Egitto verso la guerra civile, El Baradei premier ad interim

Piazze contro al Cairo: interviene l'esercito. I Fratelli musulmani non si arrendono: "Nuove proteste". Ucciso un prete cristiano nel Nord del Sinai

Notte di sangue al Cairo e in tutto l'Egitto dopo il golpe che ha destituito Mohammed Morsi. Per tutto il giorno manifestanti pro e contro l'ex presidente si sono scontrati in tutto il Paese. In diversi casi l'esercito è intervenuto anche con violenza. Sono almeno 40 i morti e centinaia i feriti di quello che è già stato soprannominato il venerdì della rabbia dei Fratelli musulmani. E, mentre in tutto il Paese inizia a formarsi un gruppo armato a sostegno dell'ex presidente Mohammed Morsi, il premio Nobel per la pace Mohamed el Baradei è stato nominato premier ad interim.

Nella notte l’Alleanza nazionale a sostegno della legittimità, un cartello di partiti e movimenti islamici di cui fa parte anche la Fratellanza, ha annunciato nuove proteste "pacifiche" per chiedere che venga reinsediato Morsi. "Il partito resterà al fianco dei suoi membri e dei suoi simpatizzanti sulle piazze egiziane fin quando il presidente non sarà riabilitato alle sue funzioni ", si legge in un comunicato. Nelle stesse ore la polizia ha arrestato Khairat al-Shater, uno dei più influenti collaboratori di Morsi che si era presentato come candidato lo scorso anno per la Fratellanza, ma era stato bocciato dalla Commissione elettorale prima delle elezioni per i suoi precedenti penali.

E nella giornata di oggi nuove violenze. Un sacerdote cristiano copto è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nella provincia egiziana del Sinai del Nord.

Intanto è nato un nuovo gruppo islamico armato a favore di Morsi, che minaccia di usare la violenza per imporre la legge islamica. Ansar al.Shariah in Egitto (questo il nome) condanna la democrazia e dice che sosterrà la legge islamica (sharia), acquisterà armi e addestrerà musulmani per permettere loro di "dissuadere gli assalitori, preservare la religione e rafforzare la legge di Dio". Ribadendo che il movimento rimarrà in piazza fino al ritorno di Morsi, Mohamed el Khatib, dirigente della Fratellanza, ha detto un "no categorico" alla nomina di el Baradei a premier ad interim perchè così facendo il premio Nobel "accetta il golpe" e perchè "è l’uomo degli Stati Uniti in Egitto".

"L’Egitto sta attraversando un momento critico, e l’imperativo per tutte le parti è di lavorare insieme per ripristinare l’ordine costituzionale e la governance democratica", ha intimato il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon, secondo cui per superare in modo pacifico la crisi "non c’è posto per le rappresaglie o per l’esclusione di importanti partiti o comunità".

In Italia, il premier Letta ed il ministro degli Esteri Emma Bonino, hanno tenuto un vertice a Palazzo Chigi in cui hanno espresso "grande preoccupazione". "Da parte italiana si auspicano l’immediata fine di ogni violenza e l’avvio di una transizione rapida e inclusiva", hanno commentato. "Siamo sull’orlo di un non ritorno", ha aggiunto il ministro degli Esteri precisando che "il movimento molto composito sceso in piazza è un movimento abbastanza acefalo e comunque con moltissime componenti".

Commenti

stupino

Sab, 06/07/2013 - 09:22

SOLO 30?? SONO POCHINI speriamo che aumentino

idleproc

Sab, 06/07/2013 - 09:47

Hanno sempre fatto così, è una strategia comune sulle spalle dell'Italia cioè del popolo italiano. Per loro è una questione di sopravvivenza, se perdono, sono fuori definitivamente. Sarebbe una gran cosa, un nuovo inizio per tutta l'Italia. Per rimetterci in piedi, prima, se ne deve andare a casa il gruppo che ci ha venduti con tutte le sue ramificazioni. Sono strategie opposte, non c'è mediazione, quando le cecano sono finte e legate ai loro momenti debolezza. Non è una questione di destra-sinistra, sono solo etichette.

idleproc

Sab, 06/07/2013 - 09:50

il post precedente era per i Letta&C e la "manina" FMI. C'è una cosa che non capisco, ti cambia l'artiicolo che vuoi commentare sotto il naso? Mah? Sarò io.

