Usa, sfuma l'accordo al Congresso: "chiude" lo Stato federale. Tagliati i servizi

Il Congresso Usa non trova l'accordo per finanziare il governo degli Stati Uniti. Un decreto d'urgenza della Casa Bianca finanzia i militari all'estero. L'ira di Obama

Niente accordo sulla finanziaria, l'America è bloccata. Il muro contro muro tra repubblicani e Casa Bianca (soprattutto sulla riforma sanitaria) alla fine ha prevalso. Tecnicamente si chiama shutdown: l’amministrazione è costretta a tagliare i servizi per la mancata approvazione del bilancio federale. La paralisi comporta la parziale chiusura delle agenzie governative. Ottocentomila dipendenti pubblici (su un totale di 2 milioni) rischiano il posto, con un costo all’erario di oltre un miliardo di dollari. L’ultima volta che si era presentata una situazione simile era nel 1996, sotto l’amministrazione di Bill Clinton. Obama ha firmato un provvedimento che assicura che i militari dell’Esercito in servizio attivo e della Guardia Costiera continuino a essere pagati anche durante lo shutdown. Qualche minuto prima della mezzanotte, l’Office of Management and Budget della Casa Bianca aveva emesso una nota rivolta alle agenzie federali per chiedere l’avvio delle procedure per "l’esecuzione dei piani per sospendere in modo ordinato le loro attività". "Sfortunatamente non abbiamo chiare indicazioni che il Congresso possa agire in tempo perché il presidente possa firmare una risluzione di prosecuzione entro la fine del giorno primo ottobre 2013", si legge in un memorandum diffuso dall’ufficio Gestione e bilancio della presidenza americana. "Questo è un giorno molto triste per il nostro Paese", ha commentato il democratico Harry Reid, leader della maggioranza al Senato, che ha bollato come "anarchici" i repubblicani che hanno impedito l’approvazione del bilancio alla Camera. Nancy Pelosi, capogruppo democratico alla Camera, ha ribadito lo stesso concetto: "È un giorno davvero triste nella storia del Congresso".

La rabbia di Obama

"Malauguratamente - ha detto il presidente in un video realizzato dalla Casa Bianca per i militari - il Congresso non ha adempiuto le proprie responsabilità. Non è stato capace di approvare un bilancio e, come risultato, gran parte della nostra amministrazione adesso deve chiudere, fino a quando il Parlamento non tornerà a finanziarla". Obama ha promulgato norme di emergenza che permetteranno il pagamento dei salari per i militari che, ha sottolineato, continueranno il loro normale stato di servizio. "Garantiremo che abbiate ciò di cui avete bisogno per completare le vostre missioni. Le minacce alla nostra sicurezza nazionale non sono cambiate, e ci occorre che siate pronti per qualsiasi evenienza". Diverso, ha quindi avvertito il presidente, il discorso per quanto riguarda il personale civile delle Forze Armate, specie per quello adibito a mansioni non essenziali: in gran parte, infatti, non potrà essere più pagato. "So che i giorni a venire potrebbero significare una maggiore incertezza, ivi compresi possibili congedi", ha ammesso, "e so che questo arriva subito dopo i licenziamenti che molto tra voi hanno già dovuto sopportare in estate. Voi e le vostre famiglie", ha puntualizzato Obama, "meritate di meglio rispetto ai malfunzionamenti cui abbiamo assistito in Congresso. Continuerò ad attivarmi affinchè lo stesso Congresso faccia riaprire il nostro governo il più presto possibile, e vi faccia ritornare al lavoro quanto prima". Più tardi il presidente, rivolgendosi ai dipendenti pubblici, ha detto: "Lo shutdown. Troppo spesso venite trattati come un punching ball".

Cosa succede ora

Il direttore del Bilancio della Casa Bianca, Sylvia Mathews Burwell, ha detto che non è chiaro quanto a lungo potrà o dovrà protrarsi lo shutdown (l'ultima volta, nel 1996, durò 22 giorni). Burwell ha sollecitato il Congresso ad approvare al più presto un bilancio di esercizio provvisorio, onde permettere ai ministeri di riprendere a funzionare per il resto dell’anno fiscale, e ripristinare l’operatività dei servizi e dei programmi pubblici essenziali. Entro il 17 ottobre il Congresso dovrà approvare la manovra di innalzamento. In caso contrario oltre al blocco (shutdown) l'America rischia il default. Ovvio che nessuno ha interesse a tirare la corda fino a farla spezzare. Bisogna vedere quale sarà il punto d'incontro tra democratici e repubblicani.

Braccio di ferro sulla riforma sanitaria

Si è arrivati alla rottura - e quindi allo shutdown - perché i deputati repubblicani vicini al Tea Party hanno preteso, in cambio del finanziamento del governo, il rinvio di un anno dell’entrata in vigore della riforma della Sanità. Tutto liscio alla Camera, dove lo speaker repubblicano, John Boehner, si è espresso a favore della nomina di un negoziatore. Ma Reid, leader democratico al Senato, non ha voluto saperne di escludere Obamacare, uno dei punti principali dell’azione di governo del presidente, e ha rimandato indietro la bozza. E così si è consumata l’ultima e più drammatica puntata della battaglia dei repubblicani contro la riforma sanitaria, che proprio da oggi diventa in gran parte operativa: molti cittadini americani potranno sottoscrivere un’assicurazione sanitaria che sarà attiva dal primo gennaio 2014 e che garantirà la copertura a 34 milioni di americani che in passato non potevano permettersene una. La legge approvata nel marzo 2010 sta entrando in vigore a scadenze scaglionate: quella di oggi riguarda la copertura assicurativa, ma altre parti entreranno in vigore da qui al 2020.

