Sangue in Kenya, bombein due chiese cattoliche:dieci morti e cinquanta feriti

Gli ordigni sono esplosi durante la messa. L’attacco sferrato a Garissa, nord-est del Kenya, da un commando di terroristi. La S. Sede: "Orrore e preoccupazione"

L'ennesimo attacco contro i cristiani. Dieci persone sono state uccise e circa cinquanta risultano ferite in due diversi attacchi compiuti nella cattedrale cattolica centrale di Garissa, città a nord est del Kenya, e in un'altra chiesa vicina.

Secondo quanto rifertio dalle fonti della polizia locale, gli ordigni sono esplosi durante le celebrazioni domenicali, quando le chiese erano gremite di fedeli.

Le chiese sono state attaccate con granate e "si temono diversi morti". A renderlo noto è stato il vicecapo della polizia locale, Philip Ndolo, che non è stato in grado di fornire un bilancio delle vittime.

L’attacco coordinato è stato sferrato da un commando di terroristi che indossavano passamontagna. Il bilancio è ancora provvisorio. Secondo una prima ricostruzione, sconosciuti avrebbero lanciato almeno due granate all’interno della cattedrale, ma solo una sarebbe esplosa, mentre nella chiesa della congregazione Aic, sarebbero stati esplosi anche colpi di arma da fuoco contro i fedeli.

Nessun gruppo ha finora rivendicato la responsabilità della attentato, ma le autorità puntano ancora una volta il dito contro i miliziani somali di al Shabaab. Garissa ospita un’importante base militare da cui le truppe sono state inviate in Somalia a combattere contro le milizie islamiche Shabaab.

"Orrore e preoccupazione", sono questi i sentimenti espressi dal portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi sugli attentato a Garissa. 

"La viltà della violenza nei confronti di persone inermi riunite pacificamente in preghiera è inqualificabile. Oltre ad essere vicini alle vittime, occorre riaffermare e difendere decisamente la libertà religiosa dei cristiani e opporsi ad atti irresponsabili che alimentino l’odio fra le diverse religioni, come pure agire efficacemente per una soluzione stabile dei drammatici problemi della Somalia, che si riflettono nella regione", ha concluso il direttore della Sala Stampa della Santa Sede.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 01/07/2012 - 11:05

Da non credersi. Chissà chi potrà mai essere stato. Qualcuno ha qualche idea?

Leo.1050

Dom, 01/07/2012 - 11:36

Non riesco ad immaginare niente di più vile e atroce contro persone buone, innocenti, colpevoli soltanto di amare il proprio credo. Persone come questi vili attentatori non professano fede verso nessun dio perché troppo presi dal proprio desiderio di morte per potersi accorgere del divino che vive loro intorno e non meritano di vivere tra gli esseri umani ma tra le bestie feroci!

saraceno eduard...

Dom, 01/07/2012 - 11:40

che vuole che Vi dica ? Forse non avranno pagato ed è passato l'ufficio recupero crediti !!!!

blues188

Dom, 01/07/2012 - 11:46

Questi islamici sono più selvaggi di una serpe. Hanno una mentalità infantile e contorta pari solo al fanatismo che in loro trova ampi spazi e che li deforma del tutto.

Raoul Pontalti

Dom, 01/07/2012 - 11:40

Sembra riproporsi qui il quadro già visto nel nord della Nigeria. E alcuni elementi sembrano molto simili a quelli nigeriani. La città in cui si sono effettuati gli attacchi terroristici che hanno colpito fedeli e poliziotti in due chiese cattoliche è la capitale di una regione (attualmente definita Provincia del Nord-Ovest) storicamente contesa tra Kenya e Somalia e nella quale negli anni 60 venne combattuta una feroce guerra (detta dei Shifta, ossia guerra dei banditi, secondo la definizione della propaganda kenyota) contro i ribelli somali. Le cause di quel conflitto come autentiche braci covano sotto la cenere per dar luogo a estemporanee vampate. La regione ha etnia prevalentemente somala (quindi musulmana) con forte minoranza Sakuye (anch'essi musulmani). Gli abitanti di Garissa sono in larghissima maggioranza di etnia somala. Chi soffia sul fuoco ha voluto prendere di mira degli innocenti cristiani forse per "internazionalizzare" un conflitto locale in conflitto interreligioso.

Valeriobio64

Dom, 01/07/2012 - 12:07

Quasi ogni giorno un articolo su questi crimini.E da allora nessuno che prende seri provvedimenti. Chissenefrega dei cristiani.Ma ricordiamoci che quando capiterà tra noi sarà troppo tardi.Per tutti.

gardadue

Dom, 01/07/2012 - 12:12

Scrivi qui il tuo commento

agostino.vaccara

Dom, 01/07/2012 - 12:34

Chi conosce un po' la storia sa benissimo che l'Islam nel periodo che va dal VII secolo dopo cristo fino al X, XI secolo ha conquistato una parte d'Europa. La Sicilia, la Spagna e cominciava a conquistare la Francia ma fu fermata dai famosi "paladini" di Carlo Magno. Ma mai in quei secoli ci furono stragi di cristiani, solo combattimenti tra soldati di opposte idee. Il mondo islamico, in quei tempi, aveva rispetto per chi, pur non professando l'Islamismo, era esponente di una cultura centenaria. Oggi l'Islam è la vergogna di tutta l'umanità, ma non l'islam in sè e per sè, solo quei delinguenti degli estremisti islamici che non hanno capito neanche quel che diceva il grande profeta, Maometto. Lui parlava in nome di un Dio, Allah, misericordioso. Loro, gli estremisti, parlano di un Dio che vuole la morte di tutti quelli che non sono islamici.Una volta c'era dialogo tra cristiani ed islamici perchè ambedue sapevano che Dio è unico ed uno solo.Oggi l'Islam deviato uccide i propri fratelli!