Ritratto di indi

indi

Sab, 06/07/2013 - 10:06

Che provino pure cosa significa conquistarsi la democrazia e tutto ciò che ne consegue. Le lotte e i sacrifici di chi ci ha preceduto, sono costate sangue e dolore, ecco perché gli italiani s'incazzano quando i rom, gli africani e gli orientali, s'insediano da noi come pretenziosi padroni. I nostri emigranti, quelli sani naturalmente e non i mafiosi, con umiltà sono arrivati in Svizzera, Belgio, Germani, America, Argentina ecc. e non certamente come va di moda oggi, che ti bruciano anche i centri d'accoglienza e/o ti accoltellano, stuprano o picconano per strada.

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 06/07/2013 - 10:19

Speriamo che si diano una calmata perchè con la nostra cara presidentessa Boldrini e le sante brigate papaline ci troveremo in casa un centinaio di migliaia di profughi. Buona giornata

lifeherbal2009@...

Sab, 06/07/2013 - 11:20

Qui abbiamo grandi mediatrici, Boldrini Kienge e vendola, andare in Egitto deve essere un imperativo antate e mediate e poi restate a vigilare. Qui in italia bastiamo noi cittadini

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 06/07/2013 - 11:36

#illuso.Temo che tu abbia ragione al 100%. The show must go on...Il peloso business cattocomunista deve continuare. A meno che gli Italiani, lobotomizzati dal calcio, non si diano una mossa....ma di quelle energiche e, soprattutto, definitive nei confronti di questo sistema.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Sab, 06/07/2013 - 11:40

Gli egiziani sono 80 milioni, concentrati in una valle larga come quella dell'adige e un delta grande come la laguna di venezia e la valle di comacchio: dovrebbero sparire almeno 2/3 di egiziani per tornare ad avere una demografia sostenibile.

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Sab, 06/07/2013 - 12:50

francamente mi preoccupo dell'italia,ma tanto ci penseranno le varie boldrini,bonino e quell'altra che nemmeno nomino

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 06/07/2013 - 14:06

ora che vogliono imporre la sharia, scoprirete il volto disumano dell'islam. a questo dobbiamo grazie alla miopia della geopolitica dei comunisti mafiosi, che hanno allargato le maglie della frontiera per speculare sui badanti stranieri.... ma intanto siamo circondati da paesi canaglia, dove impera al quaida, i talebani, gli islamisti integralisti... complimenti! oriana fallaci aveva detto tutto, ma voi, comunisti mafiosi, testoni, continuavate a ignorare il pericolo!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 06/07/2013 - 14:50

Ma chi ha detto che chi istiga e manovra queste "rivoluzioni" vuole far vincere una parte? Loro vincono già quando fanno piombare un paese nel caos, nell'autodistruzione.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 06/07/2013 - 15:04

Sarebbe utile ed opportuno che, vista la grave situazione in Egitto, il Governo italiano disponesse l’invio immediato sul posto di un congruo contingente di combattenti da reperire nei centri sociali e nelle frange rivoluzionarie dell’ultra sinistra. Naturalmente sotto l’egida di comando della Presidente della Camera Boldrini e della ministra razzista Cecile kyenge. Giunti sul posto i compagneros potranno schierarsi "democraticamente", da una parte o dall'altra, ed iniziare a combattere sino alla morte per la vittoria della fazione prescelta. Darebbero finalmente la prova concreta che alle lotte di "liberazione" si partecipa con i fatti, in prima persona, e rischiando la pelle, non a chiacchiere come sono avvezzi fare in Italia limitandosi solo a sfasciare vetrine ed aggredendo gente inerme!

maxaureli

Sab, 06/07/2013 - 15:25

Divide et impera.

