ESTREMO NORD

Non chiedete ad un Sami quante renne possiede. Non vi risponderà mai. É come chiedere a quanto ammonta il suo conto in banca. In Lapponia le renne sono ricchezza vera, fonte di reddito e di prosperità. Della renna si utilizza tutto. L'ottima carne, il bellissimo pellame, le corna che servono per mobili ed utensili. E la slitta più antica che questo nobile animale continua a trainare - nell'iconografia natalizia e nella vita quotidiana - risale a 1500 anni prima della nascita di Cristo. Si calcola che le renne che abitano la parte estrema della Finlandia, a nord del Circolo polare artico, siano dieci volte più numerose degli uomini che le allevano e le cacciano. Non a caso in lingua finlandese Lapp significa terra lontana e indica coloro i quali dalla renna, oltreché dalla caccia e dalla pesca, traggono il loro sostentamento.
La Lapponia, terra dei Sami, è una grande regione geografica che si estende a nord della penisola scandinava e che tocca il mar Baltico, il mar di Barents e il mar di Norvegia. I Lapponi sono la più antica popolazione di questo lembo d'Europa. Ne è testimonianza una mappa del cielo scolpita su pietra - tra le prime della storia umana - che risale a più di quattromila anni fa.
Ed ancora fino a pochi decenni fa, i Sami, loro discendenti, erano un popolo nomade che viveva in tende ricoperte di pelli di renna molto simili alle tepee degli indiani d'America e nelle kota: capanne di forma conica oggi trasformate in ristoranti o luoghi di ritrovo.
L'aeroporto più settentrionale della Finlandia, quello di Ivalo, 250 chilometri a nord del Circolo polare, si raggiunge dall'Italia in poco più di quattro ore con voli Finnair che collegano quotidianamente Helsinski a tutti i piccoli scali della Lapponia. In questa bellissima terra dove il bianco regna incontrastato per sette, otto mesi l'anno i panorami sono mozzafiato. Il viaggio è breve ma la sensazione è di essere sbarcati in un angolo remoto del pianeta lontano anni luce dalla nostra frenetica realtà. Qui l'aria è cristallina, l'inquinamento non esiste, l'acqua dei laghi può essere bevuta. E dopo ogni lungo inverno la natura esplode prepotente. Nei mesi di maggio, giugno, luglio s'impone il fenomeno delle notti bianche che culmina con il sole a mezzanotte. La rivincita della luce sul buio dopo il «periodo blu» quello in cui secondo i Sami gli occhi «riposano» per l'assenza totale di luminosità.
Il trekking rimane il modo migliore per scoprire questo Paese. Camminando si ammira lo skyline naturale, si vedono i confini di tre stati Svezia, Norvegia e Russia, si imparano a conoscere le antiche tradizioni locali della caccia e della pesca. A Saariselka, pochi chilometri a sud di Ivalo, all'Artic Resort Kakslauttanen si può alloggiare in un cottage in mezzo ai boschi in grado di ospitare fino a 5 persone. Ma è soprattutto possibile sperimentare la più grande smoke sauna, pare, del mondo che accoglie contemporaneamente più di cento persone e che presuppone un'intera giornata di preparazione. La legna odorosa va fatta ardere per parecchie ore e ogni accesso al caldo prevede un lungo rituale - anche a base di birra e risate - che termina con un bagno collettivo nel vicino laghetto. La Finlandia infatti è anche il paese delle saune. Ne sono state costruite più di tre milioni a fronte di una popolazione di meno di sei milioni di abitanti. Non c'è abitazione, cottage o resort che sia privo di questo spazio così usuale nella vita e nella tradizione finlandese.
Seiviaggi propone un pacchetto individuale con noleggio auto e cinque pernottamenti a partire da 658 euro più volo Finnair da 280 euro a persona (www.seiviaggi.it). Giver Viaggi e Crociere invece vende l’itinerario Meravigliosa Finlandia: volo di linea, auto e dodici pernottamenti a partire da 1065 euro (www.giverviaggi.com). Finnair vola quotidianamente e non stop da Malpensa e da Fiumicino per Helsinki e prosegue poi per tutti gli aeroporti del nord Europa. Dal 30 maggio potenzia anche dieci destinazioni asiatiche poiché Helsinski è sulla rotta più breve, quella artica, che collega l'Occidente all' Oriente (www.finnair.it). All'andata o al ritorno da un viaggio in Lapponia vale la pena di fermarsi almeno un giorno anche nella capitale. Proposta nuovissima il Food Sightseeing, tour a piedi o in tram alla scoperta della gastronomia e del design locale (www.vistfinland.com).