GiuliaG

Dom, 01/07/2012 - 12:55

Mi raccomando eh, continuiamo a fare le vacanze in Kenya.

marcothink

Dom, 01/07/2012 - 13:06

Almeno Prendete A Schiaffi Chi Difende L'islam. Si Perchè I Terroristi Non Sono Dei Folli, Ma Mettono In Pratica L'insegnamento Del Corano. Solo Gli Imbecilli Possono Dire Il Contrario.

treumann

Dom, 01/07/2012 - 13:13

...E in occidente, naturalmente, continua l'assordante silenzio, vile e pusillanime.....

treumann

Dom, 01/07/2012 - 13:15

ed in occidente, naturalmente, continua l'assordante silenzio, vile e politicamente corretto......

handy13

Dom, 01/07/2012 - 13:41

...il Papa perdonerà,....noi siamo buoni,...anzi porgeremo altre guance,...

Raoul Pontalti

Dom, 01/07/2012 - 13:37

#8 C'è del vero in quanto Tu affermi. Negli effetti la conquista araba con successiva islamizzazione di gran parte delle terre nordafricane e del Vicino oriente avvenne senza stragi di popolazioni civii che in gran parte si consegnarono agli Arabi spontaneamente avendo fatto due conti: anche pagando la tassa dovuta dagli infedeli agli islamici ci avrebbero guadagnato parecchio rispetto all'esoso impero bizantino e in più si vedevano garantito il proprio credo religioso con connesso diritto familiare. In Indonesia e altrove l'islam penetrò pacificamente con i commerci e si impose per la sua migliore umanità rispetto ai credi preesistenti. L'islamismo estremistico e terrorista oggi imperversante trova alimento nella situazione creata dall'imperialismo USA (e talvolta finanziamento diretto USA, come alQaida creata dagli USA, ed altri) e dall'intransigenza israeliana in Palestina (che finanzia anch'essa gruppi terroristici islamici come quelli baluci sunniti in funzione anti iraniana).

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Dom, 01/07/2012 - 14:42

Come aveva ben notato Oriana Fallaci, i media, compresi voi di questa testata, avete paura a dire la parola islamico quando si tratta di atti di terrorismo. Non vi rendete nemmeno conto della soggezione che vi è stata inculcata. Usate la parola terrorismo in generale senza mai aggiungere la successiva “islamico”. A parte qualche eccezione, Oriana aveva ragione quando diceva: “E’ pur vero che non tutti i mussulmani sono terroristi, ma è altrettanto vero chi tutti i terroristi sono mussulmani”. Una preghiera per le vittime e tanta pietà per i carnefici che hanno la sola colpa di essere stati trasformati in macchine per uccidere.

Lugar

Dom, 01/07/2012 - 15:52

E' proprio un bel guaio. Questi attentatori si aspettano una ns reazione per iniziare una guerra di religione. Se non reagiamo i cattolici nel mondo si sentiranno tutti minacciati, allora che fare? La soluzione è convincere tutto l'islam al dialogo e al rispetto di tutte le religioni.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 01/07/2012 - 16:11

Ma piantala Pontalti di pensarci tutti babbei. Lo sai benissimo che il Corano obbliga i fedei al Jihad ( piccolo jihad) e che chi non lo pratica è considerato apostata dai Takfiri ( che NON SONO una invenzione USA ma sono I FRATELLI MUSULMANI). Eccoti il versetto a cui si ispirano gli integralisti. "versetto della spada" Combattete coloro che non credono in Allah e nell'Ultimo Giorno, che non vietano quello che Allah e il suo Messaggero hanno vietato, e quelli, tra la gente della Scrittura, che non scelgono la religione della verità, finché versino umilmente il loro tributo, e siano soggiogati (Corano 9, 29). Consolati, tu, come servo dhimmi, sarai benvoluto ma niente URI da zuffolare.

Mario-64

Dom, 01/07/2012 - 16:06

14 Raoul Pontalti ,anche se da quando studiavo storia e' passato qualche annetto non mi trovo d'accordo con lei. Si' ,forse la prima conquista araba avvenne senza troppi spargimenti di sangue, anche perche' parliamo di nordafrica (hic sunt leones scrivevano i romani ,come dire quaggiu' non c'e' granche') e vicino oriente. Successivamente gli spargimenti di sangue ci sono state eccome ,la conquista di Costantinopoli ,i balcani ,Tamerlano, le battaglie nel sud della Spagna ecc. E se per disgrazia fossero arrivati a Roma non oso pensare... Se parliamo di imperialismo poi non dimentichi quello russo in Afghanistan ,niente di piu' diverso che il comunismo ateo e l'islam iper-religioso. Il luogo comune che i musulmani o ti convertono o ti ammazzano sara' esagerato ma ha un fondo di verita', non ci sono molti esempi di convivenza pacifica fra islamici ed altri popoli. Non mi dica che le stragi di cristiani nelle Filippine dipendono dall'imperialismo americano...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 01/07/2012 - 16:09

#16 Lugar. "La soluzione è convincere tutto l'islam al dialogo e al rispetto di tutte le religioni. ". Non è poi così difficile. Alleniamoci all'impresa incominciando con un obiettivo alla nostra portata. Convincere le tigri del circo Togni ad adottare una dieta vegetariana.

achina

Dom, 01/07/2012 - 16:08

La solita strage domenicale dei tanto cari, per la nostra sinistra, "fratelli mussulmani".