Le reazioni dei repubblicani

Lo shutdown è un passaggio molto delicato per l’economia e la vita quotidiana degli americani. Non è quindi un caso che cinque tra i candidati repubblicani più in vista per la nomination del 2016 non abbiano detto praticamente nulla circa la quasi certa "chiusura" dello Stato federale. Come sottolinea Politico.com, leader come Chris Christie, Ron Paul, Marco Rubio, Bobby Jindal e Scott Walker da giorni non affrontano il tema, evitando con cura. E da registrare c'è anche il tentativo in extremis di una pattuglia di 25 repubblicani moderati di evitare lo shutdown, sfidando apertamente i vertici del partito.

Commenti

cgf

Mar, 01/10/2013 - 09:23

l'America dovrebbe trovare il coraggio di licenziare Obama, non si può costantemente spendere sempre di più senza tagliare il superfluo e non mi riferisco 'solo' al golf, qualche guerra in meno per il premio nobel della pace... no? e pensare che aveva trovato qualche miliardo di dollari per andare in Siria, li usi per pagare gli stipendi visto che in Siria...

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 01/10/2013 - 09:25

Il Negro Obama ha collezionato un'altra sonora figuraccia. Bene hanno fatto i Repubblicani ad opporsi soprattutto alla demagocica riforma sanitaria che avrebbe aperto una voragine senza fondo. Non a caso anche l'altro presidente democratico americano che fece la stessa figuraccia fu il bamboccione Bill Clinton. La dimostrazione solare della totale incapacità dei "Democratici" ad amministrare l'America. Ora il negretto si arrabbia e prova sfacciatamente, come tutti gli arroganti incapaci, a scaricare le sue personali responsabilità sul Congresso non facendo altro che amplificare la sua figura di merda!

Ritratto di elio2

elio2

Mar, 01/10/2013 - 09:26

Bel risultato delle politiche economiche dell'abbronzato, secondo me meriterebbe di avere anche il nobel per l'economia, non sulla fiducia, come quello sulla pace, ma sui fatti. Non era mai successo, (ancora) che un presidente americano portasse il paese per ben due volte sull'orlo dell'abisso, solo uno di sinistra ci poteva riuscire, che però doveva essere ancora più a sinistra dei suoi predecessori.

gneo58

Mar, 01/10/2013 - 09:36

bene, e in Italia quando ? (va da sé che chi rimane deve lavorare.....)

blackbird

Mar, 01/10/2013 - 09:37

Oibò, che anche la Grande America abbia un sistema imperfetto che non assicura la governabilità? Nossignori, gli USA hanno un sistema nel quale i vari poteri dello Stato esercitano un forte controllodel l'uno sull'altro! E ciò dimostra che la famosa frase "chi ha la maggioranza governa" è una bufala! Un buon governante DEVE costruire la propria azione politica con un compromesso accettato da tutti. Non può accadere che riforme importatni passino per una manciata di voti: prima o poi questi voti saltano e tutto viene rimesso in discussione. Nella Grande America e nella piccola italietta!

Mr Blonde

Mar, 01/10/2013 - 10:05

elio2 ha anche riportato l'economia ai massimi e la disoccupazione a livello pre crisi, e la botta di debito pubblico deriva dagli enormi salvataggi fatti all'epoca di bush; ma ovviamente è sinistra è pure di colore figuriamoci che serenità di giudizio

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 01/10/2013 - 10:07

chiusa la tipografia?

cgf

Mar, 01/10/2013 - 10:16

@elio2 guardi che è già successo che lo stesso presidente abbia sforato più volte e si è visto costretto a chiedere al Congresso di autorizzare a maggiori spese, poi tenga presente i democratici negli USA sono più a destra di Storace!! che siano spesso visionari e per nulla pratici ed incapaci di risolvere le grandi questioni rispetto ai repubblicani... si, questo li accumuna molto con i sinistroidi de noialtri, ma non li 'accumuni' troppo, non faccia il gioco di chi si appropria dell'asinello come simbolo, si atteggi a quello che non è solo per assonanza perché 'fafigo', ripeto i dem in us sono più a DX di... i nostri ben si guardano dal dire che ancora oggi diversi di loro sono ancora 'indesiderati' ed i grattacieli di NYC li possono vedere solo in cartolina.

kayak65

Mar, 01/10/2013 - 10:29

complimenti obama! voleva e vuole fare la guerra a tutti i costi all siria, rimane senza soldi per due volte da inizio mandato, ma continua ad essere apprezzato solo perche' il colore della pelle e' nero.e come il clinton adultero e che aveva permesso la fuga di bin laden con conseguenze devastanti per l'america ed il mondo, sara' sempre scusato e sostenuto. a sinistra se sei "diversamente" diverso, sesso,pelle,religione o condizione sociale sarai sempre osannato anche se commetti errori mostruosi.si sa che la morale sinistra e' sempre superiore! anche in italia funziona nello stesso modo;basti vedere la ministra nera o la "casta" boldrini.anche se dicono e fanno danni irreparabili, c'e' sempre l'ala comunista che li protegge e le santifica.

