Da Parigi e Berlino il partito anti euro è sempre più forte

Nei sondaggi Le Pen è prima in Francia. E ora il contagio arriva in Germania: il movimento di Lucke fa il pienone

Sei punti sopra il 17,1% raccolto alle elezioni presidenziali del 2012. Se per il rinnovo del Parlamento europeo si votasse domenica prossima, il Front National di Marine Le Pen guadagnerebbe il 23 per cento dei voti, diventando così il primo partito di Francia. Lo rivela un sondaggio commissionato all'istituto Ifop dal Journal duDimanche. La formazione della destra nazionalista e populista sarebbe inseguita dai gollisti dell'Ump (al 21%), mentre i socialisti del presidente François Hollande si fermerebbero al 18%. I risultati dell'indagine «vanno letti con una certa prudenza», ha spiegato il direttore dell'Ifop, Frédéric Fabi, ricordando che la misurazione ha un margine di errore dell'1,8% e che al voto mancano 4 mesi. Resta il fatto che alle Europee 2009 il Fronte guadagnò il 6,3% inviando a Strasburgo solo 3 deputati, mentre nel 2014 la vocazione maggioritaria del partito fondato da Jean-Marie Le Pen, padre di Marine, sembra a portata di mano. L'ex candidata alle presidenziali lo sa, e conta su quella che i suoi concittadini chiamano «la vague Marine», l'onda Marina. In una recente intervista Madame Le Pen ha immaginato che, dopo lo spoglio a maggio, la valanga di voti ottenuti dal Fronte obbligherà Hollande a sciogliere il Parlamento, mentre l'Europa dovrà fare i conti con un grande Paese che dice basta all'euro.

Messa da parte l'origine pétainista, gli accenti apertamente islamofobici e antisemiti (ma non quelli xenofobici), Marine si è anche buttata sul sociale, togliendo all'estrema sinistra l'esclusiva su lavoro e pensioni. Senza dimenticare che il suo è un elettorato di protesta, ha incanalato la rabbia dei francesi contro «il funzionamento antidemocratico dell'Unione europea» e i rigidi parametri di Maastricht sulla finanza pubblica. Quindi ha individuato nell'odiata moneta comune il nemico da abbattere, promettendo di allearsi a Strasburgo con gli altri partiti anti-euro. Fra questi la Lega nostrana, il Partito austriaco della Libertà (Fpoe) e il Vlaams Belang in Belgio.

«Dopo di noi - ha previsto - anche la Germania rinuncerà all'euro e tornerà al marco». Vero è che l'auspicato no di Berlino alla moneta unica è ancora lontano da venire. Eppure anche nella Repubblica federale il movimento anti-euro sta prendendo forza. Un sondaggio di Emnid per la Bild am Sonntag accredita Alternative für Deutschland, prima formazione tedesca apertamente contraria all'Unione monetaria, del 7% dei voti. Risultato di tutto rispetto per un partito che è stato fondato solo a febbraio 2013 e che a settembre dello scorso anno ha sfiorato l'ingresso al Bundestag, ottenendo il 4,7% dei consensi (contro una soglia di sbarramento del 5%). A differenza della formazione francese, AfD non affonda le radici nel passato ma è stata fondata da un semi-sconosciuto professore di Economia politica ad Amburgo, il 52enne Bernd Lucke, che ha rubato consensi un po' a tutti. Attento a non farsi infiltrare dall'estrema destra, sempre orfana nella Germania post-bellica di padri e padrini, Lucke ha imbarcato un pezzo grosso dell'area liberale: l'ex capo degli imprenditori tedeschi Hans-Olaf Henkel, volto noto dei talk-show con l'unico difetto di essere un po' avanti con l'età (74 anni) rispetto alla media dei politici tedeschi. Nulla sembra accomunare il duo Lucke-Henkel alla pasionaria della destra francese, i cui detrattori chiamano «Jean-Marine Le Pen» a segnalare la sua sostanziale continuità con i valori dettati dal padre. AfD ha già fatto sapere che non si unirà a Strasburgo al gruppo Fn-Lega, ma al pari di Marine ha già dichiarato guerra alla moneta comune.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 27/01/2014 - 08:39

Certo, i tedeschi ci stanno marciando con l'euro e se ne vorrebbero sbarazzare, sicuramente...

