfia da un pezzo: la perizia balistica (cui parteciparono anche due esperti dei Carabinieri) ha addirittura individuato le armi con tanto di numero di matricola che esplosero i colpi andati a segno sullo scafo indiano e sui corpi dei pescatori trasformandoli in cadaveri. Sulle presunte falsificazioni di documenti: si fanno a Napoli, non a Kochi. Sulla distruzione del St. Antony: irrilevante, essendosi fatte perizie e controperizie (anche italiane) prima della distruzione. Sull'"alt chi va là fermo o sparo" va osservato che fa parte delle cosiddette regole d'ingaggio sulle quali in relazione alla "missione" sulla Enrica Lexie nulla si sa, essendo secretate, eppure le fonti militari italiane danno per scontato che i marò si siano attenuti a quelle regole. Ma l'alt chi va là fermo o sparo può andar bene in una caserma italiana o per chi è di guardia ad una polveriera sul territorio nazionale, non su nave civile in alto mare. Una delle cause di questa tragica e allo stesso tempo stupida vicenda risiede con ogni probabilità in regole cretine elaborate da deficienti, approvate da incompetenti (ministro) e applicate da sprovveduti nel luogo e nel tempo e nel modo sbagliati.

eloi

Mar, 24/12/2013 - 17:56

Chi sa cosa ci propinerà alle ore 20 del 31 dicenbre 2013. Leggeremo i commenti su la stampa il due gennaio. Il primo gennaio sarà silenzio, almeno credo.

Ritratto di lohengrin08

lohengrin08

Mar, 24/12/2013 - 18:05

Povero Napolitano, il potere gli ha dato alla testa....per il cuore lui è rimasto all'Ungheria 1956.

scipione

Mar, 24/12/2013 - 18:07

Mario-64,tu chiedi una scelta di dignita' a chi ormai non ce l'ha piu' e la sta togliendo anche all'Italia.

Ritratto di lohengrin08

lohengrin08

Mar, 24/12/2013 - 18:10

generale Alberto Fi­cuciello complimenti...Ella dimentica che chi il coraggio non ce l'ha (vedi Napolitano, Letta e la Bonino) non se lo può dare. Non si può ricavare sangue dalle rape.

dondomenico

Mar, 24/12/2013 - 18:34

X raul pontalti:- Siamo alla vigilia del S.Natale ma tu pensi di essere a carnevale, si carnevale perchè hai detto un sacco di stronzate! Cosa pensi che i nostri Militari vanno in giro a fare il tiro al piccione? Se in Italia abbiamo ancora qualcuno che merita onore ed ha dignità sono i nostri Militari, cosa che non hai tu. Vatti a leggere tutti i fatti collegati a questa storia e vai anche a vedere i risultati della inchiesta condotta da Tony Capuozzo che, se non lo sai, non è un giornalista riconducibile ai palazzi del potere. Per il futuro, ti consiglio di fare una TAC al cervello, visto mai che trovano una cura adatta a te.

golddrake

Mar, 24/12/2013 - 18:52

orgoglio nszionale per napolitano e i suoi compagnoni comunisti??? ma stiamo scherzando ? governo e presidente della repubblica sono solamente dei vigliacchi!!!! Ma perché non sbattiamo in galera l'ambasciatore indiano con tutti i suoi scagnozzi e poi vediamo che fanno quei morti di fame ! ci dichiareranno guerra??? è l'unico modo per vedere ritornare i nostri marò!!!

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Mar, 24/12/2013 - 19:47

Nella mia città (Genova) hanno pensato bene di appendere al Palazzo Ducale uno stendardo, con un messaggio pro-rifugiati, ma non per i due Marinai che sono trattenuti oltre ogni limite. (Un po' come aveva fatto il comune di Pavia). Se non fosse perchè ci vivo da 49 anni direi che è una città dimmmmm.

maurizio50

Mar, 24/12/2013 - 19:53

Generale, quanto da Lei detto è condiviso da chi ha sempre avuto nel cuore la Patria e da quei rappresentanti della stessa, che han saputo anche dare la vita per il buon nome dell'Italia. Oggi siamo, purtroppo, governati, da mezze tacche che si nascondono dietro le chiacchiere del novantenne vegliardo Capo dello Stato.. Per queste mezze tacche è più importante obbedire agli ordini di Frau Merkel che non provvedere a risolvere la questione dei due marò. D'altronde chi sono i governanti di oggi? Individui privi di sentimento nazionale ed amor patrio, che spesso non hanno nemmeno prestato in gioventù il servizio militare per il Paese, preferendo fare gli obiettori. Il disfacimento attuale del Paese è dunque figlio della imperversante dottrina neutralista e terzomondista propagandata per cinquant'anni da quella Sinistra che ha poi generato l'attuale Presidente!!!

Ritratto di guga

guga

Mar, 24/12/2013 - 20:29

Già sig. Generale, ma fare la voce grossa,dare addosso agli Ungheresi "ribelli", o cercare di consolare al telefono i nostri due marò Eroi restando comodi in poltrona è MOLTO facile (e vile). Che vergogna! Gli faranno un momumento perchè è rientrato?

un saluto romano

Mar, 24/12/2013 - 21:18

per Roul Pontalti, Idee un po' confuse? le rammento che la Nave, qualsiasi essa sia, ovunque si trovi è territorio del Paese la cui Bandiera lo rappresenta. Pertanto loro erano di guardia ad un territorio Italiano e il loro compito era quello di salvaguardarlo da atti di pirateria. Le panzane che lei afferma se le sta cantando solo lei. Gli americani per una questione simile non ci hanno pensato due volte e hanno lasciato gli Indiani con tanto di naso. Un militare dovrebbe rispondere del suo operato solo ai suoi superiori quindi alla giustizia Italiana. ma questo a lei evidentemente sfugge perchè l'importante è denigrare.