gian paolo cardelli

Mar, 01/10/2013 - 11:08

800.000 dipendenti pubblici in un paese con 300 milioni di abitanti, mentre in Italia ne abbiamo più di 3 milioni a fronte di una popolazione di 60: QUESTA, è la vera notizia su cui scandalizzarsi!!!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mar, 01/10/2013 - 11:17

Per il PD la crisi USA è colpa di Berlusconi.

paolonardi

Mar, 01/10/2013 - 11:17

Questodimostra che gli americani, al di fuori della rappresentazione macchiettara, sono perdono serie. Hanno impedito al non statista Obama di portare nel loro paese una riforma che avrebbe scialacquato un terzo del bilancio statale. Guardiamo a casa nostra quanto ci costa la sanità pubblica e la sua funzionalità. Anche i paesi del nord Europa, portati sempre ad esempio, stanno, sia pur lentamente, rallentando sullo stato sociale per il suo costo insostenibile per qualsiasi economia. Anche da noi hanno introdotto i famigerati ticket, un vero obbrobrio. Ero un dipendente statale e sono in quiescenza con una pensione discreta che sarebbe stata ottima senza la svalutazione iniziale del 50% voluta da Mortadella; ed allora, siccome secondo lo stato sarei ricco, per ogni prestazione alla mia famiglia ne devo pagare una parte; ma ho già pagato di più durante i 42 anni di versamenti per l'assicurazione malattia. Sarebbe come se in caso d'incidente la società che assicura la mia auto mi chiedesse il modello unico e mi imponesse una franchigia a seconda del reddito. Solita solfa: non si riducono gli sprechi per una burocrazia inutile, ma si aumentano le tasse. Bravi americani; mandate a spasso l'omuncolo osannato dai sinistri.

G_Gavelli

Mar, 01/10/2013 - 11:20

Obama vuole imporre a tutti i costi una riforma sanitaria che costerà allo stato molto di più che non curare, come oggi, gli ammalati sprovvisti di assicurazione. E' chiaro - i conti in stima sono già stati fatti - che potendo finalmente disporre del medico di base e via dicendo, milioni di Americani si muoveranno all'italiana od alla spagnola, facendosi prescrivere (ottenendoli, perchè i medici di base sanno che ogni assistito per loro vale un tot come introiti) cure e sopratutto accertamenti diagnostici non necessari. Le assicurazioni controllano, la Sanità pubblica lo fa poco o niente. Non dica Obama che la colpa del mancato budget è dei Repubblicani, come non dicano costoro che è colpa dei Democratici. Non è comunque del tutto vero quello che scrivete: moltissimi dipendenti federali andranno comunque a lavorare e verranno pagati con gli arretrati al momento che il Budget verrà approvato. Lo so per certo, da email di ieri sera: quello che sto dicendo capiterà da oggi a mia nuora ed personale del reparto di NIH da lei diretto.

Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Mar, 01/10/2013 - 11:24

Toh... Sembra la situazione italiana dove c'è chi tassa sempre più e chi invece vuole tagliare per far riprendere l'economia sinora mantenutasi grazie alle iniezioni di liquido della FED. Naturalmente gli irresponsabili sono i repubblicani e non il presidente che manda a casa 800000 persone !! Come da noi gli irresponsabili sono "le destre" mentre loro, i tassatori, le sinistre illiberali e parruccone sono dei bravi ragazzi. Puah....!!

Ritratto di frank.

frank.

Mar, 01/10/2013 - 11:43

Luigi morettini...demagogica riforma sanitaria??? Ma in America il 40% della popolazione non ha accesso alla sanità minima, e rischia di morire per un'appendicite e tu me la chiami demagogica??? Facile parlare quando si abita in un paese in cui se hai un incidente ti curano di tutto punto e non ti abbandonano per strada in mancanza dell'assicurazione!!

cgf

Mar, 01/10/2013 - 12:10

@frank nemmeno in Italia, io devo pagare tutto nonostante che tra IRAP e IRPEF pago molto di più di altri. Sa che ho fatto due conti.... con quello che pago di IRAP, la cui destinazione è prevalentemente per la Sanità *REGIONALE*, potrei pagarmi almeno TRE assicurazioni negli US ed accedere a strutture di prim'ordine e senza aspettare mesi per una visita!! Perché non emigro? sto già attivandomi per la green card ma non è il solo Paese che sto guardando! BTW la sanità pubblica negli USA c'è e FUNZIONA, molto meglio di tantissime ASL in Italia, solo che... come in Italia.... però ai cittadini è data la LIBERTA' di scegliere se pagarsi un'assicurazione e... che strano, la stragrande maggioranza opta per la sanità privata! Ora l'abbronzato vorrebbe togliere questa libertà acquisita, però per spendere milioni di USD in armamenti ed altro non ci pensa 2 volte.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 01/10/2013 - 12:18

prestigiatore di mezza tacca: voleva attirare l'attenzione dell'opinione pubblica americana su un problema esterno quale la Siria per nascondere le magagne interne. trucchi degni di una servetta con grembiulino e cuffietta bianca. Vero che il debito pubblico in U.S.A. e' un problema vecchio come Noe', come pure vero che obama non solo ha fatto nulla per mitigarlo ma si e' adoperato per accentuarlo al massimo. Purtroppo come sempre accade negli Stati Uniti, la soluzione dei problemi e' cercato sempre al di fuori dei confini. Theodore Roosvelt entrerebbe in una guerra gia' attiva. Delano Roosvelt si farebbe affondare una flotta pur di cercare la guerra. John Kennedy equipaggerebbe un altro contingente di fuori-usciti cubani. Vediamo cosa si inventera' Obama.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 01/10/2013 - 12:31