Ritratto di unLuca

Anonimo (non verificato)

colian

Lun, 27/01/2014 - 08:49

Se in Francia gli anti-euro sono il primo partito, in Italia dovrebbero essere il 100% della popolazione. Invece abbiamo un Presidente del Consiglio non eletto, emenazione diretta di Bilderberg, il cui scopo è svendere tutto il patrimonio aziendale e personale degli italiani per ripagare un debito pubblico infinito che solo di interessi ci costa quasi DUE MILIARDI DI EURO a SETTIMANA!!! Persino la Fiat è scappata, oltre a centinaia di imprenditori che presto saranno migliaia, poi decine di migliaia. Se non usciamo dall'Euro ORA l'Italia diventerà un deserto economico. La storia insegna che solo con la sovranità monetaria si può ripagare un debito così colossale, gli USA lo stanno facendo, l'Italia lo fece quando dovette pagare l'enorme debito accumulato durante la guerra, quando la lira si svalutò del 90%. E' pazzia pensare di gestire un debito di 2 trilioni e 100 miliardi che oltretutto CRESCE OGNI GIORNO. La gente non sa nemmeno cosa sono i trilioni, li ha sentiti dire solo da bambino leggendo i fumetti di paperon de Paperoni. (PS un trilione sono mille miliardi). Certo non è una bacchetta magica la sovranità monetaria, sarà comunque difficile, ma alla lunga avremo dei vantaggi, quella di una moneta svalutata, che attira acquisti e investimenti.

Duka

Lun, 27/01/2014 - 08:56

Era più che prevedibile. Per non capire bisogna essere "mortadelle"

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Lun, 27/01/2014 - 09:00

Magari! Fosse vero....spero e credo, che le sinistre europeee con i loro amici banchieri, riusciranno a seminare ancora tanto malcontento. Tanto quanto basta, per far scaturire una rabbia sufficiente a riaprire la porta della storia, alla Destra, in tutta l'Europa. Ma non una destra moderna....una Destra di vecchio stampo, per mettere ordine senza tanti complimenti. E allora, altro che la pacchia per chi ci ritiene "gagè" o le pantomime dei magrebini che si fanno il piercing con lo spago.....le polizie, a fare pulizia e frontiere aperte in uscita ai vari sinistri, con annesso calcio in culo ai dario maggiulli di turno, con biglietto di sola andata, su mercantile, passaggio ponte, direzione katanga......per trovare la felicità con le bellezze primigenie del luogo!

Ritratto di Roberto di Bruno

Roberto di Bruno

Lun, 27/01/2014 - 09:04

Da noi ci sono dei nanetti che preferiscono coltivare ognuno il proprio orticello.

sale.nero

Lun, 27/01/2014 - 09:05

A destra si costruisce ... a sinistra si gestisce. Secondo voi dove è meglio stare?????? Non a caso la destra è contro l'europeismo!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 27/01/2014 - 09:11

FORZA MARINA DISTRUGGI I MASSONI DEL NUOVO ORDINE MONDIALE, IL BENE TRIONFA SEMPRE SUL MALE.

Mario-64

Lun, 27/01/2014 - 09:14

Bene ,poi quando un litro di benzina costera' 5000 lirette a farmi il pieno provvedera' la signora Le Pen..

a.zoin

Lun, 27/01/2014 - 09:14

L`Euro non ha nessuna colpa, la colpa è dell uomo,il politico, assecondando i capricci delle banche e governando senza alcuna unione, ma con tanto egoismo senza ascoltare la popolazione. Se ritorniamo alle vecchie monete ,sarà una sacrificio agli inizzi però,in un corto periodo ci saranno riprese enormi per tutti coloro che hanno capito ,lo sbaglio e l`ingordigia dei rapresentanti che abbiamo al governo. Queste arie nuove,che provengono dagli estremi, sono di risposta al comportamento dei rapresentani dei partiti "SOCIAL-DEMO-COMUNISTA",CHE CON LA LORO FUSIONE E I LORO LITIGI, si sono dimenticati le 3 parole base. "LIBERTA,UGUAGLIANZA E FRATERNITÀ".

linoalo1

Lun, 27/01/2014 - 09:16

Quello che mi domando,è:se sono tanti che non vogliono l'€uro,perchè non fanno un Referendum?Col patto però,che poi lo si rispetti!Altrimenti,fra 10 ani,saremo punto e daccapo!Lino.

handy13

Lun, 27/01/2014 - 09:33

...ma è evidente ...se l'Europa NON fa l'Europa,...ci sia malcontento,...la banca centrale deve rendersi conto che occorre anche svalutare in qualche momento, quindi stampare moneta x aiutare paesi in difficoltà,...(anche se il paese più forte la Germania NON ne ha bisogno)

Mr Blonde

Lun, 27/01/2014 - 09:35

Visto quello che sta succedendo con la lira turca o in argentina teniamocelo stretto, la "liretta" in un periodo come oggi sarebbe sotto assedio

ilbarzo

Lun, 27/01/2014 - 09:38

In Italia siamo un paese di pecoroni e delle Marine Le Pen ve ne' solo una al mondo, e purtroppo non e' in Italia.

pgbassan

Lun, 27/01/2014 - 09:42

Ottimo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 27/01/2014 - 09:53

Nessuno si illuda. Ora inizieranno le persecuzioni giudiziarie...

buri

Lun, 27/01/2014 - 09:58

credo che se in Italia si dovessero fare un referendum sull'Europa gli anti UE vincerebbero a man bassa

vince50

Lun, 27/01/2014 - 10:01

Prima però aspettiamo che i danni siano incalcolabili,poi usciamone pure da accattoni.

timoty martin

Lun, 27/01/2014 - 10:01

La Le Pen dovrebe venire anche in Italia. Unica che ci difende e lotta contro troppe invasioni incontrollate/indesiderate. Unica che ha veramente capito il pericolo dell'invasione dell'islam Sperimo che vinca, ce vinca ancora e che insegni a nostri apatici politici

Noidi

Lun, 27/01/2014 - 10:15

Certo che siete incredibili. Nel titolo mettete che Lucke fa il botto, poi nell'articolo specificate che alle ultime elezioni ha preso il 4,7%. Ma voi ci fate o ci siete?????

