Pescatore ucciso da nave Usa, I'India chiede indagine

Si rischia l’incidente diplomatico tra Stati Uniti e India, dopo che dalla nave da guerra Usns Rappahannock, nel Golfo Persico, è stato aperto il fuoco contro alcune piccole imbarcazioni che si erano avvicinate troppo. L'India ha chiesto un'indagine agli Emirati Arabi Uniti. Il caso ricorda da vicino l'incidente che ha visti coinvolti i due marò italiani

L’India ha chiesto agli Emirati Arabi Uniti di fare luce sull’uccisione di un pescatore del Tamil Nadu, stato a sud del paese, e sul ferimento di altri tre da parte di una nave militare Usa. L'episodio è avvenuto ieri nel porto di Jebel Ali, il più grande del Medio Oriente, usato di frequente dalla Marina militare Usa ma frequentato anche da pescherecci locali. La famiglia dell'uomo ucciso ha chiesto aiuto alle autorità indiane per rimpatriare il corpo e anche un risarcimento. L'India vuole anche un’inchiesta che faccia piena luce su quanto accaduto: la richiesta è stata inoltrata dall’ambasciatore indiano ad Abu Dhabi. Le autorità degli Emirati fin da subito hanno annunciato un’indagine sull'incidente. 

Gli Stati Uniti hanno espresso rammarico per la morte del pescatore e il ferimento degli altri tre. Secondo quanto riferito dalla Cnn-Ibn,
l’ambasciatrice statunitense a New Delhi, Nancy Powell, ha parlato telefonicamente con il segretario indiano agli Esteri Ranjan Mathan per porgere le proprie condoglianze. Fonti militari americane sostengono di aver fatto fuoco sul peschereccio, con equipaggio indiano, perché
l'imbarcazione si stava avvicinando troppo e dopo aver lanciato diversi avvertimenti in base alla procedura stabilita in questi casi.

L’incidente ricorda quello avvenuto lo scorso 15 febbraio al largo delle coste del Kerala, in India, che ha coinvolto i due marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, a bordo della nave italiana Enrica Lexie, arrestati per l’omicidio di due pescatori scambiati per pirati.

Commenti

blackbird

Mar, 17/07/2012 - 12:44

Vediamo se adesso arresteranno i marinai USA responsabili dell'accaduto!

killkoms

Mar, 17/07/2012 - 12:45

e chissà perchè capita sempre a li poveri pescatori indù!

Albi

Mar, 17/07/2012 - 12:45

Probabilmente gli indiani, visto il risarcimento ottenuto dall'Italia, fanno a gara a mandare i parenti anziani e ammalati a farsi sparare....

Albi

Mar, 17/07/2012 - 12:45

Probabilmente gli indiani, visto il risarcimento ottenuto dall'Italia, fanno a gara a mandare i parenti anziani e ammalati a farsi sparare....

Raoul Pontalti

Mar, 17/07/2012 - 12:54

Le circostanze di questo tragico incidente sono da appurare, altrove si legge che i militari USA dal grilletto facile avrebbero temuto un attacco a motivo del fatto che i pasdaran iraniani utilizzerebbero imbarcazioni simili munite però di lanciamissili e molto veloci (autentica scemenza peraltro: le imbarcazioni dei pasdaran portano regolarmente le insegne militari e battono bandiera militare e sono quindi perfettamente riconoscibili come militari). La nave USA ha esagerato e ha sbagliato perché si sarebbe dovuta limitare a eventuali colpi di avvertimento. Qui poi non si può nemmeno invocare la lotta alla pirateria che nel Golfo persico, per ovvie ragioni (i pasdaran e la marina iraniana non perdonano...) non esiste. Secondo la radio iraniana gli USA avrebbero ritenuto di aver subito un attacco simulato da parte di pasdaran per testare le difese della nave statunitense, come spesso è avvenuto in passato. Ma se l'attacco è simulato perché sparare per uccidere?

nonostantetutto...

Mar, 17/07/2012 - 13:27

Adesso voglio vedere se i nostri "amici" indiani sequestreranno in barba alle norme internazionali la nave americana..

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 17/07/2012 - 13:57

E adesso giocassero col colorato.Certo pallottole di fucili italiani , son piu pesanti di quelle americane.O viceversa?

Ritratto di Marco Tullio C.

Marco Tullio C.