@frank , non voglio ironizzare sul fatto che in Italia se una persona ha un incidente, viene curata di tutto punto...ma lei ha ragione: negli Stati Uniti chi non puo' pagarsi l'assicurazione sanitaria e' ''fuori'', ma nella realta' non era neppure cosi'; sono sempre esistiti ospedali che curavano malati non assicurati e comqunque l'assicurazione sanitaria non ha un costo elevatissimo, quindi la percentuale dei potenzialmente ''non assistiti'' diminuisce di molto ed ingloba gli immigrati clandestini ed i rejetti o vagabondi che sono destinati a marcire nei bassifondi dell'umanita' urabana. Badi bene, io non ci vedo nulla di giusto in tutto cio', ma cosi' e' laggiu'. Cio' che deve importare a noi e' che un crack in U.S.A. si ripercuotera' su tutti noi, in un modo o nell'altro.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 01/10/2013 - 12:43

Mr. "Yes we can" sembra che abbia dato retta a Napolitano e se ne è fregato della buona amministrazione,e questi sono i risultati. Allora aspettiamoci licenziamenti di massa anche in Italia, nel privato ci sono già stati, tocca alla P.A.

paolonardi

Mar, 01/10/2013 - 13:01

@ frank. Perché scrive di cose che non conosce. Non e' vero che in USA la gente muore per strada e che il 40% della popolazione non ha assistenza sanitaria. Ha mai avuto un'esperienza degli ospedali americani? Evidentemente no perché altrimenti saprebbe che esistono ospedali pubblici gestiti come le nostre strutture e che tutti gli ospedali sono, per legge ad erogare assistenza d'urgenza. Quella "carta" che viene richiesta non e' quella di credito, ma un qualcosa che ora abbiamo anche noi sotto il nome di tessera sanitaria e che funziona come documento d'identità. Quello che lei racconta e' una presa in giro messa in giro dai suoi compagnucci. Ho toccato con mano quelle realtà frequentando l'università medica di San Francisco e conosco quello di cui parlo al contrario di lei. Del resto la mortalità americana non e' maggiore che in altri paesi come sarebbe se quello che racconta fosse vero. Non dimentichi l'eccellenza della scienza medica statunitense che non trova riscontro in altra parte del mondo. Pubblicare articoli scientifici in USA, ed io l'ho fatto, e' molto difficile per il rigore dei loro comitati di redazione.

-cavecanem-

Mar, 01/10/2013 - 13:02

@MrBlonde, quelle figure sono solo su carta, te lo dico dall'oltreoceano, non e' cambiato poi molto. Il boost e' stato molto fiacco. @Frank, ti ha risposto gia' CGF. L'obamacare e' un flop micidiale, quello che dovrebbero far in America, magari, e'regolare i costi della sanita' e dell'industria farmaceutica che son alti.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 01/10/2013 - 13:35

xcgf-Che stiano piu a destra di Storace e poi si comportano come i pezzenti comunisti italiani .Aqualcuno di cui sopra vorrei ricordare la crisi economica e tuttora in atto , e comincio´ con questo burattino .C era bisogno di fare assicurare i negri americani , potevano benissimo assicurarsi da soli ,cappio Hanno fatto in tutti questi anni , tanto lo stato non paga.

levy

Mar, 01/10/2013 - 13:40

Secondo me l'America è un gigante dai piedi d'argilla, credono nella loro eccezzionalità, che è un po' come dire: noi siamo i migliori, si sopravvalutano e confidano sopratutto nel potere della loro forza militare. Obama non fa' altro che peggiorare la situazione: ha gonfiato il debito che in proporzione, fa' impallidire quello italiano.

gian paolo cardelli

Mar, 01/10/2013 - 13:44

800.000 pubblici dipendenti per 300 milioni di cittadini, mentre da noi 3 milioni a fronte di sessanta: la VERA NOTIZIA è questa, ma vedo che si preferisce ignorarla...

paolonardi

Mar, 01/10/2013 - 14:12

Caro frank il lavaggio del cervello dei tuoi compagni con te ha funzionato egregiamente. Tutto quello che scrivi non e' assolutamente vero. Ti consiglio un viaggio nella sanità americana che e', e le statistiche sono li' a domostrarlo, la migliore del mondo per qualità e quantità. Non creda alla propaganda rossa, si documenti seriamente, non dando retta ai discorsi, e vedrà che quello che sostiene e' quanto di più lontano alla realtà si possa immaginare.

