Siria, la Farnesinarimpatria il personaledell'ambasciata italiana

Per ribadire la condanna verso le violenze attuate dal regime siriano, la Farnesina rimpatria lo staff dell'ambasciata italiana a Damasco

Sospesa ogni attività dell'ambasciata italiana a Damasco e rimpatriato il personale della sede diplomatica. La decisione della Farnesina arriva in considerazione delle gravi condizioni di sicurezza in Siria.

Secondo quanto recita il comunicato del ministero degli Esteri, "insieme ai principali partner dell'Unione Europea, abbiamo inteso ribadire la più ferma condanna verso le inaccettabili violenze attuate dal regime siriano nei confronti dei propri cittadini".

"L'Italia continuerà a sostenere il popolo siriano e a lavorare per una soluzione pacifica della crisi, che ne garantisca i diritti fondamentali e le legittime aspirazioni democratiche. Sosteniamo pienamente gli sforzi dell'inviato speciale dell'Onu e della Lega Araba, Kofi Annan, per ottenere uno stop immediato alla violenza e per consentire l'accesso degli operatori umanitari e l'avvio del dialogo politico", conclude la Farnesina.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Mer, 14/03/2012 - 14:46

Cio che dice l' europa va fatto. Ritiro ambasciatore. MA per aiutarci a liberare i nostri maro, l 'europa ci ride in faccia. DOVE e andata a finire la nostra sovranita? E ferma sull quirinale troppo vecchia .........92 anni.

Dario40

Mer, 14/03/2012 - 14:54

per dimostrare che tiene veramente a cuore i nostri due marò,dovrebbe fare la stessa cosa con l'India!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 14/03/2012 - 15:05

Egreegio marforio, che vuole? Siamo commissariati; ed il nostro governicchio fantoccio ieri ha ricevuto gli ordini...

MARCO45

Mer, 14/03/2012 - 15:32

Ma forse in Siria non c'è il petrolio? Che aspetta l'ONU e Obama ad intervenire contro un massacro criminale di questa portata? Speriamo che questo Hassad faccia la fine di altri dittatori di quell'area ed in altre parti del mondo dove la comunità mondiale compresa l'ONU dovrebbe intervenire sempre e non quando c'è interessi di mercato.