Siria, da 11 paesi un documento condiviso che condanna Assad

Tra i firmatari anche l'Italia. Mercoledì un primo voto al Senato negli Stati Uniti

"Condanniamo con forza l'orribile attacco chimico del 21 agosto nei sobborghi di Damasco, che ha causato la morte di molti uomini, donne e bambini. Le prove puntano chiaramente a una responsabilità del governo siriano, all'interno di uno schema di utilizzo delle armi chimiche da parte del regime".

Undici paesi del G20, Italia compresa, hanno firmato oggi un documento che contiene anche queste parole e che richiama il governo di Damasco alle sue responsabilità, di fronte alle numerose vittime causate da un attacco chimico a Jobar, nella periferia della capitale siriana.

Leader e rappresentanti di Australia, Canada, Francia, Italia, Spagna, Giappone, Repubblica di Corea, Arabia Saudita, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti hanno siglato di comune accordo una dichiarazione che colma il vuoto di un G20 che si è concluso senza che la dichiarazione ufficiale dei Grandi dedicasse una sola parola alla crisi internazionale in corso a Damasco. La Siria è stata comunque argomento di molte delle conferenze stampa, da quelle di Barack Obama e François Hollande a quella di Enrico Letta.

Nel documento un appello perché "la missione degli osservatori Onu presenti i suoi risultati il prima possibile", perché il Consiglio di sicurezza possa agire di conseguenza. Gli esperti che stanno indagando in Siria non dovranno puntare il dito su un colpevole, ma piuttosto fornire chiare prove sull'utilizzo di armi chimiche, che hanno ucciso centinaia di persone - numeri più alti nelle stime Usa - vicino a Damasco.

La riunione dei Venti non ha potuto ricucire lo strappo inevitabile tra Russia e Stati Uniti, su due fronti contrapposti. Vladimir Putin si è incontrato con Barack Obama, ma dal testa a testa non è scaturita una posizione condivisa. Fumosa anche la posizione del presidente statunitense in caso di voto contrario all'intervento da parte del Congresso: alla domanda dei giornalisti ha preferito non rispondere. Un primo voto arriverà mercoledì 11, a due giorni dal ritorno in Aula dei parlamentari.

Commenti

Valerio64

Ven, 06/09/2013 - 19:19

Ma se non c'è uno straccio di prova! V-E-R-G-O-G-N-O-S-I e criminali.Al qaeda attacca inermi cittadine cristiane e nessuno dice nulla... Col digiuno e la fervente preghiera di domani -spero accolta da tante persone di Fede e buona volontà- confindo nell'intercessione della Madonna perchè fermi questa bestialità ordita dai potenti massoni anticristiani con Obama in testa...

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 06/09/2013 - 19:30

Ancora stiamo aspettando le pretese prove della colpevolezza di Assad, che al momento sono ancora più inconsistenti dell'indimenticabile provetta di vetro sventolata all'Onu da Colin Powell per dimostrare l'esistenza - poi rivelatasi falsa - delle famose armi di distruzione di massa di Saddam. Qualcuno poi dovrebbe degnarsi di spiegare al mondo perché il regime avrebbe masochisticamente usato i gas proprio nel momento in cui sul piano militare sta vincendo! In realtà, tutto, ma proprio tutto punta verso una colpevolezza dei ribelli. Sembra che anche il governo italiano abbia fatto questo semplice ragionamento, visto che si è dichiarato contrario all'intervento: e allora, di grazia, che ci sta a fare la firma dell'Italia (quella della Germania, coerentemente, non c'è) in calce a questo documento degli 11 paesi? Bella domanda, eh?

francesco fortunato

Ven, 06/09/2013 - 19:53

LA PACE NEL MONDO E' IL GERMOGLIO DELL'AMORE UMANO. LA LUCE DELL'ESSERE UMANO E' NELL'AMORE NON NELLE ARMI PER LA DISTRUZIONE. SE L'UOMO NON SI FERMA UN ISTANTE E SI INCHINA DAVANTI AL SIGNIFICATO DELLA PROPRIA ESISTENZA CHE E' (LIMITATA) NON POTRA' MAI CAPIRE COSA E' L'AMORE E IL SENSO DELLE COSE CHE LO CIRCONDANO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!. I GIOCATTOLI DELLA MORTE NON HANNO NESSUN SIGNIFICATO SE C'ERA PIU' AMORE NEL MONDO E SE LA RAGIONE CONSENTIVA LA FRATELLANZA UMANA. STUDIAMO ALTRI PIANETI E QUELLO NOSTRO LO DISTRUGGIAMO QUESTO FACCIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!. STUDIAMO GLI EXTRATERRESTRI E I QUELLI SIAMO NOI CHE NON CI VOGLIAMO BENE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!. SE OGNI UOMO UN ISTANTE PENSAVA AL LIMITE DELLA VITA CI SAREBBE PIU AMORE NEL MONDO NON CAOS E DISTRUZIONE.

gamma

Ven, 06/09/2013 - 20:04

Non c'è la firma della Germania. Occorre ammettere che per quanto antipatici i governanti tedeschi hanno le palle. I nostri governanti invce... corrono sempre in aiuto del vincitore come ebbe a dire una volta Flaiano. E aggiungo io, corrono strisciando come le biscie. Mi scuso con le biscie che hanno sicuramente molta più dignità del Lettame

franco@Trier -DE

Ven, 06/09/2013 - 20:09

sono armi chimiche usate da terroristi ribelli pagati dagli yankees, non sarebbe la prima volta, hanno firmato questo documento paesi lacchè dei gringos Italia compresa.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 06/09/2013 - 20:59

Sappiamostrisciare , sappiamo servire, non abbiamo piu dignita.I SERVI sono diventati i nostri comandanti.Abbiamo fatto Pena con Gaddafi FACCIAMO SCHIFO con assad.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 06/09/2013 - 21:01

Letta vergognati per aver firmato questa infamia. E' Al Quaeda che sta usando armi chimiche che gli hanno venduto i sauditi per incolpare Assad. Assad sta vincendo la guerra, improvvisamente gli è venuta voglia di farsi bombardare?