Mar, 17/07/2012 - 14:17

Se l'India fosse un paese serio pretenderebbe la consegna dell'intero equipaggio americano. In caso di risposta negativa si affonda una bella nave, magari una portaerei...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 17/07/2012 - 14:27

I figli della sacra trimurti sembrano irresistibilmente attratti dalle grandi navi.Tanto da non osservare o non comprendere le intimazioni di Alt loro rivolte dai vari "cow-boys" di turno. Forse è colpa della salsedine che incrosta le loro sinapsi. Visto che sei tornato dalla trasferta sul Corrierone,approfitto della tua cultura sull'argomento, caro Nabir, per la consueta approfondita esegesi...anche in tema di sinapsi.Salam aleicon.

Dario40

Mar, 17/07/2012 - 14:34

curioso di vedere come si comporteranno gli indiani con gli americani. Scommettiamo che ai militari USA che hanno sparato non succederà niente?

Ritratto di febbraio23

febbraio23

Mar, 17/07/2012 - 14:48

Ma guarda un pò, mi sembra che questi onesti pescatori si avvicinino un pò troppo alle navi.Ma che strano!

Ritratto di Baliano

Baliano

Mar, 17/07/2012 - 14:56

... forza indianucci, testa-fasciata, andate ad arrestarli o magari all'arrembaggio, mica è una petroliera, stavolta è di sicuro una "fregata". Ciarlatani, cagasotto.

plaunad

Mar, 17/07/2012 - 14:56

E così gli USA hanno o avrebbero fatto la stessa cosa attribuita ai nostri soldati. Unica differenza: in questo caso l'India si é limitata ad un timido "apriremo un'ichiesta",nel nostro caso i nostri due marò sono in carcere da mesi. Complimenti alla nostra diplomazia. A questo punto chciedo, esigo che l'Italia mandi un ultimatum all'India: o li liberate o rompiamo i rapporti diplomatici ed andiamo a riprenderceli.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Mar, 17/07/2012 - 15:26

abbiamo abbandonato i marò. gli indiaNI HANNO DISTRUTTO LE PROVE A NOSTRA DIFESA. DEI MARò NON SI PARLA PIU' . li porteremo a casa in una bara avvolta dalla bandiera? pagliacci svegliatevi .

clamor

Mar, 17/07/2012 - 15:32

Riguardo alla situazione dei due marò italiani, oggi si è saputo che l’imbarcazione dove sono morti i pescatori indiani è stata volutamente fatta affondare, questa è un’ulteriore riprova della malafede degli indiani tutti: le autorità ed i civili coinvolti. Spero che i buonisti colpevolisti che accusavano i nostri bravi militari si convincano una buona volta. Riguardo agli americani si viaggia su un altro pianeta rispetto a noi ed al nostro governicchio; gli USA hanno fatto le loro scuse, punto, di conseguenza il tutto finisce qui ! La morale è: la prossima volte gli indiani ci faranno più attenzione a non avvicinarsi ….

Ritratto di xulxul

xulxul

Mar, 17/07/2012 - 15:34

Traduzione del rammarico USA: ci spiace, ma, se vi mettete tra i piedi un'altra volta, spariamo ancora. Ma poi ci rammarichiamo. Gli italiani brava gente si sono invece consegnati alle autorità indiane che, nonostante lo spregio delle norme di diritto, hanno sequestrato i due marò esponendoli alla berlina, complice la codardìa e l'inettitudine dei nostri politicanti.

Ritratto di Marco Tullio C.

Marco Tullio C.

Mar, 17/07/2012 - 15:49

Se l'India fosse un paese serio pretenderebbe la consegna dell'intero equipaggio americano. In caso di risposta negativa si affonda una bella nave, magari una portaerei...

mila

Mar, 17/07/2012 - 15:55

X Pontalti -Una volta tanto difendo gli Americani. Evidentemente tutti hanno l'ordine di sparare contro imbarcazioni sconosciute che si avvicinano troppo, e poi gli Americani avrebbero sparato alcuni colpi di avvertimento, ma se gli altri non si fermano li si deve colpire, altrimenti che avvertimento e'? Gli Indiani dovrebbero saperlo e non ripetere sempre gli stessi errori.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 17/07/2012 - 16:02

vediamo cosa succede con gli USA.

barbanera

Mar, 17/07/2012 - 16:37

Si prospetta un'altra brutta figura internazionale per l'italietta di monti.