DesdOty

Dom, 01/07/2012 - 16:27

Pontalti, queste pirlate le scrivi solo quando fa caldo o anche d'inverno?

mila

Dom, 01/07/2012 - 17:09

#14 e #8 -Gli Arabi avranno anche all'inizio conquistato territori senza incontrare grande resistenza a causa della decadenza dell'Impero bizantino, ma poi? Di cristiani ne hanno ammazzati tanti, soldati o civili. E anche il loro governo illuminato in Spagna e' in parte un mito; i cristiani che si ribellavano in genere venivano crocefissi. Non parliamo delle stragi indiscriminate compiute durante la loro prima invasione dell'India. E' poi vero che l'islamismo estremista ora non e' contrastato dagli USA, che anzi, per loro segreti interessi, spesso agiscono come suoi alleati. Questo e' grave, perche' sappiamo che noi Europei, anche volendo, non possiamo fare molto, per es. non possiamo intraprendere azioni militari. Pero' non direi che gli USA abbiano creato questo estremismo; lo blandiscono perche' gia' esisteva, o almeno stava nascendo.

enzo1944

Dom, 01/07/2012 - 17:11

Chissà cosa pensa pisapippa,sindaco di Milano,che vuol costruire 12 moschee/minareti nella sua Città,per far venire e rendere più ospitale Milano!!..........così come l'ex-cardinale di Milano tettamanzi,grande sponsor dei mussulmani e del dialogo interreligioso!.......ma mi preoccupa di più il ministro riccardi(che nessuno ha eletto),che vuole portare in Italia il maggio numero di immigrati,che dovremo mantenere e tutelare,prima degli Italiani,in nome della fratellanza umana!......Riccardi,il Vangelo dice di pensare PRIMA alle tue pecorelle(che sono quelle che vivono vicino a te),poi pensa pure a tutti i derelitti del mondo,che comunque vengono DOPO i poveri che vivono presso di te,da sempre!.... Capito,cristiano-cattolico che usi il Cristianesimo ad uso e consumo personale e proprio,e sempre come ti conviene di più!

enzo1944

Dom, 01/07/2012 - 17:20

Chissà cosa pensa pisapippa,sindaco di Milano,che vuol costruire 12 moschee/minareti nella sua Città,per far venire e rendere più ospitale Milano!!..........così come l'ex-cardinale di Milano tettamanzi,grande sponsor dei mussulmani e del dialogo interreligioso!.......ma mi preoccupa di più il ministro riccardi(che nessuno ha eletto),che vuole portare in Italia il maggio numero di immigrati,che dovremo mantenere e tutelare,prima degli Italiani,in nome della fratellanza umana!......Riccardi,il Vangelo dice di pensare PRIMA alle tue pecorelle(che sono quelle che vivono vicino a te),poi pensa pure a tutti i derelitti del mondo,che comunque vengono DOPO i poveri che vivono presso di te,da sempre!.... Capito,cristiano-cattolico che usi il Cristianesimo ad uso e consumo personale e proprio,e sempre come ti conviene di più!

wicio

Dom, 01/07/2012 - 17:12

x tutti i 'filosofi' della guallera che 'sparano' appunto sguallerate senza nemmeno rendersene conto!!!! l'Islam si sta rivelando da qualche secolo in qua un vero e proprio virus maligno nel corpo dell'Umanità!!cosa ci serve ancora x capire che questa religione e relativi seguaci sono rimasti 'fermi' intellettivamente al 7° secolo!! ma ci rendiamo conto che tra qualche ora gli Americani inizieranno a commerciare con altre forme di vita extraterrestre e noi qui ancora ad avere ache fare con ominidi che impediscono alle donne di andare in bicicletta e di studiare, o di non poter esssere 'guardata da occhi non musulmani!? ma di che ***** stiamo parlando? io credo invece che se a tutte queste scimmie urlatrici con la lunga barba (Imam) non gli si impone un lungo e salutare periodo di 'rieducazione' questa ideologia sarà la causa di una lunga e terribile guerra di civiltà...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 01/07/2012 - 17:37

# 5-14 Raoul Pontalti. Consueta, mirabile esegesi della religione e civiltà islamica. Con considerazioni conclusive analoghe a quelle che si possono trarre dal ricorso sistematico alla nobile arte della filosofia. Con la quale, senza la quale... tutto rimane tale e quale. Considero più proficuo investire in risorse finalizzate allo studio dell'etologia dell'unicorno. Il solito, irriducibile ed ottuso "dhimmi" della riviera di ponente.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 01/07/2012 - 18:27

Aggettivi e sostantivi all'epoca del politically correct. Questo giornale, come altre testate, ha sempre un'innegabile ritrosia, per non dire un sacrosanto terrore, ad abbinare l'aggettivo islamico al sostantivo terrorismo.

