Famosi progettisti e 12 cordate in corsa per l’ex Fiera di Roma

Sono 12 le cordate che hanno manifestato l’interesse a partecipare alla gara per la valorizzazione dell’ex area della Fiera di Roma. Lo ha reso noto il presidente Andrea Mondello che parla di «segnale importante per la città di oggi e del futuro», aggiungendo che l’elenco «comprende i più bei nomi dell’architettura mondiale». Le manifestazioni d’interesse pervenute all’advisor Lazard & Co. sono arrivate da tutto il mondo, dall’Olanda alla Grecia, dall’Australia all’India, per finire alla Francia, oltre ai big del mercato domestico (Vianini, Beni Stabili, Salini, Lamaro, Marchini). Questo l’elenco delle cordate in corsa per il vecchio centro espositivo urbano , esteso su una superficie di 73mila mq ed oggetto di un importante progetto di riqualificazione urbana attraverso una gara internazionale che selezionerà il progetto vincitore sulla base di una valutazione sia qualitativa che economica. «È straordinario e sorprendente - afferma il presidente Andrea Mondello - il numero delle imprese che hanno deciso di manifestare il proprio interesse per la valorizzazione dell’ex area della Fiera di Roma. Ben 12, tra le più importanti imprese a livello nazionale e internazionale, parteciperanno alla gara per l’area della Cristoforo Colombo a dimostrazione del fatto che la nostra città continua ad esercitare un formidabile appeal internazionale».
«Così come è altrettanto straordinario - continua Mondello - il fatto che i progetti che le imprese presenteranno saranno realizzati dai più bei nomi dell’architettura mondiale. E sono certo che da una competizione tra imprese e architetti di tale fama e esperienza non potrà che risultare un progetto di altissima qualità urbanistica e ambientale». «Deve essere motivo di orgoglio per la città anche il fatto che - conclude Mondello - la Fiera di Roma, non solo ha realizzato nei tempi promessi e previsti e senza alcun costo aggiuntivo la Nuova Fiera di Roma, ma ha anche saputo avviare un progetto ambizioso, come il processo di valorizzazione dell’area dell’ex Fiera, nei tempi esattamente previsti dal proprio piano industriale. E la prossima trasformazione della Fiera di Roma nella Società delle Infrastrutture, che sarà protagonista di un ulteriore processo di modernizzazione del nostro territorio, non è altro che il risultato dell’ottimo lavoro svolto sino ad oggi».

Annunci Google