"La Francia non è responsabile del rastrellamento degli ebrei"

La Le Pen nega la responsabilità della Francia per il rastrellamento degli ebrei a Parigi. Esplode la polemica a due settimane dalle presidenziali

"Penso che la Francia non sia responsabile del Vel d'Hiv". Marine Le Pen nega la responsabilità della Francia per il rastrellamento degli ebrei a Parigi il 16 luglio del 1942, durante la Seconda guerra mondiale. E, a due settimane dal primo turno delle elezioni presidenziali francesi, fa scoppiare una polemica a non finire.

Vel d'Hiv è il rastrellamento del Velodromo d'inverno. Si tratta di uno degli episodi più bui della storia francese, che risale a quando il Paese era occupato dai nazisti: la polizia francese arrestò su ordine dei tedeschi 13mila ebrei a Parigi e la maggior parte di loro venne ammassata in condizioni spaventose all'interno del Velodromo d'inverno prima che venissero deportati ad Auschwitz. "Penso che, in generale, se ci sono dei responsabili, sono coloro che erano al potere allora. Non è la Francia", ha affermato la Le Pen in una intervista rilasciata a Le Figaro, RTL e LCI. "Abbiamo insegnato ai nostri figli che hanno ogni ragione per criticare la Francia, per vedere forse solo gli aspetti storici più bui - ha proseguito la leader del Front national - voglio invece che siano ancora una volta orgogliosi di essere francesi".

Le dichiarazioni della Le Pen potrebbero ostacolare il tentativo di ripulire l'immagine del partito dalle posizioni anti-semite del padre Jean-Marie. Ieri sera la leader del Front National ha pubblicato una precisazione spiegando che, durante l'occupazione, lo Stato francese era in esilio a Londra e, quindi, la sua posizione "non esclude in alcun modo la responsabilità effettiva e personale delle persone francesi che hanno preso parte all'orribile rastrellamento del Vel d'Hiv e a tutte le atrocità commesse durante quel periodo". Le critiche non hanno tardato ad arrivare da parte dei rivali nella corsa per l'Eliseo, nonché da associazioni ebraiche e dal ministero degli Esteri di Israele. "Alcune persone hanno dimenticato che Marine Le Pen è la figlia di Jean-Marie Le Pen - ha replicato all'emittente Bfmtv il candidato centrista, Emmanuel Macron - non sono cambiati e non dobbiamo avere indulgenza o sminuire ciò che il Front national oggi è nel nostro Paese". Il candidato socialista, Benoit Hamon, ha, invece, affermato che non ci sono più dubbi che Le Pen sia di estrema destra.

Forti polemiche si sono alzate anche fuori dai confini francesi. Da Israele è arrivata la condanna del ministero degli Esteri. "Questo contraddice la verità storica espressa in dichiarazioni di presidenti francesi che hanno riconosciuto la responsabilità del Paese per il destino di ebrei francesi morti nell'Olocausto". Nel 1995 il presidente francese Jacques Chirac riconobbe che lo Stato francese condivideva la responsabilità della deportazione degli ebrei nei campi di sterminio durante la guerra: era la prima volta che un capo di Stato francese post guerra riconosceva in modo totale il ruolo della Francia. Nel 2012 il presidente socialista François Hollande definì, invece, gli arresti di massa del 1942 "un crimine commesso in Francia, dalla Francia".

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 10/04/2017 - 13:19

e il massacro nella guerra in Algeria e la battaglia di Algeri con donne vecchi e bambini massacrati e torturati la abbiamo fatta noi italiani o i francesi?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 10/04/2017 - 13:20

Hamon certo che è di estrema destra , è la figlia di un ex legionario torturatore in Algeria...

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 10/04/2017 - 13:35

Autoassoluzione posticcia e indecente. Non sono stati i marziani a fare quello che hanno fatto i membri dello Stato Francese di Pétain .. --- Marine non si sarà mica riconciliata con suo padre, il negazionista inveterato? --- Che vergogna, la vera Francia era quella di De Gaulle e Jean Moulin!

cabass

Lun, 10/04/2017 - 14:29

Il popolo francese, nella storia, ha sempre dimostrato che se non è d'accordo con chi detiene il potere, passa alle vie di fatto e fa rotolare le teste... Evidentemente, sugli ebrei, i francesi non la pensavano tanto diversamente dai tedeschi occupanti e non hanno fatto troppe storie per portare a termine l'operazione. La responsabilità c'è tutta e le argomentazioni della Le Pen, purtroppo, non reggono.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Lun, 10/04/2017 - 14:34

Troppo ignorante per conoscere il Governo di Vichy.

