La Siria apre ai controlli Onu Ma Obama: è troppo tardi

Domani gli ispettori delle Nazioni Unite a Damasco. Ma Washington non si fida: troppo tardi, hanno qualcosa da nascondere

All'ultimo minuto la Siria apre uno spiraglio di cooperazione. Ma forse è troppo tardi. Gli ispettori dell’Onu inizieranno le indagini sul presunto uso di armi chimiche in Siria domani 26 agosto. Lo hanno comunicato le Nazioni Unite affermando che il governo siriano si è impegnato a offrire "cooperazione" e a osservare il coprifuoco. Ma Obama non ci sta e non sposa la filosfia del "meglio tardi che mai". Fonti della Casa Bianca fanno sapere che per l'amministrazione statunitense la mano tesa di Assad è arrivata troppo tardi per essere credibile, fuori tempo massimo. "Se il governo siriano non avesse nulla da nascondere e volesse provare al mondo di non aver utilizzato armi chimiche - speiga un alto funzionario  a stelle e strisce -, avrebbe fatto cessare gli attacchi in quell’area e garantito l’accesso mercoledì". Washington chiude la porta, dunque, menter Mosca continua a cercare uno spazio di trattativa per evitare un intervento bellico che ormai sembra imminente. La Russia accoglie positivamente la cooperazioen offerta da Damasco e invita tutti, ma l'appello è ovviamente indirizzato oltreoceano, a non prendere "decisioni affrettate" che potrebbero portare a "un tragico errore". Ma Obama ha già trovato sponda nel primo ministro inglese Cameron. Se ci saranno le prove dell'utilizzo di armi chimiche nella strage che avrebbe causato 1300 vittime nei sobborghi di Damasco, l'intervento militare si avvicinerà.

Commenti

mila

Dom, 25/08/2013 - 17:22

Ma la Siria non aveva gia' dato il permesso di entrare agli ispettori ONU? Non e' che tali ispettori vogliono visitare le installazioni militari siriane anche per fornire informazioni dettagliate ai loro amici ribelli e mercenari antigovernativi, e quindi il governo siriano abbia introdotto qualche limitazione? Comunque non si riuscira' a fermare l'America, se ha deciso un'altra "guerra democratica" senza grandi rischi per i suoi valorosi soldati, ma con pesanti bombardamenti sulle citta' siriane, cosi', per salvare vite umane.

carpa1

Dom, 25/08/2013 - 17:28

Questo mona e gli altri gonzi francesi e britannici che non vedono l'ora di bombardare un paese sovrano come hanno fatto con la Libia, solo quando decidono loro; e perchè non in TUTTI i paesi in giro per il mondo ma solo alcuni? Che diritto hanno loro di decidere per gli altri paesi sovrani sul loro territorio? Ah sì, mi ero scordato, tanto quelli che scappano da questi paesi prima o poi arrivano a Lampedusa, in Sicilia, in Calabria o in Puglia; mica sbarcano in USA, Francia o Regno Unito!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 25/08/2013 - 17:32

Evidentemente l'abbronzato smania dalla voglia di attaccar briga.Magari coinvolgendo qualche cretino di casa nostra.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 25/08/2013 - 17:33

Cé ancora qualche fesso , che crede alle favole moderne. Tutta la primavera araba e stata fomentata dalla cia americana, da un lato e dall altro da fondamentalisti e al kaida. Rappresentati i due piccioni in un unica fava, di nome ubama il mussulmano.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 25/08/2013 - 17:35

La faccenda puzza troppo di mitiche "armi di distruzione di massa". Dimostrate a tavolino con inoppugnabili prove documentali anni or sono.

Ritratto di Svevus

Svevus

Dom, 25/08/2013 - 18:11

"Se ci saranno le prove dell'utilizzo di armi chimiche nella strage , l'intervento militare si avvicinerà" Le armi chimiche sono state effettivamente utilizzate......ma.. dai ribelli che sono finanziati, addestrati e armati dalla CIA. Lo scopo è cercare di fare una guerra con l' Iran dove ci sono le maggiori risorse petrolifere.

janry 45

Dom, 25/08/2013 - 19:25

Obama, gioca al lupo e l'agnello,purtroppo per lui, questa volta ha trovato l'orso che protegge l'agnello.

mgarte

Dom, 25/08/2013 - 19:53

Un altro dottor Stranamore? Obama non demorde dalla sua visione illusoria di un nord africa con tutti regimi democratici amici dell'occidente? si sono visti i risultati in Libia, in Tunisia, in Egitto. Adesso vuole consegnare anche la Siria ai talebani? Vuole creare un nuovo Irak ? Speriamo che l'Italia non lo segua su questa strada assurda. Letta, copia la Merkel che non vuole altre guerre umanitarie come in irak dove ormai è in atto una guerra civile con svariate migliaia di morti.

paolonardi

Dom, 25/08/2013 - 20:51

Si! per il suo Q.I. e' sempre troppo tardi perché gli ci vuole tantoooo tempo per cercare di capire qualcosa.

