Marò, De Mistura vede spiragli positivi

Tre ministri indiani lavorano per trovare un meccanismo che permetta di chiudere l'inchiesta. De Mistura: "Resto a Delhi per far pressione"

SI muove qualcosa per i marò. Almeno così pare. Tre ministri indiani lavorano in queste ore con con la polizia investigativa Nia per trovare un meccanismo che permetta di chiudere l'inchiesta che coinvolge Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Per questo motivo, l'inviato del governo italiano, Staffan de Mistura, ha deciso di rinviare la sua partenza dalla città indiana.

"Di fronte a questa situazione in movimento - ha dichiarato all’ANSA Staffan de Mistura - ho deciso di rinviare la mia partenza da Delhi. Ho intenzione di restare fino a quando le autorità indiane non risolveranno il problema". De Mistura ha in seguito sottolineato: "Al momento, grazie anche alla nostra azione vedo degli spiragli positivi e quindi ho deciso di restare perché sia costante la pressione volta al reperimento di una soluzione che permetta di andare avanti".

De Mistura ha spiegato che, "di fatto, le indagini della Nia sono concluse e resta solo la nota questione dell'interrogatorio dei quattro marò" che, con Latorre e Girone, formavano il team di sicurezza della Enrica Lexie il 15 febbraio 2012, giorno dell'incidente in cui trovarono la morte due pescatori indiani.

Commenti

bezzecca

Sab, 21/09/2013 - 09:34

De Mistura vede spiragli positivi ? Mi ricorda monti quando parlava di luce in fondoal tunnel . Se poi i ministri indiani lavorano con la solerzia dei governanti nostrani abili solo a rimandare e non risolvere i 2 militari chissa' per quanto tempo resteranno in India .

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Sab, 21/09/2013 - 09:40

Ma di quali spiragli si parla. Lo Stato per i marò è praticamente rimasto assente, li ha traditi.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 21/09/2013 - 09:54

Un altro che vede la luce. Speriamo non sia la luce della forca per i marò. Io non ci credo.

guidode.zolt

Sab, 21/09/2013 - 10:29

..in parole povere...si è fatto l'amante a New Dehli...

paolonardi

Sab, 21/09/2013 - 10:35

Con quale faccia tosta continuano a prenderci in giro? Di queidue poveri servitori della Patria non importa a quasi nessuno dei politici che da Monti in poi non hanno collezionato che figure di cacca. Quando tireranno fuori gli attributi? Sara' comunque troppo tardi; la figuraccia internazionale e' fatta; o non erano loro che nelle sedi sovranazionali avevano risollevato il prestigio italiano? Tristi figuri!!!

buri

Sab, 21/09/2013 - 10:45

Sono mesi che gli indiani ci prendono per il naso, cosa crede di poter fare De Mistura? si occupa dei marò sin dall'inizio della storia, dovrebbe aver capito che c'è poco da fidarsi di quella gente

Ritratto di ludaucr

ludaucr

Sab, 21/09/2013 - 10:58

Aspettate, aspettate che ora arriva il commento di Raoul Pontalti, il sapientone, lo sbruffone e vedrete la scarica di veleno che scaricherà contro i nostri Marò !....

peroperi

Sab, 21/09/2013 - 11:06

Ci costreranno qualche centinaio di milioni pagati in nero alla facciaccia dei pensionati che pagano le tasse con le pensioni minime!!!

Ritratto di serjoe

serjoe

Sab, 21/09/2013 - 11:15

Il De Mistura non e' stato finor capace nemmeno il suo naso a osturare.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 21/09/2013 - 11:41

"Marò, De Mistura vede spiragli positivi". Peccato che non veda la vergogna che spande in tutto il mondo, insieme ad un governo d'incapaci. Tanto che tutti noi si ha timore di uscire dai confini nazionali per paura che ci arrivino gli sputi.

moshe

Sab, 21/09/2013 - 11:51

La storia dei due poveri marò mette in luce tutta l'incompetenza e la vigliaccheria dello stato; non più tardi di oggi un'altra "bella" notizia, l'ennesimo peschereccio italiano sequestrato da una motovedetta tunisina! E' chiaro, TUTTE le nostre navi sono impegnate a "salvare migranti", non ce ne sono libere per salvaguardare i nostri pescherecci! MORALE? noi "accogliamo" cani e porci, tunisini compresi, mentre i tunisini SEQUESTRANO i nostri pescherecci! VIVA L'ITALIA !!!

viento2

Sab, 21/09/2013 - 11:59

una Stato serio non avrebbe mai riconsegnato suoi UOMINI invece li hanno venduti x qualche commessa dai turbanti

Freeindependent...

