Siria, Usa pronti all'attacco. Nbc: raid da giovedì. Letta: in Siria crimini intollerabili

La Nbc; "Da giovedì tre giorni di raid". Letta a Cameron: "In Siria crimini intollerabili"

Ormai l'attacco alla Siria sembra imminente. Tutto è pronto. Il Dipartimento di Stato Usa ha rinviato l'incontro con i diplomatici russi in programma a L'Aia previsto per il 28 agosto, una decisione messa in relazione alla necessità di elaborare una risposta adeguata all'uso delle armi chimiche in Siria. Le forze armate britanniche stanno mettendo a punto un piano di emergenza nell’eventualità di una risposta militare al presunto attacco chimico in Siria. "Qualsiasi decisione deve essere presa rigorosamente in un ambito internazionale. Qualsiasi uso di armi chimiche è completamente e assolutamente aberrante e la comunità internazionale deve rispondere", ha dichiarato il portavoce di David Cameron. "Azione - ha precisato il primo ministro - non vuol dire un coinvolgimento in nuova guerra in Medio Oriente".

Intanto il presidente Obama sta valutando un attacco militare contro Damasco "di portata e di durata limitate". Secondo fonti citate dal Washington Post, l'attacco potrebbe durare non più di due giorni e sarebbe un attacco "punitivo" con azione deterrente. L'attacco, secondo fonti i media americani, prenderebbe di mira obiettivi militari non direttamente legati alle armi chimiche.

Francia: "Pronti a punire chi ha usato il gas"

"L’attacco chimico su Damasco non può restare senza risposta" e la Francia è "pronta a punire chi ha preso la decisione di colpire col gas degli innocenti", ha dichiarato il presidente francese Francois Hollande. La Francia, ha proseguito, ha la responsabilità di cercare la risposta più appropriata alle azioni del regime siriano", e di "proteggere le popolazioni civili" come auspicato dall’Onu.

Si pensa a intervento lampo

Secondo il New York Times, inoltre, sebbene Obama debba optare per un’azione militare, le operazioni sarebbero limitate: ciò comprenderebbe, per esempio, il lancio di missili cruise dalle navi americane nel Mediterraneo contro obiettivi militari siriani, secondo fonti dell’amministrazione americana citate dal giornale. Non si tratterebbe di una campagna prolungata per destituire il presidente siriano Bashar al Assad o per cambiare l’equilibrio della guerra, ha aggiunto il Times. Nei prossimi giorni, gli uomini dell’intelligence americana forniranno ulteriori informazioni a sostegno della tesi che la Siria è ricorsa ad armi chimiche.

Russia e Iran avvertono gli Usa

Il presidente americano continua intanto a consultarsi con gli alleati e avrebbe abbandonato le speranze di ottenere un'autorizzazione all'azione da parte del Consiglio di sicurezza dell'Onu, dato il veto della Russia. A tal proposito, Alexander Lukashevich, portavoce del Ministero degli Esteri russo, ha fatto sapere che "i tentativi di aggirare il Consiglio di Sicurezza Onu creano per l'ennesima volta pretesti artificiali infondati per un intervento militare nella regione,
gravidi di nuove sofferenze in Siria e conseguenze catastrofiche per Medio Oriente e Nord Africa Nord". Anche l'Iran minaccia gli Usa. "Un attacco alla Siria avrebbe gravi conseguenze in tutta la regione mediorientale", ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri, aggiungendo che "serve una soluzione politica".


Letta a Cameron: "Crimini intollerabili"

"Letta ha ribadito a Cameron la ferma condanna» da parte dell’Italia dell’attacco con uso di armi chimiche contro la popolazione civile siriana: crimine inaccettabile che non pu• essere tollerato dalla comunità internazionale", spiega una nota di palazzo Chigi.

Bonino: "L'Italia non interviene senza il sì dell'Onu"

"L’Italia non prenderebbe parte a soluzioni militari al di fuori di un mandato del Consiglio di sicurezza dell’Onu. Non è un modo di scaricare le responsabilità, ma un’assunzione di piena responsabilità nei teatri in cui già operiamo. Vi sono altre strade percorribili, come il deferimento dei responsabili dell’uso di armi chimiche alla Corte penale internazionale o spingere di più verso una soluzione politica, come l’esilio dei vertici di quel regime", ha detto il ministro degli Esteri Emma Bonino alle Commissioni Esteri congiunte

Commenti

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 09:11

Attacco "punitivo"? Come dire accendere la miccia. Assurdo.

ABU NAWAS

Mar, 27/08/2013 - 09:11

A QUANDO PERIODICI TESTS PSICO-ATTITUDINALI ALLA CASA BIANCA????? NON SONO BASTATE LE TRAGICHE FIGURACCE, ED I MILIONI DI MORTI DAL VIETNAM ALLA LIBIA!!! ANDREBBE SUBITO CURATO CHI IN ITALIA PENSASSE DI ADERIRE AD UN ATTACCO ALLA SIRIA (IGNORANDO LA MUNITISSIMA BASE RUSSA IN QUEL DI LATTAQUIE, CHE POTREBBE NUCLEARIZZARE IL MEDITERRANEO E NON SOLO!!

@ollel63

Mar, 27/08/2013 - 09:36

e i coyote sciocchi americani pare che ci cascano sempre, che si chiamino Bush Obama, pinco o pallino, ma la realtà è diversa, son proprio loro questi americani che pianificano tutto per far prevalere i loro sporchi interessi a danno degli e, questi sì sciocchi creduloni.uropei

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 27/08/2013 - 09:44

Prepariamoci ad un tzunami umano.Sperando bene di spedirne qualche migliaio alla casa bianca,downing street, eliseo.S empre con il principio ;chi rompe paga e i cocci sono suoi.

Holmert

Mar, 27/08/2013 - 09:53

Gli USA sono diventati come quel drogato che se non si fa la sua dose, va in astinenza. E così gli americani, se non si fanno la loro guerra, ogni tanto, cadono in astinenza e depressione. Forse pensano di essere ancora ai tempi delle guerre indiane, una volta con gli apache, un'altra con i sioux, un'altra con gli arapaho e via con il 7° cavalleggeri. Non riesco a capire per quale motivo ad Obama e sodali, prudano le mani per andare a bombardare la Siria di Assad. Forse per dare una lezione all'Iran? Se la Siria ha usato gas nervini sono cavoli suoi e della lega araba. Assad sta resistendo ad un attacco talebano e di Al Qaeda, cosa dovrebbe fare, dire accomodatevi prego? Comunque per prendere decisioni belliche , c'è l'ONU che decide. Ecco, Obama rispetti le regole, per non incorrere nelle ire di Russia e Cina ed a latere Iran. Penso che un suo attacco, senza il permesso ONU, solleverebbe seri problemi, che si ripercuoterebbero tutti su USA ed occidente alleato . Ma Obama e gli americani, hanno già dimenticato le continue minacce islamiche e la carneficina delle due torri ad opera di quelli che ora vuole andare a difendere? Mi volete spiegare cosa c'è sotto tutta questa voglia di andare a muovere guerra alla Siria? Non è che deve provare nuove armi di offesa?

