L'ex premier Ehud Olmert rischia il carcere: è colpevole di corruzione

Aveva ricevuto, attraverso il fratello, 500mila shekel per facilitare un progetto edilizio. La pena sarà resa nota a fine aprile

Ehud Olmert, ex primo ministro di Israele, è stato condannato per corruzione dal tribunale di Tel Aviv. Coinvolto in uno scandalo immobiliare per fatti precedenti al 2006, anno in cui iniziò il suo mandato come premier, secondo l'accusa aveva ricevuto una somma di 500mila shekel da un imprenditore per facilitare un progetto immobiliare.

I soldi sarebbero arrivati a Olmert, attraverso il fratello Yossi, dall'imprenditore Shmuel Dechner. In seguito Olmert aveva preso la carica di primo ministro, dopo l'emorragia celebrale che aveva colpito il predecessore Ariel Sharon. Nel 2009 era stato costretto a lasciare per le accuse di corruzione.

A luglio 2012, Olmert era stato assalto da altre accuse per lo stesso reato, ma condanno a un anno con la condizione per abuso di potere. L'ex premier rischia ora una pena carceraria fino a dieci anni. La decisione verrà presa dal tribunale il prossimo 28 aprile

Commenti
Ritratto di nutella59

nutella59

Mer, 02/04/2014 - 01:57

Il corrotto Olmert, co-responsabile della PULIZIA ETNICA degli Ebrei dalla Striscia di Gaza, del disastro libanese della II Guerra del Libano, della mai terminata campagna di Gaza contro Hamas e dell'immediatamente successivo POGROM di Amona, TUTTO fatto per procedere nella cessione della Terra d'Israele ai suoi nemici, finalmente riceve almeno una parte di quel che si merita (com'è successo a TUTTI coloro che hanno tradito e dato via il retaggio ebraico in Israele.