Netanyahu in visita dal Papa porta in regalo un libro sull'Inquisizione

Il volume, scritto dal padre del premier israeliano, sostiene che i cattolici non recarono offesa agli ebrei durante quello che è considerato uno dei periodi bui della Chiesa

Nel secondo giorno della sua visita in Italia, il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, ha varcato le porte del Vaticano, per un incontro con papa Francesco.

Il primo ministro si è trattenuto con il Pontefice insieme alla moglie Sarah. Con l'aiuto di un interprete, i due hanno discusso per circa mezz'ora nella biblioteca privata, toccando anche la questione di una visita in Terra Santa del Papa, che con ogni probabilità potrebbe recarvisi nel prossimo maggio, verso fine mese.

La delegazione israeliana è arrivata in Vaticano tra forti misure di sicurezza. Tra gli uomini che accompagnavano Netanyahu spiccavano diverse divise militare. L'incontro tra il premier e il Pontefice segue altre due occasioni tra aprile e ottobre, in cui Francesco aveva incontrato il presidente israeliano, Shimon Peres e il presidente palestinese Mahmud Abbas.

Tra i doni che il premier israeliano ha portato al Papa, anche un volume sull'Inquisizione. Il libro, intitolato Le origini dell'Inquisizione nella Spagna del XV secolo, è stato scritto da Ben Zion Netanyahu, padre del primo ministro. Sostiene la tesi secondo cui i cattolici non recarono offesa agli ebrei. Insieme all'opera anche un vassoio d'argento con una menorah e un vasetto per versare l'olio.

Papa Francesco ha consegnato a Netanyahu una formella in bronzo con raffigurato San Paolo.

Commenti

maxaureli

Lun, 02/12/2013 - 14:03

E poi dicono che gli ebrei sono spilorci... invece di una formella in bronzo il papa poteva regalare una in argento, no? Sempre la solita figura di taccagni!! LOL

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Lun, 02/12/2013 - 14:50

I periodi "BUI" (Assassini in massa)della Religione Cristiana da SEMPRE.Non sono sufficienti i perdoni con la scusa dei tempi "Storici". Occorrono grandi revisioni e condanne degli autori ancorchè defunti. Non cancellati ma continuamente additati nelle loro diverse crudeltà criminose.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 02/12/2013 - 15:00

L'inquisizione è pur sempre meno peggio della magistratura democratica. Tu che stai leggendo, proprio tu, puoi sempre essere accusato di un delitto, anche se hai centosettanta testimoni che certificano la tua estraneità. Infatti i giudici bullisti, come quelli di Berlusconi, non li vogliono neanche vedere e ti condannano.

Ritratto di xulxul

xulxul

Lun, 02/12/2013 - 16:02

Ha scoperto l'acqua calda.... l'inquisizione era una faccenda estremamente seria, oltre che scuola di garantismo giuridico. Altro che anm. Purtroppo la malafede, la mistificazione operata da illuministi e massoni l'ha resa una macchietta, su cui scrittori piccoli piccoli alla Eco o Brown hanno vergato pagine di demenziale falsità. Gli ebrei, dal canto loro, devono ringraziare pletore di vescovi cattolici se hanno potuto vivere tranquilli nei loro ghetti (si badi bene: da loro stesdi voluti...), e sono stati preservati dall'orda dell'Inquisizione protestante, questa sì cieca e sanguinaria. La storia vera racconta questo. Poi abbiamo le menzogne costruite a tavolino. Queste ultime sono purtroppo ritenute vere da tanti gonzi che farneticano anche di genocidi....

Ritratto di xulxul

xulxul

Lun, 02/12/2013 - 16:02

Ha scoperto l'acqua calda.... l'inquisizione era una faccenda estremamente seria, oltre che scuola di garantismo giuridico. Altro che anm. Purtroppo la malafede, la mistificazione operata da illuministi e massoni l'ha resa una macchietta, su cui scrittori piccoli piccoli alla Eco o Brown hanno vergato pagine di demenziale falsità. Gli ebrei, dal canto loro, devono ringraziare pletore di vescovi cattolici se hanno potuto vivere tranquilli nei loro ghetti (si badi bene: da loro stesdi voluti...), e sono stati preservati dall'orda dell'Inquisizione protestante, questa sì cieca e sanguinaria. La storia vera racconta questo. Poi abbiamo le menzogne costruite a tavolino. Queste ultime sono purtroppo ritenute vere da tanti gonzi che farneticano anche di genocidi....

mbotawy'

