Expo: 15,6 milioni di biglietti venduti e 8 milioni 450mila quelli emessi al 30 giugno

Rese note dalla società le cifre registrate ufficialmente al 30 giugno. Nei primi due mesi registrati circa 6,1 milioni di accessi ai tornelli, il 15% con il ticket serale

L’Esposizione Universale e i visitatori, numeri messi nero su bianco dalla società Expo dopo le ultime polemiche legate alla reale presenza del pubblico. Il primo numero riguarda i biglietti coperti da contratti di vendita garantiti: 15,6 milioni al 30 giugno. “La società di revisione Deloitte Consulting ha, in questi ultimi giorni, certificato ogni singolo atto contrattuale”, spiega Expo. Il secondo numero fa riferimento ai biglietti già emessi: “alla stessa data siamo arrivati alla notevole cifra di 8 milioni e 450 mila”. Il terzo numero è quello degli ingressi ai tornelli: “nei primi due mesi il sistema ha registrato circa 6,1 milioni di accessi, di cui il 15% cento con biglietto serale”.

Ai numeri generali si aggiungono, sottolinea Expo in una nota “quelli ufficialmente comunicati dai Paesi, relativi alle visite ai loro padiglioni” e cita alcuni esempi “nei primi due mesi il cluster del caffè ha dichiarato due milioni di visitatori e il Brasile un milione; gli Stati Uniti hanno raggiunto il loro primo milione il 25 giugno; la Francia registra 18.000 ingressi medi giornalieri, mentre il Padiglione Zero tra i 15.000 ed i 20.000 visitatori al giorno”.

Precisazioni anche in merito all'utilizzo dei mezzi di trasporto. “La metropolitana è usata tra il 25 ed il 30% dei visitatori; la rete ferroviaria (Trenord e Trenitalia, ma anche Italo e le linee ferroviarie straniere - francesi e svizzere in particolare) è utilizzata intorno al 30%; i bus privati per il 25%. Il resto dei visitatori usufruiscono dei parcheggi di Expo o di quelli di privati, di navette messe a disposizione dagli hotel, di taxi e di Ncc, di bus di operatori privati che hanno loro aree di sosta in prossimità del sito espositivo”.

Expo mette poi l’accento su aspetto non secondario, quello relativo alla soddisfazione dei visitatori. “La società Gfk ha realizzato un’indagine che si basa su un campione statistico di interviste estremamente significativo. La soddisfazione complessiva del visitatore, su una scala da 1 a 10, si posiziona a 8,4, con dei picchi positivi per il servizio all’interno del sito espositivo e per la qualità dei padiglioni e con l’unica criticità relativa alle code agli ingressi dei padiglioni stessi". Infine, il 58% dei visitatori dichiara di voler tornare all'Expo.