Sab, 21/09/2013 - 12:57

Per forza De Mistura vede spiragli positivi. Il suo lavoro ormai è stato fatto da altri. Tra l'altro mi stupisco come Il Giornale possa avere ignorato per oltre tre mesi la ricostruzione degli eventi fatta da Capuozzo, Di Stefano e Tronconi che prova senza ombra di dubbio la completa innocenza dei marò. Impossibile esporla qui per motivi di spazio, ma chiunque non l'avesse ancora letta basta andare sulla pagina Facebook di Stefano Tronconi (https://www.facebook.com/stefano.tronconi.79)

Zizzigo

Sab, 21/09/2013 - 13:00

Come è possibile che ancora non si sia capito quale sarà la sorte dei due marò? Certamente di azioni stupide, come quella di rimandare, i due, in India se ne sono fatte anche troppe... il tranquillo parlare dei nostri politici non risolverà un bel nulla!

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 21/09/2013 - 14:01

Mi chiedo a cosa serve sparare speranze campate per aria. Meglio stare zitti e sperare che gli indiani abbiano un ripensamento. In quanto al nostro governo di buffoni che ha tradito i nostri soldati e l'intera nazione italiana, non c'è da aspettarsi un bel niente come loro azione, tranne farsi avanti per prendersi applausi immeritati quando tutto quanto, per fortuna o misericordia altrui, dovesse finire bene. Intanto permettono che un peschereccio venga requisito in acque internazionali, ben 70 miglia dalla costa tunisina! La Marina Militare è impegnata a facilitare la nostra invasine e non può occuparsi di tenere a bada i pirati della Tunisia. Costoro prima o poi verranno direttamente dentro i nostri porti a requisire le navi, tanto al nostro governo che glie ne frega!

innocentium

Sab, 21/09/2013 - 14:18

finché saranno elementi come de mistura ad occuparsi della faccenda si otterrà solo di pagare al suddetto laute prebende per la "missione" in India (questa la vera ragione per trattenervisi, anche se non escluderei che abbia ragione guidode.zolt ove "amante" sia inteso in senso...lato). E' un parolaio inconcludente, lo ricordo ai tempi della crisi del kosovo quando lavorava con l'alto commissariato per i rifugiati (parrocchia boldrini)

killkoms

Sab, 21/09/2013 - 14:49

@stock47,grazie a magistrati e comunisti ormai anche malta taglieggia i nostri pescherecci!ma questa gente si guarda bene dall'intervenire quando,nelle loro acque,transitano le bagnarole dei finti migranti!

Raoul Pontalti

Sab, 21/09/2013 - 14:50

no peroperi, non ci costano in nero purtroppo...Nonostante siano impiegati nell'oneroso compito di contare le mosche all'ambasciata i due percepiscono uno stipendio da funzionari statali in missione (secondo Fausto Biloslavo 6.400 euro mensili netti) regolarmente bustato e tassato (tanto paghiamo noi). Un dipendente pubblico che in Italia viene coinvolto in vicende penali e per conseguenza è impedito al lavoro (perché ai domiciliari per. es.) viene sospeso dalla funzione e il trattamento economico o è sospeso o ridotto drasticamente. Qui invece, per l'abilità dimostrata nel mirare e sparare (mirano in acqua a loro dire e centrano nave e pescatori, roba da Guinness dei primati bislacchi), ricevono un incarico lautamente retribuito e assolutamente privo di beneficio per la Nazione che li paga (con i soldi delle nostre tasse è sempre bene ricordare). Per la verga del morto che parla (Stock47): non confondere orrendamente due provvedimenti giuridici diversi quali il sequestro e la requisizione in relazione al peschereccio mazarese Cartagine (tra l'altro solo fermato e attualmente ospitato nel porto di Sfax). Questa nave italiana, così come qualche giorno fa il Pindaro che ha già pagato la sanzione di 16.000 euro ed è tornato a casa, si è fatta cuccare nel Mammellone, zona di pesca protetta nella zona economica esclusiva tunisina, dove a norma delle regole internazionalmente riconosciute (UNCLOS e Ti prego di andarTele a leggere) le autorità tunisine esercitano la vigilanza a tutela della fauna ittica e della loro economia e possono (devono anzi: tutela della fauna e dell'ambiente!) procedere a sanzionare quei delinquenti che rapinano le risorse ittiche. Non Ti preoccupare: altri 16.000 euro da versare alla dogana di Sfax a titolo d'oblazione e il Cartagine potrà tornare a pescare...altrove!

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Sab, 21/09/2013 - 14:57

Anche se questa ennesima dichiarazione dovesse rivelarsi concreta, rimane la penosa vicenda dell'esilio per Massimiliano e Salvatore. Distinti saluti. Roby

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Sab, 21/09/2013 - 15:04

Si certo. Come no...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 21/09/2013 - 15:32

#Raoul Rompalti. Che ne diresti di ripagare la Tunisia restituendole la feccia che ci ha regalato un paio di anni fa? Qualche migliaio di delinquenti(per il cui mantenimento quel beota di Maroni aumentò pure le accise sui carburanti)attualmente impegnati nello spaccio di stupefacenti per le vie della nostra città.

