Un festival cinematografico per i film realizzati col cellulare

Con alcuni telefonini è possibile realizzare video proiettabili anche sul grande schermo

Massimo Carboni

da Milano

Qualche mese fa ha destato molto stupore la notizia che un regista sudafricano era riuscito a realizzare un film da distribuire nelle sale cinematografiche utilizzando solo telefoni cellulari, in particolare il Nokia N90. Molti i motivi del clamore: un budget complessivo di soli 164 mila dollari contro gli oltre 40 milioni di dollari delle produzioni hollywoodiane, una fase di post produzione e montaggio gestita esclusivamente con i telefonini e, infine, una qualità ottima del materiale, per quei pochi che sono riusciti a vederlo, una volta riversato su pellicola da 35 millimetri. Per inciso il film, intitolato Sms Sugar Man, non è stato indubbiamente un successo da annotare nelle pellicole più viste di tutti i tempi, ma ha fatto da apripista, dimostrando che con un cellulare e tanta creatività chiunque può realizzare un film, tant’è che ormai da due anni esiste una manifestazione cinematografica parigina che è un po’ il contro altare tecnologico di Cannes. Si tratta del «Festival dei Pocket film» (www.festivalpocketfilms.fr) in cui vengono presentati cortometraggi realizzati esclusivamente con il cellulare, alcuni dei quali decisamente interessanti che possono essere visionati proprio sul sito. Questa nuova forma di espressione della creatività è in gran parte dovuta ai telefonini di recente generazione che hanno obiettivi sempre più potenti e spazio per immagazzinare materiale video e fotografico. Inoltre, molto spesso i cellulari, specie quelli con sistema operativo symbian o similare incluso, presentano di serie degli strumenti di editing video pratici e semplici da usare.Tra i più efficaci si segnala senz’altro Movie Director (www.muvee.com), un software completo che permette di modificare con successo qualsiasi filmato grezzo, aggiungerci musica, effetti grafici e transizioni leggere. Successivamente è possibile inviare questi filmati tramite gli Mms o il servizio di messaggeria multimediale. Molti telefoni della Nokia con sistema operativo symbian sono equipaggiati con questo software, tra questi proprio l’N90. Sul sito del produttore è comunque possibile scaricare una versione di prova. Ma il cellulare oltre che per girare e montare cortometraggi, può essere utilizzato anche per vedere i film, anche quelli commerciali distribuiti su Dvd, oppure per tenere sempre a portata di mano i filmati delle vacanze o di altri avvenimenti da condividere con parenti e amici.Per riversare un film su telefonino basta munirsi di un Pc e di un programma di codifica adeguato. Uno dei più semplici in assoluto è Smart Movie (www.lonelycatgames.com). Si compone di due elementi: un software di compressione da installare sul Pc e uno di riproduzione da installare sul cellulare. Una volta eseguite le installazioni l’utilizzo è davvero semplicissimo: basta aprire il programma di editing sul computer e scegliere il film da comprimere.
Il programma genera un file .avi molto leggero che può essere trasferito su cellulare attraverso il collegamento bluetooth e quindi può essere visionato sfruttando il lato lungo del display con rotazione dell’immagine e visione a pieno schermo. Se invece si preferisce il «fai da te» si può utilizzare uno dei tanti encoder in commercio che supportano il formato .3gp che è lo standard video più diffuso per i telefonini. Tra questi, l’ottimo «Total Video Converter» un software che consente di convertire i filmati in una miriade di standard per cellulare, Pc, Tv e anche iPod. Si può scaricare all’indirizzo www.effectmatrix.com. Anche Quick Time, software disponibile per Windows e Mac, nella versione Pro dispone di un ottimo convertitore in formato .3gp da utilizzare con le impostazioni di default per ottenere un video di buona qualità pronto ad essere trasferito su telefonino.