21v3

Mar, 17/07/2012 - 17:05

Come mai nessun riferimento alle frequenze regalate a Mediaset?

silvano45

Mar, 17/07/2012 - 17:28

che diffrenza di comportamento tra questi che hanno le palle e quel fighetta raccomandato da fini di terzi incompetente incapace va solo a spasso a nostre spese e noi imbecilli che abbiamo simili rappresentanti

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Mar, 17/07/2012 - 17:39

Arresteranno i ''marines'' ora?? Obama rimanderá indietro la nave per far catturare i marines dalle autoritá indiane?? Sta consultando Terzi sul da farsi?? Pontalti Raul. Attacco simulato o no, intanto mi difendo e sparo poi si vedrá se era simulato o meno. Mica glielo ha ordinato il medico di simulare un attacco? Non tirare fuori le tue solite corbellerie. O Raul, non abusare della nostra pazienza.

Flo63

Mar, 17/07/2012 - 17:48

Ma i nostri che fine hanno fatto? Perchè nessuno ne parla più?

Albert1

Mar, 17/07/2012 - 17:52

Chissà com'è ma credo molto di più agli USA che a quei beduini del mare. Vediamo se adesso fanno i fenomeni come hanno fatto con noi poveri pirl@. Ovviamente Raoul Pontalti sa cose che noi non sappiamo ed ha già la sentenza. Che bravo, soprattutto a dare ascolto alla radio iraniana. Ciao credulone.

plaunad

Mar, 17/07/2012 - 18:00

A questo punto, visto il duplice atteggiamento dell'India se avessimo un Governo con gli attributi invierebbe un ultimatum all'India: o ci restituite i nostri Marò o rompiamo i rapporti diplomatici e ce li veniamo a riprendere.

mila

Mar, 17/07/2012 - 18:37

X Pontalti -Non bisogna dare torto agli Americani proprio sempre. In questo caso gli Indiani avrebbero dovuto sapere che tutti hanno ordine di sparare su imbarcazioni sconosciute che si avvicinano troppo.

franco.curiale

Mar, 17/07/2012 - 18:37

Quelli sono molto più "navigati" di noi e sono certo che non consegneranno assolutamente il soldato che ha sparato come abbiamo fatto noi con molta superficialità. Questa volta saranno gli americani a fare gli indiani. senior

mila

Mar, 17/07/2012 - 18:38

X Pontalti -Non bisogna dare torto agli Americani proprio sempre. In questo caso gli Indiani avrebbero dovuto sapere che tutti hanno ordine di sparare su imbarcazioni sconosciute che si avvicinano troppo.

Ritratto di Zabu

Zabu

Mar, 17/07/2012 - 19:04

x Raoul Pontalti>> 1) Come fa a sapere se sono o no stati sparati colpi di avvertimento? Era forse sul posto? 2) Nel caso fosse stato un attacco simulato, mi sapreppe dire come fare a distinguere un attacco simulato o vero prima che venga portato a termine? Non è forse da dementi effettuare un attacco simulato ad una nave militare, di qualsiasi nazionalità, con il rischio di beccarsi delle cannonate vere? 3) L'articolo dice anche: .."perché l'imbarcazione si stava avvicinando troppo e dopo aver lanciato diversi avvertimenti in base alla procedura stabilita in questi casi." Ci dica allora, per favore, quale potrebbe essere, in casi come questo, la corretta procedura da usarsi "da parte di qualsiasi nave Militare di qualsiasi nazionalità. Se mi risponde la ringrazio.

arkkan

Mar, 17/07/2012 - 19:12

Hanno fatto quello che dovevano, i pescatori (?) dovevano starsene alla larga!

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 17/07/2012 - 19:20

Scommettiamo che questi non li processano in india?

Sauron51it

Mar, 17/07/2012 - 19:20

Nel 2000 il cacciatorpediniere Cole fu colpito proprio da un barchino esplosivo kamikaze nel porto di Aden e ci furono 17 morti tra i marinai USA. Da allora in tutte le Marine le regole di ingaggio al riguardo sono molto severe.

giuseppe.galiano

Mer, 18/07/2012 - 05:55

Che differenza, fossimo stati noi, primo: Terzi di santabastiana avrebbe imposto al comandante della nave di attraccare in India; secondo: avvrebbe acconsentito ad una ispezione da parte degli indiani e terzo, avrebbe fatto arrestare tutto l'equipaggioo. Noi, si, che siamo bravi.