Ferrara torna sulla Rai con lo spazio dopo il Tg1 E Travaglio fa polemica

Il direttore del <em>Foglio</em> ha accettato l'offerta e torna in televisione: &quot;Rifarò la mia vecchia rubrica Radio Londra&quot;. L'esordio a marzo

Roma - L'Elefantino torna in televisione. Curerà un programma dopo il Tg1 delle 20. "Ho avuto l’offerta di rifare la mia vecchia rubrica Radio Londra e l’ho accettata": è lapidario il commento del direttore del Foglio. Andrà per pochi minuti tra il tg e "Affari Tuoi". La nuova avventura televisiva di Ferrara dovrebbe esordire entro marzo. La trattativa è stata condotta dal direttore generale della Rai, Mauro Masi, con il coinvolgimento del direttore della rete ammiraglia, Mauro Mazza. Il programma di approfondimento giornalistico andrà a collocarsi in quella fascia oraria che un tempo era occupata da "Il fatto" di Enzo Biagi. Giovedì prossimo Masi porterà l’argomento all’esame del cda di Viale Mazzini. Pur rientrando nelle prerogative del direttore generale questo tipo di attività, Masi intende comunque relazionare sull’argomento nell’organismo di gestione Rai.

Travaglio subito polemizza "Ferrara al posto di Biagi? Benissimo, finalmente! A Rai1 si sentiva proprio la mancanza di una voce vicina al presidente del Consiglio. E' una rete piena di comunisti. Era ora che si riequilibrasse un po' tutto quell'anti-berlusconismo...", dice Marco Travaglio ad Affaritaliani.it. "Ferrara è di sicuro l'erede naturale di Enzo Biagi. D'altronde l'equilibrio dell'Elefantino è noto a tutti. Un uomo così indipendente e lontano dalla politica come lui non potrà che far bene a Rai1, ne sono certo. Il direttore generale Masi, dopo aver predicato imparzialità e contraddittorio, adesso finalmente potrà essere contento".