Fonti: Angela Merkel vorrebbe la Lagarde alla Commissione Ue

Da Parigi trapelano voci di contatti informali con il presidente Hollande

Il cancelliere tedesco Angela Merkel starebbe sondando il terreno con il presidente francese François Hollande per provare a ottenere il sostegno dell'Eliseo alla candidatura di Christine Lagarde alla presidenza della Commissione Europea.

La Merkel - secondo quanto hanno rivelato fonti dell'Eliseo all'agenzia stampa Reuters - avrebbe parlato informalmente con il presidente francese, per capire se sia disposto a valutare la candidatura dell'attuale capo del Fondo monetario internazionale ed ex ministro delle Finanze in Francia.

Hollande, sempre a quanto rivelano le fonti, non avrebbero ancora dato una risposta chiara al cancelliere Merkel. Avrebbe però fatto notare che non sarebbe "una buona idea per l'Europa perdere il posto al Fondo monetario internazionale".

Commenti

filder

Mar, 03/06/2014 - 20:52

Ma come ! Adesso resuscitano persino la dichiarata schiava di Sarkosì: in Europa stanno toccando il fondo e che pensano i lecchini della Kulona? Quelli che prima di autoinsediarsi,sono volati i Germania a prendersi la benedizione di frau Merkel?

filder

Mar, 03/06/2014 - 20:52

Ma come ! Adesso resuscitano persino la dichiarata schiava di Sarkosì: in Europa stanno toccando il fondo e che pensano i lecchini della Kulona? Quelli che prima di autoinsediarsi,sono volati i Germania a prendersi la benedizione di frau Merkel?

filder

Mar, 03/06/2014 - 20:52

Ma come ! Adesso resuscitano persino la dichiarata schiava di Sarkosì: in Europa stanno toccando il fondo e che pensano i lecchini della Kulona? Quelli che prima di autoinsediarsi,sono volati i Germania a prendersi la benedizione di frau Merkel?

florio

Mar, 03/06/2014 - 21:00

Che roba è? Un trans con la parrucca bianca.

diegom13

Mar, 03/06/2014 - 21:39

Non credo che sia una proposta seria. Se lo fosse, sarebbe ancora una grossa sciocchezza (dopo quella delle candidature di Schulz, Juncker e compagnia): dal punto di vista simbolico, significherebbe commissariare l'Europa, perché il governo politico dell'UE sarebbe preso direttamente da chi presiede un'autorità finanziaria internazionale. Così come i governi italiano e greco sono stati commissariati e guidati da emissari di autorità finanziarie internazionali. In più, visto che la sciocchezza delle candidatura ormai è stata commessa, non potendo mettere Juncker bisognerebbe almeno cercare qualcuno che possa accontentare l'elettorato, più che i mercati. In quanto alla risposta di Hollande, va tradotta così: "non sarebbe una buona cosa per la Francia, perché perderemmo la posizione a favore, probabilmente, di un tedesco" (l'FMI spetta tradizionalmente agli europei).

Anonimo (non verificato)

cgf

Mar, 03/06/2014 - 23:16

mah! perché la Merkel disfa e fa? gli altri?

vince50_19

Mer, 04/06/2014 - 07:12

Il lupo (Markel) perde il pelo ma non il vizio (quello di farsi i cavoli suoi in primis). Ven, 14/03/2014 - 10:02 ho postato quando segue riferito anche alla Lagarde: "Si sarà stufata di Sarkò le Kokò ("fai di me ciò che vuoi".. "ngrifata" più che mai.,. ahahahaha.. ) e avrà deciso di ritornare alle sue mansioni "normali".. «Quello che accade in Europa è sotto gli occhi di tutti: una macelleria sociale perversa e reiterata di milioni di individui tra Grecia, Irlanda, Portogallo, Spagna, Italia, etc. Tutto con un fine eminentemente politico: deprimendo economicamente i ceti medi e bassi si logorano proprio quei cittadini che rappresentano il nerbo delle democrazie moderne, inducendoli a disinteressarsi della res publica. Di più, la governance europea anti-democratica e tecnocratica sta abituando da qualche anno i cittadini a non sentirsi più sovrani e a retrocedere di buon grado al rango di sudditi, accettando supinamente – grazie alla COMPLICITA' SPREGEVOLE di miriadi di politicanti cortigiani e subalterni agli eurotecnocrati e ai loro danti causa – che il potere decisionale sia sottratto al suffragio e al controllo popolare. Tanto per essere CHIARI, la famigerata Troika che tutto dirige, vede e provvede in Europa (Commissione Europea, FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE, Banca Centrale Europea) ha dirigenti che NESSUN popolo ha mai votato ed eletto. Questi dirigenti, semmai, sono rappresentanti di interessi privati e inconfessabili.» Così dichiara nel suo sito - www.grandeoriente-democratico.com - il massone Gioele Magaldi. La riprova dei fatti da lui descritti l'abbiamo tutti i giorni e sotto gli occhi: la massoneria ai vertici politici italiani "esegue" gli ordini" della massoneria internazionale reazionaria che VUOLE impoverire l'Italia falcidiando la classe media che, con le P.M.I., rappresenta il nerbo economico dell'Italia. Vorrò vedere come si comporterà Renzie di fronte a questi attacchi per nulla sfumati, nel caso quello della Lagarde, dopo quello di ieri del Massone (detto da Magaldi) Draghi." Adesso la signora d'Amburgo torna alla carica? L'ho detto qualche giorno fa: se non si darà una regolata alle prossime elezioni europee finirà in minoranza e pagherà per tutto quello che di male ha finora fatto, per gli interessi della sua nazione, agli stati europei più deboli. Dove son finite, signora Merkel, finiti principi importanti come la sussidiarietà e la solidarietà in Ue? Nel cesso di casa sua? Spero di sbagliarmi, spero ci sia maggior equilibrio in Ue. Ma se quel che leggo in questo articolo è la solfa futura (uguale a quella passata), non c'è nulla di buono da sperare. Non mi stia bene, naturalmente..

Ritratto di oliveto

oliveto

Mer, 04/06/2014 - 07:39

Ma certo mandiamo una francese a governare la grande Europa. Solo con i francesi si può costruire una grande LINEA POLITICA ED ECONOMICA EUROPEA pronta a contrastare tutte le invasioni barbariche di altri continenti e potenze economiche ed industriali. Esattamente come funzionò la LINEA MAGINOT... AL PRIMO ATTACCO I FRANCESI SCAPPARONO COME LEPRI.

roberto.morici

Mer, 04/06/2014 - 15:46

Sono convinto che si potrebbe essere in gamba anche se non rimediati nel Museo degli Orrori.