Ritratto di ludaucr

ludaucr

Sab, 21/09/2013 - 16:30

Avete capito, o no, massa d'ignoranti ??? Pontalti vi ha spiegato tutto ! C'era lui a bordo dei pescherecci indiani, c'era lui a bordo della Enrica, c'era lui quando i Marò hanno sparato. Insomma dall'alto della sua tronfia supponenza continua a scaricare insulti a tutti. Godetevelo !!!! A me, fa nausea !!

nino47

Sab, 21/09/2013 - 16:53

Saranno mica spiragli come le "luci" che vedeva Monti in fondo al tunnel?

Ritratto di rebecca

rebecca

Sab, 21/09/2013 - 17:40

bezzecca - Ho pensato le stesse cose non appena ho letto il titolo dell'articolo sui marò.

beale

Sab, 21/09/2013 - 17:40

...."Ho intenzione di restare fino a quando le autorità indiane non risolveranno il problema"...... De Mistura in pratica si è trasferito!

titina

Sab, 21/09/2013 - 17:43

ragazzi, vi auguro di tornare presto a casa, costi quel che costi.

terzino

Sab, 21/09/2013 - 18:33

Dopo un anno e mezzo non ancora se ne viene a capo. La nostra diplomazia ha fatto acqua da tutte le parti.Un reportage di un inviato televisivo ha già dipanato i misteri.

maxadamo

Sab, 21/09/2013 - 18:50

ma si, liberiamoli in quanto italiani.... poco importa se sono colpevoli.

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 21/09/2013 - 19:11

ah..... benone, de Mistura come la protagonista di Ghost Whisperer, quella che vede sempre la luce in fondo al tunnel, non si può che stare tranquilli, ci pensa lui a sbrogliare la matassa, è solo passato un anno e mezzo.....

Raoul Pontalti

Sab, 21/09/2013 - 19:20

P.S. ai bananas è di difficile comprensione il concetto che il diritto internazionale non è basato sul "gli Italiani hanno sempre ragione, tutti gli altri hanno sempre torto dinanzi agli Italiani" e quindi strillano per il fermo dei pescherecci che rapinano le risorse altrui e sproloquiano di acque internazionali. Leggano i bananas cosa dicono le norme del diritto internazionale riguardo alle zone di pesca protetta: scopriranno che le autorità che hanno istituito la zona di pesca protetta possono, devono anzi, sanzionare i rapinatori del mare e fermare i pescherecci, sequestrarli se occorre e anche confiscarli in caso di recidiva o di mancato pagamento delle sanzioni. Non si fa una bella figura ad esprimere solidarietà becera a chi si rivela in realtà essere violatore di leggi e rapinatore di risorse ittiche. Di più: invece di invocare un intervento fuori luogo delle nostre unità militari in mare per evitare il fermo dei nostri pescherecci da parte delle autorità rivierasche straniere, si dovrebbe chiedere che siano le nostre unità della Guardia di Finanza o della Guardia costiera a sanzionare i connazionali sorpresi a commettere manifestamente ruberie in acque di interesse economico altrui.

Baloo

Sab, 21/09/2013 - 21:38

De Mistura suscita in me sempre una certa istintiva ilarità frammista a preoccupazione per la sorte dei nostri uomini della Marina Militare! E poi mi sovvengono quei bei versi del Petrarca : " Ahi serva Italia, di dolore ostello, non donna di provincie, ma bordello!"

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 21/09/2013 - 23:22

la VERGOGNOSA BONINO(alla prova dei fatti grandissima delusione) esordì: li tireremo fuori e confermò DEmistura...cioè quello che non aveva fatto una benchè minima mazza!! da li si capì la "volontà" del nuovo governo di risolvere la questione..inoltre la BO nina è muta in merito...che nullità

vincentvalentster

Dom, 22/09/2013 - 09:50

Come fa De Mistura avedere spiragli lo sa solo lui

Carboni oreste

Dom, 22/09/2013 - 11:15

quarto invio,E poi sono i komunisti a lamentarsi, pontalti raul. E fagli capire a questi caproni bananas,che e' giusto noi sequestriamo le loro carrette che si avvicinano troppo ai nostri mari,cosi' i nordafricani islamici imparano a sequestrare i nostri pescherecci.

beale

Lun, 23/09/2013 - 21:57

Al quarto invio l'hanno pubblicato per disperazione! Carboni Oreste: che ciazzecca, carrette, pescherecci!! Sa di cosa si sta parlando?