Il femminismo? Nacque nell'Italia del Rinascimento

Una storica americana ha ricostruito le radici<BR> culturali del movimento di emancipazione<BR> della donna nel mondo occidentale. L'intervista<BR> alla ricercatrice nell'ultimo numero di «Storica<BR> National Geographic, il mensile di storia che<BR> ha compiuto un anno di vita

In tempi di crisi economia una buona notizia per i lettori appassionati di storia e, nel suo piccolo, per il settore editoriale. Da ieri è il edicola il nuovo numero di Storica National Geographic, la rivista che ha ampliato l'offerta informativa dedicata ai lettori più sensibili al fascino del passato. Con l'ultimo numero il mensile compie un anno, segno che anche il settore dei periodici può intercettare la domanda di cultura storica.
Fra i temi trattati dal numero di SNG in edicola, la guerra di Troia, i casi di malessere che hanno interessato i visitatori della Reggia di Venaria e la morte di Alessandro Magno La storia di copertina è dedicata alla guerra di Troia, ricostruita passo per passo nel suo svolgimento reale attraverso le parole di Omero e le ultime scoperte archeologiche.
Un altro grande scontro storico racconta l'assedio di Torino, che dopo 117 giorni di occupazione da parte delle truppe franco-spagnole, riuscì a liberarsi grazie all'impresa del duca Vittorio Emanuele II di Savoia, che in quell'occasione divenne un protagonista della storia europea.
Sempre Torino, e in particolare la Reggia di Venaria, è al centro di un servizio che indaga sui casi di malessere tra i visitatori della celebre dimora. «Storica» ha raccolto il parere della psicologa e psichiatra Graziella Magherini, presidente della International association for art and psychology, che non esclude tra le cause la Sindrome di Stendhal, quella sensazione di forte turbamento che colpisce gli animi più sensibili di fronte alle opere d'arte.
Un'altra esclusiva di SNG è l'intervista con Sarah Ross, docente della facoltà di Storia del Boston College negli Usa, che ha recentemente scoperto, e documentato in una ricerca ancora inedita nel nostro Paese, che le radici del femminismo affondano nell'Italia rinascimentale, in particolare nell'orgoglio delle donne del nostro Paese, che, prime in Europa, rivendicarono il loro diritto a essere artiste e intellettuali e rifiutarono di essere considerate solo cortigiane o madri di famiglia.
Tra le grandi storie, anche la morte di Alessandro Magno, che a soli 32 anni e al culmine della sua gloria, morì per una misteriosa malattia, come aveva predetto la profezia dell'oracolo: due scienziati americani ne hanno individuato la causa, il virus West Nile, una rara malattia che provoca un'encefalite spesso mortale.
Per concludere alcune curiosità: il tempio di Selinunte in Sicilia, l'unico fra i templi greci della regione a essere rivolto verso Ovest, il popolo dei Nazca in Perù che seppellì l'immensa città-tempio peruviana di Cahuachi per ribellione contro le divinità e la vera storia della mela di Newton.