Fiume, dopo 70 anni la lingua di Dante torna all'università

Nella capitale del Quarnaro è stato inaugurato un corso triennale di lingua e letteratura italiana, sostenuto dai nostri rappresentanti diplomatici in Croazia. Gli iscritti sono 24. Il preside della facoltà di Lettere e filosofia: così si completa il ciclo dell'insegnamento dell'italiano, che comincia all'asilo nido

A settant'anni di distanza dall'ultimo corso accademico, Fiume riapre all'insegnamento della lingua italiana. L'iniziativa è dell'Università della città del Quarnero, che ha inaugurato il nuovo Dipartimento di italianistica presso la facoltà di Lettere e filosofia. Nei piani dell'Ateneo, sostenuto dal consolato italiano e dall'ambasciata, c'è un corso di laurea triennale in lingua e letteratura italiana al quale, in questo primo anno, si sono iscritti 24 studenti.
«L'attivazione del nuovo corso - dice l'ambasciatore a Zagabria, Alessandro Pignatti - rappresenta un indubbio successo nel panorama culturale e linguistico nella regione del Quarnero, dove risiedono molti nostri connazionali e dove la popolazione croata mostra sempre più attenzione verso la cultura italiana».
Il preside della facoltà di Lettere e filosofia, Predrag Sustar, osserva invece che «attraverso il corso sarà possibile rafforzare la collaborazione culturale e completare il ciclo formativo di studio dell'italiano, lingua di insegnamento negli asili nido, nelle scuole elementari e nella scuola media superiore». Il corso sarà sostenuto dalla consulenza di docenti della facoltà di Lettere e filosofia dell'Università di Padova.
Attualmente la comunità italiana di Fiume conta circa settemila persone e rappresenta il 5% della popolazione cittadina. A Fiume viene pubblicato il quotidiano La Voce del Popolo, il quindicinale Panorama, il periodico per ragazzi Arcobaleno (ex Il Pioniere) e la rivista culturale Battana.
A Fiume esistono quattro scuole elementari e una scuola media superiore italiane: rispettivamente la SEI Dolac, la SEI San Nicolò (ex Mario Gennari), la SEI Gelsi, la SEI Belvedere e l'SMSI di Fiume (conosciuta da tutti in città con il nome di Liceo). Alla SMSI gli alunni possono scegliere quattro indirizzi di studio: ginnasio generale, ginnasio matematico-scientifico, indirizzo alberghiero-turistico (tutti corsi quadriennali) o scuola commerciale (corso triennale). Presso le scuole italiane le lezioni di tutte le materie, ad eccezione della lingua croata, vengono svolte in lingua italiana. Nell'ambito dell'insegnamento della lingua inglese le traduzioni vengono fatte dall'inglese all'italiano e viceversa (la stessa prassi vale anche nel caso dell'insegnamento del francese, del tedesco e del latino).
Una particolarità di numerosi italiani autoctoni di Fiume, come nel resto dell'Istria e della Dalmazia, è l'avere cognomi che finiscono in «ch», desinenza tipicamente slavomeridionale, da pronunciarsi come una c dolce.
Una testimonianza dell'italianità di si trova nell'inno della squadra di calcio (HNK Rijeka): l'inno è in croato ma una delle strofe inizia con le parole «Forza Fiume», in italiano. E le stesse parole «Forza Fiume» si possono leggere sugli striscioni esposti dai tifosi.