ireago

Mar, 24/12/2013 - 21:39

Napolitano si vergogna per gli italiani che si vergognano per i nostri Marò? Astro

vincenzo

Mer, 25/12/2013 - 08:51

Come dice Crozza con "viva e vibrante...."!

millycarlino

Mer, 25/12/2013 - 10:30

Cari ragazzi. Innantutto Buon Natale. E cancellate Napolitano dal vostro Orgoglio Nazionale, poiché lui come non lo conosceva quando era agli ordini di Mosca, non lo conosce oggi che è sotto il tallone dell'Europa. Io non posso far niente per voi, ma solamente dirvi che, come Dio, l'Orgoglio Nazionale è dentro di noi e non sta nelle cattedrali del potere. Tenete duro e non date peso a certa gente! Milly Carlino

canaletto

Mer, 25/12/2013 - 10:38

MA QUALE ORGOGLIO, IL COLLE NON NE HA MAI AVUTO VERSO I MARO' CHE QUEL PORCO DI MONTI RIMANDO' IN INDIA E ADESSO SONO DIMENICATI. E' UNA VERGOGNA, NESSUNO SI MUOVE TANTO MENO LA BONINO. L'UNICO ORGOGLIO DEL COLLE E' QUELLO DI DARE ORDINI A LETTA PE DISRUGGERE L'ITALIA.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 25/12/2013 - 10:50

Il fascismo ha perso. Da sessant'anni l'Italia è governata da traditori, servi, ladri, antitaliani. Inutile stupirsi. Però i militari dovrebbero dimettersi in massa per protesta.

oiramissor

Mer, 25/12/2013 - 11:36

Non mi dilungo non lo meriti...cartastraccia sei, cartastraccia rimani ti nascondi dietro un rullo di carta di cabinetto e' fai bene quello e' il tuo posto.

oiramissor

Mer, 25/12/2013 - 12:28

Vede caro generale lei e' stato creato dalla politica e dai politici a loro somiglianza e'i suoi cari politici l'hanno trattato economicamente come loro stessi a discapito dei sottufficiali e truppa. Quei politici hanno creato un'esubero della categoria generali proprio per accontentarne il piu' possibile ed eliminare ogni velleita' di ribellione. Ho apprezzato quanto da lei esposto mi sarei aspettato piu' presa di posizione e un coinvolgimento di altri suoi pari grado lei e' una voce fuori dal branco. Il branco evidentemente sta bene e se ne infischia dei subordinati e del paese che avrebbero dovuto servire. Se vuol sapere il mio parere sono convinto che se domani sparissero tutti gli ufficiali di qualsiasi ordine e grado tutti i corpi e le armi andrebbero avanti per cento anni perche' sono i sottufficiali e la truppa a far funzionare il sistema. Sulla magra figura dei nostri politici riguardo i nostri lagunari non mi posso pronunciare perche' ognuno che abbia a cuore le loro sorti puo' farsi un'idea leggendo tra le righe quanto i media o i politici stessi lasciano trapelare.Amen

Ritratto di kinowa

kinowa

Mer, 25/12/2013 - 12:39

Ma quale orgoglio nazionale, ma ci siamo dimenticati che il nostro caro(perche ci costa) presidente per anni e continuain ha militato in un partito che il cui simbolo era uno straccio rosso con falcia e martello a coprire il nostro tricolore??? Per i marò, ai quali và tutta la mia attenzione, bisogna RITIRARE IMMEDIATAMENTE TUTTI I NOSTRI SOLDATI IMPIEGATI ALL'ESTERO,

Ritratto di Lorenzo Mazzi

Lorenzo Mazzi

Mer, 25/12/2013 - 12:47

CARTASTRACCIA ma pensi quando scrivi? I tuoi sono deliri degni del nome che ti sei dato. Nella foto che accompagna il tuo nick è raffigurato il tuo asciougamano per la faccia.

mezzalunapiena

Mer, 25/12/2013 - 12:51

tutti i commenti sono condivisibili,purtroppo dobbiamo accettare le istituzione solo perché politiche ma come sostanza inesistenti.

mezzalunapiena

Mer, 25/12/2013 - 12:51

tutti i commenti sono condivisibili,purtroppo dobbiamo accettare le istituzione solo perché politiche ma come sostanza inesistenti.

mbotawy'

Mer, 25/12/2013 - 14:48

Cosa mai si puo' pretendere da un vecchio comunista?

agronauta

Mer, 25/12/2013 - 16:11

Quale orgoglio nazionale può avere un paese che per cinquant'anni è stato governato da due partiti, di cui uno aveva la patria di riferimento in Russia e l'altro in Vaticano?

Nonmimandanessuno

Mer, 25/12/2013 - 16:43

ONORE, ONORE e ancora ONORE a questi due soldati. VERGOGNA, VERGOGNA e ancora VERGOGNA a tutta la masnada di pseudopolitici di questo merdaio di paese. E quella befana della Bonino che va a trovare gli iraniani doveva andare in India, meglio ci doveva andare Napolitano invece di romperci i cicisbei con le sue prediche continue che lasciano il tempo che trovano. A proposito dei radicali Pannella mi ha rotto i c. con le carceri. Va bene che chieda tempi veloci per chi è in attesa di giudizio, o di mandare a casa loro i lestofanti stranieri, ma che dica di liberare tutti perchè stanno stretti, NO, NO, e ancora NO. Nessuno li ha obbligati a delinquere e il carcere non dev'essere un grand hotel. Nessuno di questi stronzi politici di MMMMMERDA che parli dei poveretti che si continuano ad uccidere perchè son senza lavoro. E oggi sono buono perchè è Natale.