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mar, 27/08/2013 - 09:54

Andate a vedere su internet il film "The Obama Deception" fatto da giornalisti indipendenti!! L'uomo e um imbecille e burattino!! Chi dice che è un statista serio vive in un mondo di fantasia! Gli Americani la devono smettere di impicciarsi di quello che succede in altri paesi e questo lo pensa la maggior parte del popolo includendo quel 40% che non vota!!

maxaureli

Mar, 27/08/2013 - 10:05

"L'attacco prenderebbe di mira obiettivi militari non direttamente legati alle armi chimiche" - perche' non ci sono armi chimiche??? LOL LOL

cgf

Mar, 27/08/2013 - 10:08

intervento lampo? quasi come un missile su NYC? attento Obama che la Siria è strategica per la Russia, non è la Serbia

maxaureli

Mar, 27/08/2013 - 10:34

Intervento lampo?... per nascondere le prove. I terroristi hanno lanciato le armi chimiche - Video - "http://www.wnd.com/2013/08/video-shows-rebels-launching-gas-attack-in-syria/"

maxaureli

Mar, 27/08/2013 - 10:40

Armi chimiche di distruzione di massa in mano ai terroristi fondamentalisti tanto amati dagli occidentali... LOL LOL

Ritratto di Riky65

Riky65

Mar, 27/08/2013 - 10:44

Se gli usa vogliono risolvere il problema del loro debito con la cina con una bella guerra mondiale si accomodino ........ma questa volta faranno la fine del topo a casa loro!!!

pier47

Mar, 27/08/2013 - 10:46

buongiorno, eccoli ancora in azione I GUERRAFONDAI AMERICANI E INGLESI,senza una guerra ogni 3/4 anni non possono ripagare le fabbriche di armi che li ha sovvenzionati nelle elezioni,tutto quà. DOBBIAMO STACCARCI,SOPRATTUTTO DAGLI AMERICANI,E' UN'ALLEANZA SUICIDA LA NOSTRA E FORSE,SAREBBE STATO MEGLIO CHE NON FOSSERO MAI VENUTI IN ITALIA.MA IN ITALIA,PURTROPPO, NON ABBIAMO QUALCUNO CON LE PALLE CHE LI PUO' CONTESTARE,SPERIAMO SI FACCIA VIVO QUALCUNO.......

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mar, 27/08/2013 - 10:50

Il premio Nobel per la pace (premio conferito alle intenzioni) non vede l'ora di mostrare i muscoli unitamente al collega francese e a quello inglese. Non paghi dei casini combinati in Libia ed in Egitto, ci riprovano. Tanto i profughi ce li grattiamo noi. Bella poi quella delle armi chimiche che sono "indegne", mentre le bombe "intelligenti" i missili ecc. ecc.sono portatori di pace. Ho un senso profondo di disgusto.

Pedrino

Mar, 27/08/2013 - 10:53

@ Holmert Il motivo della guerra può essere il gasdotto Iran-Irak-Siria con lo sviluppo del medioriente. Quindi altro chè umanitario.. Obama,Nobel per la pace, peggio di Bush

alberto_his

Mar, 27/08/2013 - 10:53

"L'attacco, secondo fonti i media americani, prenderebbe di mira obiettivi militari non direttamente legati alle armi chimiche." banale che l'uso di armi chimiche sia solo un pretesto per l'attacco. Balle quelle che non intenderebbero variare il percorso della guerra e destituire Assad, essendo proprio questi gli obiettivi parziali da raggiungere. Confidiamo nell'ennesima figuraccia bellica a stelle e strisce.

fcf

Mar, 27/08/2013 - 10:56

Rispondo a Willy Wonker. Pirla. Se gli americani, pur commettendo errori, non si impicciassero di quello che avviene in altri Paesi, l'Italia sarebbe un satellite sovietico anche grazie ai rifondatori comunisti che ci troviamo tra i piedi. Ricordo allo smemorato che solo grazie agli americani , sia con la prima che con la seconda guerra mondiale, ci hanno tolto dai pasticci, ci hanno aiutato a ricostruire e ci hanno portato la democrazia. Solo grazie a loro e non certo ai compagni, oggi godiamo ancora di un benessere che non ci saremmo mai sognati di avere.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 27/08/2013 - 10:58

C'è da chiedersi che fine abbiano fatto gli stuoli di pacifisti armati di bandiere arcobaleno e le adunate delle "Donne in nero contro la guerra". La loro assenza sullo scenario nazionale dà adito ai più feroci sospetti che qualcosa, nella sinistra nostrana, si stia muovendo a favore delle tesi interventiste delle consuete indegnatissime anime belle.

Ritratto di Riky65

Riky65

Mar, 27/08/2013 - 10:59

Guerra lampo? come del golfo persico ? iraq, afganistan?

Ritratto di Riky65

Riky65

Mar, 27/08/2013 - 11:03

Solite scuse delle armi chimiche come in iraq!!!!!!!!!!!!!! copione già usato!!!!!!!!!

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mar, 27/08/2013 - 11:15

fcf.. smettila di vivere nel passato!! Allora dobbiamo essere grati agli inglesi, francesi, australiani e tutti quelli che hanno fatto parte della alleanzza che ha combattuto gli nazi e nipponici! Vuoi fare da zerbino, accomodati, da come scrivi n'e sei abbituato. I tempi cambiano, quello che e sbagliato è semplicemente sbagliato! NON ci sono giustificazioni! Un ultimo pensiero! Gli alleati ci hanno liberato ma le nostre fortune ce le siamo costruite lavorando, anche andando per il mondo giovanni e non facendo i parassiti come tanti "paesani" e prima di chiamare altre persone PIRLE cresci ed impara ad usare il cervello radrizza banane!

maxaureli

Mar, 27/08/2013 - 11:16

fcf... il suo commento e' umiliante da ogni punto di vista. Abbiamo il dovere di ammazzare e sterminare altri popoli perche' gli usa ci hanno aiutato "ci hanno tolto dai pasticci, ci hanno aiutato a ricostruire e ci hanno portato la democrazia"???? Lei e' un PAZZO!!

Edith Frolla

Mar, 27/08/2013 - 11:26

Dunque vediamo: dall'11 settembre 2001 gli USA si considerano in guerra contro al-Quaida, in questi 12 anni una serie di leggi e decreti presidenziali hanno posto enormi limiti alle libertà individuali dei cittadini americani e non solo, in nome della sicurezza la privacy non esiste più, il Presidente USA può decidere di uccidere chiunque, americano o meno, sulla base di una kill list che ogni mattina gli viene proposta dalla NSA ( si chiama disposition matrix) e non potrà mai essere processato per questi omicidi: Gli alleati della NATO e tutti gli altri Paesi del mondo vengono spiati senza ritegno né vergogna. Iraq, Libia, Tunisia, Egitto, Afghanistan e Siria sono devastati da guerra e rivolte, le banche e le multinazionali americane macinano utili da record e vengono salvate con i soldi delle tasse dei contribuenti il cui tenore di vita però è calato di molti punti rispetto a 12 anni fa.... Ed al-Qaida è ancora viva e vegeta....Chi è che diceva che al.Qaida è una creatura di Washington ?

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 27/08/2013 - 11:27

Si intervento lampo, come in Vietnam. Questa e' un altra guerra per distruggere le armi di distruzione di massa che magari manco ci sono, probabilmente la lobby delle armi e l'esercito dovranno testare sul campo nuovi armamenti. Speriamo che Putin li blocchi.