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Dom, 01/07/2012 - 18:23

Certo che questi islamici, sanno farsi voler bene ovunque nel mondo.

andrea24

Dom, 01/07/2012 - 18:50

All'80% dei commentatori pare interessare soltanto la "manovalanza" con una consueta tendenza alla decontestualizzazione delle vicende. Questi gruppi,come al Shabaab,quello a cui si reputa la colpevolezza dell'atroce gesto in questione e rispettivi collegamenti,giusto per aprire una piccola finestra che vada al di là della notizia in se stessa,agì persino in Libia,occupando diverse località cruciali dopo i bombardamenti NATO(che gli aprirono la strada)con tanto di bandiera su 4x4, brillanti al sole e nuovi di zecca,e di fornitura saudita.Gli africani,compresi i giornali africani,ma anche analisti americani sanno molte cose riguardo alle quali,come al solito,noi facciamo orecchi da mercante,pensando di vivere nel mondo delle meraviglie.E gli innocenti,come al solito,ne pagano le conseguenze,sacrificati sull'altare del martirio.

Raoul Pontalti

Dom, 01/07/2012 - 19:04

per Mario-64. Non c'erano solo i leoni in Africa, ma città ricchissime e bellissime (pensa al difuori dell'Egitto a Leptis Magna pur già in rovina all'arrivo degli Arabi) che oggi conosciamo con altri nomi e con minor fortuna. Le battaglie fino all'epoca napoleonica non comportavano in genere molti caduti. Tamerlano in realtà combatté soprattutto contro nazioni musulmane e solo marginalmente contro i bizantini. A Costantinopoli i Turchi compirono delle stragi efferate. Sulla conversione forzata all'islam: rara e in ogni caso non comparabile con quella imposta dai cristiani in Prussia (Battesimo o taglio della testa), ma anche in Livonia e altre terre orientali e in Sud America. Per contro il riflusso musulmano dai Balcani ha lasciato nazioni cristiane (CR, H, RO, BG, MD, SRB, CRG, GR, MK, eccezioni AL e BiH dove la conversione fu spontanea: in particolare gli eretici cristiani Bogomili in Bosnia islamizzandosi da paria divennero pari ai Turchi dominatori) e così dal Caucaso: ARM E GE.

Ritratto di tinycricket

tinycricket

Dom, 01/07/2012 - 19:11

Proporrei di far costruire, a spese nostre s'intende, una nuova moschea a Roma.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 01/07/2012 - 21:55

Continuiamo a porgere l altra guancia.

Ritratto di Situation

Situation

Dom, 01/07/2012 - 22:50

Ok questi sono dei criminali ma la Chiesa Romana che cavolo va a rompere le palle anche li?

Ritratto di Situation

Situation

Dom, 01/07/2012 - 22:47

OK quelli sono anche criminali e pazzi ma anche la Chiesa Romana che cavolo cerca? di colonizzare ancora?

Mario-64

Dom, 01/07/2012 - 23:24

Raoul Pontalti ,ok ,ma non e' che possiamo paragonare quello che facevano i cristiani nel medioevo (crociati ,cavalieri teutonici ecc.) con quello che fanno i musulmani adesso..Cioe' le stragi loro le compiono oggi,ai quattro angoli del pianeta, padri musulmani sgozzano le figlie nel ventunesimo secolo (e di questo non possiamo certo incolpare la politica estera americana),questa gente non e' mai uscita dal medioevo!La mia impressione e' che l'occidente ha oggettivamente vinto la sfida ,siamo piu' ricchi e forti di loro ,e questo non lo accettano. Hanno capito che l'islam sopravvive solo in condizioni di tensione ,di conflitto ,solo con la forza riescono a tenere uniti questi popoli in nome della fede.Se lasciassero le persone libere di agire come vogliono dovrebbero accettare la donna su un piano di parita' con l'uomo ,e tutto il loro sistama sociale crollerebbe.Hanno paura della liberta' ,paura della democrazia ,il Papa diceva hanno paura di un occidente senza Dio...

lot

Dom, 01/07/2012 - 23:40

Alè! L'Africa si avvia ad essere completamente islamizzata, d'amore o per forza. La stessa cosa toccherà a noi europei, siamo già a un buon punto di cottura. Il passo successivo dopo l'invasione pacifica e la richiesta di rispetto per le loro regole a casa nostra, sarè la loro apparizone in Parlamento, dopo inizieranno a fare come per l'Africa. Grazie politici di m... e buonisti del c....!

mila

Lun, 02/07/2012 - 02:24

#29 Andrea24 -Le responsabilita' della NATO, cioe' soprattutto dell'America, nella destabilizzazione della Libia le conosciamo tutti. Invece la "contestualizzazione" e gli scopi di queste uccisioni in Kenia, a parte quella di terrorizzare i cristiani, mi sono oscure. Quindi, se Lei e' molto piu' informato, La pregherei di condividere con noi tali informazioni.

alfredido

Lun, 02/07/2012 - 08:21

L'Islam ha un programma preciso prendere l'Africa e ,dopo,l'Europa. Per l'Islam l'infedele si deve convertire o eliminare. L'Europa ,non avendo le palle ,lascia fare in Africa e promuove l'Islam in Europa. Oriana parlava,con saggezza,di suicidio Europeo.

