Luttwak: "De Mistura ha fallito Senza di lui avreste i marò in Italia"

L'esperto di politica estera e di strategie militari ed economiche critico nei confronti del sottosegretario: "È solo un bellimbusto"

Un processo, la condanna, 92 giorni di carcere e il trasferimento in Italia dove avrebbero, in teoria, scontato la pena in una struttura militare ma dove, in realtà, avrebbero potuto svolgere tranquillamente il loro lavoro e fare carriera. Edward Luttwak, noto esperto di politica estera e di strategie militari ed economiche, sostiene in un'intervista concessa a Daniele Lazzeri per «Il nodo di Gordio» che la vicenda dei due marò italiani detenuti in India sarebbe già stata risolta da tempo senza gli errori compiuti proprio dall'Italia.

Secondo Luttwak, l'errore più clamoroso è stato inviare, per occuparsi del caso, il sottosegretario italiano agli Esteri, Staffan De Mistura: «Un personaggio che non è un esperto ma che ha fatto la sua intera carriera all'Onu, dove essere totalmente incapace non è certo un ostacolo alla carriera. È solo un bellimbusto e in India, ma non solo lì, è considerato un cretino». Luttwak afferma che dopo l'arresto dei due marò italiani era stata individuata una soluzione che rispettasse lo stato di diritto di un Paese come l'India senza penalizzare troppo i due militari italiani.

Soluzione che prevedeva, appunto, il processo in India e il successivo e pressoché immediato trasferimento dei marò in Italia. Ma poi sulla scena è comparso De Mistura e tutto è stato bloccato. Peccato, perché l'ambasciatore italiano in India, Daniele Mancini, «aveva brillantemente risolto il problema». Ma l'errore principale, che avrebbe poi generato tutti i problemi successivi, è stato fare entrare in porto la nave con a bordo i marò. Il fatto si era verificato in acque internazionali, dunque la nave non doveva entrare nelle acque indiane. A quel punto l'India ha considerato i marò come se si fossero costituiti e ha rispettato le proprie leggi che obbligavano a processare i militari.

Daniele Lazzeri,
Chairman think tank “Il Nodo di Gordio”
www.NododiGordio.org

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Gio, 25/04/2013 - 10:03

Altra perla da aggiungere alla collana degli "esperti" allo sbaraglio! Peccato che a farne le spese siano due onesti servitori dello stato mentre super loden si gode e godrà le prebende da senatore a vita pavoneggiandosi come una prima donna nei talkshow televisivi, con cagnolino in braccio! Lo si puo' definire buffone oppure é delitto di lesa maestà??

giovanni PERINCIOLO

Gio, 25/04/2013 - 10:31

Attendiamo da Luttwak il giudizio sull'altro recente alto funzionario Onu paracadutato recentemente sulla terza poltrona dello stato.

killkoms

Gio, 25/04/2013 - 10:48

un altro tecnoincompetente!

Acquila della notte

Gio, 25/04/2013 - 10:58

c'è chi ancora vorrebbe un governo tecnico. se il pdl appoggia un governo tecnico e non un governo politico con uguali ministri pd e pdl non lo voto più manco se viene Gesù bambino. Per il bene dell'italia non abbiamo bisogno di un governo che faccia quel che ha fatto il governo monti. meglio tornare al voto

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 25/04/2013 - 11:08

Ed intanto l'odierna udienza ha subito l'ennesimo rinvio....Continua il giuoco del gatto col topo. Laddove il topo, naturalmente, è l'Italia (rigorosamente democratica ed antifascista,soprattutto oggi.).

michele lascaro

Gio, 25/04/2013 - 11:09

Anche in questo campo non possediamo la cultura, la conoscenza e l'esperienza di Luttwak, ma avevamo già capito che il cosiddetto "aiutino" ai nostri Marinai era, in realtà, una ciofeca internazionale. Qualcuno andrà sotto processo per questi gravissimi errori?