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 11:32

Gli USA poterono fare ciò che fecero durante la seconda guerra mondiale anche perché erano non raggiungibili dai bombardamenti che stavano radendo al suolo mezza Europa. Le loro fabbriche potevano continuare a produrre e la gente non moriva di fame. Oggi, è tutto cambiato. La guerra è ovunque, anche sotto casa, e si chiama terrorismo.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 27/08/2013 - 11:36

Finche' c'era la guerra fredda ovviamente e senza possibilita', ho sostenuto gli Usa per non finire nella mani dei macellai rossi, ma oggi le cose sono cambiate, gli Usa fanno guerre solo per i loro sporchi interessi, coinvolgendo gli alleati beceri bestie europei che scodinzolano come cani. Gli usa ci hanno regalato la crisi finanziaria grazie alle loro porcate speculative, e putroppo praticano quello che si chiama imperialismo. Una guerra ogni due o tre anni, casino in tutto il mondo, i prezzo del barile alle stelle. Vanno fermati. E chi ha postato , una cosa quando e' sbagliata e' sbagliata ha ragione, anche se la fa obama.

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Mar, 27/08/2013 - 11:58

Non lo fare!! Stanno attendendo solo l'ennesimo pretesto per far partire l'offensiva mondiale. Avendo ormai occupato in modo capillare quasi tutto il 'mondo occidentale' è molto facile immaginare le conseguenze.

wizardofoz

Mar, 27/08/2013 - 12:15

A fcf: L'America ha una sola ideologia, la Manifest Destiny, cioè il credo che essa debba promuovere e difendere la democrazia nel mondo. Da Thomas Jefferson, Abraham Lincoln, Woodrow Wilson (1a Guerra Mondiale), Douglas McArthur (ricostruzione del Giappone) sino ai giorni nostri, il substrato dell'interventismo americano è quello. Fu la motivazione per la conquista del loro immenso territorio, ma ebbe sempre molti oppositori per molte ragioni e già nel 1843 John Quincy Adams, inizialmente propugnatore di questa dottrina, la rigettò. Continuare a ritenere che l'America sia moralmente superiore al resto del mondo (nato come rimprovero alle nazioni da cui provenivano i migranti in fuga da miseria e persecuzione) è oggi impensabile. Non perchè non esistano regimi reprobi, ma perchè l'America stessa ha dimostrato di non essere alla fine così etica. Se le due guerre mondiali sono state combattute al'insegna della libertà (inclusa la loro) nei confronti di biechi regimi dittatoriali, Corea e Vietnam hanno avuto l'obiettivo di posizionarsi nello scacchiere orientale (di certo la retorica che bisognasse difendere le spiagge della California fa ridere), con il Giappone già "colonizzato". Le guerre del golfo, poi, con la scusa delle "armi di distruzione di massa" hanno consolidato la presenza americana nella più importante area petrolifera. Detto questo, gli USA dovrebbero imparare dai Cinesi che si stanno prendendo mezzo mondo senza colpo ferire. Il loro non è di certo un obiettivo più etico (l'accesso alle risorse per queste nazioni è essenziale), ma perlomeno non creano gli eufemistici "danni collaterali" che si traducono in morti su morti. L'America deve uscire dalla convinzione di essere un faro per il mondo. Già altri si definivano "über alles!

maxaureli

Mar, 27/08/2013 - 12:15

Fra alcuni mesi ci sara' il cinquantesimo anniversario del colpo di stato avvenuto negli states. LOL LOL

mbotawy'

Mar, 27/08/2013 - 12:16

Parole,parole,parole.La Russia fa' paura,e tutto rimane come prima.

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 27/08/2013 - 12:23

Che palle questi americani che mettono il becco dappertutto e scatenano guerre in tutto il mondo. A da finì questa presa per il c...

@ollel63

Mar, 27/08/2013 - 12:25

questi, Obama, americani e inglesi, sono PAZZI, matti da legare! Li si fermi, in nome di Dio, prima incendino il mondo e coinvolgano gli stupidi europei, pronti a bersi le balle interessate di costoro, in combutta, per tornaconto proprio, con terroristi ed eversori d'ogni genere fingendo di combatterli. Son loro che hanno incendiato il Medioriente, fatto crollare borse, economie, paesi.... e tra questi la nostra Italia di creduloni e sinistrati. FERMATELI.

michetta

Mar, 27/08/2013 - 12:38

Qualcuno avvisi la Bonino che gli Italiani e l'Italia, non vanno in guerra per la Siria o gli Africani! Ci vadano tutti quelli che scappano, venendo ad invadere l'Italia ! UNDERSTAND? Mi hanno chiesto coperte e denaro, scarpe e solidarietà. L'ho fatto. Ora però, se la devono sbrigare da loro! Ammesso che tutto quanto ci viene propinato, sia VERO ! Ho, come medico di base, pensate un po', un Siriano! Da venticinque anni a Roma, e' divenuto medico di base Asl. Abbiamo aderito volentieri alle sue lamentele, ma adesso, visti anche i grossi dubbi sopraggiunti da media credibili, intendiamo fermarsi. Mai più, aiuti a queste persone! Sono tutti falsi e bugiardi e tendono a fregare l'occidente, che secondo le ultime notizie, sta' abboccando, vero OBAMA ???? Attenzione, che poi c'è li dovremo sorbire per tutta la vita (ricordarsi il Libano, per esempio.....) , perciò, occhio alla penna! Bonino, stai calmina e pensa invece a come liberare dagli indiani, i nostri due sottufficiali del Btg S.Marco!

Nadia Vouch

Mar, 27/08/2013 - 12:39

@mbotawy'. Non credo che la Russia faccia paura. La Russia non è l'ex URSS. Ma, giustamente, esprime la Sua opinione e il Suo veto, trovando la sottoscritta d'accordo, verso l'intervento in territorio siriano. Quella sarebbe sì la vera paura.

moshe

Mar, 27/08/2013 - 12:54

Obama e socio inglese, chi si prenderà dopo il vostro "attacco" tutti i clandestini che arriveranno nel nostro paese?

gianfran41

Mar, 27/08/2013 - 13:03

Siamo certi che il gas nervino è stato usato per ordine del dittatore siriano e non dai ribelli? Io avrei qualche dubbio in proposito. Gli Stati Uniti, prima di imbarcarsi in un'altra azione bellica dagli esiti molto incerti, dovrebbero pensarci non una ma dieci volte. A meno che Obama non sia spinto verso questo nuovo conflitto dalle potenti lobbies americane per i loro sporchi interessi. La ragione vera probabilmente è proprio questa anche perché non mi sembra che gli eventi bellici degli ultimi decenni abbiano portato a soluzioni soddisfacenti; non certo per i popoli che li hanno vissuti sulla loro pelle.

gardadue

Mar, 27/08/2013 - 13:04

DETTO E RIDETTO OBAMA è BELZEBù MANDATO SULLA TERRA DA SATANA PER DISTRUGGERCI (E SE POI CI METTIAMO CHE NOSTRADAMUS NON HA MAI SBAGLIATO PREVISIONI L'APOCALISSE è FATTA)

Ritratto di serjoe

serjoe

Mar, 27/08/2013 - 13:06

La barzelletta sul Nobel per la Pace:lo ottiene chi bombarda di piu'.La motivazione:fa raggiungere a tanti la Pace perpetua.Obama e' gia in lista per la seconda volta.