Guido_

Lun, 27/01/2014 - 10:24

Il populismo e l'ignoranza sono delle brutte bestie che possono arretrare l'Europa, spero si ponga rimedio al più presto.

michetta

Lun, 27/01/2014 - 10:26

Questa "dritta" che arriva dalla Francia, ci avvisa di quanto fregnoni siamo e siamo stati finora, noi Italiani. Abbiamo creduto ad un Prodi qualunque, in combine con D'Alema e Ciampi, che ci hanno rifilato il cambio lira-euro peggiore, per noi, che si potesse ottenere, senza nemmeno andarlo a prendere per le orecchie e sbatterlo..... dietro alla lavagna. Abbiamo vissuto per oltre dieci anni con un euro, che ha prodotto sfraceli a ripetizione ed ora, siamo lì, che ci mozzichiamo i gomiti. Va bene! Anzi, va male! Vorra' dire che, d'ora innanzi, faremo del bene, almeno ai nostri figli ed ai nostri nipoti. Se la Lega mi garantira' di battersi per tornare alla LIRA, la votero', insieme alla mia famiglia, ai miei amici e colleghi tutti, significando che la svolta che ne derivera', anche se momentaneamente, con effetti penalizzanti, sara' quella GIUSTA, perche' proiettata verso un FUTURO migliore. Pensate solamente, al principio di RIDIVENTARE padroni di noi stessi!? Se a questo, infine, si aggiungera' la diminuzione degli arrivi dall'est e nordafrica, mbe', mi sa' che, da maggio prossimo in poi, occorrerebbe pensarci bene a chi dare il voto. Auguri Italia

Cinghiale

Lun, 27/01/2014 - 10:28

@buri Lun, 27/01/2014 - 09:58 - E' per questo motivo che tutti gli amanti dei referendum non ne promuovono nemmeno uno in tal senso.

Cinghiale

Lun, 27/01/2014 - 10:29

@vince50 Lun, 27/01/2014 - 10:01 - Se non sbaglio è proprio Letta che poco tempo fa ha detto che abbiamo le pezze al cu.o. Magari bisogna aspettare che anche le pezze si strappino.

futuro libero

Lun, 27/01/2014 - 10:50

Anche la Germania ora tornerebbe al marco,certo ormai ha massacrato e messo in ginocchio quasi tutti i paesi,non ha più bisogno dei poveretti,ma noi siamo così ciechi da non capire che se un giorno la Germania dicesse basta all'euro per noi sarebbe il tracollo completo perchè non ci siamo preparati prima a questa evenienza.

marvit

Lun, 27/01/2014 - 10:50

Mr Blonde. Lei sicuramente,e per fortuna,sarà,come si dice, un "abbiente".Per questo non può immaginare quanta gente,oggi, preferirebbe "sopravvivere",anche a stento,sotto una moneta inflazionata e non sicuramente "schiattare" sotto una moneta forte.L'Argentina,che lei porta ad esempio,si ritrovò nella stessa condizione dell'Italia di oggi perchè volle legare il suo pesos ad una moneta forte come il dollaro. Oggi l'Argentina vive. In Italia si sta morendo

francesconeglia

Lun, 27/01/2014 - 10:52

Guardiamola quant'e' bella questa nostra "cuginetta" d'oltralpe. Ammirandola in questa bella fotografia e non volendo fare accostamenti irrispettosi, sembra Cristo Redentore che sovrasta Rio de Janeiro. Frederic Fabi ricorda che mancano ancora quattro mesi allo spoglio che la vedra' trionfante, ma sicuramente quest'ultimo periodo servira' a neutralizzare l'incerto margine di errore mensionato dal direttore dell'ifop. Onda su onda Marine ci porteraaaaa, questo motivo musicale che il nostro Paolo Conte compose, a occhio e croce, quando Madam Marine Le Pen nacque, vaticinandone appunto che Marine, ci portera fuori da questo schifiato euro, alla facciazza di Draghi, Soros, Bildenberg etutti gli altri.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/01/2014 - 10:54

Va a finire,che sarà un'altra "Rivoluzione Francese",a cambiare un pò le cose in Europa...

gian paolo cardelli

Lun, 27/01/2014 - 11:01

“l’euro è una minaccia per la Democrazia, minerà le economie dei paesi economicamente più deboli e li renderà schiavi di quelli più forti” Margareth Thatcher, “Con l’Euro lavoreremo un giorno di meno, ma guadagneremo come se avessimo lavorato un giorno di più” Romano Prodi. Per i cogl...itori di fregature “di sinistra” la prima era un’incapace ed il secondo un “grande economista”: la verità, sia sui due personaggi che sulla “competenza” dei cogl...itori suddetti, è sotto gli occhi di tutti.

