Da oggi anche a Cuba si potrà acquistare un'automobile nuova

Il quotidiano stataleGranma ha confermato le aperture sul mercato dell'automobile, controllato dallo Stato

In quella che si può definire come una piccola rivoluzione, da oggi i cubani avranno il diritto di acquistare un'automobile nuova dallo Stato, senza prima chiedere un'autorizzazione.

Il consiglio dei ministri - scriveva oggi il quotidiano statale Granma - ha approvato mercoledì "nuove norme per l'importazione e la commercializzazione di veicoli a motore". Perché diventi legge manca solamente la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale.

La novità, che spezza un "embargo" che durava dalla rivoluzione di Cuba del 1959, è entrata in vigore nell'ambito di una serie di riforme economiche che il presidente Raul Casto ha avviato due anni fa, nel tentativo di introdurre elementi di modernità nell'economia dello Stato comunista.

In precedenza ai cittadini cubani era permesso comprare e vendere liberamente automobili che si trovavano sull'isola prima della rivoluzione, ma non potevano invece averne una nuova o di seconda mano se non rivolgendosi - con un'autorizzazione - ai rivenditori dello Stato, che detengono il monopolio sul settore.

Proprio le limitazioni al mercato automobilistico hanno fatto sì che per le strade cubane circolino ancora numerosi veicoli degli anni '50 o precedenti. Molti di essi sono di frabbricazione statunitense, ma non è strano trovare anche mezzi di fabbricazione sovietica, dato che per anni il Paese è stato il più stretto alleato di Fidel Castro.

Commenti

Giampaolo Ferrari

Gio, 19/12/2013 - 18:49

Bella liberalizazione comunisti di merda,un cubano guadagna 10 cuc al mese circa 7 euro,le auto costano il doppio che da noi.Tutti i comunistelli che ci sono in europa potremmo mandarli tutti dal liberale RAUL CASTRO a chiedere diritti.BASTARDI.

Ritratto di scappato

scappato

Gio, 19/12/2013 - 18:49

A dire il vero ho visto pure delle Mercedes nuove, dal costo di almeno 85 anni di salario. chissà chi le aveva. Che ci siano favoritismi perfino nel Paese del socialismo o muerte?

maurizio50

Gio, 19/12/2013 - 19:11

Questo sì è progresso!! I compagni comunisti probabilmente vorrebbero queste scelte di progresso anche da Noi!!!

Ritratto di gpb

gpb

Gio, 19/12/2013 - 19:57

Già' è' in Italia che non potremo più' comprare auto .. Ma per altri motivi!