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Mar, 27/08/2013 - 13:13

Gli USA con il loro abbronzato leader OBAMA, difendono tutti i movimenti " di popolo ", tutte le " primavere arabe " e combattono i " feroci dittatori " che non concedono " libere elezioni " anche se sanno benissimo che nei paesi a fede musulmana ciò significa la SHARIA, cioè la legge di Allah al governo, il che non mi pare il massimo della libertà per nessuno, specie per le donne. Le conseguenze si vedono: a 2 miglia nautiche da casa nostra c' è il casino permanente. Ciò che mi fa incazzare è che se ciò succedesse in America centrale, non esiterebbero ancor oggi un istante a mettere al timone i PINOCHET o i NORIEGA come massacratori di turno. Ho sempre amato gli USA, ma ora tra loro ed i fratelli musulmani e Assad/Putin, in questo periodo sto senza esitazione dalla parte degli ultimi 2.

edo1969

Mar, 27/08/2013 - 13:15

E brava la Bonina che quando si trattava del Kosovo 14 anni fa strillava alla guerra. Ora "ci muoviamo solo con l'ONU". Potrebbe almeno spiegarci il perchè, già che c'è. Buffona, mandiamo a casa anche lei.

Ritratto di serjoe

serjoe

Mar, 27/08/2013 - 13:26

Ah gia' la Bonino, quella che 14 anni fa strillava piu' di tutti per i "poveri kosovari", gli stessi che strappavano gli organi ai prigionieri serbi per venderli ai ricchi occidentali.

Ritratto di serjoe

serjoe

Mar, 27/08/2013 - 13:32

Intervento lampo?? e' comprensibile...non si puo' aspettare tanto.Si rischia che il Nobel per la pace vada a qualcun'altro.

andrea24

Mar, 27/08/2013 - 15:32

Già prima della questione dell'utilizzo delle armi chimiche,sono stati registrati in tutta Italia,già da diverse ore prima che i giornali parlassero di quello che dovrebbe essere poi l'ennesimo "casus belli",qualra l'attacco avvenisse,di movimenti aerei anomali.Stavano perdendo in Siria e poi hanno voluto,come si suol dire,far saltare il banco.Questi non vogliono rispettare il diritto internazionale,anche perché una volta fermati in Siria,sarebbe stato per loro un colpo alla continua ingerenza in altre questioni mediorientali.Comunque come dicono anche ufficiali ed analisti americani,il pericolo non è la Siria o l'Iran o altro,ma proviene proprio dagli USA e dalle altre realtà regionali.

angelomaria

Mar, 27/08/2013 - 15:56

e se fossero stati i terroristi sapendo che un#attacco chimico porterebbe ad una azione da parte di certi stati dandogli cosi la SIRIA su un PIATTO D'ARGENTO in QUESTO CASO D'ORO

andrea24

Mar, 27/08/2013 - 16:08

errata corrige:prima che si parlasse come in una esplosione mediatica dell'utilizzo delle armi chimiche,e già diverse ore prima,molti cittadini si sono resi conto di movimenti anomali di aerei militari sull'Italia.L'Italia dovrebbe proibire l'utilizzo delle basi aeree ed il sorvolo del proprio spazio aereo ad aerei militari stranieri,sia ora relativamente alla Siria,che relativamente ad altre guerre o azioni militari di cui si parla da tempo.

janry 45

Mar, 27/08/2013 - 16:17

Attenzione che la guerra lampo divenne una guerra mondiale.Obama sta toccando i confini del secondo impero del mondo,questa è la volta che si scotta.

aredo

Mar, 27/08/2013 - 16:18

Dov'è la sinistra con le bandiere della pace, eh ? Contro Bush che faceva una cosa giusta tutti a gridare i comunisti in aiuto dei loro terroristi islamici... ...ora la stessa sinistra con i suoi schiavetti tutta zitta ad avallare "il nobel della pace" Barack Hussein Obama, il grande capo di Al Qaeda che la sinistra ha piazzato alla Casa Bianca grazie alla stupidità delle persone rincretinite ad uso di droghe.

Roberto Casnati

Mar, 27/08/2013 - 16:25

La stupidità yankee non si smentisce mai!

franco@Trier -DE

Mar, 27/08/2013 - 16:34

a me interessa che la Germania non intervenga poi tutti gli altri stupidi se vogliono fare la guerra la faccino.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 27/08/2013 - 16:38

@FCF Gli Americani nella prima guerra mondiale ci hanno aiutato una benemerita mazza, avranno aiutato i francesi non certo noi. Non cominciamo a sparare boiate. Nella seconda, hanno aiutato a ricostruire, ma ci hanno bombardato pesantemente, e il blocco sovietico non avrebbe fatto una se@a in Europa,se l'asse avesse vinto,come avrebbe fatto senza l'aiuto americano agli inglesi. E poi lasciamo perdere come hanno fatto fuori il simbolo della ricrescita Italiana, Enrico Mattei, solo perche' ci avrebbe sganciato dal petrolio americano.

mila

Mar, 27/08/2013 - 17:03

@ fcf -"L'Italia gode (grazie agli Americani) di un benessere che non ci saremmo sognati". Ancora per poco, poi finira' peggio dei satelliti sovietici, povera e invasa da africani, afghani ecc., cosa che non succedeva neppure nei Paesi soggetti all'URSS.

Tiz

Mar, 27/08/2013 - 17:06

Non rifacciamo l'errore che fece BUSH.

mamex

Mar, 27/08/2013 - 17:18

Ma questo idiota a capo di una super potenza, non è pago dei danni fatti fino ad adesso? E i cani da guardia di razza inglese non se le pongono mai le domande più banali?

plaunad

Mar, 27/08/2013 - 17:27

E questo sarebbe il Premio Nobel per la pace (ad honorem)? E poi ci si lamentava di Bush......

@ollel63

Mar, 27/08/2013 - 17:32

Fermatelo, FERMATELO. E' uno sciagurato mistificatore.

Beaufou

Mar, 27/08/2013 - 17:40

La ministra Bonino ha una buona conoscenza delle tematiche e dei problemi del Medio Oriente, e il fatto che escluda soluzioni militari prive di uno specifico mandato ONU è un buon inizio. Anche in presenza di un mandato ONU, però, dovrebbe sfoderare la sua ben nota grinta per convincere i partners che è indispensabile individuare le prove e le responsabilità specifiche del presunto uso di armi chimiche, e perseguire quelle responsabilità. Altrimenti l'ONU diventa, come altre volte, soltanto un comodo alibi per qualche guerrafondaio. L'idea di Obama di un attacco lampo "punitivo con azione deterrente" francamente lascia esterrefatti per l'indeterminatezza della proposta ed è indegna di una politica estera che si possa chiamare, a buon titolo, tale.

Giorgio5819

Mar, 27/08/2013 - 18:01

Se il giovanotto abbronzato ha veramente le palle schiacci il bottone giusto e regali al mondo tante spiagge e tanti parcheggi....

aredo

Mar, 27/08/2013 - 18:06

@cape code: sì, certo come.. tu compagno comunista volevi che l'Italia cadesse in mano di Stalin, eh?

honhil

Mar, 27/08/2013 - 18:10

Il ministro Bonino pensa all’ombrello dell’Onu, forse farebbe meglio a sforzarsi un pochino in più e capirebbe che sono Marò, in attesa di giudizio in India, l’unico vero problema che il suo ministero deve risolvere il più presto possibile. E se non ora quando. Senza contare che la Siria sarà un altro pantano, e non ci vuole la sfera di cristallo per vederlo. La politica estera, più, molto di più, di quella interna, si fa con la testa e non accodandosi a quello che decide la Gran Bretagna o la Francia o la Germania.