lino961

Sab, 06/07/2013 - 15:33

Con la nascita del gruppo islamico radicale Ansar al Shariah,che si ripromette di instaurare la sharia nel paese e quindi la legge islamica,ho l'impressione che ci ritroveremo un'altra guerra islamica da fronteggiare solo che questa volta sarà molto più vicina ai nostri confini e con la Boldrini e la negra al governo aumenteranno ancora di più l'arrivo di relitti umani nel paese con relativo rischio di infiltrazioni estremiste di stampo jihadista tanto ormai la deriva sinistrosa e permissiva che abbiamo preso,guarda Pisapia, ci farà diventare tutti carne da macello fa bene l'NSA a controllarci perché da qui potrebbero,in un prossimo futuro,partire attacchi terroristici.

alberto_his

Sab, 06/07/2013 - 15:59

@Luigi.Morettini: perchè non aggiungerci anche l'esercito di Silvio? In fondo dovrebbero stare dalla parte di Mubarak e nipotina...

lino961

Sab, 06/07/2013 - 16:04

Se la situazione in Egitto dovesse mai degenerare in una guerra civile di logoramento tra anti e pro gli stessi combattenti anti Assad in Siria potrebbero decidere di appoggiare i gruppi islamici egiziani e il panorama futuro non potrà che essere buio ed inquietante,la primavera araba rischia di diventare il nostro inverno.

alberto_his

Sab, 06/07/2013 - 16:30

@lino961: gli anti-Assad hanno un compito da svolgere, sono pagati per questo e se va avanti così non avranno nemmeno vita lunga. In Egitto ci pensa l'esercito, è l'unica cosa che sa fare.

lino961

Sab, 06/07/2013 - 16:56

X alberto_his:il fatto che l'esercito faccia il suo compito non vi è dubbio come non è in dubbio una collaborazione tra le varie entità jihadiste per portare il paese nel baratro della guerra civile con attacchi suicidi alle caserme e alla polizia senza contare l'eventuale volontà stragista nei confronti dei copti e gli anti-Assad,che sono una costellazione omogenea di combattenti sotterranei di stampo islamico-radicale, potrebbero decidere di appoggiare le frange più estremiste in Egitto e quindi unirsi ai combattenti di al-qaeda per il Maghreb islamico,sarebbe un colpo da 90 per loro e una scarpata sulle palle per noi.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Sab, 06/07/2013 - 17:03

Temo che per il trasporto del petrolio torneranno in auge le super petroliere, quelle che dal Canale di Suez non passano ma poco importa, perché tanto dovranno fare il "giro lungo".(attorno all'Africa)

mila

Sab, 06/07/2013 - 17:12

@ lino961 -La NSA americana, oltre a controllare noi, poteva controllare meglio i suoi pseudo alleati islamici mediorientali, nonche' il QI dei governanti americani.

fabio tincati

Sab, 06/07/2013 - 17:30

sono tribù in eterna lotta fra loro per colpa dei religiosi,che sono solo uomini di potere.Gheddafi (che era molto diverso dalla cronaca) era laico,altri si appellano alle loro credenze,ma sarebbe megli chiamarle invenzioni.Non sanno niente del mondo che li circonda perchè i pseudo religiosi li tengono nell'ignoranza per buttarli poi contro i nemici.Una parte del mondo islamico si è chiuso all'occidente ed all'oriente verso il 1500 ponendo veti religiosi,solo una parte ora si è aperta,ma gli altri vivono ancora nel medioevo.E sono quelli che arrivano con i barconi portandosi dietro tutta la loro ignoranza.Non ci vorrà molto che i tumulti scoppino anche qua.

