Primo trimestre in crescita per Fiera Milano: balzo dell'utile a 15,7 milioni

Appravato dal cda il resoconto intermedio di gestione 2016. L'ad Corrado Peraboni: "Risultati ampiamente superioriori ripsetto al 2015". Acquisito il marchio Promotion Trade Exhibition. Allenza con Veronafiere per il settore ortofrutticolo e il vino a TuttoFood. A Milano la prossima edizione di "Lamiera" la biennale leader di macchine, impianti e attrezzature per la lavorazione della lamiera

Fiera Milano chiude il primo trimestre dell'anno con un utile ante imposte di 15,7 milioni di euro rispetto a 1,4 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. I ricavi consolidati si attestano a 77 milioni di euro in crescita rispetto a 72,9 milioni del primo trimestre 2015. Il Mol consolidato è risultato pari a 18,2 milioni di euro, in miglioramento rispetto a 8,1 milioni nel corrispondente periodo dell'esercizio precedente. L'Ebit consolidato è invece pari a 15,9 milioni di euro rispetto a 2,6 milioni nel primo trimestre 2015. Queste cifre, positive del resoconto intermedio di gestione consolidato dei primi tre mesi del 2016 che il cda presieduto da Roberto Rettani ha approvato.

"Fiera Milano registra nel primo trimestre del 2016 risultati ampiamente superiori a quelli del corrispondente periodo dello scorso anno, risultati in linea con le attese. Il periodo in esame ha beneficiato della presenza dell'importante biennale Mostra Convegno Expocomfort - sottolinea l’amministratore delegato Corrado Peraboni - evento tra i primi al mondo nell'impiantistica, climatizzazione ed energie rinnovabili, oltre che della riduzione di costi operativi, riconducibile anche alle azioni di razionalizzazione attuate".

"Nel trimestre - aggiunge - è stato acquisito il marchio Promotion Trade Exhibition, con cui abbiamo fatto un passo ulteriore verso il rafforzamento del portafoglio di mostre proprietarie. Questa linea, perseguita con flessibilità attraverso acquisizioni, ma anche, laddove opportuno, con alleanze, resta per Fiera Milano la principale direttrice di sviluppo e la chiave di lettura del nostro recente accordo con Veronafiere, che porterà dal 2017 al rafforzamento del settore ortofrutticolo all'interno di Tuttofood e all'inserimento nella manifestazione di uno spazio dedicato al vino, gestito da Veronafiere. Si tratta di una partnership importante e inedita in Italia, con cui due grandi realtà fieristiche uniscono le forze per favorire lo sviluppo dell'industria alimentare italiana".

“Accanto al consolidamento delle mostre di proprietà, continuano gli sforzi di Fiera Milano diretti ad attrarre nuovi eventi nel nostro quartiere, che è stato scelto a partire dalla prossima edizione da Lamiera (biennale leader di macchine, impianti e attrezzature per la lavorazione della lamiera). Siamo fiduciosi - conclude Corrado Peraboni - che tutte le iniziative poste in essere e quelle ulteriori che potranno essere perfezionate nei prossimi mesi, possano portare ritorni per il Gruppo già a partire dal 2017”.

Nel trimestre, ricordiamo, si sono svolte nei quartieri fieristici di fieramilano e fieramilanocity 19 manifestazioni e 5 eventi relativi a convegni con annessa area espositiva, per un totale di 497.700 metri quadrati netti espositivi, contro 428.285 dell’analogo periodo del 2015. Il numero degli espositori è passato da 9.585 del primo trimestre 2015 a 10.180 del primo trimestre 2016. All’estero Fiera Milano ha organizzato 4 manifestazioni, per un totale di 75.030 metri quadrati netti espositivi (contro 95.185 metri quadrati nel primo trimestre 2015) e 1.680 espositori (2.180 nel primo trimestre 2015).