andrea24

Lun, 02/07/2012 - 09:59

Innanzitutto,ciò che è accaduto in Kenya e che ora ha toccato alcune chiese da parte di gruppi combattenti islamisti e che fanno uso del terrorismo è nell'immediato collegabile al groviglio e alla polveriera della Somalia(in realtà la polveriera potrebbe essere il secondo Paese del continente africano in termini di riserve energetiche inesplorate).La guerra neocolonialista in Libia,sostenuta dagli occidentali,ha,come ricordato da analisti ed ufficiali americani,permesso il rinvigorimento(militare e forse finanziario) dei più importanti gruppi armati affiliati AlQaeda in Africa,tra cui Boko Haram e al Shabaab,che opera nel contesto somalo,anche se diventano sempre più internazionalizzati e sponsorizzati nel contesto africano. Se si parla di al Shabaab,si deve parlare di coorti islamiche della Somalia e rispettivi collegamenti con trafficanti di armi e "signori della guerra",alcuni dei quali già si sospettò,anni fa,di essere stati finanziati dagli USA.

andrea24

Lun, 02/07/2012 - 10:01

Innanzitutto,ciò che è accaduto in Kenya e che ora ha toccato alcune chiese da parte di gruppi combattenti islamisti e che fanno uso del terrorismo è nell'immediato collegabile al groviglio e alla polveriera della Somalia(in realtà la polveriera potrebbe essere il secondo Paese del continente africano in termini di riserve energetiche inesplorate).La guerra neocolonialista in Libia,sostenuta dagli occidentali,ha,come ricordato da analisti ed ufficiali americani,permesso il rinvigorimento(militare e forse finanziario) dei più importanti gruppi armati affiliati AlQaeda in Africa,tra cui Boko Haram e al Shabaab,che opera nel contesto somalo,anche se diventano sempre più internazionalizzati e sponsorizzati nel contesto africano. Se si parla di al Shabaab,si deve parlare di coorti islamiche della Somalia e rispettivi collegamenti con trafficanti di armi e "signori della guerra",alcuni dei quali già si sospettò,anni fa,di avere ricevuto finanziamenti dagli USA.

andrea24

Lun, 02/07/2012 - 10:09

Innanzitutto,ciò che è accaduto in Kenya e che ora ha toccato alcune chiese da parte di gruppi combattenti islamisti e che fanno uso del terrorismo è nell'immediato collegabile al groviglio e alla polveriera della Somalia(in realtà la polveriera potrebbe essere il secondo Paese del continente africano in termini di riserve energetiche inesplorate).La guerra neocolonialista in Libia,sostenuta dagli occidentali,ha,come ricordato da analisti ed ufficiali americani,permesso il rinvigorimento(militare e forse finanziario) dei più importanti gruppi armati affiliati AlQaeda in Africa,tra cui Boko Haram e al Shabaab,che opera nel contesto somalo,anche se diventano sempre più internazionalizzati e sponsorizzati nel contesto africano. Se si parla di al Shabaab,si deve parlare di coorti islamiche della Somalia e rispettivi collegamenti con trafficanti di armi e "signori della guerra",alcuni dei quali già si sospettò,anni fa,di avere ricevuto finanziamenti dagli USA.

andrea24

Lun, 02/07/2012 - 10:06

Diversi mesi fa,inoltre,prima che noi venissimo a sapere dell'attacco alle chiese di ieri in Kenya,mezzi di informazione africani,e da cui scaturirono diversi dibattiti,parlò di possibili rigonfiamenti,da parte di ambienti occidentali delle attività dei gruppi islamisti in Somalia,mentre centri di studio e di analisi sociologica,economica e politica,parlarono di una possibile futura ingerenza di potenze occidentali e straniere,che avrebbero sicuramente sfruttato la presenza del terrorismo per consolidare la propria presenza in territori di grandissima rilevanza energetica in seno al continente africano e di cui la Somalia non fa sicuramente eccezione.Analisti e giornalisti americani,inoltre,già molto tempo addietro,parlarono di come gli Stati Uniti avessero sostenuto, già da diversi anni,il radicalismo islamico in Africa. Dalla guerra in Libia,comunque,si è vista una escalation,perché avrebbe spinto questi gruppi alla ricerca di armi e finanziamenti.

andrea24

Lun, 02/07/2012 - 10:13

Diversi mesi fa,inoltre,prima che noi venissimo a sapere dell'attacco alle chiese di ieri in Kenya,mezzi di informazione africani,e da cui scaturirono diversi dibattiti,parlò di possibili rigonfiamenti,da parte di ambienti occidentali delle attività dei gruppi islamisti in Somalia,mentre centri di studio e di analisi sociologica,economica e politica,parlarono di una possibile futura ingerenza di potenze occidentali e straniere,che avrebbero sicuramente sfruttato la presenza del terrorismo per consolidare la propria presenza in territori di grandissima rilevanza energetica in seno al continente africano e di cui la Somalia non fa sicuramente eccezione.Analisti e giornalisti americani,inoltre,già molto tempo addietro,parlarono di come gli Stati Uniti avessero sostenuto,già da diversi anni,il radicalismo islamico in Africa. Dalla guerra in Libia,comunque,si è vista una escalation,perché avrebbe spinto questi gruppi alla ricerca di armi e finanziamenti.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 02/07/2012 - 12:08