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 06/07/2013 - 18:00

Avanti di questo passo e grazie al buonismo peloso dei sinistri sull'immigrazione e accoglienza dei clandestini africani, che oltre al degrado portano anche il peggio delle loro usanze, il tempo di due generazioni e quello che sta succedendo in quei paesi lo si potrà vivere anche in Italia !!!

cgf

Sab, 06/07/2013 - 18:04

l'Emiro del Qatar ha abdicato.. fine dei finanziamenti e delle armi.

chiara 2

Sab, 06/07/2013 - 18:21

Ma scusatemi, fatemi capire: un popolo, nonostante non abbia più i mezzi per sostentarsi continua a prolificare fino a decuplicarsi e quando non riescono più a sopravvivere per sovraffollamento, pensano di potere invadre i territori altrui facendoli diventare altrettante zone povere e sovraffollate?? E noi dovremmo anche accettare tutta questa follia? MA STIAMO SCHERZANDO?

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Sab, 06/07/2013 - 18:39

Gli islamici fanno l'unica cosa che sanno fare: Accoppare, ammazzare, sgozzare, fucilare, bruciare ecc. Sfido CHIUNQUE, guardando fra i vari oggetti che ha in casa e di uso quotidiano, a trovarne UNO dove vi sia scritto: made in Egitto, Algeria, Iran, Iraq,Afghanistan o qualunque altro paese dell'area vi venga in mente.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Sab, 06/07/2013 - 19:13

Certo, Chiara2. E' una precisa strategia voluta da Komeini e portata avanti dagli islamisti. Serve unicamente un utero fertile e con la volontà di figliare al più non posso per la gloria dell'Islam. Nel contempo, nulla si fa per sfamare l'esercito d'invasione ma si addita loro il responsabile della fame, l'occidente ladro e miscredente. Ovviamente serve una quinta colonna in territorio nemico, i comunisti che danno loro ragione e li aiutano preparando loro il terreno per l'invasione. Vedi Boldrini e Kienge.

maxaureli

Sab, 06/07/2013 - 19:32

Mario Galaverna ... Khomeini? Mi sposterei un po' piu' a West prima di mettere in mezzo l'Iran.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 06/07/2013 - 19:44

C' E DA DIRE , rivogliamo mubarak.Anche questo e 'un capolavoro che dobbiamo al grande negro di Washington.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 06/07/2013 - 19:49

xmaxaureli-Centrato in pieno .

lino961

Sab, 06/07/2013 - 19:56

X mila-il Q.I. dei governanti americani è uguale a quello degli italiani,dei cinesi,dei sud americani ecc.praticamente di tutti quelli che fanno politica per la salvaguardia dei propri interessi,per quello che riguarda l'NSA la monitorizzazione di tutto quello che riguarda il traffico on-line è iniziato subito dopo l'11/09 con quello che riguardava il potenziamento di Echelon proprio per quello che riguarda i paesi "amici" islamici ma Londra,Madrid,Bali,Mumbai è stata la diretta conseguenza del non aver preso in considerazione l'estremizzazione della parte islamica residente,come è successo ancora in Inghilterra con lo sgozzamento in strada del militare,per controllare i loro non abbiamo controllato i nostri.

maxaureli

Sab, 06/07/2013 - 20:39

Vedo che c'e' un po' di confusione negli articoli dei giornali e commenti. La colpa e' un po' dei Mass Media Occidentali che hanno "camuffato" il risultato di un referendum. Il popolo egiziano e' stato chiamato ad un referendum popolare indetto a Dicembre 2012 che chiedeva ai cittadini se erano favorevoli alla nuova Costituzione in favore ad una "Repubblica Islamica + Sharia". Associate Press: 64% di egiziani in favore di un Egitto Islamico. Il Giornale: 77% degli egiziani ha scelto per la Sharia. Il Corriere: Egitto, approvata la nuova Costituzione Vittoria di Morsi e dei Fratelli musulmani. - In realta' gli oppositori di Morsi (e militari) hanno pienamente raggione ad essere contrari alla Costituzione dei FM (Morsi) Questi i numeri del referendum (approssimati): 58 milioni di avente diritto alle urne, 7,5 milioni ha votato NO per la nuova Costituzione, 10,5 Milioni hanno votato SI per la nuova Costituzione, 40 Milioni del popolo egiziano non e' andato alle urne (vai a capire il motivo???). Soltanto 1/5 (poco piu' di un quinto) ha partecipato al referendum. In un regime "Democratico" un risultato simile e' considerato NULLO. Non solo, gli oppositori di Morsi hanno presentato 22 milioni di firme per l'annullamento del referendum. Morsi non ha ascoltato e i militari sono intervenuti. Tutto qua'. Chi c'e' dietro questa volta?? Bho?? E' da vede'!! :-)

