Ford Model T, 100 anni fa nasceva il «macinino»

da Milano

Oggi, in Florida, iniziano i festeggiamenti (dureranno un anno intero) per il centenario della Ford Modello T, l’auto «che ha messo l’America su quattro ruote». In occasione del concorso di eleganza di Amelia Island sono arrivati, assieme ad oltre 20mila appassionati, oltre mille Ford del modello T. Già organizzati altri eventi importanti, tra cui il T Party di Richmond dal 21 al 26 luglio dove si daranno appuntamento 700 Model T d’epoca provenienti anche da Inghilterra, Norvegia ed Australia. Per ottobre è già stato organizzato un incontro con decine di migliaia di persone.
Il Modello T è la prima automobile prodotta in grandi serie dalle catene di montaggio Ford: è stata costruita, dal 1908 al 1927, in quasi 16 milioni di esemplari. Chiamata Tin Lizzie (utilitaria) o Flivver (macinino) divenne il simbolo delle potenzialità dell’industria americana: è un’autentica pietra miliare nella storia dell’auto. Fortemente voluta e progettata dal mitico presidente della società di Dearborn, Henry Ford, rappresenta il primo tentativo di produrre un’auto low cost, alla portata di tutti.
Dal 1888 al 1899 Henry Ford fu ingegnere meccanico e ingegnere capo alla Edison Illuminating Company di Detroit. In quegli anni, alla sera e nei ritagli di tempo, costruì nel garage di casa la sua prima auto. Nel 1903 fondò la società Ford e nel 1913 cominciò a usare nel suo stabilimento componenti standardizzati intercambiabili e catene di montaggio che egli applicò su vasta scala diventando il principale artefice della loro diffusione. Nel 1914 Henry Ford raddoppiò il salario giornaliero dei suoi dipendenti rispetto agli standard delle altre industrie e ottenne una maggiore stabilità della mano d’opera, un aumento della produttività e una riduzione dei costi di produzione. Esploratore, amante della natura (con un camion-camper amava scoprire vallate misconosciute del Midwest), alla città di Detroit donò molte opere sociali tra cui un ospedale. Lasciò il suo impero nel 1945 e morì due anni dopo con una fortuna personale stimata in 700 milioni di dollari.
Il Modello T equipaggiato con un motore 4 cilindri, di 2.9 litri, da 20 cavalli, aveva una velocità massima di 70 orari, era a trazione posteriore, con cambio automatico a 2 marce. La Model T era disponibile in un solo colore: il nero. Questo perché la vernice nera asciugava più velocemente. A partire dal 1914 per costruire una Model T erano necessari solo 93 minuti grazie agli sviluppi del processo di assemblaggio. In questo anno la Ford produsse da sola un numero di vetture superiore a quello di tutti gli altri concorrenti messi insieme. Il successo commerciale di questa vettura fu enorme, tanto che è stato calcolato che attorno al 1915 la metà di tutti i veicoli circolanti, a livello mondiale, era costituito da Ford Model T, il cui prezzo era di 850 dollari dell’epoca, contro i 3mila delle vetture concorrenti. Nel 1927 il prezzo di un Model T fu ridotto a 300 dollari.