Siria, dall'inizio della rivoltapiù di 14mila vittimeTerzi: rafforzare missione

L'osservatorio per i diritti umani denuncia il massacro. Amnesty: "Crimini contro l'umanità". Terzi: "Dotiamo la missione Onu di maggiori mezzi"

In quindici mesi di rivolta contro Bashar al-Assad sono morte quasi 14.500 persone, di cui più di 10mila civili. Cifre impressionanti quelle denunciate dall'Osservatorio siriano per i diritti umani che ha sede a Londra. E secondo Amnesty International il regime siriano è colpevole di "crimini contro l’umanità" ai danni delle comunità sospettate di sostenere gli insorti. L'organizzazione internazionale sostiene di avere anche prover recenti che soldati dell’esercito siriano hanno strappato alle loro case e ucciso diversi civili siriani, tra cui bambini.

"Un'emergenza internazionale di primissima grandezza" l'ha definita il ministro degli Esteri Giulio Terzi parlando di "uno sviluppo terribile degli eccidi che lì si stanno compiendo". Il ministro sostiene, inoltre, che la missione degli osservatori Onu a Damasco "deve essere potenziata per avere un impatto reale su quanto sta avvenendo". In particolare, ci potrebbe essere il "ricorso al capitolo settimo, cioè la possibilità di dotare la missione di mezzi che le consentano di operare più liberamente nel Paese, in condizioni di sicurezza".

Commenti

andrea24

Gio, 14/06/2012 - 16:55

Amnesty International, così come diverse altre "organizzazioni umanitarie", hanno collegamenti con il Dipartimento di Stato americano,con lobby ed ambienti terzi di alto livello(in senso negativo). Queste importanti quanto orchestrate e "possedute" organizzazioni,è ormai dimostrato siano niente altro che un allungamento della politica estera atlantista e assurgerebbero allo svolgimento di un ruolo da sovrastruttura ai cosiddetti "interventi umanitari" delle oramai smascherate "guerre umanitarie". Dunque è assai probabile che Amnesty International così come tante altre pseudo organizzazioni umanitarie secolariste siano finanziate dal Dipartimento di Stato a da ambienti di interesse finanziario.L'attuale "direttore esecutivo" Susan Nossel è stata eletta appena dopo aver terminato l'incarico di Vice Assistente Segretario per le Organizzazioni internazionali presso il "Dipartimento di Stato",oltre ad essere stata collegata con operazioni del mondo mediatico.

Cinghiale

Gio, 14/06/2012 - 17:04

Caro Terzi guarda di più in casa nostra che abbiamo problemi seri anche noi. In Siria non intervengono militarmente francesi e inglesi? Forse si sono resi conto che la "primavera araba" non è altro che una serie di colpi di stato? E chi andrà al potere per noi è molto peggio di chi c'era? Grazie alla "primavera araba" il turismo in egitto e tunisia e ridotto al lumicino! Non si può imporre la democrazia come amano fare gli americani. Se il popolo siriano la vuole veramente vi arriverà da solo con molti sacrifici, lo abbiamo fatto anche noi. Tra l'altro loro gli americani, gli inglesi o i francesi non li vogliono in mezzo alle balle, nessuna delle due fazioni contrapposte.

andrea24

Gio, 14/06/2012 - 17:10

Quanto a Giulio Terzi,al contrario i dirigenti "italiani"(si fa per dire)dovrebbero dire in anticipo che l'Italia non parteciperà più ad alcuna guerra di aggressione unilaterale spacciata per guerra umanitaria.

Raoul Pontalti

Gio, 14/06/2012 - 17:16

L'Osservatorio siriano per i diritti umani, quello che dà le cifre che non riescono a fornire la Croce Rossa internazionale, il Governo siriano e nemmeno i servizi di intelligence della NATO, per tacere degli insorti, è un'unica persona, Rami Abdulrahman il cui vero nome è però Osama Ali Suleiman, con base a Coventry e sostegno dei servizi occidentali.Tutte le notizie sulla Siria diffuse ai media occidentali passano di lì. E sono quasi sempre bufale, con filmati taroccati come quello del morto che muove gli occhi (un pessimo attore avevano scelto) la madre che piange il figlio morto stringendolo al petto e inveendo poi...contro gli insorti che glielo avevano assassinato, non contro l'esercito come fu detto, etc. L'Osservatorio de quo è sconfessato anche da gran parte delle organizzazioni degli insorti e di ciò si sono accorti i giornali di mezzo mondo compresi quelli israeliani, ma il Giornale no e questo è preoccupante. Migliori fonti sono le Chiese e Amnesty da prendersi con le pinze

lot

Gio, 14/06/2012 - 17:44

Terzi ha le pigne in testa! La rafforzi con i suoi soldi tale missione, non con i soldi degli italiani. Non si può utilizzare il cu.. degli altri per fare i fro..! Il denaro degli italiani è spendibile solo se gli italiani stessi danno il consenso. Terzi e il suo governo sono degli abusivi che si reggono per grazia di Dio e per la pazienza infinita degli italiani ma esagerare porta all'incaz.... e poi al disastro. Sarebbe il caso, invece, vista la scarsità di mezzi economici a ns. disposizione, che si chiudano tutte le missioni all'estero e gli altri si risolvano i propri problemi da soli come abbiamo fatto, a suo tempo, anche noi. Ognuno per sè e Dio per tutti.

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 14/06/2012 - 18:42

Tutta propaganda di washington. Il colorato spinge direzione Iran.Fermatelo prima che combina guai , gia ci ha rovinato con la Libia.

ABU NAWAS

Gio, 14/06/2012 - 20:24

MA QUALE RAFFORZAMENTO DELLA MISSIONE ONU IN SIRIA!!!!!l A quanto pare, le amare lezioni delle altre "primavere arabe" non hanno insegnato proprio niente alla Farnesina!! Se Terzi vuole mostrare i muscoli, che lo faccia con i salafiti di Benghazi che ancora sequestrano i nostri 3 pescherezzi, come ringraziamento per l'aiuto dato loro per rovesciare, linciare e "s.........e" il povero Gheddafi!! Anche in Egitto l'Esercito ha dovuto oggi riprendere il potere per porre fine ai disastri della "primavera" sponsorizzata dagli ingenui Occidentali. E ora, dopo avere armato i rivoltosi Siriani tramite Riyadh e Doha, l'Occidente vorrebbe fare cadere il laico Assad (che protegge i cristiani e non disturba Israeel),rischiando di scatenare una guerra nucleare che coinvolgerebbe tutto il Mediterrane??. Prevedo infatti che Israele non tollererebbe in Siria un regime salafita che ha già promesso la distruzione di Israele). Che Iddio e Santo Putin ci proteggano.

Ritratto di serjoe

serjoe

Ven, 15/06/2012 - 14:15

Chiudere la Farnesina e risparmiare un sacco di Euro.Al suo posto basta un portavoce italiano di Hillary Clinton. Avremmo la stessa politica estera e centinaia di mlioni di euro da impiegare piu' proficuatamente.