ABU NAWAS

Ven, 06/09/2013 - 22:22

PERCHE' LETTA HA CAMBIATO PARERE, E HA APPOGGIATO I BOMBARDAMENTI?? NON AVRA' FORSE RICEVUTO PRESSIONI DAL COLLE, CHE CE L'HA TANTO CON I REGIMI LAICI E CREDE ANCORA ALLE FUORVIANTI "PRIMAVERE" DEI FONDAMENTALISTI ISLAMICI?? AUGURIAMOCI DI STARNE OPERATIVAMENTE E FISICAMENTE FUORI, E CHE IL POVERO ASSAD NON FACCIA LA FINE DI GHEDDAFI.......ASSASSINATO ......PREVIA SODOMIZZAZIONE ISLAMICA!!

Demy

Sab, 07/09/2013 - 00:37

Letta ha sbagliato a firmare senza un dibattito parlamentare ma, preso dall'euforia di trovarsi accanto ai Grandi del Mondo non ha retto all'emozione.Doveva parlarne in Parlamento e poi,di fronte a delle vere prove, decidere collegialmente, cosa impossibile visto che di prove non ce ne sono,e lo sanno tutti che queste armi,vendute dagli Occidentali (GB) sono state usate dai ribelli istruiti dalla CIA per creare il caso. Questa è la verità che nessuno vuole confermare.Circa gli appelli all'ONU, un carrozzone che ci costa quanto gli esodati,mai pagati,tutti aspettano una presa di posizione chiara e forte ma, come sempre il silenzio copre la cappa del palazzo di vetro.A cosa serve il consiglio dell'ONU? Emettere risoluzioni per fare cosa, agire,dichiarare guerra o,come sempre accaduto,emettere un comunicato dal valore prossimo alla temperatura Siberiana in inverno? Adesso tutti si appellano all'ONU perchè credono che, anche con il veto della Federazione Russa l'abbronzato si senta autorizzato all'ennesima carneficina made in USA ma, ci siamo mai chiesti cosa ha fatto l'ONU quando Israele ha ignorato,per anni, le risoluzioni che la condannavano senza appello e senza ma?? A cosa serve l'ONU se non per dare importanza agli USA che ne detengono la sede, anche se poi non pagano le spese,.......sono in crisi anche loro.Se gli USA attaccheranno la Siria tutto il Medio Oriente eslploderà, e il Mediterraneo sarà crocevia di barconi pieni di profughi e,......terroristi che invaderanno l'Europa.Questo è il programma degli USA per democratizzare il mondo?.

ESILIATO

Sab, 07/09/2013 - 01:22

Ecco lo scenario che Obama creera per giustificare l'invio di truppe americane e sacrificare altre vite umane per salvare la sua faccia: 1 - prima fase , uso di missili telecomandati per colpire depositi e dispositivi per utilizzo di materiale chimico. 2 - scoperta che durante i bombardamenti si sono perse tracce di quantitativi di gas velenosi che vanno recuperati a qualsiasi costo. 3 - arrivano le truppe americane sul territorio siriano con la giustificazione di recuperare i gas velenosi e non mettere a rischio la vita di piu persone. OBAMA.......vallo a raccontare a qualche altra persona....forse gli Americani ti danno retta, anche se non sembra dai voti di confidanza nel tuo operato, ma gli europei......ne hanno viste a sufficienza per dirti........vai a raccontare le balle e qualcun altro. Se spari il primo colpo meriti di essere differito per tradimento al mandato che ti ha dato il popolo americano.......e Putin e' pronto a lisciarti il pelo e contropelo......

Pinki59

Sab, 07/09/2013 - 06:39

Letta si deve vergognare per aver firmato, deve vergognarsi di se stesso; ci vuole un bel pelo sullo stomaco per firmare un documento del genere.

CALISESI MAURO

Sab, 07/09/2013 - 09:14

Che vergogna, il cameriere si e' messo subito in riga, valore zero e pensa perche' ha le spalle coperte di poter andare avanti cosi.

Ritratto di Memphis35

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 07/09/2013 - 14:01

#ABU NAWAS. Pare che l'uomo del Colle sia stato il destinatario di una telefonata, non proprio amichevole, da parte dell'ambasciata statunitense. Dal contenuto palesemente ostile alla Emma nostrana. E con una esplicita raccomandazione a "provvedere" a rettificare la rotta...

ABU NAWAS

Sab, 07/09/2013 - 15:51

#Memphis35.Grazie x la segnalazione. Se fossi stato io a ricevere la telefonata, avrei fatto dichiarare subito "PERSONA NON GRATA" l'ambasciatore che non è degno di restare nel ns. stivale!!!!