Valerio64

Mar, 27/08/2013 - 18:11

Ritirare il Nobel a quel falso di Obama e al suo c..o nero...

guidode.zolt

Mar, 27/08/2013 - 18:11

Fuoco alle polveri? ecco che si avvera l'incubo del tanto paventato incendio del quadrante Mediorientale...! e poi che durerà "pochi giorni" l'ho già sentita...a partire dal Vietnam per proseguire poi in tutte le altre. E Russia e Cina staranno a guardare?...la Russia ha pure una base militare lì... occhio Obama che quelli vi abbattono gli Stealth a schioppettate, come è già successo! Io, prevedendo un balzo del prezzo del petrolio vendo la Passat e ordino una macchinina a pedali...!

Giangi2

Mar, 27/08/2013 - 18:31

Un nobel per la pace prima di arrivare a fare la guerra , proprio perche promotore di pace dovrebbe fare di tutto per evitare una guerra, con la diplomazia e sanzioni. Invece Obama ha deciso che bisogna fare la guerra prima ancora che venisse stabilita la verità su chi abbia lanciato i gas sulla popolazione, cosa che lascia parecchi dubbi a tutti tranne a chi cerca solo un pretesto, vero o falso che sia, per muovere un po l'economia bellica americana. Poi ormai e' chiara la procedura, gli islamici provocano la reazione dell'esercito durante le manifestazioni contro il dittatore di turno, nascondendosi vilmente in mezzo alla folla, sparano contro i poliziotti e questi rispondono al fuoco andandoci di mezzo pure gli innocenti. Poi buttano qualche ordigno al gas contro qualche villaggio accusando il regime, mettono foto e filmati palesemente falsi e ridicoli, per creare sdegno e indurre la comunità internazionale ad agire contro il dittatore e toglierlo di mezzo. E' successo in Libia in Egitto e stanno provando con la Siria. Sfortuna per Obama e fortuna per tutti che la Russia e l'Iran fanno da contrappeso ed impediscono quest ulteriore follia camuffata da pacifismo. In tutto ciò latitano certe bellissime bandiere con favolosi arcobaleni, ve lo spiegate?

Giangi2

Mar, 27/08/2013 - 18:32

Un nobel per la pace prima di arrivare a fare la guerra , proprio perche promotore di pace dovrebbe  fare di tutto per evitare una guerra, con la diplomazia e sanzioni. Invece Obama ha deciso che bisogna fare la guerra prima ancora che venisse stabilita la verità su chi abbia lanciato i gas sulla popolazione, cosa che lascia parecchi dubbi a tutti tranne a chi cerca solo un pretesto, vero o falso che sia, per muovere un po l'economia bellica americana. Poi ormai e' chiara la procedura, gli islamici provocano la reazione dell'esercito durante le manifestazioni contro il dittatore di turno, nascondendosi vilmente in mezzo alla folla, sparano contro i poliziotti e questi rispondono al fuoco andandoci di mezzo pure gli innocenti. Poi buttano qualche ordigno al gas contro qualche villaggio accusando il regime, mettono foto e filmati palesemente falsi e ridicoli, per creare sdegno e indurre la comunità internazionale ad agire contro il dittatore e toglierlo di mezzo.  E' successo in Libia in Egitto e stanno provando con la Siria. Sfortuna per Obama e fortuna per tutti che la Russia e l'Iran fanno da contrappeso ed impediscono quest ulteriore follia camuffata da pacifismo. In tutto ciò latitano certe bellissime bandiere con favolosi arcobaleni, ve lo spiegate?

Ritratto di Riky65

Riky65

Mar, 27/08/2013 - 18:34

Cosi aggiungeranno al sangue altro sangue !!!!!!!!bravi solo a menare le mani per interessi propri !!!

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mar, 27/08/2013 - 18:50

Guardando quello che sta avvenendo nel Mediterraneo e in Medio Oriente in questi ultimi tre anni mi viene di descrivere questa situazione: Israele, di fronte al pericolo nucleare iraniano che si stava profilando sempre più minaccioso e alle dichiarazioni e comportamenti di Ahmadinejad, si è vista costretta a chiedere aiuto agli USA per rendere sicuri almeno le spalle e i lati. A questa campagna, chiamata "primavera araba" si sono aggregati per interessi diversi anche Francia, Inghilterra e alcuni Paesi arabi. Hanno sorretto, armato ed appoggiato militarmente e direttamente l'eliminazione di Gheddafi in Libia, appoggiato le agitazioni in Tunisia, Egitto e Siria. La situazione è sfuggita loro di mano e hanno ritenuto improcrastinabile un intervento più o meno diretto, soprattutto in Egitto e in Siria. Il tempo sta passando e l'Iran procede nel suo riarmo atomico. Ora, assicuratesi le basi turche e il suo eventuale intervento anche militare, vogliono chiudere la crisi siriana al più presto per eliminare anche possibili attacchi delle fazioni che appoggiano ancora l'Iran in Libano e nella Striscia di Gaza in una eventuale guerra nella zona, mobilitando l'opinione pubblica anche con notizie false. L’Italia se ne stia fuori perchè qui ci si avvicina molto alla terza guerra mondiale che non sappiamo quanto durerà e quali altri stati coinvolgerà (Russia, Cina, l'Africa del Nord, Korea, Giappone...). Per me Obama è stato un autentico disastro nella sua politica estera mediterranea ( forse vi si è trovato quasi"costretto") , nel Medio Oriente ( oltre che nei confronti dell'Italia e di Berlusconi). Speriamo si rinsavisca tutti per tempo convocando un Congresso appoggiato dalla Russia, dall'Italia, dalla Germania ... che raduni tutti gli stati del Mediterraneo, del Medio Oriente e dell'Oriente in modo da legare le mani all'Iran di Ahmadinejad, all'espansionismo cinese e al terrorismo in genere intanto che si è ancora in tempo. Dare voce alla guerra non si sa dove si andrà, anche se si inizia da un bombardamento limitato ai missili sulla Siria.

frabelli1

Mar, 27/08/2013 - 18:54

Questa volta FUORI anche con l'OK dell'ONU, c'hanno rotto!

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 27/08/2013 - 19:02

Ma voi che criticate Obama siete gli stessi che dieci anni fa sostenevate senza se e senza ma la guerra in Iraq voluta da Bush solo perche' il pregiudicato nostrano gli era amico, giusto? Quella si fu una guerra immotivata, inutile e pretestuosa, iniziata illegalmente e unilateralmente senza mandato ONU, per rimpinguare le casse delle lobby delle armi impersonata dal vice di Bush, Dick Cheney. Ma vergognatevi vigliacchi.

Ritratto di Baliano

Baliano

Mar, 27/08/2013 - 19:05

Ma sì, tifiamo URss e pure China, togliamolo il Nobel all'"abbronzato" e diamolo ai ruski, e anche ai satelliti degli avvinazzati e pure ai "gialli", loro sì che sono pacifisti, rispettosi dei Diritti Umani e ci tutelano da invasioni di mentecatti e galeotti.