Andrea24, basta con questo dannato cui prodest indirizzato unicamente alle fonti energetiche che vuole l'Islam MANIPOLATO dagli Yankee e Mossad vari. Li è che siamo in presenza di masse enormi di ANALFABETI aizzati religiosamente da IMAM PARANALFABETI che hanno il Corano come unica fonte di verità. Carne di protoumani in mano alla fratellanza che usa la Taqya per l'affermazione di una nazireligione. Se non ci fossero dei versetti con la volontà di Allah inneggianti alla violenza col piffero che potrebbe essere manipolata. INVECE ESISTONO NONOSTANTE LEI E SINISTRUME VARIO. Ovviamente il tutto necessita di dhimmi come lei che posta più volte lo stesso messaggio per far slittare i thread dei "nemici", nota tecinica sinistroide per imballare i forum di ignavia.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 02/07/2012 - 12:24

Come mai, con tutte le immani risorse che hanno a disposizione, ogni notte migliaia di immigrati islamici tentano di sbarcare in “occidente”? La maggior parte delle nazioni da cui provengono avrebbero dovuto saper costruire, con tutta quella ricchezza, benessere, lavoro, crescita, un alto livello di vita! E invece non è successo e non succederà. Succederà anzi che alla fine riusciranno a colonizzare e sottomettere l’intera civiltà occidentale come noi la conosciamo perché noi siamo ormai pieni di Raoul Pontalti, Andrea24 e altri ciechi e sordi poeti dell’autodistruzione…“Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”. Se in ogni nazione civile (ogni volta che succedono fatti come questi) venisse chiusa una moschea, forse gli imam dovrebbero prima o poi lanciare una fatwa contro ogni islamico che colpisca i luoghi di culto di altre religioni o, finalmente, gli toglieremmo quella maschera che tanto piace ai dhimmi nostrani. Sarebbe “qualcosa” di concreto. (3 di 3, fine)

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 02/07/2012 - 12:39

Mi spiego meglio: provate per un istante a togliere a tutte le nazioni nord-africane e mediorientali tutte le risorse derivanti dal petrolio… cioè tutte le ENORMI risorse che si “sono ritrovate senza merito” (penso che a nessuno venga in mente di dire che i giacimenti di petrolio “sono lì” grazie all’intraprendenza e al lavoro di quelle nazioni… si sono formati milioni di anni fa). Bene, ditemi cosa resta: il nulla!!! Sarebbero ancora a pascolare capre e a fare piccolo commercio nelle tende! Pensate alla montagna di questi soldi spesi in armamenti, in addestramento e foraggiamento di gruppi terroristici, in guerre e campagne espansionistiche (anche tra di loro!), in grattacieli nel deserto e case coi rubinetti d’oro… L’integralismo islamico serve ai loro stessi imam, ayatollah e santoni per tenere sotto strettissimo controllo la loro stessa gente che altrimenti li spazzerebbe via in un secondo, ma contro Allah nessuno può apertamente andare a quelle latitudini. (2 di 3, segue)

andrea24

Lun, 02/07/2012 - 12:51

Per Mario Galaverna. Lo vedi che non ci arrivi proprio. La replicazione dei commenti non è volontaria. E da ieri pomeriggio che pare ci siano problemi quando si tocca il tasto invia,dopo il tocco del quale esce una scritta non consona alla consuetudine tipo "directory error e numeri...."

andrea24

Lun, 02/07/2012 - 12:59

Ancora per Galaverna che pensa di avere il monopolio sul "non sinistrume".Dal momento che non gli bastano tutte le cose che ha sotto gli occhi in Siria,dopo aver visto quanto accaduto in Libia,pensa che il resto dell'Africa faccia eccezione. Se vuoi sapere quanto costa l'arruolamento di un manovale al Shabaab in Somalia,devi ricercare un intervista risalente al 2009/2010 ad un ex "manovale" islamista,come fatto notare,neppure islamista e e più interessato alla paghetta:400$. Le guerre neocolonialiste stanno distruggendo la stabilità dell'Africa e di altre zone,come del Medio Oriente,foraggiando direttamente ed indirettamente,con la diffusione di distruzione e povertà,il cosiddetto terrorismo islamico e gruppi militanti di potere. Un disastro sociale pagato a caro prezzo dagli innocenti.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 02/07/2012 - 13:31

E’ allucinante che davanti a fatti come questi (che si ripetono da tempo in molte parti del mondo) i commenti vadano ad analizzare col microscopio i se e i ma…Finti filosofi internet-colti, analisti de l’importante-è-dare-addosso-al-nemico, scellerati pacifisti (perché vivono lontani, per adesso, da dove imperversa tale terrorismo/imperialismo religioso), ottusi ideologizzati a prescindere, pretendono di spiegare e contestualizzare quella che è una vera e propria carneficina di innocenti. Non mi interessa cosa era o da dove venga il mondo islamico, non mi interessa cosa hanno fatto o non fatto i crociati o i mori, non mi interessa chi ha cominciato prima…quello che mi interessa è l’oggi, il futuro dei miei e di tutti i figli, il tipo di società e di cultura nella quale queste atrocità sono-e-devono-essere-bollate come assassinii premeditati e pianificati contro chiunque non sia islamico (meglio se cristiano). Il modello arabo-islamico è evidentemente un fallimento totale. (1di3,segue)