Raoul Pontalti

Mar, 01/10/2013 - 14:20

gian paolo cardelli non dire sciocchezze da bananas: il rapporto dipendenti pubblici/abitanti è molto simile nei paesi occidentali (con poche eccezioni tra le quali non rientrano gli USA) e Tu per gli USA confondi dipendenti federali con dipendenti pubblici in generale mentre per l'Italia annoveri, peraltro per difetto, anche i dipendenti comunali, regionali, provinciali, etc. In realtà negli USA i dipendenti pubblici sono circa 19 milioni, contando anche i dipendenti "statali" (degli oltre 50 Stati che compongono l'Unione) e degli altri enti pubblici.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 01/10/2013 - 14:21

Xgian paolo cardelli- Be contando il quirinale , viminale ,esquilino ,capitolino celio ,aventino e palatino , ci aggiungiamo montecitorio, palazzo madama ,e tutti i palazzinari d´ Italia ,parrebbe che 3 milioni sono pochi.Altrimenti la gentaglia rossa come mangia ?

Mario-64

Mar, 01/10/2013 - 14:24

gian paolo cardelli, questi sono solo i dipendenti pubblici federali ,il totale ,contando i dipendenti dei vari stati e' notevolmente superiore. Certo che se gli ospedali sono privati ,vere e proprie aziende, i dipendenti non sono pubblici come da noi. C'e' pero' un piccolo particolare ,in America la sanita' si paga ,se ti rompi una gamba prima di portarti in ospedale ti chiedono l'assicurazione o la carta di credito. Qui ti curano gratis. Anche su questo si dovrebbe meditare... Il numero dei dipendenti pubblici italiani e' esattamente uguale a quello dei tedeschi ,e meno della meta' di quello degli svedesi, come vede siamo in media. Semmai dovrebbero lavorare un po' di piu' . Ma questo e' un altro problema.

gneo58

Mar, 01/10/2013 - 14:50

e intanto noi qui tra immigrati che affollano pronto soccorso ed ospedali e costringono, CHI GIA' PAGA PROFUMATAMENTE servizi sanitari che non funzionano, a ricorrere e PAGARE NUOVAMENTE un medico/cure private e spese stratosferiche per un apparato pubblico che non funziona stiamo soccombendo ogni giorno di piu'

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 01/10/2013 - 15:01

....Se va male là che pretendono di governare il mondo, cosa volete che sia l'unpercento di Iva o mezza IMU...

gian paolo cardelli

Mar, 01/10/2013 - 15:10

Sto cercando altre info al riguardo: le ultime danno comunque un 5% di pubblici dipendenti sul totale forza lavoro negli USA contro il 7,5% qui da noi, sempre a nostro discapito va. Ora sto cercando i costi, e temo per gli "statalisti" qualche altra brutta sorpresa...

maxaureli

Mar, 01/10/2013 - 15:31

Eccomi... arrivo!!

Mr Blonde

Mar, 01/10/2013 - 16:00

Marforio guarda che nel pubblico ci sono tanti elettori di dx che di sx, la generalizzazione e' puerile; poi che non si taglia mai x paura di perdere voti questo e' un male che non ha mai seriamente affrontato nessuno

gian paolo cardelli

Mar, 01/10/2013 - 16:19

Chiedo conferma di quanto ho trovato: parrebbe che i 22 milioni di pubblici dipendenti USA costino complessivamente 80 miliardi di dollari, mentre i 3 milioni e mezzo di pubblici dipendenti italiani costino 166 milioni di euro... vi prego: provatemi che ho sbagliato!

maxaureli

Mar, 01/10/2013 - 16:45

Osservo con "piacere" che molti commentatori sono disinformati al riguardo di Obuma-Care e del servizio sanitario degli states. Non basta essere turisti o residenti temporanei per giudicare il sistema sanitario di questo paese. Si deve vivere costantemente per capire come funziona la realta' quotidiana prima di parlare e giudicare. - 1) Obuma da oggi, Primo Ottobre, obblica tutti i cittadini che non sono coperti da una assistenza sanitaria, di acquistare una assicurazione sanitaria "PRIVATA". Dipende in quale stato la persona o famiglia risiede, il costo varia da $350 a $550 mensili per persona. Una famiglia media di 5 persone (2+3 genitori e figli) sono obbligati a sborsare annualmente $27.000 (ventisette mila Dollari - ventuno mila Euro). Da non dimenticare il famigerato "Copayment or Copay". Che cosa e'? La polizza assicurativa annua prevede che l'assicurato paghi di tasca sua l'ammontare della spesa sanitaria iniziale che riceve nell'arco di un anno prima che l'assicurazione inizia a pagare l'assistenza. ... esempio pratico: l'assicurato deve affrontare (nell'arco di un anno assicurativo) la spesa di circa $800 a $5,000 (o oltre) le spesa sanitarie, prima che l'assicurazione copre l'assicurato (in una percentuale del 50% - 80%) al servizio sanitario dell'individuo. 2) Peccato che per molti di voi non e' a conoscenza dell'esistenza della copertura sanitaria Federale chiamata C.O.B.R.A. in vigore da decine e decine e decine di anni. Tre categorie A B C. - A: lo stato Federale copre tutte le spese sanitarie per un individuo che nonn e' in grado di assicurarsi privatamente. B e C copertura parzile in percentuale da parte dello Stato Federale in base al reddito dell'individuo o nucleo familiare. (seguo)

mbotawy'