Rossana Rossi

Lun, 27/01/2014 - 11:17

L'inizio di tutti i guai è stato proprio l'euro........

dottquixote

Lun, 27/01/2014 - 11:50

Le cose a meta' sono PEGGIO che niente. O riusciamo ad unificare a livello europeo la politica estera e la difesa oppure e' meglio dirsi addio, perche' cosi' come siamo, ci stiamo facendo solo del male.

macchiapam

Lun, 27/01/2014 - 11:56

Errore gravissimo: l'Europa, pure con tutti i suoi difetti, è il solo strumento per resistere - se non vittoriosamente, almeno tollerabilmente - alla sfida globale. E l'Italia ne ha particolarmente bisogno per correggere certi suoi difettacci. In fondo, un'Europa unitaria esisteva già al tempo di Carlo Magno, e per secoli ha lasciato i suoi frutti. Bisogna insistervi e, per prima cosa, è necessario che tutti parlino una stessa lingua: cioè, che piaccia o no, l'inglese, così come nei tempi antichi la lingua comune era il latino.

Libertà75

Lun, 27/01/2014 - 12:19

@marvit, non dia retta a chi si finge economista, fino a prima dell'entrata nell'euro l'Italia era pagata al Giappone, dopo il paragone è passato con Grecia, Cipro, Portogallo, Argentina, Turchia... per me chi non ha memoria non ha rispetto di sè

migrante

Lun, 27/01/2014 - 12:33

egregio macchiapam,una Europa unitaria non e` mai esistita, forse quella del periodo di Roma Imperiale aveva una sua unita`maggiore di quella attuale ! Comunque....ci troviamo ad usare la stessa moneta e con l'abbattimento delle frontiere ci hanno pure "battezzati" cittadini europei, virtualmente, perche` poi il tedesco resta tedesco e l'italiano italiano nel momento in cui si interfaccia con lo Stato

Miraldo

Lun, 27/01/2014 - 12:46

La LEGA NORD è il partito di riferimento qui in Italia, unico contro l'euro i clandestini e il centralismo romano.

Miraldo

Lun, 27/01/2014 - 12:58

Unico partito di riferimento in Italia è la LEGA NORD. Medesime idee della Marina.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 27/01/2014 - 13:07

E' ora che Berlusconi e anche i suoi alleati (Fratelli d'Italia ad es.) ci dicano chiaramente cosa ne pensano in merito... possibilmente prima delle elezioni europee. Finora l'unica presa di posizione chiara e netta in materia viene dalla Lega, mentre gli altri mi sembra che non si vogliano sbilanciare. Questo tipo di politica del dico e non dico, delle giravolte, del non rispondere alle domande dei vari giornalisti e commentatori mi disgusta sempre di più: ecco perchè, lo dico e lo ripeto, chi vuole il mio voto deve dichiarare senza mezzi termini il proprio anti-europeismo, altrimenti mi rivolgo altrove.

cicciosenzaluce

Lun, 27/01/2014 - 13:11

Pagliacci,se salta l'euro,andiamo tutti col cappello in mano per 10 anni,poi forse,molto lentamente potremmo risalire la china,questo è solo populismo da quattro soldi a cui credono gli idioti.

denteavvelenato

Lun, 27/01/2014 - 13:29

Mario-64 Dica pure, 500000, comunque sicuramente, a qualcuno tornerebbe comodo un altro cambio di moneta, visto l' affare dell' altra volta.

denteavvelenato

Lun, 27/01/2014 - 13:31

cicciosenzaluce Pienamente d' accordo, ma sa, va di moda trovare un facile colpevole, e salire sul carro dei populisti

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 27/01/2014 - 13:38

Grande Marine Le Pen! Spero che vinca e ci faccia uscire dall'Euro e dall'Unione Europea. Peccato che una cosa del genere se fatta solo 5 anni fa ci avrebbe risparmiato il disastro attuale e l'inevitabile scotto che si dovrà pagare per uscire fuori da questa situazione drammatica. Di sicuro alle europee voterò per la Lega, anche se non ne condivido le altre idee politiche. Il M5S, purtroppo, ha preso una posizione contrastante. Da una parte dice di essere contro l'Euro e l'Europa, mentre dall'altra vota a favore per l'abolizione del reato di clandestinità. Sono due posizioni opposte e inconciliabili, l'una esclude giocoforza l'altra, quindi non sono affidabili nemmeno al Parlamento europeo.

fisis

Lun, 27/01/2014 - 13:55

Speriamo che "l'onda" Marine arrivi anche in Italia, instupidita e anestetizzata da anni di propaganda cattocomunista. Basta con questa unione europea sovietica delle banche, basta con l'immigrazione clandestina e incontrollata. L'Italia riacquisti la propria sovranità. Basta con questa politica razzista contro gli italiani, buoni solo per spremere loro delle tasse fino al midollo, per favorire una politica buonista e dispendiosa verso l'immigrazione clandestina.

