Malpensa, completata la struttura esterna della nuova base di FedEx

Operativa entro la fine di ottobre, sarà terzo snodo più grande d’Europa, dopo quelli di Parigi e Colonia con 20.000 spedizioni al giorno, 44 voli e 480 connessioni via terra su base settimanale. Giulio De Metrio: "Nel 2015 lo scalo ha superato tutti precedenti record in termini di volumi di merci trattati annualmente, raggiungendo le 500.000 tonnellate, con una crescita del 23% tra il 2012 e il 2015"

Completata la struttura esterna della nuova base operativa di FedEx Express, società controllata di FedEx Corp il corriere espresso più grande al mondo a Milano Malpensa. Si tratta della "fase 1” del progetto che prevede un totale di oltre 35.000 metri quadrati.

La nuova struttura che sorge a financo della cargo City, altamente automatizzata con sistemi e impianti tecnologici all’avanguardia, triplicherà l’attuale base di FedEx Express nello scalo gestito da Sea e diventerà il terzo snodo più grande d’Europa, dopo quelli di Parigi e Colonia, al servizio del traffico merci da e per l’Italia. La struttura, che comprenderà circa 15.000 etri quadrati di magazzino coperto, 20.000 metri quadrati per l’area di manovra e la sosta degli automezzi e oltre 1.000 metri quadrati di uffici, collocata all’interno della Cargo City, sarà ultimata entro ottobre 2016. Investimento strategico se si considera anche che FedEx Express è il primo corriere collegato direttamente con gli Stati Uniti grazie al volo diretto da Milano Malpensa al grande hub di Memphis. Unico volo espresso su questa rotta che assicura i più rapidi tempi di transito dal Nord Italia agli Stati Uniti.

L’ampliamento della presenza di FedEx a Malpensa rientra in un ampio piano di sviluppo dell’azienda nelle regioni Europa e Meisa (Middle East, Indian Subcontinent, Africa) che ha contato l’apertura di oltre 100 nuove filiali in tre anni, l’acquisizione di tre società locali (Francia, Polonia e Africa Meridionale) e oltre 6400 nuove assunzioni. In questo scenario i recenti investimenti dell’azienda in Italia, con 24 nuove filiali aperte in meno di tre anni e la creazione di 300 posti di lavoro. Con la nuova struttura FedEx sarà in grado di gestire 20.000 spedizioni al giorno, 44 voli da e per Malpensa e 480 connessioni via terra su base settimanale; disporrà inoltre di una flotta di 27 furgoni per ritiri e consegne. Circa 200 persone del team FedEx lavoreranno nel nuovo spazio. In questo modo si prevede che Malpensa possa passare, entro un paio d’anni, dalle 500mila tonnellate annue movimentate a circa 1 milione di tonnellate, mantenendo il ruolo di primo hub merci d’Italia.

“L’efficienza di un aeroporto e la sua la abilità di attrarre nuovo traffico si misurano anche dalla capacità di sviluppare infrastrutture adeguate alle esigenze della clientela più evoluta e di realizzarle in tempi in grado di assecondare i loro piani di crescita in un orizzonte di medio e di lungo periodo – spiega Giulio De Metrio, Chief operating officer di Sea -. Nel settore Cargo questo significa stabilire con i maggiori player del settore, rapporti di partnership duraturi, basati sulla fiducia reciproca e sulla piena valorizzazione delle opportunità offerte dall’aeroporto di Milano Malpensa. Le strutture che Sea sta realizzando per FedEx si inquadrano perfettamente in questa visione strategica che da anni caratterizza l’impegno del gestore per l’aeroporto. Impegno che – prosegue De Metrio - ha avuto in questi ultimi anni ampi riconoscimenti dal mercato: nel 2015 lo scalo di Milano Malpensa ha superato tutti precedenti record in termini di volumi di merci trattati annualmente, raggiungendo le 500.000 tonnellate, con una crescita del 23% tra il 2012 e il 2015”.

Il progetto Fedex si inserisce all’interno dei piani Sea per l’ampliamento della Cargo City che vede tre lotti di terreno dove sorgeranno tre magazzini, con accesso diretto al piazzale aeromobili, capace di ospitare sino a 13 aerei cargo, in un’estensione complessiva di circa 50.000 metri quadrati, con un investimento di circa 70 milioni.

“Siamo orgogliosi, a soli 4 mesi dalla cerimonia di posa della prima pietra di annunciare, nel pieno rispetto dei tempi, il completamento della struttura esterna della nostra nuova base operativa che ci consentirà, una volta completata, di operare con dinamiche ancora più efficienti. Il potenziamento della nostra presenza a Malpensa è anche un segnale importante per la nostra economia perché accompagna le previsioni di crescita che si stanno manifestando soprattutto a livello di export. Ricordo che la nostra base operativa di Malpensa è direttamente collegata, via terra e via aria, con le nostre 35 sedi dislocate in tutta Italia, oltre ad avere un collegamento diretto e unico nel suo genere con il Global Hub FedEx di Memphis.” ha detto Vito C. Bernardi, Managing Director properties and Real estate di FedEx Europe.