Guida ai film in uscita tra Capodanno e la Befana

Dopo la lista delle uscite natalizie, eccone una relativa ai nuovi film che saranno al cinema nei giorni che ci separano dall'Epifania

Se avete intenzione di trascorrere il Primo dell'anno al cinema, sappiate che è proprio la data d'uscita di tre film molto attesi: "Aquaman", supereroe dell'Universo DC, "Ralph Spacca internet", seguito di un film d'animazione molto amato, e "Suspiria", controverso remake firmato da Luca Guadagnino. Da giovedì 3 Gennaio, poi, per chiudere in bellezza i giorni di festa, potrete scegliere anche tra il francese "Il gioco delle coppie", il bellissimo "Vice" e l'onirico "Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità".
Ecco una piccola guida per meglio orientarsi nella vasta offerta.

"Aquaman"

Mostrato per la prima volta in "Batman vs Superman" e poi in "Justice League", il personaggio interpretato da Jason Momoa si guadagna il primo film da protagonista. Siamo in una origin story che racconta di Arthur Curry, nato dalla relazione clandestina tra un guardiano di faro e la regina di Atlantide, e che, divenuto adulto, dovrà fare i conti con il proprio retaggio regale per evitare che scoppi una guerra.
Il tragitto dell'eroe appare prevedibile ma il film non rischia di essere noioso: per 2 ore e 20 minuti il grande schermo è ostaggio di una giostra di effetti speciali e riferimenti più o meno evidenti ad altre pellicole tra cui "Indiana Jones", "La sirenetta", "Re Artù", "Godzilla", "Avatar", "Star Wars" e (unico dichiarato apertamente) "Pinocchio". Altre scene strizzano l'occhio a videogiochi già adattati per il cinema, come "Assassins Creed". Consapevolmente sul filo del ridicolo, "Aquaman" diverte proprio perché, senza prendersi mai sul serio, insegue l'esagerazione, a costo di vedere sepolta l'epica sotto l'autoironia e i dettagli kitch.
Nel cast anche Amber Heard, Nicole Kidman e Willem Dafoe.
Una scena dopo i titoli di coda.
Voto: 7

"Ralph spacca Internet"

Dopo RalphSpaccaTutto (2012), l'avventura prosegue nei vasti e inesplorati meandri del web. Nella vecchia e analogica sala giochi contenente gli arcade abitati da Ralph e dai suoi amici piomba il wifi quando, per scongiurare che un gioco venga rimosso, c'è bisogno di andare a recuperarne un pezzo di ricambio addentrandosi su E-bay. Ralph e Vanellope partono quindi alla volta di Internet.
E' geniale e allo stesso tempo un vero spasso trovarsi di fronte alla riproduzione fisica di concetti e luoghi virtuali che caratterizzano la nostra epoca. Il film dà corpo a una giungla dialogica corredata di banner pop up, tutorial, gattini, meme e fa riflettere sulla psicosi dei "like" e sulla piaga degli haters.
Le principesse Disney, aggiornate ai costumi odierni, giganteggiano in una digressione talmente esilarante da auspicare lo sviluppo futuro di uno spin-off che le veda protagoniste.
Narrazione piacevole, estetica intelligente, sentimento e valori intramontabili sono gli ingredienti di un titolo d'animazione costruito per piacere davvero a tutte le età.
Voto: 7,5

"Suspiria"

Vedi qui la recensione completa del film.
Voto: 6,5

"Il gioco delle coppie"

Sofisticata commedia francese in cui si discetta di modernità tra intellettuali.
I personaggi sono tutti appartenenti all'intellighenzia bohémien del mondo editoriale parigino e si confrontano riguardo alla trasformazione in atto nel loro settore e, più in generale, nella scrittura. Tra gli altri, Juliette Binoche nei panni di un'attrice di teatro convertita alla serie televisiva, sposata a un editore e amante di uno scrittore depresso. In mezzo ad adulteri, letteratura e inquietudini esistenziali scorrono fiumi di parole e spiccano buone interpretazioni. Intelligenza e ironia non mancano, ma l'ensemble si dimentica in fretta.
Per amanti di cenacoli cinematografici inconfondibilmente francesi.
Voto: 6,5

"Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità"

Vedi qui la recensione completa del film.
Voto: 7,5

"Vice - L'uomo nell'ombra"

Un'opera dallo stile irriverente che ripercorre la carriera di Dick Cheney (Christian Bale) il quale, da giovane operaio alcolizzato, diventò l'uomo più potente del mondo come vicepresidente (ma in realtà presidente de facto) durante il mandato di George W. Bush.
Una biografia audace e brillante (ovviamente non autorizzata e molto faziosa), in cui vanno in scena i mali del Sistema. Avvalendosi di un narratore atipico, ora ponendo l'accento sul realismo, ora sul sarcasmo, si fanno sfilare 50 anni di storia americana. Lo sguardo beffardo del regista, il montaggio originale, la trasformazione fisica dell'attore protagonista e la presenza di Amy Adams sono i fiori all'occhiello di un film didascalico, pieno di complicati tecnicismi eppure avvincente.
Nonostante un soggetto complesso e fin troppo politicamente schierato, dal punto di vista cinematografico il film resta confezionato con stile, colmo di graffiante umorismo e di stimoli intellettuali.
Voto: 8