Ritratto di Adry74

Adry74

Dom, 25/08/2013 - 20:56

COME NELLA FAVOLA DEL LUPO E DELL'AGNELLO! LA SIRIA DICE: OK VENGANO GLI ISPETTORI. E L'AMERICA INDISPETTITA RISPONDE: E' NO ORMAI E' TARDI...

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 25/08/2013 - 20:58

Ho sempre difeso gli interventi USA perchè riguardavano spesso la loro sicurezza nazionale o la sicurezza di nazioni amiche, tuttavia, adesso, dissento profondamente da questo intervento annunciato. Non hanno nessun diritto di farlo. E' una nazione che sta combattendo per mantenere il suo diritto ad essere sovrana dentro i suoi confini. E' vero che Assad è un dittatore ma chi ne vuole prendere il posto è ben peggio di tale dittatura. Gli USA questa volta stanno interferendo nei diritti nazionali altrui. Un conto è intervenire in Afghanistan e in Iraq perchè erano coinvolti interessi della sicurezza nazionale americana, un altro paio di maniche è interferire nel potere interno di una nazione, che con la sicurezza americana non ha niente a che fare. La scusa della mancata democrazia e dell'intervento umanitario non regge. E' un interferenza bella e buona per fare chè, poi, mettere al potere dei fanatici islamici? Stiamo scherzando?

gioman

Dom, 25/08/2013 - 21:10

Ancora con questa bufala delle armi di disturzione di massa??? Ma questa scusa gli americani non l'avevano già usata per giustificare l'invasione dell'Iraq? Ma perchè non si sforzano di essere più creativi, inventando qualche cazzata più credibile? Spero che quello zerbino di Letta non si dichiari pronto ad inviare truppe e mezzi per impegnarsi anche in quest'altra costosissima guerra...

fedez

Dom, 25/08/2013 - 21:39

L'Italia DEVE STARE FUORI DA QUESTO SCHIFO. Le guerre contro la Siria e la Libia sono state decise a tavolino da USA-GB-FRANCIA nel 2009!!!!!!!

paolonardi

Lun, 26/08/2013 - 03:50

Obama, il nulla, che gioca a fare il duro senza un minimo di visione a lungo termine e che, come tutti i sinistri, non ha un minimo di intelligenza storica e non riesce a imparare dalla storia.

mila

Lun, 26/08/2013 - 03:54

Sara' difficile fermare gli Americani, se hanno ormai hanno deciso, non di inviare truppe (i loro soldati potrebbero farsi male), ma di bombardare in modo massiccio la Siria, e se moriranno tanti bambini pazienza.

Ritratto di thunder

thunder

Lun, 26/08/2013 - 04:50

mi piacerebbe sapere chi ha innescato e finanziato la rivolta? in un paese musulmano con governo laico?????

buri

Lun, 26/08/2013 - 08:11

Obama si crede forse ul fendarme dekka terra? perché non si preoccupa dei pazzi che ogni giorno sparano per strada

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 26/08/2013 - 08:25

Obama il guerrafondaio. Altro che nobel per la pace.

Ritratto di serjoe

serjoe

Lun, 26/08/2013 - 08:34

E' comprensibile che agli USA non interessa e addirittura "scappano" da un possibile risultato che scagioni il governo di Assad,perche' in tal caso i delinquenti sarebbero i suoi alleati.A questo punto che farebbero gli americani ? direbbero che l'Onu ha sbagliato ? oppure direbbero: sorry ?? In ogni caso un gran sputtanamento che non se lo possono permettere, e quindi l'unica e' bombardare ..come sempre.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 26/08/2013 - 13:38

xthunder- Guardi che la cosa e molto ma molto semplice.Ritorni indietro , a parta dalla Tunisia.Direzione LIbia , proseguendo Egitto. lI trova la Siria , andando sempre avanti verso sudwest si ritrova in Iran.Tiri bene le somme , non si puo sbagliare.

ABU NAWAS

Lun, 26/08/2013 - 20:20

SARA' VENE NON FARSI NUOVAMENTE IRRETIRE DA WASHINGTON!!! AGLI INGENUI DELL'OCCIDENTE, FRANCIA E INGHILTERRA IN PRIMIS, NON E' BASTATA LA FIGURACCIA CHE HANNO FATTO CON IL LORO DISSENNATO INTERVENTO NEL KOSSOVO, IN IRAK E IN LIBIA????? E CHE I BELLICOSI OBAMA E CAMERON, NON TRASCURINO IL PICCOLO PARTICOLARE DI UNA MUNITISSIMA BASE NAVALE RUSSA IN QUEL DI LATTAQUIE, CHE POTREBBE ATOMIZZARE IL MEDITERRANEO E NON SOLO!!!! AUGURIAMOCI PERTANTO CHE L'IRAK E LA LIBIA SIANO STATI UNA SUFFICIENTE LEZIONE ANCHE PER CHI IN ITALIA DECISE QUELLE INSENSATE AVVENTURE.