Gyro

Lun, 27/01/2014 - 14:00

Per M5S ci si deve iscrivere al Sistema Operativo M5S E LI VOTI LE LEGGI! POI PUOI ANCHE NON VOTARE M5S ALL' ELEZIONI, MA DEVI IMPEDIRE CHE SUL SO VINCA LA TUA OPPOSIZIONE (L' estrema sinistra), BISOGNA AUMENTARE IL NUMERO DI DESTRAIOLI NEL SO DI GRILLO, POI PUOI ANCHE NON VOTARE M5S! Se non lo fai è un problema, creerebbe problemi anche al parlamento (vedi abrogazione reatò clandistinità).

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 27/01/2014 - 14:00

Votero anche io contro questa Europa.Voglio l europa di Schuman De Gasperi, Spaack,Adenauer,non l' europa degli afrocomunasiatici, massoni, banchieri eurocati mussulmani e nullafacenti spesati dalle nostre tasche.Anche se devo ammettere che un europa divisa farebbe comodo specialmente al colorato, e diciamocelo chiaro la crisi e stata creata artificialmente dall' america.Lo si vede con la primavera araba cosi come la guerra in libia ,siria dove vedo mosse piu mussulmane che occidentali.

giottin

Lun, 27/01/2014 - 14:04

Per fortuna ce l'abbiamo anche noi una Marine...

Fracescodel

Lun, 27/01/2014 - 14:04

Ditemi come si vota questo partito ANTI_EURO che lo voto! Aggiungento che vorrei che sia che un partito anti-EU, anti-immigrazione, pro-sovranita' nazionale solida! Perche' i politici non propongano queste politiche che moltissimi, direi la stragrande maggioranza della gente (quella gente non succube delle propagande terroristiche dei media e dei politici, che inquadrano scene apocalittiche FALSE, con l'uscita dall'EU e dall'Euro) abbraccia con forza e chiede a gran voce? Sono forse tutti traditori al soldo delle banche (potere bancario corporativo di stampo mafioso e criminale in mano a SION)?

edo1969

Lun, 27/01/2014 - 14:10

Le Pen, Lucke e Brunetta: è nata la nuova Europa.

Gyro

Lun, 27/01/2014 - 14:13

Vabbeh che poi a Marine si preferisce esteticamente Marion Le Pen (OVVIAMENTE), vabbeh in Francia è un casino con le donne vedi caso Hollande, prima di nominare Julie Gayet si sono sparati una quantità industriale di nomi sull' amante di Hollande, persino quello della pilotessa di Motocross Livia Lancelot (!) Ovviamente tutto falso, era solo Julie Gayet...

gurgone giuseppe

Lun, 27/01/2014 - 14:31

I politici Italiani che hanno partecipato all'operazione Euro a quelle condizioni, dovrebbero essere processati per Alto Tradimento.

lakos29

Lun, 27/01/2014 - 15:11

@ Mario-64 visto che ora siamo sui 2€ al litro ossia circa 4000 lirette credo che quando costerà 5000 lirette non si noterà la differenza. Oppure vada a metano che costa molto meno, io ci faccio 200km circa con 12€.