Ritratto di fernando442501

fernando442501

Gio, 25/04/2013 - 11:22

Siamo forse l'unico Paese al Mondo che non aveva altro a disposizione che un cittadino italiano per "concessione di un Presidente della Repubblica" cresciuto in ambito ONU come "portatore" di aiuti economici e quindi uomo di facile consenso e successo. Ho letto i commenti di Luttwak e condivido assolutamente con la sua analisi professionale e caratteriale del Funzionario anche sulla base di una conoscenza diretta.

moshe

Gio, 25/04/2013 - 11:24

Monti ha fallito, e con lui tutto il suo governo di dilettanti allo sbaraglio. Con la storia dei due poveri marò hanno fatto fare figure estremamente meschine all'Italia, altro che, come dice qualcuno, avere risollevato la nostra immagine all'estero! Il governo Monti ci ha umiliati all'estero e massacrati al nostro interno distruggendo quel poco che restava dell'economia, senza intaccare minimamente i costi di uno stato amministrato da ladri e sanguisughe e soffocando lavoratori e pensionati.

Ritratto di tenaquila---

tenaquila---

Gio, 25/04/2013 - 11:42

Leggere questo articolo è sicuramente uno dei modi migliori per ricordare che oggi è il 25 aprile, la Liberazione. Ma so io da cosa o da chi ci saremmo già dovuti liberare...

idleproc

Gio, 25/04/2013 - 12:04

Non è un problema, in Italia facciamo così, ne abbiamo messa una anche alla Camera.

Ilgenerale

Gio, 25/04/2013 - 12:05

Il primo articolo della giornata e già mi sono incazzato, non ci voleva Luttwak per dire che De Mistura e' una barzelletta con le gambe, il problema e' : ma chi ce l'ha mandato uno così ?!

Ritratto di gino5730

gino5730

Gio, 25/04/2013 - 12:10

Con l'operato del Governo Monti a proposito di questi due ragazzi,abbiamo fatto una delle più brutte figure,se non la più brutta e umiliante figura di fronte all'opinione mondiale,oltre a mettere a repentaglio la vita dei due fucilieri in quanto potrebbero essere impiccati.Quando andavamo a trattare con le autorità Indiane,lo abbiamo sempre fatto piagnucolando con il cappello in mano,mai abbiamo battuto i pugni sul tavolo e magari minacciando ritorsioni,come espellere cento indani per ogni giorno di detenzione.

geremialettiga

Gio, 25/04/2013 - 12:19

Ah, certo che Luttwak ragiona con la mentalità della CIA e piega il diritto internazionale a quello che crede lui. Tirate fuori come esempio il Cermis? Vorrei vedere se fosse successo in Russia ai tempi dell'Unione Sovietica... i militari americani non se la sarebbero certo cavata a buon mercato, ma tanto da noi fanno i padroni manco fossimo nel terzo mondo. E' ovvio che anche l'India ha giocato sporco, non rendendo pubbliche le perizie fatte ancora un anno fa. E allora chiunque capirebbe che le usano come arma di ricatto. Nessuno starebbe un anno intero senza richiederle... MEDITATE!

vittorio102

Gio, 25/04/2013 - 12:38

che questo de mistura non fosse una cima l'avevamo capito tutti....ogni sua dichiarazione veniva smentita puntualmente dai fatti...ma quanto ci costa un simile genio.....rendiamoci conto che ne abbiamo migliaio nella pubblica amministrazione....non parliamo poi della televisione... dove soggetti come antonella clerici ci costano 1 800 000 euro all'anno per insegnarci a fare cuocere un uovo.....fabio fazio pare 4 000 000 all'anno.... e noi paghiamo..... e lui si finge scandalizzato perche' un parlamentare guadagna 200 000 mila euro all'anno 20 volte di meno della sua prebenda... per abbassare la spesa pubblica l'unicosarebbe quello di fare pulizia di simili soggetti..

