Europei di beach soccer al Circo Massimo, anteprima di Champions League

Dodici nazioni a Roma dal 21 al 24 maggio, nei giorni precedenti l'attesa finale Manchester United-Barcellona, si contenderanno il titolo continentale. Il beach stadium, sede dell'evento, avrà una capienza di tremila posti

Il Circo Massimo di Roma, teatro già oltre duemila anni fa di straordinarie competizioni, per quattro giorni sarà l'arena in cui si disputerà dal 21 al 24 maggio i campionati europei di beach soccer. Il calcio in spiaggia arriva quindi nella Capitale dove i calciatori delle otto nazionali più forti del continente daranno spettacolo nel beach stadium (che disporrà di circa 3mila posti e di un'area sponsor) che gli organizzatori inizieranno a costruire da domani.
La manifestazione, spettacolare anteprima della finale di Champions League, è stata presentata stamattina in Campidoglio alla presenza dei massimi rappresentanti politici e sportivi della città. «Il Circo Massimo unirà antico e moderno - ha dichiarato Alessandro Cochi, delegato per lo Sport al Comune di Roma -. Un progetto sposato subito dal sindaco Alemanno, uno dei grandi eventi che quest'anno fanno di Roma capitale dello sport. Il sogno delle Olimpiadi passa attraverso la riuscita di eventi internazionali come questo».
L'iniziativa, organizzata da Officina Italiana, è patrocinata inoltre dalla Figc con la Lega Nazionale Dilettanti. A parlare per conto della Lnd è il presidente Carlo Tavecchio: «Ringrazio la Fifa per averci concesso questa opportunità. Quando all'estero spendiamo il nome di Roma portiamo il massimo che l'Italia può offrire».
L'Europeo sarà un test sulle ambizioni di Roma di ospitare il Mondiale del 2011, come ha spiegato il membro della Commissione Fifa Beach Soccer, Joan Cusco: «La Figc e la Lnd ha fatto un grande lavoro. Questo evento sarà trasmesso in oltre 150 paesi e svolgerlo a Roma è un grande privilegio. Alla Fifa si prenderà nota di questo anche per la candidatura del mondiale 2011».
Sono 12 le gare previste nel tabellone ad eliminazione diretta che mette di fronte Italia, Francia, Portogallo, Spagna, Ungheria, Svizzera, Russia e Polonia. Con l'Italia vicecampione del mondo che parte favorita. «Ce la metteremo tutta per essere i favoriti - ha ammesso il capitano azzurro, Roberto Pasquali - Ce la giocheremo con tutti, abbiamo voglia di dimostrare il nostro valore». Diverse le iniziative che faranno da corollario all'evento principale, dal torneo giovanile under 16 al doppio test di beach soccer femminile ideato dalla Divisione Calcio femminile della Figc-Lnd.