Luigi Farinelli

Lun, 27/01/2014 - 15:13

E se non fosse per il moderno MinCulPop che la massoneria europea ha imposto ai media per divulgare solo i desiderata del regime (per esempio, propaganda omosessualista e gender ma divieto di divulgare notizie sul profondo dissenso che si sta diffondendo a macchia d'olio contro la distruzione della cultura e della civiltà occidentali) il dissenso sarebbe quasi plebiscitario. Purtroppo, se chiedi ad una persona cosa si intenda per "ideologia gender" o se sa che ci sono movimenti come Manif Pour Tous (anche in Italia) in difesa del diritto di parola, della famiglia naturale, contro un'inesistente emergenza omofobia o "femminicidio" e contro l'imposizione dell'ideologia gender di Stato e della sessualizzazione dei bambini nelle scuole, tale persona apparirebbe perplessa: il regime vuole che si propagandino solo i diktat ultralaicisti europei e ONU e lascia volutamente all'oscuro i sui cittadini ai quali provvede con un opportuno lavaggio del cervello politicamente corretto e "progressista". E così, per esempio, l' UNAR in Italia è divenuto appunto il moderno MinCulPop del regime laicista europeo che impone ciò che deve essere divulgato o meno. Un esempio? A Piazza Santi Apostoli a Roma, l' 11.01.14 quattromila persone (giovani, donne, anziani, famiglie, bambini, sacerdoti, con le principali testate giornalistiche presenti, inviati ANSA, reti tv nazionali e internazional, persino dalla Russia) hanno protestato pacificamente per rivendicare in nome della libertà i diritti garantiti dagli Articoli 19, 21, 29 e 30 della Costituzione Italiana (i motivi della protesta li avevo elencati prima). Ebbene, sulla stampa del giorno successivo, la manifestazione era stata completamente snobata mentre in compenso veniva dato risalto esclusivo alla manifestazione contemporanea per il giovane omosessuale suicidatosi, naturalmente con dovizia di particolari sulla promozione di quella marcia da parte delle associazioni gay LGBT, Trecento i partecipanti, contro i 4000 dell'altra, passata completamente sotto silenzio per ubbidire ai diktat dell'Europa massonica e laicista che controlla col suo occhio simile a quello di Mordor che gli schiavi del regime non sollevino la testa. Contemporaneamente però, la stessa stampa di regime (purtroppo anche quella che dovrebbe passare per non omologata) dava risalto pieno a Crocetta per la sua "svolta storica" in Sicilia dove erano stati approvati mutui agevolati alle copie gay: TITOLO: "Svolta storica, siamo i primi in Italia!" (chissà quanto si sfregano le mani alla Commissione Europea nel constatare come i loro scagnozzi si uniformamo ai loro diktat ultralaicisti). Ma non solo Crocetta e la sfilata dei 300, la stampa metteva anche in evidenza (lo stesso giorno) il messaggio di Obama: "Matrimoni gay, nello Utah saranno riconosciuti a livello federale...". Concordo con Gianfranco Amato, col suo articolo comparso su La Nuova Bussola.it e Bastabugie.it: "C'è qualcosa di inquietante nelle scelte editoriali di domenica 12.01 per cui è stato dato ampio risalto ai 300 del corteo della Magliana contro l'omofobia e si è mantenuto il silenzio più assoluto sui 4000 manifestanti di Piazza Santi Apostoli, dove si era parlato LIBERAMENTE (è ancora possibile ma non si sa per quanto) di famiglia tradizionale, adozioni gay, steriltà fisiologica delle coppie omosessuali, di famiglia naturale...TUTTE ESPRESSIONI TASSATIVAMENTE VIETATE DALLE FAMIGERATE LINEE GUIDA PER UNA COMUNICAZIONE RISPETTOSA DELLE PERSONE LGBT EMANATE DALL'UNAR, IL NUOVO MINCULPOP DELLA REPUBBLICA DEL XX SECOLO, CON RISCHIO DI DEFEZIONE ALL'ORDINE DEI GIORNALISTI IN CASO DI DEFEZIONE DA QUESTA LINEA. Questa è un'altra delle conseguenze dell'appartenenza a quel regime totalitario massonico-laicista-sionista che risponde al nome di Comunità Europe, nata sul raggiro infame del Lisbona2 contro i suoi cittadini sempre più ridotti a schiavi del sistema imposto unilateralmente. Ben vengano movimenti di opinione come quelli della destra francese. Forza Italia cominci a chiarire se vuole affrontare chiaramente e direttamente il problema della sopravvivenza della nostra civiltà sempre più preda delle lobbies laiciste e mercantiliste europee (e ONU) che con l'ingegneria sociale vogliono creare il "popolo bue" asservito alla volontà degli "illuminati" massoni autoelettisi a loro guida. In caso contrario è meglio che finalmente una destra come si deve accetti di farsi carico della difesa della nostra civiltà e delle nostre tradizioni opponendosi a questa masnada luciferina che ci sta distruggendo nel portafogli e nell'anima .

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 27/01/2014 - 15:26

finalmente vi siete resi conto che in Italia ci vorrebbe un fascismo? SPERIAMO LO ABBIATE CAPITO.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 27/01/2014 - 15:26

finalmente vi siete resi conto che in Italia ci vorrebbe un fascismo? SPERIAMO LO ABBIATE CAPITO.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Lun, 27/01/2014 - 15:28

L'Euro ha i giorni contati. Se è sveglio, sarà Silvio a togliercelo. Altrimenti lascerà la gloria ad altri...

Fracescodel

Lun, 27/01/2014 - 15:55

L'Euro rimarra' come una catastrofe che ci ha tolto i risparmi. Non basta uscirne, bisogna far pagare i responsabili, e cercare di rifarci dare il nostro...cosa che sembra ardua MA: lanciando mandati di cattura criminali contro i banchieri; delegittimando il debito che ci e' stato imposto per toglierci sovranita'; ripudiando quindi debito ed interessi, che libererebbe un quinto del nostro bilancio da spese a riguardo, lasciando un'attivo enorme che facilmente ovvierebbe a qualunque contraccolpo ostile da potenze criminali ancora allineate al potere bancario. Ricordo che noi abbiamo il fior fiore di un'economia di qualita', ed i nostri prodotti saranno sempre comunque voluti all'estero.