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 27/08/2013 - 19:06

Temo che non ci sia nulla da fare, faranno come vogliono. Non contano niente le nostre chiacchiere sul forum, la voce della Bonino, poi, è solo che ridicola, fa parte di un Governo d'incapaci e di una nazione senza più prestigio internazionale sia sulla scena politica che su quella economica. L’appellarsi all’ONU, cioè ad un organizzazione deviata, incompetente e manipolata, dice a che livello disastrato siamo giunti. La Siria è storicamente da sempre il territorio che ha provocato attriti tra l’Occidente e il Medio Oriente fin dai tempi degli antichi romani. Il suo rapporto con l’Europa è sempre stato amichevole e hanno rappresentato la diga in Medio Oriente contro il bellicismo islamico, anche se si sono accapigliati con gli israeliani. Aggredirla vuol dire dare via libera al fanatismo islamico di quelle zone e permettere di creare un corpo unico, fra Turchia, Iran e Siria, di fondamentalisti. Un pericolo mortale per l’Europa, soprattutto per noi italiani che siamo i più vicini a loro. Gli USA hanno rovesciato, con Obama, sinistroide islamico, l’abituale loro politica, dando via libera ai fondamentalisti, come tutti hanno potuto vedere. Spero che in USA qualcuno incominci a porsi delle domande su Obama e su quello che sta combinando. L’avevo scritto fin dall’inizio che era un pericolo per tutti gli occidentali, USA compresi. Adesso si è buttato in questa nuova disastrosa avventura, solo che adesso non si scherza più. Con la Siria ci sono la Russia e l’Iran, un boccone troppo grosso per chiunque. Se scoppia una guerra gli iraniani sicuramente reagiranno, l’hanno già dichiarato e non credo che il bersaglio dei loro missili siano solo le navi americane. Vorranno colpire le nazioni che gli danno appoggio strategico e noi italiani siamo al primo posto. Hanno missili a lunga gittata che possono colpire fino all’Europa del Nord, non dimenticando che forse sono riusciti ad assemblare le atomiche, perciò l’Italia rientra ampiamente nel loro tiro. Sarà il caso che Letta dichiari apertamente che è contrario alla guerra e denunci, apertamente e a gran voce il tentativo degli USA e dei loro alleati, come quello di guerrafondai. Dichiari apertamente che tutte le basi che li riguardano in Italia non saranno accessibili e utilizzabili e lo faccia la più presto, prima che le cose precipitino. Non basta una dichiarazione con la voce acidula della Bonino per metterci in sicurezza e forse non basta nemmeno quella di Letta se non fa un gran casino in merito. Preparatevi perché questa volta saranno ca&&i amari anche per noi, proprio quello che ci mancava tra i casini vari in cui ci troviamo di già.

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 27/08/2013 - 19:07

Temo che non ci sia nulla da fare, faranno come vogliono. Non contano niente le nostre chiacchiere sul forum, la voce della Bonino, poi, è solo che ridicola, fa parte di un Governo d'incapaci e di una nazione senza più prestigio internazionale sia sulla scena politica che su quella economica. L’appellarsi all’ONU, cioè ad un organizzazione deviata, incompetente e manipolata, dice a che livello disastrato siamo giunti. La Siria è storicamente da sempre il territorio che ha provocato attriti tra l’Occidente e il Medio Oriente fin dai tempi degli antichi romani. Il suo rapporto con l’Europa è sempre stato amichevole e hanno rappresentato la diga in Medio Oriente contro il bellicismo islamico, anche se si sono accapigliati con gli israeliani. Aggredirla vuol dire dare via libera al fanatismo islamico di quelle zone e permettere di creare un corpo unico, fra Turchia, Iran e Siria, di fondamentalisti. Un pericolo mortale per l’Europa, soprattutto per noi italiani che siamo i più vicini a loro. Gli USA hanno rovesciato, con Obama, sinistroide islamico, l’abituale loro politica, dando via libera ai fondamentalisti, come tutti hanno potuto vedere. Spero che in USA qualcuno incominci a porsi delle domande su Obama e su quello che sta combinando. L’avevo scritto fin dall’inizio che era un pericolo per tutti gli occidentali, USA compresi. Adesso si è buttato in questa nuova disastrosa avventura, solo che adesso non si scherza più. Con la Siria ci sono la Russia e l’Iran, un boccone troppo grosso per chiunque. Se scoppia una guerra gli iraniani sicuramente reagiranno, l’hanno già dichiarato e non credo che il bersaglio dei loro missili siano solo le navi americane. Vorranno colpire le nazioni che gli danno appoggio strategico e noi italiani siamo al primo posto. Hanno missili a lunga gittata che possono colpire fino all’Europa del Nord, non dimenticando che forse sono riusciti ad assemblare le atomiche, perciò l’Italia rientra ampiamente nel loro tiro. Sarà il caso che Letta dichiari apertamente che è contrario alla guerra e denunci, apertamente e a gran voce il tentativo degli USA e dei loro alleati, come quello di guerrafondai. Dichiari apertamente che tutte le basi che li riguardano in Italia non saranno accessibili e utilizzabili e lo faccia la più presto, prima che le cose precipitino. Non basta una dichiarazione con la voce acidula della Bonino per metterci in sicurezza e forse non basta nemmeno quella di Letta se non fa un gran casino in merito. Preparatevi perché questa volta saranno ca&&i amari anche per noi, proprio quello che ci mancava tra i casini vari in cui ci troviamo di già.

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 27/08/2013 - 19:21

Temo che non ci sia nulla da fare, faranno come vogliono. Non contano niente le nostre chiacchiere sul forum, la voce della Bonino, poi, è solo che ridicola, fa parte di un Governo d'incapaci e di una nazione senza più prestigio internazionale sia sulla scena politica che su quella economica. L’appellarsi all’ONU, cioè ad un organizzazione deviata, incompetente e manipolata, dice a che livello disastrato siamo giunti. La Siria è storicamente da sempre il territorio che ha provocato attriti tra l’Occidente e il Medio Oriente fin dai tempi degli antichi romani. Il suo rapporto con l’Europa è sempre stato amichevole e hanno rappresentato la diga in Medio Oriente contro il bellicismo islamico, anche se si sono accapigliati con gli israeliani. Aggredirla vuol dire dare via libera al fanatismo islamico di quelle zone e permettere di creare un corpo unico, fra Turchia, Iran e Siria, di fondamentalisti. Un pericolo mortale per l’Europa, soprattutto per noi italiani che siamo i più vicini a loro. Gli USA hanno rovesciato, con Obama, sinistroide islamico, l’abituale loro politica, dando via libera ai fondamentalisti, come tutti hanno potuto vedere. Spero che in USA qualcuno incominci a porsi delle domande su Obama e su quello che sta combinando. L’avevo scritto fin dall’inizio che era un pericolo per tutti gli occidentali, USA compresi. Adesso si è buttato in questa nuova disastrosa avventura, solo che adesso non si scherza più. Con la Siria ci sono la Russia e l’Iran, un boccone troppo grosso per chiunque. Se scoppia una guerra gli iraniani sicuramente reagiranno, l’hanno già dichiarato e non credo che il bersaglio dei loro missili siano solo le navi americane. Vorranno colpire le nazioni che gli danno appoggio strategico e noi italiani siamo al primo posto. Hanno missili a lunga gittata che possono colpire fino all’Europa del Nord, non dimenticando che forse sono riusciti ad assemblare le atomiche, perciò l’Italia rientra ampiamente nel loro tiro. Sarà il caso che Letta dichiari apertamente che è contrario alla guerra e denunci, apertamente e a gran voce il tentativo degli USA e dei loro alleati, come quello di guerrafondai. Dichiari apertamente che tutte le basi che li riguardano in Italia non saranno accessibili e utilizzabili e lo faccia la più presto, prima che le cose precipitino. Non basta una dichiarazione con la voce acidula della Bonino per metterci in sicurezza e forse non basta nemmeno quella di Letta se non fa un gran casino in merito. Preparatevi perché questa volta saranno ca&&i amari anche per noi, proprio quello che ci mancava tra i casini vari in cui ci troviamo di già.

