Crimea, Obama avverte: "Mosca fuori dal G8" La Russia: "Non può farlo"

La Casa Bianca chiede la sospensione della Russia. Il ministro degli Esteri russo minimizza: "Non sarebbe una tragedia"

Anche la base navale di Feodosia, l'ultima in Crimea a sventolare ancora la bandiera ucraina, è caduta nella notte tra domenica e lunedì. Le truppe di Mosca hanno preso il controllo della struttura militare e questa mattina da Kiev è arrivato l'ordine di ritirata per le truppe. Su 189 strutture - secondo fonti della Difesa russe - è stata issato ora il tricolore russo.

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, è arrivato oggi in Olanda per un vertice all'Aja e per il G7 sulla situazione ucraina. Atterrato all'aeroporto internazionale di Amsterdam, ha ribadito che Washington e Bruxelles "saranno unite nel dare una risposta alla Russia" e garantito che le sanzioni "avranno un costo per l'economia russa", ricordando come la strategia sia stata di successo nel caso iraniano.

I leader del G7 hanno deciso di cancellare ufficialmente la riunione del G8 in programma in Russia a Sochi e sostituirla con un summit nel formato ristretto a giugno a Bruxelles. La risposta di Mosca non si è fatta attendere. "Nessuno può cacciare qualcun altro dal G8", ha detto il ministro degli esteri russo Serghiei Lavrov all’Aja. "Il G8 è un club informale, nessuno distribuisce le tessere dell’iscrizione e nessuno può espellere i membri, Mosca non è aggrappata al formato G8 perché tutti i principali problemi possono essere discussi in altre sedi internazionali, come il G20", ha aggiunto Lavrov spiegando che il Paese non è "abbarbicato al format del G8 e la sua espulsione non rappresenterebbe una grande tragedia".

Commenti
Ritratto di Simbruino

Simbruino

Lun, 24/03/2014 - 18:52

anche la Transistria per me appartiene alla Russia, gli ucraini sono un popolo di derivazione scandinava , i Rus,dai quali la Russia ha preso il nome,e secondo le antiche lingue nordiche Russia oggi si traduce Svezia, perche' gli antichi consuistatori svedesi venivano chiamati i Rus/ La zona meridionale dell= Ucraina e= tutta un altra cosa ed e' sempre stata internazionale, basti pensare che oltre ad aver costruito mezza Russia da Pietroburgo a Mosca anche la famosa e particolare scalinata di Odessa e' opera di un altro architetto italiano, e ad Odessa la lingua piu' diffusa e quella ufficiale per i documenti commerciali era l' Italiano, come tra l' altro in Crimea, basta che i russi aprano e vecchi archivi e li mostrino/ Quindi la situazione storico/politica ,per i particolari caratteri strategici che ha significato quella area, rende abbastanza complessa una concreta risoluzione della intera vicenda, e sicuramente richiedera' molto piu' tempo per addivenire ad una moderna e ragionevole normalizzazione ove tutte le piu' variegate minoranze abbiano pieni riconosciuti diritti per la propria affermazione culturale civile e professionale inpendentemente dalla nazione in cui vivano/

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Lun, 24/03/2014 - 19:02

a dimostrazione di quanto detto mi ricordo solo ora, che in Ucraina sono stati ultimamente trovati alcuni sperduti insediamenti di persone , ove vivono un po' all' antica e gli abitanti , discendenti degli antichi conquistatori scandinavi, rimasti isolati in questi villaggi, parlano la originaria lingua svedese , in alcuni aspetti diversa dalla attuale/ Il sud dell'Ucraina sul Mar Nero e' tutta un altra cosa/

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Lun, 24/03/2014 - 19:49

Più mi guardo attorno e più vedo moltiplicarsi le aree di crisi. La pace è una cosa bellissima, ma per averla è necessario che tutti la vogliano. Da noi si fa a gara a chiedere di diminuire le spese militari e l'acquisto di armamenti moderni. Purtroppo la massima " Si vis pacem parat bellum" ( se vuoi la pace prepara la guerra) è sempre valida. Sono sicuro che in caso di necessità saranno proprio gli stessi che da anni chiedono di disarmarci i più esagitati a scagliarsi contro i governi e ad accusarli di incompetenza per non aver provveduto per tempo e a dolersi di trovarsi indifesi e vasi di coccio.