Ritratto di Idiris

Idiris

Sab, 06/07/2013 - 21:18

Mohamed el Baradei un'altro vincitore del premio Nobel per la pace come Obama.

lamiaterra

Sab, 06/07/2013 - 21:43

IN TUTTO IL MONDO, DOVE ARRIVANO I MUSULMANI ARRIVA IL MALE IL SANGUE LA MORTE.-------- Scritto nel corano - In the Koran: Fight and slay the Pagans wherever ye find them and seize them beleaguer them and lie in wait for them in every stratagem of war.

lamiaterra

Sab, 06/07/2013 - 21:45

LE MOSCHEE SONO TANTI CAVALLI DI TROIA CHE PRENDONO POSSESSO DELLA NOSTRA ITALIA. E’ ormai evidente che oggi l’Islam organizzato, il cosiddetto « Popolo delle Moschee » stanziato in Occidente, persegue il modello dello Stato Teocratico che si annida in seno allo Stato di Diritto (Italiano) Adottando criteri di flessibilità, confronto e scontro a secondo dei rapporti di forza e della logica dell’opportunità. Impegnando le Armi della Dissimulazione, del dialogo, della persuasione, Ma anche del plagio, della cieca sottomissione, del Ricatto, delle Intimidazioni, delle Minacce, dell’anatema e della Violenza. Facendo leva sulle Garanzie Costituzionali, sfruttando la tutela della legge e usurpando le Libertà vigenti in un Regime di Democrazia. Per affermare gradualmente, in primo luogo, un Potere Religioso, Politico, Culturale e Economico E, in secondo luogo, per Monopolizzare la rappresentanza dei Musulmani presso le Autorità Locali al fine di Imporre il proprio Potere anche all’interno della Società Occidentale di Accoglienza.

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Sab, 06/07/2013 - 22:30

Egitto: nasce gruppo jihadista pro-Morsi, lotta armata per imporre sharia. Raccogliere armi, addestrare i militanti e condurre una lotta armata in Egitto per imporre la legge islamica, dopo la deposizione del presidente Mohamed Morsi, dei Fratelli Musulmani, da parte dell’esercito. E’ il programma di Ansar al-Sharia in Egitto, formazione islamica radicale che ha visto la luce in questi giorni e che ha diffuso un messaggio su un forum jihadista frequentato da gruppi attivi nel Sinai, come riporta il sito americano di intelligence Site. Il nuovo gruppo afferma che la destituzione di Morsi e’ “una dichiarazione di guerra contro l’Islam” e accusa i militari, i cristiani copti e i sostenitori dell’ex regime di Hosni Mubarak di voler fare dell’Egitto una “creatura mostruosa, crociata e laica”. Per questo, Ansar al-Sharia annuncia che impugnera’ le armi, per difendere la religione e imporre la sharia in Egitto.Ci sono ancora anime tiepidine che difendono i fratelli musulmani come la nirestein o altri che nutrono dubbi sulla giustezza della rivoluzione laica in egitto?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 06/07/2013 - 23:54

Si sono ribellati all'islamizzazione del paese. ORA L'ISLAM SCOPRE LA VERA FACCIA, COME HA FATTO IN TUTTE LE ALTRE PARTI DEL MONDO, RICORRENDO ALLE ARMI.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 07/07/2013 - 20:22

I sionisti hanno fatto sprofondare nella guerra civile tutti i loro vicini. Storicamente. Sono furbi e infidi.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 07/07/2013 - 23:31

# Ausonio Mi scusi ma lei spara fesserie per il gusto macabro di strumentalizzare le miserie altrui o lo fa perché proprio è manchevole nel contenuto del suo cranio?