Lun, 02/12/2013 - 16:20

Cio' non esclude che il periodo della Inquisizione sia stata un macchia criminosa della storia della Chiesa Italiana, e non certo Cristiana,perche' Cristo non e' stato un perverso.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 02/12/2013 - 17:21

Ma tutto cio e´´ conservato negli archivi della chiesa.Son fatti documentati , mica ci voleva il padre di Netanyau per sapere queste cose.E poi Francesco come gesuita dovrebbe essere molto informato .Dovrebbe finirla di comportarsi da francescano, seguisse Layola , la chiesa se vuole far politica abbandonasse il pensiero dell uomo di Assisi.

andrea24

Lun, 02/12/2013 - 17:26

Nell'anno cosiddetto della "fede" l'unico atto di fede cattolica è venuto recentemente dai cattolici tradizionalisti argentini,che hanno protestato in una chiesa a Buenos Aires,recitando il rosario,ed interrompendo il ritualismo di profanazione sincretista ebraico-cristiano istituito proprio da Bergoglio,che a quanto pare è il Papa preferito dai sionisti,tanto da invitarlo a fare il "rabbino" in Israele,cosa che ovviamente suona come uno "sfottò".

andrea24

Lun, 02/12/2013 - 17:28

Intanto d'avanti alla Casa Bianca,in questi giorni c'è la menorah massonica.

DonatoDS

Lun, 02/12/2013 - 19:01

Grazie Andreino, se non ci fossi tu con le tue c@zz@te a sollevarci il morale saremmo tutti piu tristi. In virtù della tua vicinanza con l'ebraismo, ti auguro di cuore un felice Chanucchà e spero che ognuna delle nove vivide fiamme ti entrino nel cu...ore illuminandoti dall'interno.

paomoto

Lun, 02/12/2013 - 19:50

Ottimo xulxul,complimenti sinceri. Un pò di storia e senso critico tra i ragli da bar sport che temi come questi scatenano. La gente meno sa più pontifica.

wavettore

Mar, 03/12/2013 - 06:19

La sola differenza fra Cristiani ed Ebrei in una parola e' Uguaglianza. Celebrano entrambi nello stesso giorno Venerdi' Santo e Passover ma nella memoria di eventi diversi. Per gli Ebrei questo e' il giorno piu' felice dell'anno poiche' celebra la loro fuga dall'Egitto mentre per i Cristiani invece questo e' il giorno in cui Gesu' fu ammazzato. Gesu' era un Ebreo che fu' ucciso dai suoi propri solo perche' era opposto al concetto di un "popolo scelto" ed invocava l'Uguaglianza. Oggi il concetto di Uguaglianza e' largamente confuso fra molti Cristiani le cui popolazioni sono come ipnotizzate dal concetto di Individualismo promulgato dalla cultura Ebraica. I media Sionisti hanno confuso i valori e livellato il concetto di Uguaglianza con i matrimoni fra persone dello stesso sesso come se quello fosse il dibattito da discutere al riguardo dell’Uguaglianza. I Cristiani che non credono nell’Uguaglianza non sono diversi dagli Ebrei nel loro Credo www.wavevolution.org/it/freethinking.html

Sapere Aude

Mar, 03/12/2013 - 07:03

Eppure basterebbe leggere un pochino. Franco Cardini, nella prefazione a un pamphlet di Rino Camilleri ‘La vera storia dell’Inquisizione’, di pochi euro, scrive “è un prodotto intellettualmente onesto, redatto da un intellettuale e studioso”. E sulla lotta all’eresia dell’istituzione, l’Inquisizione, Cardino scrive che ”i documenti…(parlano) un linguaggio ben diverso rispetto a quello che per troppo lungo tempo è stato attribuito a loro”. Se per altri fini si vuole dare addosso alla Chiesa, beh… c’è altro materiale probatorio su cui fare affidamento. Smettiamolo allora con l’Inquisizione che è il male dei mali.

DonatoDS

Mar, 03/12/2013 - 14:24

xulxul, ti prometto che al primo commento degno di questo nome ti farò sapere cosa ne penso...temo molto che questo non avverrà mai...ma dipende solo da te scegliere...pagliaccio oppure commento serio.

Ritratto di xulxul

xulxul

Mar, 10/12/2013 - 16:05

@DonatoDS: povero tapino. Ben si addice al suo caso l'adagio di Wilde , che , pressapoco, suona così: "è meglio tacere e dare l'impressione di essere sciocchi, che aprire bocca e fugare ogni dubbio". Purtroppo lei ci ha tolto ogni incertezza. Studi che è meglio.