Antares46

Lun, 24/03/2014 - 20:15

Bravo Putin. Gli americani (non parlo degli europei che sono solo una nullità di farabutti), pensavano di avere a che fare con la Libia. Ne vedremo delle belle andando avanti e vedremo chi alla fine si romperà la testa. Lasciamo fare alle economie emergenti (Cina, Russia, India e Brasile che vi sistemeranno per le feste compreso quei deficienti che scaldano le poltrone a Bruxelles. Intanto il ministro degli esteri russo ha già fatto sapere senza peli sulla lingua quanto Putin sia dispiaciuto di essere emarginato dal G8 !?!?!?! Obama, Culona Frau Merkel e buffoni vari!!!!

frabelli1

Lun, 24/03/2014 - 21:29

Obama, ma ti stai accorgendo di ciò che dici? Paragonare poi la Russia all'Iran è follia pura. Poi, con tutte le guerre che gli Usa hanno scatenato in giro per il mondo per i comodi loro, vedere la Russia difendere le proprie basi militari quando su quel territorio si sta scatenando una quasi gerla civile è il minimo. Gli americani questo l'hanno più volte dimostrato.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 24/03/2014 - 21:48

Un'altra uscita come questa del cretinetto Obama, costringerà l'Italia di Fonsie Renzi a chiedere ufficialmente l'annessione alla Russia! Che sarà ulteriormente accelerata qual'ora si dovesse concretizzare la nomina del chierichetto riformato Enrichetto Letta a capo della Nato. Anche se, morire da ridere, è sempre meglio che morire in guerra???

mbotawy'

Lun, 24/03/2014 - 22:41

Il "vizzietto degli U.S.A" si fa' notare in varie occasioni.padroni del mondo,cosi' pensano, fanno e disfanno assassinando migliaia di persone,dal Vietnam all'attuale Iraq q Afgsnistan.Ora con la Russia.Speriamo che il buon senso del resto del mondo si renda conto di questa assurda prepotenza.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 25/03/2014 - 00:07

Questo Obama sarebbe il destinatario di un premio Nobel per la pace? Il 97% dei cittadini della Crimea hanno espresso la volontà di aderire alla Russia. LA COSA SI È SVOLTA IN MODO QUASI DEL TUTTO PACIFICO. MA CHE CAVOLO VUOLE STO OBAMA? PORTARE LA PACE CON LE ARMI?

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Mar, 25/03/2014 - 04:36

Obama pensi ai guai suoi che ne ha abbastanza !...vorrebbero gli Americani avere un Presidente come Putin ...e i Russi ce lo prestassero per qualche mese, farebbe comodo anche a noi !

Silviovimangiatutti

Mar, 25/03/2014 - 05:00

Ho sempre stimato Obama ma ora sta sbagliando tutto: un leader illuminato non può creare conflitti simili, mettendo a rischio certi equilibri. Come può fregarsene in questo modo degli interessi economici della UE ?

ernestorebolledo

Mar, 25/03/2014 - 08:04

Obama: quando mi incontro con Putin, mi rivolgerò volti e fare un disprezzo ja ja ja ja ja

roseg

Mar, 25/03/2014 - 08:27

Ma insomma obama la smetta di terrorizzare Putin alla fine sarà costretto a prendere degli antidepressivi...

jakc67

Mar, 25/03/2014 - 10:12

Allora, ricapitoliamo: l america, grazie al sistema "spaccapietre", con costi inferiori de 50% rispetto all estrazione dal suolo, comincia a produrre gas metano; tutti si aspettavano da questo evento dei benefici economici dovuti appunto al nuovo fornitore che dal nulla si butta sul mercato... invece grazie alla russia cattivona l america ci venderà il gas a un prezzo probabilmente superiore e noi dovremo pure mostrarle eterna gratitudine... noi italiani, che siamo i più in gamba dovremo pure pagare agli altri paesi europei, francia e germania in primis, il servizio di rigasificazione, visto che grazie a vendola e serracchiani gli unici due rigasificatori in costruzione in italia sono sfumati per riapparire in altri stati (nel caso del friuli in acque croate, quindi costi per noi, ma a chilometri zero). Forse aveva ragione quello che parlava di coglioni... come si fa ad ottenere la cittadinanza russa?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 25/03/2014 - 15:48

Il problema non riguarda il popolo americano, che per l'Italia è amico ancora più di quello russo, ma solo l'amministrazione Obama. Infatti con l'amministrazione Bush, anche grazie allo statista Berlusconi, America e Russia andavano d'amore e d'accordo. Dunque il sospetto è che l'afro-gawaiano cerchi la dittatura come conseguenza di una guerra più o meno fredda, per prolungare la sua permanenza allo studio ovale. Più o meno come ha fatto quel piantagrane di Napolitano per non sgommare via dal Quirinale.

jakc67

Mer, 26/03/2014 - 12:29

Il problema è la copertura del piano welfare dell abbronzato..! Invece di buttarsi in concorrenza, ormai messa fuori grazie al contributo dei coglioni europei, ci venderà il gas americano a prezzo corrente, magari anche qualcosa in più, sapete che ci sta facendo un favore, traendone immensi profitti da dedicare al benessere degli americani.... alla facciaccia eurocoglionazza nostra....

ilbelga

Mar, 09/06/2015 - 10:55

obama, di politica estera non hai mai capito nulla, sei un incompetente tu e il tuo amico bush. vattene e torna in africa prima che sia tardi.