Simostufo

Lun, 27/01/2014 - 15:58

@Marforio "Votero anche io contro questa Europa.Voglio l europa di Schuman De Gasperi, Spaack,Adenauer,non l' europa degli afrocomunasiatici, massoni, banchieri eurocati mussulmani e nullafacenti spesati dalle nostre tasche" perche' non aggiungi anche Jean Monnet e Francoise Perroux? grazie a quelli che hai citato piu' questi altri 2 hai proprio l'elenco completo dei camerieri dell'elite assolutista europea!

Ritratto di llull

llull

Lun, 27/01/2014 - 16:10

Speriamo che le persone di buona volontà alle prossime elezioni europee presentino un partito politico trasversale del tipo NO-EURO. Vincerebbe alla grande.

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 27/01/2014 - 16:25

Le Pen ti darei volentieri una mano e non solo per uscire dall'Euro, ma per dare una REGOLAMENTAZIONE all'invasione straniera. Vai avanti che troverai sempre più sostenitori.

michetta

Lun, 27/01/2014 - 16:36

x LUIGI FARINELLI - Sei stato CHIARO COME IL SOLE! Praticamente, stai sfondando una porta aperta. Tranquillo caro Luigi, che se solamente poco poco, ci danno spago, ci andiamo a riprendere il posto che ci compete, buttando fuori dalla porta, tutto il marciume innaturale sessofobico esistente! Ben venga quindi Le Pen, ben venga la Lega di Salvini, ben venga Berlusconi, che tutto mi sembra, tranne che appartenente alla categoria Vendola-Marrazzo-Cuperlo. L'Italia deve crescere e per poterlo fare, ha bisogno, oltre che della sua LIRA, dei suoi figli Italiani, in tutti i sensi, che siano, DECISAMENTE maschi o DECISAMENTE femmine. NULL'ALTRO! grazie. Auguri Italia.

aitanhouse

Lun, 27/01/2014 - 17:10

che il partito della le pen fosse in costante crescita si sapeva e si sperava soprattutto in quei paesi governati da filoeuropeisti per caso e per ordine dei banchieri, quegli stessi che gestiscono e manovrano capitali ed informazione a loro piacimento confondendo le idee e minacciando ritorsioni .A noi non resta che sperare in una solida affermazione della le pen che metterebbe sul piatto europeo la potenza francese che gli ultimi rappresentanti hanno indegnamente interpretata chinandosi dinanzi alla merkel ed alla troika: se resuscitasse de gaulle li porterebbe sicuramente sulla ghigliottina per alto tradimento della francia ,della sua storia passata e per disprezzo di quella presente. E' certamente triste l'idea di doverci associare ad altri paesi perchè noi stessi non sappiamo decidere circa il nostro futuro e neppure riusciamo a considerare ipotesi diverse da quelle del servilismo filoeuropeo e filoeuro. Qui bisogna svegliarsi, la stessa commissione europea ha pubblicato uno studio della crisi e del suo perdurare , ha previsto che fino al 2023 non ci saranno variazioni positive e solo da allora si comincerà a ricrescere anche se poi quella fase consentirà di reimpiegare disoccupati vecchi e nuovi solo in basse percentuali. Senza fare catastrofismi proviamo ad immaginare cosa ne sarà del nostro paese tra 9 anni...per il momento è meglio soprassedere ed augurare alla le pen di stravincere, visto che quanti ci governano saranno solo occupati a tassare per pagare solo gli interessi sul d p , tanto altro non sanno fare o per paura o per gli affaracci loro.

denteavvelenato

Lun, 27/01/2014 - 17:16

Si giusto, torniamo alla lira, guarda come vanno bene Argentina e Venezuela, che hanno sovranità monetaria.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/01/2014 - 17:59

@Fracescodel,non capisco il senso del suo post delle 15:55,se ironia,o cos'altro...

michetta

Lun, 27/01/2014 - 18:04

x DENTEAVVELENATO - Ecco! Appunto, con questo nick-name, non puo' fare testo alcunche', detto da te! Auguri Italia.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 27/01/2014 - 18:06

Grazie Marine, sfascia tutto. Solo gli italiani bestie votano per partiti pro euro che li mungono come vacche.

pinosan

Lun, 27/01/2014 - 18:09

Denteavvelenato!!! perche non guardi l'America ed il Giappone,un pò anche l'inghilterra:Tasse al 39%Quando la svaluatazione era al 10% gli operai ed i pensionati stavano meglio. Oggi stanno sicuramente meglio chi specula sul debito italiano e ci costringe all'immobilità con lo spauracchio del sforamento del PIL.