Mar, 01/10/2013 - 16:49

Un impeachement per l'Obama sarebbe cosa salutare per salvare l'affondamento degli U.S.A.,dovuto,inoltre, alle assurde e inconclusive spese militari ragione della emissione di triglioni di dollari dalle stampanti cartacee dello stato americano che non tiene obligazione,come altri stati, di una riserva aurea corrispondente.Seria preoccupazione questa per i mercati mondiali,per cui Russia,Cina,Giappone ed altri gia' discutono per l'introduzione di una nuova moneta mondialmente riconosciuta

maxaureli

Mar, 01/10/2013 - 17:04

Osservo con "piacere" che molti commentatori sono disinformati al riguardo di Obuma-Care e del servizio sanitario degli states. Non basta essere turisti o residenti temporanei per giudicare il sistema sanitario di questo paese. Si deve vivere costantemente per capire come funziona la realta' quotidiana prima di parlare e giudicare. - 1) Obuma da oggi, Primo Ottobre, obblica tutti i cittadini che non sono coperti da una assistenza sanitaria, di acquistare una assicurazione sanitaria "PRIVATA". Dipende in quale stato la persona o famiglia risiede, il costo varia da $350 a $550 mensili per persona. Una famiglia media di 5 persone (2+3 genitori e figli) sono obbligati a sborsare annualmente $27.000 (ventisette mila Dollari - ventuno mila Euro). Da non dimenticare il famigerato "Copayment or Copay". Che cosa e'? La polizza assicurativa annua prevede che l'assicurato paghi di tasca sua l'ammontare della spesa sanitaria iniziale che riceve nell'arco di un anno prima che l'assicurazione inizia a pagare l'assistenza. ... esempio pratico: l'assicurato deve affrontare (nell'arco di un anno assicurativo) la spesa di circa $800 a $5,000 (o oltre) le spesa sanitarie, prima che l'assicurazione copre l'assicurato (in una percentuale del 50% - 80%) al servizio sanitario dell'individuo. 2) Peccato che per molti di voi non e' a conoscenza dell'esistenza della copertura sanitaria Federale chiamata C.O.B.R.A. in vigore da decine e decine e decine di anni. Tre categorie A B C. - A: lo stato Federale copre tutte le spese sanitarie per un individuo che nonn e' in grado di assicurarsi privatamente. B e C copertura parzile in percentuale da parte dello Stato Federale in base al reddito dell'individuo o nucleo familiare. (seguo)

cgf

Mar, 01/10/2013 - 17:06

@marforio LEI parla per sentito dire, ok mai sentito dire del caso Rosenberg? sa chi era Presidente all'epoca che furono arrestati? un certo Harry Truman, più democratico di lui..... CMQ si informi e porti rispetto perché gli yankees prima di tutto non vanno in giro a sputtanare il loro Presidente, riconoscono la vittoria DEMOCRATICA dell'avversario e lo fanno lavorare, cercano le capacità in un altro leader, cambiano strategia, si danno da fare per PROPORSI al meglio e non come i migliori, tutt'altra cosa di quello che sono capaci di fare qui, non si danno per vinti, demonizzano l'avversario vincitore fino a farlo sembrare il male assoluto affinché le proprie SCARSISSIME qualità risaltino per poi prenderne il posto. QUI per vincere vorrebbero che vi fosse mancanza di competizione e non certo per meriti così da mettere davanti chi dicono 'loro', mica penserà che dentro al PD ci sia mai stato Bersani o Epifani a guidare il partito, vero? Letta lo sa bene e Renzi un sa cosa l'aspetta! In US chi ha tirato molotov da piccolo non sarà mai un leader di un partito, qualunque esso sia, anche questo fa molto la differenza.

albertzanna

Mar, 01/10/2013 - 17:25

PER CGF - io non so che America conosca lei, ma in quella dove io lavoro e abito, i Dem, cioè i Liberals, fanno parte della sinistra. Addirittura Obama è un socialista estremo, per sua stessa ammissione, ed ultimamente ha dimostrato quanto ho sempre sostenuto, che è anche mussulmano amico degli estremisti islamici. I Repubblicani si dividono, grosso modo, in due categorie: quelli che sono repubblicani, che è una destra all'acqua di rose, erede delle tradizioni di libertà sancite dalla costituzione americana. Poi ci sono i "conservative", che sono veramente a destra, in alcuni casi ancora ancorati ad un larvato razzismo, che vogliono mantenere la libera vendita delle armi ecc. Ha mai sentito parlare dhe i democratici stanno facendo la guerra per vietare la vendita delle armi, e per farlo citano come prove le stragi che stanno accadendo, e che sono sempre accadute, negli USA, ma quando accadono fanno un grande effetto, soprattutto in Italia, perchè possono essere usate per sostenere la tesi iraniana, che USA = Grande Satana. Mi faccia sapere, quando vuole conoscere di più sugli USA. Io sono un italiano che da sempre frequenta e parzialmente vive in questo paese, e le posso garantire che per avere la citizenship si deve sapere la storia americana, che è tutto l'opposto di ciò che dice lei, e ci vada piano ad affermare che i dem americani sono più a destra di Storace, perchè potrebbe trovarsi Storace sotto casa, a chiederle ragione della sua stupidissima affermazione. Albert