andrea24

Mar, 27/08/2013 - 19:25

La libertà e la superiorità morale che è stata nel tempo concessa stupidamente ai padroni,con tanto di hollywoodiana ed implicita compiacenza dei colonizzati,ha fatto dei cosiddetti padroni i "Supermen" del pianeta,e di tutta la combriccola gli "impuniti di sempre",dando a questi sempre la possibilità di attaccare per primi,anche quando dichiarano formalmente la guerra.

edoo

Mar, 27/08/2013 - 19:40

la siria è solo l'antipasto per l'obiettivo vero e proprio, cioè l'iran

Luigi Maffei

Mar, 27/08/2013 - 20:01

Spero vivamente Letta non decida di coinvolgere l'italia in questa guerra che di "giusto" non ha nulla. Mi chiedo come sia possibile e accettabile che un premier non eletto (quale è il signor Letta) possa essere legittimato a prendere decisioni che non dovrebbero appartenergli. Non è che Obama è anche il nostro presidente?Se è così tutto torna..

Luigi Maffei

Mar, 27/08/2013 - 20:03

Spero vivamente Letta non decida di coinvolgere l'italia in questa guerra che di "giusto" non ha nulla. Mi chiedo come sia possibile e accettabile che un premier non eletto (quale è il signor Letta) possa essere legittimato a prendere decisioni che non dovrebbero appartenergli. Non è che Obama è anche il nostro presidente?Se è così tutto torna..

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Mar, 27/08/2013 - 20:23

L'uso del gas nervino fa orrore mentre viene accettato l'uso di missili lanciati da centinaia di chilometri di distanza.

marcus57

Mar, 27/08/2013 - 20:24

Letta esprime la dura condanna dell'Italia per l'uso di armi chimiche in Siria a Cameron. Letta, l'ometto che quando si rivolge in modo indistinto all'Europa o a qualsiasi leader, a partire da quello dell'Eritrea, esordisce sempre con la fatidica frase:"Noi italiani abbiamo fatto bene i nostri compiti a casa". Degno esempio di italiano senza attributi e cuor di maggiordomo.

Ritratto di padania

padania

Mar, 27/08/2013 - 20:32

America e Gran Bretagna l'uso di armi chimiche e bombe all'uranio impoverito è riservato a noi vedi Kosovo, Irak, Afghanistan perché solo noi le possiamo usare in casa d'altri

Giangi2

Mar, 27/08/2013 - 20:42

Ma se i gas sono stati usati dagli oppositori, che intenzione hanno di fare gli americani? Attaccano lo stesso la Siria?

Ilgenerale

Mar, 27/08/2013 - 21:16

Attacco punitivo, giusto una sculacciata tanto per chiarire che il gas non si usa! ....hahahaha , qualcuno dei presenti se la beve?!?! Hahahaha , bei tempi quelli in cui la Germania ammassava 113 divisioni sulle nazioni confinanti perché reclamava lo spazio vitale!! Almeno non c'era ipocrisia, la democrazia invece ha bisogno di mentire per usare le armi!!!

Ilgenerale

Mar, 27/08/2013 - 21:20

SIGNORI ASSAD STA SOLO RESIDTENDO AD AL QAEDA!!! Nessuno si chiede perché gli USA vuole aiutare il suo acerrimo nemico?!?!? Quando vi sarete dati la risposta corretta capirete anche cosa gli USA stanno tramando in quelle terre!!!

verbus

Mar, 27/08/2013 - 21:45

Ma che SCHIFO STI SINISTRI ipocriti fino alla nausea quelli che: LA DEMOCRAZIA NON SI ESPORTA. La lista è lunga l'Iraq morte continua di civili e bambini, Sudan e Nigeria strage di civili indifesi ecc. ecc. I FAMIGERATI DIRITTI UMANI VIOLATI? ELITE per pochi eletti? OBAMA UGUALE AD ESPOSITO?

m.nanni

Mar, 27/08/2013 - 21:59

Niente basi italiane in questa nuova avventura siriana senza l'ok dell'Onu; quello che doveva fare il governo Berlusconi contro l'assalto francese sulla Libia e l'assassinio di Gheddafi. Berlusconi in quella circostanza s'è fatto calpestare da Napolitano e noi a gridare, urlargli a squarcia gola di prendere le distanze e farsi rispettare. anche in quella circostanza ha ascoltato le Colombe Consigliere, che difatti, strada facendo e consigliando l’hanno portato alle soglie del carcere. o, peggio ancora, ai servizi sociali.

CALISESI MAURO

Mar, 27/08/2013 - 22:05

Un po di anni fa criticai il giornalista Massimo Fini su un articolo estremamente severo nei confronti degli Usa, definiti guerrafondai. Avevo torto. La popolazione statunitense non e' cattiva e se devo essere sincero forse migliore della nostra. Tuttavia sono ingenui e vengono usati dal loro stato ormai in mano a dei pazzi. La Siria e' solo una tappa dell'inferno che si sta scatenando su tutto il mondo, rimane una Russia indebolita e una Cina che bada solo ai suoi interessi commerciali. Da brividi quello che sta succedendo.

gi.lit

Mar, 27/08/2013 - 22:09

No,niente basi italiane. Tanto meno con l'ok dell'Onu.

m.nanni

Mar, 27/08/2013 - 22:53

Niente ok all'uso di basi italiane in questa nuova avventura siriana; così il governo Letta. quello che doveva fare il governo Berlusconi contro l'assalto francese sulla Libia e l'assassinio, il crimine premeditato di Gheddafi. Berlusconi in quella circostanza s'è fatto calpestare da Napolitano e noi a gridare, urlargli a squarcia gola di prendere le distanze e farsi rispettare. ci ha fatto molto adirare. avevamo giurato in molti di non seguirlo più. poi questa sinistra demente e bolscevical'ha fatto diventare simbolo di libertà e noi nuovamente a difenderlo perchè lo stalinismo non s'impossessi dell'Italia. anche in quella circostanza ha ascoltato le Colombe Consigliere, che difatti l’hanno portato consigliando consigliando, ai bordi del carcere. o, peggio ancora ai servizi sociali.

Ritratto di Tora

Tora

Mar, 27/08/2013 - 23:08

Mi auguro vivamente che la Russia e l'Iran intervengano a favore della Siria di Assad. Vorrei finalmente vedere Obama, Cameron, Hollande e la formichina Letta, strisciare nella polvere.