Mario-64

Lun, 27/01/2014 - 18:10

lakos29 ,veramente io la pago 1,62 euro ,che in lire farebbe 3140. Dunque se va' a 5000 me ne accorgo eccome.

ro.di.mento

Lun, 27/01/2014 - 18:27

ho la vaga impressione che nessuna persona abitante nel nostro continente sia favorevole alla UE, con o senza euro !!!! se ci facessero votare un referendum stravinceremmo tutti ! vedete cosa sta avvenendo in ucraina? forniscono le armi ai soliti teppisti pur di farci credere che questi vogliono entrare in UE !! l' europa che avevamo in mente era tutt'altro . con una svalutazione del 50% iniziale speravamo di essere paragonati a tedeschi, inglesi ecc. invece l'hanno fatta solo per fregarci !!! solo a favore dei soliti guerrafondai che poi vengono sempre sconfitti, però dopo tante sofferenze e tanti morti !!

ro.di.mento

Lun, 27/01/2014 - 18:27

ho la vaga impressione che nessuna persona abitante nel nostro continente sia favorevole alla UE, con o senza euro !!!! se ci facessero votare un referendum stravinceremmo tutti ! vedete cosa sta avvenendo in ucraina? forniscono le armi ai soliti teppisti pur di farci credere che questi vogliono entrare in UE !! l' europa che avevamo in mente era tutt'altro . con una svalutazione del 50% iniziale speravamo di essere paragonati a tedeschi, inglesi ecc. invece l'hanno fatta solo per fregarci !!! solo a favore dei soliti guerrafondai che poi vengono sempre sconfitti, però dopo tante sofferenze e tanti morti !!

Mario Mauro

Lun, 27/01/2014 - 18:36

Può darsi che chi teme le terribili conseguenze negative di un'eventuale uscita dall'euro abbia ragione, anche se non credo siano tutti in buona fede. Ma continuando in questo modo qual'è l'alternativa se non un futuro di miseria? Con il giogo dell'enorme debito pubblico che non sarà mai possibile scrollarsi di dosso. Con qualsiasi governo condannato, nell'immobilità più assoluta, a fare i conti della serva da presentare al padrone europeo. Oltretutto, più il tempo passa più un'eventuale uscita dalla moneta unica diverrà difficile. Infatti, perchè la Grecia o Cipro hanno accettato di essere ridotte in schiavitù dai diktat della Merkel? Perchè a parte il sole, il mare e il turismo non avevano nulla per difendersi. Per noi è ancora diverso, benchè disastrata la nostra capacità industriale c'è ancora. Ma con il passar del tempo, tra la magistratura ecologista e i compagni tassatori, che oltretutto parlano sempre di distribuire una ricchezza che non c'è più anche perchè prima di distribuirla bisogna crearla, e tutti gli altri sull'attenti di fronte ai burocrati europei, anche noi ci ridurremo ad avere solo il mare e il sole, e, maltempo permettendo, potremo solo suonare il mandolino per i ricchi turisti dell'Europa del nord.

Fracescodel

Lun, 27/01/2014 - 18:44

L'Euro rimarra' come una catastrofe che ci ha tolto i risparmi. Non basta uscirne, bisogna far pagare i responsabili, e cercare di rifarci dare il nostro...cosa che sembra ardua MA: lanciando mandati di cattura criminali contro i banchieri; delegittimando il debito che ci e' stato imposto per toglierci sovranita'; ripudiando quindi debito ed interessi, che libererebbe un quinto del nostro bilancio da spese a riguardo, lasciando un'attivo enorme che facilmente ovvierebbe a qualunque contraccolpo ostile da potenze criminali ancora allineate al potere bancario. Ricordo che noi abbiamo il fior fiore di un'economia di qualita', ed i nostri prodotti saranno sempre comunque voluti all'estero.

Fracescodel

Lun, 27/01/2014 - 20:05

@Zagovian: legga alla lettera...nessun sarcasmo da parte mia. La situazione economica e politica in cui versa oggi l'Italia e l'EU e' figlia di strategie eversive e criminali da parte del potere bancario. Tale potere, usando l'EURO per togliere la politica monetaria alle nazioni, ed il debito come strumento di controllo, ha portato di fatto un colpo di stato nelle nazioni EU. Con l'ausilio di politici corrotti e traditori, usurando la Costituzione e le leggi, il potere bancario ha tolto sovranita' ai popoli, ha indotto recessioni fittizie, ha distrutto la classe media, ha promosso un'immigrazione atta a disunire e destabilizzare...tutto per il mero controllo stile impero. Ergo, ritorno sui passi ad indicare che con questo in mente si dovrebbe ripudiare il debito pubblico verso entita' bancarie e nazioni estere; ed arrestare i cospiratori, cioe' banchieri e Casta! Chiaro?

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 28/01/2014 - 00:55

@Fracescodel il partito che corrisponde ai suoi desiderata esiste, e lo sà benissimo! Solo che gli altri, a partire dall'alleato storico F.I. stanno facendo di tutto per cancellarlo dalla scena politica.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 28/01/2014 - 00:59

@cangrande17 Se lo scordi che silvio si metta di traverso apertamente contro l'euro! Ha da fare i conti con troppi poteri forti, più forti di lui, che lo tengono per le palle, dentro e fuori dal suo partito.