Euroleague, turni facili per le liguri

Paolo Lonegro

Fermo il massimo campionato di pallanuoto, Pro Recco e Filanda Carisa Savona si tuffano nell’Euroleague. Il programma prevedeva per oggi Herceh Novi–Pro Recco e Barcelona–Savona. Ma non ha previsto la tormenta di neve che si è abbattuta su Genova. Quindi mentre la Filanda Savona ha dovuto spostare la partita a domenica, rinunciando alla partenza, la Pro Recco fino a tarda sera è rimasta all’aeroporto Cristoforo Colombo con la speranza di partire alla volta della cittadina serba. Turno comunque abbordabile per le due liguri. Nella gara d’andata il Savona ha avuto decisamente la meglio sulla formazione spagnola (13-5) e, seppur patendo qualche difficoltà per il trasferimento in terra catalana, il sette biancorosso non dovrebbe trovare difficoltà per avere la in meglio sul team campione di Spagna. La classifica del Girone C: RN Savona 6, Partizan Belgrado 3, Ethnikos 2, CN Barcelona 1. Arbitri dell’incontro il romeno Simion e l’olandese Bervoets, delegato. Trasferta insidiosa per la Pro Recco: senza dubbio l’11-3 della gara di andata ha reso i biancocelesti consapevoli dei loro mezzi. Pino Porzio guarda allo scontro di coppa con fiducia, ma ammonisce i suoi. «Andiamo a Herceg Novi per giocarci la nostra partita e, quindi, per vincere. Ma non dobbiamo commettere l’errore di pensare alla gara vinta con lo Jadran a Camogli. Noi abbiamo giocato in maniera quasi perfetta, loro sono rimasti annichiliti dalla nostra prestazione. Non dobbiamo dimenticarci però che fino a quella partita lo Jadran aveva vinto tutte le gare ufficiali disputate e che restano un ottima squadra. Fisicamente e mentalmente siamo a posto, ma dobbiamo tenere sempre alta la concentrazione». Arbitri della gara il greco Eleftheriadis e lo spagnolo Borrel. La classifica del Girone D: Pro Recco 6, Herceg Novi 4, CNA Barceloneta e Shturm 1. La giornata di Coppe vede impegnato in Euroleague il Posillipo a Belgrado, contro il Partizan, e nel Len Trophy la Bissolati Cremona a Mosca con la Dinamo e la Leonessa Brescia in Ungheria a Eger.