Ritratto di Destrimane

Destrimane

Mar, 27/08/2013 - 23:41

tra l'altro nell'Onu la Germania non conta una fico secco in quanto i membri permanenti con diritto di veto sono i paesi vincitori della 2° guerra mondiale (USA, Francia, Gran Bretagna, Cina, Russia)....

Ritratto di Dhigufinolhu

Dhigufinolhu

Mar, 27/08/2013 - 23:48

Obama...Nobel per la pace?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 28/08/2013 - 00:06

Ormai dovremmo avere imparato la lezione che si è ripetuta troppe volte per ignorarla. Se si stanno scannando tra mussulmani noi non dobbiamo entrarci per nessuna ragione al mondo. NON DOBBIAMO CADERE NEL TRANELLO DEL TERRORISMO ISLAMICO CHE FA DI TUTTO PER COINVOLGERCI. SPERIAMO LO CAPISCANO ANCHE GLI USA.

Demy

Mer, 28/08/2013 - 02:11

Non si vogliono rendere conto che questa è una dichiarazione di guerra a tutti gli effetti, e non pensano alle gravi conseguenze che ne possono derivare, e questo per la volontà degli USA & alleati.Non basta condizionare il mondo con le loro false agenzie di rating,non basta il crollo delle borse in Europa, no, loro devono fare un'altra guerra poi, se possibile,andranno le loro Aziende per la ricostruzione del Paese.Impongono la loro volontà senza pudore, e tutto ciò in nome della democrazia da esportare in altri Paesi.Quali Paesi,da loro bombardati ha,successivamente,goduto di libertà,benessere e democrazia? Forse la Libia,l'Egitto,l'Iraq,l'Afganistan o altri Paesi del Nord Africa? l'ONU,un carrozzone che mangia miliardi di dollari senza fare nulla, se non acquisire prestigio (a parole) e mantenere le poltrone ai pochi eletti.La Nato,ormai simile più ad un circolo ricreativo per pensionati in divisa,per non parlare degli ex Caschi Blù,ormai presenti nelle figurine Panini e basta.Gli Usa,che basano la loro democrazia (?) sullo sterminio di milioni di indiani(pellerossa),il loro potere economico sulle agenzie di rating sotto il loro controllo,il monopolio del mercato delle armi nel mondo,il loro sistematico attacco alla sovranità di altri Paesi lontani dalle coste americane.Usano il loro potenziale bellico per assoggettare chi non la pensa come loro o,come sempre fatto,per imporre la loro supremazia per conquistare il potere commerciale, vedasi Libia,Iraq ed altri Paesi dove hanno tentato di imporsi con le armi democratiche: Bombe,missili,militari addestrati alla conquista del territorio altrui.Da quando sono nati come Nazione hanno fatto, e causato, più guerre loro che tutti gli altri Paesi del Mondo.Hanno fallito missioni di conquista in Centro e Sud America ma, bntà loro,hanno addolcito il grande Brasile dove investono miliardi di dollari per contrastare l'economia Europea, e questo è dimostrato dal parallellismo della borsa brasiliana con quella americana.Non potendo fare concorrenza diretta all'Europa,investono in quel Paese per aiutare l'economia americana, e questo a discapito della democrazia e della libertà.Basti pensare che il presidente brasiliano è un'ex terrorista,un'assassina comunista ma,in nome della democrazia americana tutto è possibile.Hanno invaso il mondo di guerre inutili predicando democrazia,libertà e benessere, ma si sono dimenticati delle due Torri.Forse aspettano che l'esasperazione di alcune frange estremiste faccia qualche altro attentato eclatante, poi troverebbero la scusante di attaccare un'altro Paese.Spero che la Russia,la Cina,la Korea del Sud,il Giappone,l'India ed altri Paesi dell'APEC facciano un loro FMI, cosi finiranno i sogni di gloria degli USA e dei suoi alleati conquistadores del terzo millennio.Predicano la pace, ma ti puntano la pistola alla tempia, questo è il simbolo del Nobel per la pace,un'abbronzato che stà causando più danni di uno tsunami di primo grado.Il presidente del Consiglio Letta condanna il regime Siriano ma, insieme al suo ministro di colore, non pensa ai problemi che tutto ciò causerà agli Italiani, per lui è importante l'immagine dell'Italia nel mondo, come quella che stiamo vivendo/subendo ad opera dell'India che sequestra i nostri militari,della CIA che si prende un ricercato per reati commessi in Italia ma,.......parlano di democrazia, quando in Italia c'è un regime giudiziario che ci stà privando anche della libertà di pensiero,di opinione e, non per ultimo,anche la speranza per un futuro migliore.Il capo Italiano,nonchè capo della magistratura,della politica e dei poteri forti che si nascondono nelle varie testate giornalistiche cosa fà? Per adesso pensa,... poi agirà, ma solo per bloccare l'indagine giudiziaria sulla trattativa Stato-Mafia dove lui è coinvolto.Anche questa è guerra, e le vittime siamo noi Italiani incapaci di reagire.

paolonardi

Mer, 28/08/2013 - 05:14

L'inquilino della Casa Bianca sta dando l'ennesima dimostrazione della sua scarsa levatura politica ed intellettuale. Non gli e' bastato il sostegno alla primavera araba: sbagliare e' umano, ma perseverare e' da imbecilli. Nel titolo e' ricordata la sigla NBC e, dato il QI del nostro, non vorrei che indicasse, come acronimo, guerra nucleare, biologica e chimica.

Duka

Mer, 28/08/2013 - 07:42

Ma allora secondo Bonino pensiero, se un ente terzo da il permesso di uccidere si può fare? E con ciò abbiamo una scemenza in più. Quindi, sempre secondo Bonino pensiero, uccidere buttando bombe è lecito mentre ottenere lo stesso risultato con altri mezzi no? Certo che al governo abbiamo dei CERVELLI!!!!!

Ritratto di Baliano

Baliano

Mer, 28/08/2013 - 07:54

Ok, niente coinvolgimenti senza un "mandato ONU" e ci sta. Ma speriamo, almeno, che i "pacifisti", dell'ultim'ora, non si facciano coinvolgere nella tesi scellerata che tutti gli ispettori ONU in Siria siano tutti dei venduti, al soldo degli Yankee "cospirazionisti", o che siano tanti allocchi che scambiano, la CO2 e le "fetecchie" siriane per "soman" e "sarin"; e/o che i "ribelli" li abbiano trafugati in quantità industriali al "cherubino" Hassad. Almeno questo, No grazie!

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 29/08/2013 - 12:09

Chissa dove arriva la certezza del nostro lettuccio , che asserisce l uso di armi chimiche da parte dei governativi siriani. Magari avra visto quelche film tipo Halabja dove Saddam fu incolpato di usare gas , quando poi si rivelo che ad usarlo furono gli Iraniani.Poi considerando le tecniche moderne possiamo fare a meno di andare sul posto per accetamenti .Vorrei quel filmato al festival di Venezia, dove il leone dóro lo vincerebbe il grande regista di guerre chiamato usama bin obama.

Giorgio5819

Gio, 29/08/2013 - 19:03

ONU- Organizzazione Non Utile,che ci frega del loro ok? Poi ci pensano loro a raccattare i profughi nel mediterraneo,aprono loro i centri accoglienza per farli devastare, li mantengono loro? Niente basi,e per quanto mi riguarda onu ente inutile e costoso per l'umanità