Baloo

Gio, 25/04/2013 - 12:41

La prima volta che ho visto de Mistura per televisione mi sono dispiaciuto a pelle, per il destino che avrebbero avuto i due Marò.Dissi fra me e m che uno come quel soggetto lì non lo avrei voluto neppure per domestico(nè per autista). E lo mandano agli esteri a dipanare una questione così delicata.Evidente incapacità di valutare il personale da parte del Premier Monti.Qualche volta può succedere. Luttwak aumenta la mia autostima...e mi dispiace per i nostri militari sacrificati da una patria ingrata e bislacca. anche bellimbusta)

guidode.zolt

Gio, 25/04/2013 - 12:43

E' notorio che, per far carriera nel carrozzone ONU, bisogna avere determinate caratteristiche che, normalmente, fanno a pugni con l'intelligenza...a quando una seria ristrutturazione che permetta l'arrivo agli indigenti di una percentuale maggiore del 5% delle donazioni...? L'ONU combatte la fame nel mondo...mangiandosi i contributi...!

paolozaff

Gio, 25/04/2013 - 13:55

Adesso Berlusconi cav Silvio sarà il nuovo ministro degli esteri ed in men che non si dica i due marò ritorneranno in Italia.Evviva Silvio Cav. Berlusconi!

killkoms

Gio, 25/04/2013 - 13:57

e meno male che il tecnogoverno"mari e monti" avrebbe ridato"credibilità internazionale"al nostro paese!

precisino54

Gio, 25/04/2013 - 14:08

Secondo invio. Edward Luttwak è notoriamente persona senza peli sulla lingua; è pure soggetto di riferimento per quanto riguarda i rapporti internazionali e strategici, quindi, se non integralmente, si può certamente prendere le sue parole come riferimento per capire meglio la vicenda! L’affermazione che in ambito ONU la mancanza di preparazione non sia un problema non mi sorprende più di tanto considerando la cronica incapacità di quell’organismo a dirimere le questioni. Ormai da tempo le azioni della vecchia “società delle nazioni” sono mirate al conseguimento dell’interesse di una ben nota parte politica, essendo quel consesso chiaramente indirizzato, per accorgersene basta vedere il senso delle risoluzioni adottate, come pure la mancanza di quelle che invece andavano prese. Oltretutto le molteplici agenzie che ne sono figlie danno un chiaro segnale in tal senso: caso eclatante la “FAO” che notoriamente spende solo il 20% del suo bilancio per gli aiuti, il resto va in: stipendi, viaggi, convegni e mantenimento sedi. Che poi tra le altre ce ne sia una dedicata ai “rifugiati” e alle problematiche connesse, è la dimostrazione di quanto dicevo prima, viste le prese di posizione strabiche della medesima. Che alla guida di siffatto patronato ci fosse un’esponente di una certa parte ne è una ulteriore conferma.

CARLOBERGAMO50

Gio, 25/04/2013 - 15:05

E' PASSATO UN ANNO CHE QUESTO TIZIO CHIAMATO DE MISTURA SI METTE IN MOSTRA CHE GRAZIE A LUI I DUE MARO' ITALIANI SIANO ANCORA IN INDIA. MA COSA ASPETTIAMO AD ESTRADARLO IN IN INDIA IN CAMBIO DEI DUE MARO'. CHE SCHIFO. ALLONTANIAMOLO DALLA FARNESINA. SE IL FUTURO MISTRO DEGLI ESTREI HA LE PALLE.

BTrac

Gio, 25/04/2013 - 16:24

Questo luttwak ci viene a dire che c'era una soluzione semplice semplice: far condannare i due marò. E tutto si sarebbe accomodato. Dice lui. Se De Mistura ha impedito la condanna dei due marò benissimo ha fatto. Sarebbe interessante che questo luttwak ci spiegasse come mai l'india avrebbe il diritto di processare i due marò mentre l'Italia non ha il diritto di processare quei due eroi americani che provocarono una ventina di morti nel cermis.

killkoms

Gio, 25/04/2013 - 16:47

@btrac,nel caso del cermiss l'Italia ha rispettato gli accordi internazionali,che prevedono per i militari dell'alleanza atlantica il processo in patria per fatti accaduti in servizio! per la cronaca il tal de taòi ha praticamente inguaiato lui i 2 marò,parlando subito,senza sapere i fatti,di un"incidente"!

