Sì unanime all’Onu: 300 osservatori andranno in Siria

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all’unanimità una risoluzione che porta fino a 300 il numero di osservatori che saranno inviati in Siria per monitorare il cessate il fuoco

New York - Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all’unanimità una risoluzione che porta fino a 300 il numero di osservatori che saranno inviati in Siria per monitorare il cessate il fuoco previsto dal piano di pace dell’inviato di Onu e Lega Araba, Kofi Annan. Dal documento approvato a New York trapela tuttavia scetticismo sulla riuscita del cessate il fuoco. Si precisa infatti come sia «evidentemente incompleta» la cessazione delle violenze e si chiarisce che l’invio degli osservatori avverrà solo se il segretario generale Onu, Ban Ki-moon, riterrà che sia sicuro per loro recarsi in Siria, anche sulla base del «consolidamento del cessate il fuoco».

La risoluzione, frutto di un compromesso tra Russia e Paesi europei, non contempla l’ipotesi di nuove sanzioni economiche contro Damasco in caso di mancato rispetto della tregua, minacciate nei giorni scorsi dall’Europa.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 22/04/2012 - 09:05

Bella idea. Ma chi li proteggerà?

AnnoUno

Dom, 22/04/2012 - 09:06

Non c'è che dire, l'ONU agisce sempre in maniera rapida, tempestiva ed efficace! Possiamo dormire sonno tranquilli..Una domanda: quanto ci costa questo carrozzone di ipocriti?

andrea24

Dom, 22/04/2012 - 13:47

Non servirà forse a nulla,dal momento che gli Occidentali e gli altri che sostengono la rivolta armata abbiano deciso di rovesciare l'attuale Governo. E' solo un modo per temporeggiare o per incolpare definitivamente,con la consueta logica unidirezionale, l'attuale Governo siriano. Solo una rinuncia ai piani di "invasione" della Siria e all'ingerenza nei confronti dello Stato sovrano siriano può determinare un clima più costruttivo. Del resto,perché la campagna mediatica non si decide ad alimentare anche le rivolte che sono in corso in Barhein? In quei luoghi gli Stati Uniti hanno una base navale,così come i russi l'hanno in Siria. Sono due logiche contrapposte.