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Lun, 02/07/2012 - 14:26

#45-46-49 ilsaturato# Non poteva spiegarsi meglio. Mi sono fatta un copia-incolla da tenere come promemoria. Penso però che piuttosto che chiudere una moschea, fanatici come sono, darebbero inizio ad una guerra che non si sa dove ci porterebbe. Secondo me l’occidente dovrebbe trovare al più presto un’alternativa alla dipendenza del petrolio. (anche se penso l’abbiano già trovata ma che, per i soliti interessi di bottega, metteranno sul mercato quando ormai sarà troppo tardi) Solo così si riuscirebbe a portarli a più miti consigli. Cordialmente -Rosella-

andrea24

Lun, 02/07/2012 - 15:17

#49 ilsaturato Tu devi essere saturato in qualche modo,non lo metto in dubbio,visto quel che scrivi,ma invece di pensare a scrivere stupidaggini confondendo il termine imam con il termine ayatollah,perché non vai nella famigerata "Somalia",con zainetto in spalla e moschetto?Se non hai mai sentito parlare di Somalia,se ne sentì parlare tempo fa,in occasione della sporca guerra colonialista in Libia,perché ci si lamentò sulla possibile fine che potesse fare quella che veniva definita a "Svizzera d'Africa",che i Tuoi amichetti difendevano solo a parole, mentre con le mani si sottomettevano al sanguinario vento neocolonialista,gli stessi(democratici) che ora vogliono togliere Assad dalla Siria e difendere la memoria di Gheddafi solo col pensiero(dopo le parole). Lo stesso dicasi per ciò che è accaduto in Iraq,scempio disumano e per quello che cercano di procurare all'Iran.Lo dice un rapporto delle "Nazioni Unite":la politica occidentale in Libia ha infiammato i gruppi islamisti in Africa.

mila

Lun, 02/07/2012 - 16:39

#51 Andrea -Se per "amichetti che difendevano solo a parole la Libia, mentre poi si sono sottomessi al vento neocolonialista" Lei intende esponenti del centro-destra italiano, Le ricordo che purtroppo non credo potessero fare diversamente. L'Italia e' nella NATO e non e' un Paese sovrano, quindi partecipera' a tutte le guerre che la NATO ci ordinera' di fare. Noto che ha spiegato un po' meglio che cosa ci sarebbe dietro l'escalation della violenza in Africa, pero' non del tutto. E' inutile continuare a parlare di Occidente; tutto viene deciso in America e forse GB; l'Europa e l'Italia sono vittime. Comunque tutto cio' non diminuisce le colpe del fondamentalismo islamico, foraggiato verosimilmente dagli USA, ma anche dagli Stati arabi del Golfo e che sogna di conquistare tutta l'Europa e forse il mondo.

andrea24

Lun, 02/07/2012 - 17:23

#52 mila Certo,centro-destra italiano,ma anche la sinistra,non lo si dimentichi,i difensori della "democrazia",i centristi,tutti un "unicum" contro la Libia. Comunque io non difendo la figura di Gheddafi(su cui si potrebbe discutere),ma l'importante è capire che queste guerre sono semplicemente guerre di aggressione(irresponsabili e con tutte le conseguenze),le quali,e qui non c'entra né la figura di Gheddafi,né la "democrazia" o i cosiddetti "diritti umani",non mancano di nutrirsi, a loro volta,di instabilità e fomentando un circolo vizioso esplosivo,specie in territori già divisi storicamente da un punto di vista etnico-religoso.Non si può parlare d'altra parte di dollari sauditi,senza accennare alll'imperialismo USA(e di controllo delle risorse energetiche),poiché il "ciclo" sarebbe a sé stante.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 02/07/2012 - 19:33

x Andrea24. E va bene, infrango la regola di non rispondere ai deliri degli onniscenti via endovena che qui vengono a sproloquiare. No, indottrinato dalla nascita...intendevo dire proprio "imam": termine che, da un punto di vista strettamente religioso, indica una "Guida spirituale" (anche Komeini era un imam) riconosciuto tale in tutte le sfaccettature dell'islam. Da un punto di vista istituzionale, l'Imam è storicamente il capo della Comunità islamica, ma anche più semplicemente un devoto musulmano particolarmente esperto nei movimenti rituali obbligatori della preghiera canonica (sal***257;t) e che li fa rispettare (correggendoli) ai preganti. Ayatollah è una autorità religiosa dei musulmani sciiti e, quasi esclusivamente in Iran, viene conferito a capi religiosi dotti in scienze teologiche e giuridiche, che poi esercitano anche una pesante influenza politica sulla società civile. Detto questo, non ho bisogno di andare in Somalia; al contrario di te (che probabilmente... (1 di 3, segue)

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 02/07/2012 - 19:25

... sei cresciuto a burro, piattaforme rivendicative e manifestazioni con falce e martello (per poi tornartene a casa alle irrinunciabili comodità e agi...) ho lavorato in posti dai quali tu fuggiresti schifato dopo due secondi (Nigeria, Egitto -non Sharm El Sheikh-, Cameroun, ecc...) e ho ascoltato i racconti di mio padre quando tornava (non c'erano i cellulari e neanche il web) dopo mesi da Libia, Iraq, Iran, Mauritania, Algeria, Tunisia, ecc..ecc... Penso dovresti davvero sparire zainetto in spalla con i "tuoi" di amichetti, vedrai che prima o poi troverete un posto dove le unioni gay sono ammesse... Iran e Iraq si sono fatti guerre atroci dove interessi economici e egemonia religiosa la facevano da padrone; l'Africa è violentata da decenni e oggi ancora di più da guerre o pseudo-guerra fomentate dall'espansionismo/integralismo islamico e tu continua pure a dire che dietro a questo "c'è l'occidente e, in particolare, gli USA" visto che ti hanno detto di dirlo. (2 di 3, segue)