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Gio, 25/04/2013 - 16:51

Sembra che lo svedese Staffan de Mistura sia cittadino onorario solo "ad onore". La notizia è vera o è destituita di fondamento? Qualora fosse vera, la cittadinanza onoraria potrebbe venire revocata per evidenti demeriti; basterebbe una iniziativa parlamentare ed un provvedimento del futuro esecutivo (non ipotizzabile con l'attuale) dal momento secondo quanto apprendo con ovvio beneficio di inventario la cittadinanza onoraria al de Mistura sarebbe stata concessa con decreto del Governo Ciampi.

Raoul Pontalti

Gio, 25/04/2013 - 19:42

Il politologo al servizio dei servizi anche italiani (basta che paghino)nell'intevista dice altre cose che curiosamente non compaiono nell'articolo (come l'affermazione che i marò sbagliarono a sparare perché "la procedura prevede che non si apra il fuoco se non dopo l'eventuale atto ostile" e quella che vuole i marò impreparati ai compiti di difesa della pirateria). In ogni caso le cose che afferma il prezzolato dai servizi come l'agente Betulla non sono farina del suo sacco ma di qualche suggeritore come confermano sia le cose esatte che dice sia quelle scorrette. L'ambasciatore che si trovò tra i piedi l'affaire Enrica Lexie non era Daniele Mancini ma Giacomo Sanfelice di Monteforte che sostenne ciò che De Mistura e Terzi vollero, ossia che i marò godevano dell'immunità diplomatica. Poi verrebbe Mancini ad ammettere che i marò hanno torto e devono essere processati, condannati e rimpatriati in virtù della convenzione siglata ad agosto che consente di scontare la pena in Italia. Ricostruzione lacunosa per tacer del resto. Si tratta in realtà di un'operazione di killeraggio suggerita da qualcuno (militari? frange della Farnesina?)al politologo prezzolato non nuovo a queste incombenze. Ma fa come sempre le cose maldestramente e non solo perché prende a calci tutte le elucubrazioni dei bananas sull'innocenza dei marò (colpevoli di fatto di omicidio e per giunta coglioni che spararono a vanvera: ma se lo dico io i bananas si incazzano, se lo dice il politologo se la bevono e gli fanno pure i complimenti)ma anche perché afferma a chiare lettere che l'ambasciatore italiano aveva già l'accordo per far processare e condannare i marò, ciò che l'Italia ha sempre negato per principio non riconoscendo la giurisdizione indiana. I bananas che nei commenti si sono sperticati in lodi per il prezzolato si rendono conto della reale portata delle sue affermazioni? E che sono suggerite da chi vuole disfarsi dei marò?

buri

Ven, 26/04/2013 - 10:24

Grazie Monti, per quest'altro capolavoro

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 26/04/2013 - 11:13

Incredibilmente questa testata sembra ignorare la notizia del giorno. C.V.D. e per l'incontenibile gioia di qualche untorello che continua a disseminare proglottidi su questo forum, la corte suprema indiana ha oggi deciso per il deferimento del caso all'agenzia indiana per l'antiterrorismo. La pena di morte, esorcizzata a parole da qualche politucolo nostrano, rientra nuovamente tra i possibili sbocchi giudiziari di questo autentico tormentone internazionale. In altri tempi ed in altre nazioni ce ne sarebbe stato abbastanza per evocare un sollevamento delle forze armate. Ma l'Italia, per fortuna e grazie all'eredità della resistenza, è un paese democratico ed indenne da questa tentazioni...

franco@Trier -DE

Ven, 26/04/2013 - 12:09

Speriamo che con Berlusconi ci sia uno scambio loro gli indiani si prendono Berlusconi in cambio del rilascio dei 2 militari italiani.

killkoms

Ven, 26/04/2013 - 13:15

pontalto con le banane in bocca!