albertzanna

Mar, 01/10/2013 - 17:38

PER FRANK - Ostrega, qando uno di sinistra vuole scrivere cazzate cosmiche sa come fare, basta che la spari grossa. Negli USA forse il 10% non ha copertura sanitaria, ma che io abbia mai visto o letto sui giornali, a nessuno è mai stato negato il ricovero in ospedale, se non ha assicurazione o soldi per pagare le cure. Sempre, in ogni caso, interviene qualche ente a pagare per lui, perchè se non accadesse, quì fa in un attimo ad arrivare la polizia, prende il dottore che ha rifiutato visite e cure e lo sbatte in galera. Invece sa qual'è la ragione per cui Obama l'ha presa in saccoccia già due volte con la sua riforma sanitaria? Perchè lui l'ha concepita, soprattutto, per gli immigrati clandestini, che lavorano in nero, che per la maggior parte sono delinquenti o spacciatori, che accettano lavori per quattro soldi portandoli via a chi avrebbe il diritto di precedenza, E CHE NON PAGANO UN DOLLARO DI TASSE. E lo sa perchè Obama fa così? perchè sogna di potere avere un terzo mandato e trasformare gli USA - United States of America, in USSA - United Socialist States of America, o meglio ancora in USISA - United Socialist Islamic States of America. Questo è il programma dell'abbronzato, che perde sempre più consenso e che, spero, nelle elezioni 2014 di mid-term, prenderà una scoppola tale da restare tramortito, sempre che non venga "fired" con l'impeachment, perchè sta tradendo il paese che dovrebbe servire ed onorare. Questa è la verità, non le sue balle da cellula comunista. Albert

albertzanna

Mar, 01/10/2013 - 17:52

PER GIAN PAOLO CARDELLI - tu hai scritto ""Chiedo conferma di quanto ho trovato: parrebbe che i 22 milioni di pubblici dipendenti USA costino complessivamente 80 miliardi di dollari, mentre i 3 milioni e mezzo di pubblici dipendenti italiani costino 166 milioni di euro... vi prego: provatemi che ho sbagliato!"" Ma Paolo, che conti ti sei fatto fare in testa?? 166.000.000 di euro diviso 3.000.000 di persone fa= 55,33 euro a testa. 80 miliardi di $ diviso 22.000.000 di persone fa = 3636 $ a testa. Rivedi le tue stime. Albertzanna

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 01/10/2013 - 18:12

Altra dimostrazione che la sinistra crea solo povertà, fame e disoccupazione.

edoo

Mar, 01/10/2013 - 18:12

si tratta di una cosa non economica ma strettamente politica. la cosa fantastica è che da oggi c'è il shutdown e allo stesso tempo è entrato in vigore l'obamacare. insomma doppia sconfitta per il tea party, in confronto dei quali il nostro partita fascista era comunista. parlare della sanità usa è complesso. fatto sta che in questo caso l'equazione libero mercato = minore costo sembra non funzionare. la sanità usa è nettamente la più costosa al mondo, sia in termini assoluti che come rapporto al pil (circa il 17% del pil usa va in sanità contro il 9-10% della media europea e dell'italia)

fedele50

Mar, 01/10/2013 - 18:50

finalmente e arrivato il conto anche al volemose bene del correttamente colorato, buffone , hai affossato una grande nazione , il destino tuo gia lo conosci..............sparisci zecca.

aredo

Mar, 01/10/2013 - 19:17

@edoo: voi compagni comunisti raccontate da sempre tante vaccate contro la sanità USA. Perchè a voi piace rubare soldi come fa l'Obama Care, l'insulsa riforma sanitaria comunista dei Democratici, e come si fa in Italia ed in Europa da decenni.

Giampaolo Ferrari

Mar, 01/10/2013 - 19:56

Se passa la riforma quel paese fallisce prima di noi.

ESILIATO

Mar, 01/10/2013 - 20:02

Gli italiani dovrebbero seguire l'esempio....chiudere i rubinetti che continuano a tenere in piedi questa situazione....vai a lavorare seriamente, riforma la burocrazia oppure non ti lamentare...

NON RASSEGNATO

Mar, 01/10/2013 - 20:18

Qui i rubinetti pr gli esdodati africani sono sempre aperti

maxaureli

Mar, 01/10/2013 - 20:28

Ospedali Statali dove??? Io ne conosco uno solo nel Bronx LOL LOL fatiscente ed e' meglio che recitato i vari rosari prima di entrarci. - Una prestazione di pronto soccorso puo' costare da un minimo di $1,500 (per un'ora o due) in su. Un ricovero ospedaliero senza cure (in osservazione) costa intorno a $2,800 giornaliera o notturna in su. Una semplice operazione di circa 15 minuti per il Tunel Carpale costa $3,800 (senza anestesia totale - solo locale). Una operazione con ricovero (un giorno) per appendicide si aggira intorno agli $8,000 $12,000. ... e cosi' via... Il paziente che non e' coperto da una assicurazione e' responsabile in totale dei costi ospedalieri e se non ha una assicurazione difficilmente (MAI) viene ricoverato, operato o curato. - This Is Not America (David Bowie - EMI). LOL LOL

churchill

Mar, 01/10/2013 - 20:34

Ecco dove hanno portato le politiche socialiste di Obama. Ha ingrossato lo stato centrale e ha tolto autonomia agli stati rendendoli succubi delle sovvenzioni e dei programmi dello stato centrale. Ecco il risultato. Che sia di monito a tutti. Lo stato é un mostro che piu' lo si alimenta, piu' si ingrossa (perché non ha mai interesse a ridursi) e piu' si ingrossa piu' toglie risorse e liberta' al privato. Il primo presidente USA di stampo socialista Europeo é riuscito a distruggere il paese del sogno americano. Un'altra prova che il socialismo fallisce SEMPRE perché basato su un'ideologia che non é conforme alla natura umana, al buon senso e alla realta' dei fatto. E' meglio stare molto vigilanti in europa perché il socialismo e il comunismo stanno avanzando a ritmo impressionante.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mar, 01/10/2013 - 20:49