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 02/07/2012 - 19:33

...Onestamente, quello che mi importa maggiormente è che scenari tipo Somalia e simili non accadano in Italia ed in Europa. Se tu vuoi essere governato dai Fratelli Musulmani, fai pure e accomodati in uno di quei paradisi; nel frattempo, vai ad allietare coi tuoi post, che ne so, i lettori del Fatto, del Manifesto, di Repubblica o dell'Unità... come vedi hai ampia scelta e magari vedi di convincere altri campioni di intelligenza che qui vengono a delirare (Raoul Pontalti e molta compagnia, per esempio), te ne saremo eternamente grati! Solo una curiosità: ma il 24 del tuo nickname è l'onesta autodenuncia che una delle due cellule gametiche che ti hanno generato aveva 24 cromosomi invece dei 23 normali? La derivante ed evidente trisomia 21 (sindrome di Down) rimuoverebbe da te la colpa delle scemenze che scrivi e permetterebbe a tutti un benevolo sorriso, leggendoti, invece dell'attuale nausea. Prometto agli altri lettori "normali" che non ci sarà altra replica! (3 di 3, fine)

Raoul Pontalti

Lun, 02/07/2012 - 20:03

#56 MI HAI SATURATO GLI ZEBEDEI! Tu fatti pure raccontare le storie dal babbo dopo le favole della nonna e le balle della Fallaci,ma lascia stare chi come me non si limita ai racconti e va a vedere di persona previa adeguata preparazione culturale e poi approfondisce al ritorno, Tu ripeti a pappagallo non quanto leggi sui libri, che non capiresti, ma quanto riesci a rimediare sui volantini leghisti. Cretinetti che non sei altro sei stato in Africa e non ne hai capito nulla, non Ti sei reso conto delle nazioni artificiali create dal colonialismo che ha diviso etnie e ne ha aggruppate altre, ottenendo Stati con i piedi d'argilla per ragioni costitutive. PrendiTi dei libri e studia. Impara anche i limiti di espansione della religione islamica in Africa Occidentale e Centrale.Ti suggerisco io: fin dove arrivò il cavallo arabo e ora interrogaTi: chi fermò il cavallo arabo? Se conosci l'Africa la risposta la dai facilmente e potrai riflettere sulle nuove vie dell'espansionismo islamico.

Raoul Pontalti

Lun, 02/07/2012 - 20:04

per mila. TRANQUILLIZZATI E VIVI SERENA se ad angustiarTi sono gli islamici e il loro piano di conquista del mondo, magari per il tramite degli uteri delle loro donne (cavolata della Fallaci che l'utero non lo usò se non per ragionare). Sarebbe come dire che il cristianesimo vuole conquistare il mondo, ciò che in astratto non è fuori luogo, le due religioni monoteiste condividendo l'evangelizzazione e il proselitismo. Ma c'è un problema, più grave nell'islam che non nel cristianesimo, ossia la mancanza di unità: oltre alla radicale e inconciliabile distinzione tra sciiti e sunniti, questi due ceppi principali si suddividono in infiniti rami, spesso in feroce contrato tra loro. Ai sunniti, i più numerosi e per questo i più suddivisi in innumerevoli sette, manca una guida suprema che un tempo era il califfo (il califfato fu abolito nel 1924 da Atatürk) e non sono organizzati con un "clero" come gli sciiti, ciò che rende impossibile concepire e quindi attuare un disegno unitario.

andrea24

Lun, 02/07/2012 - 20:31

#56 ilsaturato (368) Ecco la natura dei difensori della "razza".Hai offeso,cercando di eludere argomentazioni conosciute e riconosciute dai più,determinate categorie di persone terze(che non c'entrano niente con la questione in oggetto né con me né con te),prendendo appunti medici su wikipedia. Non hai altri argomenti e dal tuo atteggiamento da pressappochista e da consumatore comune(anche in senso politico),non può emergere nulla di buono.Quelli del fatto,di repubblica,del manifesto(che tu menzioni secondo una forma mentis da "etichetta" comune e schematica di logica partitica) sono favorevoli,salvo cambiamento di condotta,alle "guerre democratiche",non certo rispecchiano il mio pensiero.Dopotutto,qui si parla di persone,non di ideologie. Ma diciamo,negli Stati Uniti c'è repubblica?Il fatto? Non mi sembra,ma queli etichetta volgiamo applicare?Cordialità.

andrea24

Lun, 02/07/2012 - 20:46

Ancora per ilsaturato, numero 56(prime tre righe,atto terzo). Se non vogliamo ritrovarci il terrorismo in casa,nonché un aumento della cosiddetta immigrazione selvaggia e dei fenomeni migratori,ma anche l'aumento di attività terroristiche islamiche in determinate zone già martoriate,devi contestare determinate politiche occidentali. Cordialmente.