***Urge una guerra. C'è bisogno immediato di risollevare l'economia degli USA & getta.*

albertzanna

Mar, 01/10/2013 - 21:07

PER EDOO - Edooooo, edoooooooo, ma che bischerate dici (chiedo scusa per la volgarità). Volere conoscere la verità americana leggendo l'unità, Repubblica o il Fatto, o frequentando i forum di sinistra con la propaganda antiamericana, non ti aiuta a capire cosa accade. La notte scorsa, alle 12, è scaduto il termine che ha decretato lo shutdown del governo, ovvero il blocco delle erogazioni di soldi, da parte del ministero delle finanze, a tanti servizi dello stato. E poiché l'Obamacare sarebbe entrato in ballo oggi, ciò significa che da ora in avanti i cittadini americani dovrebbero acquistare delle assicurazioni sanitarie dal costo minimo di 435 $, MENSILI. Secondo lei, con lo shutdown del governo, che da oltre due anni sta cercando di imporre le regole nuove e il partito repubblicano ed il teaparty, con l'aiuto di vari democratici, hanno bloccato il tutto, basta che un giudice qualsiasi accetti una denuncia di un cittadino che rifiuta di acquistare la polizza sanitaria perché imposta per volere del Presidente, che tutto l'Obamacare crolla, visto che ormai è provato che diventerebbe una voragine capace di inghiottire miliardi di dollari come noccioline. Dove lei ha trovato la percentuale di costo della sanità USA al 17%? sempre sull'unità ecc? Edoo, guardi che a furia di raccontare bugie, le cresce il naso a dismisura e poi finisce che non riesce più a girarsi da nessuna parte. Albert

libertyfighter2

Mar, 01/10/2013 - 21:16

Ehhhh i paesi seri.

cgf

Mar, 01/10/2013 - 21:26

@albertzanna una cosa azzeccata, Obama è un socialista estremo, di quelli che a PAROLE sono sempre pronti, ma nei fatti..... oltre a raccogliere fondi per [la propria?] beneficenza non va molto altro, avrei tante cose anche su Clinton [et consorte] da dire, possibile che lei che vive in US non ha mai visto ne sentito quello che ho avuto occasione di constatare io solo per più viaggi all'anno e nemmeno tutti gl'anni negli ultimi 20?

libertyfighter2

Mar, 01/10/2013 - 21:54

Certo che chiamare "servizi" quelli svolti da ottocentomila burocrati federali. Viva l'AMERICA abbasso lo Stato Americano. E viva lo shutdown. I libertari sono tutti in festa.

maxaureli

Mar, 01/10/2013 - 22:32

albertzanna Bravo!!! .... OBUMA VATTENE!!!

mariolino50

Mar, 01/10/2013 - 23:44

albertzanna Ad esempio in questo opuscolo della LUISS, covo di comunisti, si riportano tabelle dell'OCSE, quindi ufficiali, dove si vede che la spesa sanitaria americana in % sul pil è molto più alta degli altri paesi occidentali, sono dati di qualche anno fà, ma credo sempre validi. Io sono stato un paio di volte in Usa, e da tutte le parti, guide e agenti di viaggio, ti raccoamandano di fare l'assicurazione sanitaria, perchè in caso di bisogno i costi sarebbero insostenibili. Qualche tempo fà un frequentatore di queste pagine disse che per un intervento su gamba rotta in un famoso ospedale della California pagò 300000 dollari per 15 giorni di ricovero, buon per lui che li aveva, in Italia poi gli dissero che non avrebbe pagato nulla.

mariolino50

Mar, 01/10/2013 - 23:51

Chi definisce di sinistra un qualsiasi presidente americano deve avere seri problemi di orientamento, speriamo che non vada a sinistra per strada qui da noi e a destra in UK, altrimenti fà e fà fare una brutta fine. Sono tutti più o meno di destra per il metro europeo, anche definire l'attuale pd-l di sinistra mi pare fantasia, dicono di esserlo e fanno il contrario, contano i fatti e non le parole.

edo1969

Mer, 02/10/2013 - 07:28

Obama è comunista. Bill Cliton era comunista il nuovo Papa è comunista Alfano è comunista. Persino Luigi.Morettini è comunista!! Diffidatene. E' un infiltrato furbissimo. Fa finta di essere ottuso scrivendo commenti di un'idiozia troppo flagrante per essere vera. E' costruita ad arte. In realtà ha frequentato la scuola di partito delle Frattocchie ed è stato per anni in URSS con baffino D'Alema.

curatola

Gio, 03/10/2013 - 12:07

qualsiasi sistema sanitario che sia aperto a tutti i cittadini è destinato a collassare perché dovrà assistere dal mal di testa al cancro e la medicina preventiva e quella rara e quella di controllo,ecc. ecc.un pozzo senza fondo per le finanze di qualsiasi paese. Eppure il paese dei furbi come l'italietta è un ottimo controesempio. La responsabilità ed il rischio (tipico dell'assicurazione) sono il sistema ideale a parte bambini e vecchi ed i malati gravi. Se si spendono le risorse per assistere tutti esse non saranno mai sufficienti. Oba ha floppato.