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 10/04/2017 - 15:18

i francesi quella francia lì , cercano di cancellarla dalla memoria , per che insignificante politicamente e militarmente(la francia le due ultime guerre le ha fatte stando a cavalcioni dell'inghilterra e degli usa) wichy ha solo fatto quello che chiunque altro avrebbe fatto a capo di un governo fantoccio , per non fare massacrare ulteriormente la francia e i francesi , o forse pensate che se vichy non accettava l'incarico, i tedeschi non avrebbero potuto mettere un'altro fantoccio al suo posto ?

Ritratto di Auramaga

Auramaga

Lun, 10/04/2017 - 15:23

scusate ma, la Le Pen a detto che non si devono accusare i figli degli eccidi dei padri. Ha detto che e' colpa di chi era al governo allora, non dei francesi di oggi... se mio nonno era tra i fascisti che uccidevano i dissidenti dandogli fuoco nelle stalle e bruciava le loro case, che colpa ne ho io ? voi siete sicuri dei vostri avi ? che colpa ne avete ?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 10/04/2017 - 15:43

Oggi i tedeschi non fanno paura, ma ai tempi di Hitler sì, dunque si guardi ai comandanti. Oggi Hollande è inetto e debosciato, ma Sarcò era sanguinario incline al tradimento, alla frode, al parassitismo, vedi Gheddafi. Sarcò era pericoloso, Hollande non fa niente, però l'equilibrata e chiara Marine le Pen è come Giovanna d'Arco.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 10/04/2017 - 16:16

Gianfranco Robe...Quindi se è come Giovanna d'Arco datela in mano a noi Muslimun!

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 10/04/2017 - 16:32

Auramaga: questo pero' vale anche per i tedeschi e per noi tutti nati dopo il Fascismo. La critica storica ci dice che il regime di Pétain é stato collaborazionista e razzista. In questo senso le colpe ci sono eccome e sono innegabili. Si poteva reagire o si poteva almeno evitare di compiacersi nell'aiuto dato alla Gestapo e agli altri organi nazisti. Non tutti hanno collaborato e molti sono morti per opporsi all'oppressone hitleriano. Coloro che non l'hanno fatto e lo stato fantoccio di Vichy in cui si riconoscevano vanno invece condannati senza se e senza ma.

santecaserio55

Lun, 10/04/2017 - 16:45

Complimenti alla Marine. Adesso dirà che gli ebrei al Velodrome andarono da soli pensando che li portavano sulla Costa Azzurra in vacanza

Zizzigo

Lun, 10/04/2017 - 16:53

E perché non si lamentano che Obelix abbia fatto fuori i romani?

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Lun, 10/04/2017 - 16:58

la francia è riuscita nel miracolo di perdere due volte la guerra salvo poi sedere al tavolo dei vincitori, mettendo l'aureola in testa ad un certo De Gaulle che (oltre ad avere entrambi i nonni non francesi, vedansi napoleone, mazzarino, ecc.) non ha fatto altro che perdere guerre: II Guerra mondiale, Algeria, insurrezione anti-Giappone in Vietnam, Montecarlo (!). Tanto poi loro cambiano la storia come li accomoda .... vedasi Asterix che sconfigge sempre i romani.

rudyger

Lun, 10/04/2017 - 17:19

In Italia è stato il Fascismo (costretta dalla Germania)non dovrebbe essere per la Francia? e non il popolo italiano. Perchè allora non dovrebbe essere per la Francia di Petain ? Diversamente per la Germania dove tutto il popolo tedesco ha contribuito responsabilmente a creare i disastri della seconda guerra mondiale.

Pinozzo

Lun, 10/04/2017 - 17:23

nubaoro ma che stai a di? a parte che di nonni se ne hanno 4 non 2, la francia la 1a guerra l'ha vinta esattamente come l'italia. Studia, capra!

ilbelga

Lun, 10/04/2017 - 17:28

Le Pen ripassati un po di storia va, me l'hanno insegnato in Belgio che cos'era il governo di Vichy. Studia un po e vedrai che era culo e camicia con gli occupanti tedeschi.

steffff

Lun, 10/04/2017 - 17:56

@Giovinap, lo stato fantoccio che in Nord Italia affiancava i tedeschi era nota come Repubblica di Salo', eppure alla fine della guerra non e' che hanno preso Salo' e l'hanno fucilato, invece hanno preso e fucilato Mussolini. Guarda che Vichy non e' il nome del capo dello stato fantoccio francese che affianco' i tedeschi, (quello si chiamava Petain) ma e' la citta' in cui aveva sede il governo. Mamma mia che ignoranza. Sconvolgente.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Lun, 10/04/2017 - 18:29

Vergognosa negazionista

routier

Lun, 10/04/2017 - 18:54

Quando c'è di mezzo il potere (le elezioni) la battaglia è senza esclusione di colpi. Il "savoir faire" dei gentiluomini è rimasto roba d'altri tempi. Peccato!

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Lun, 10/04/2017 - 18:55

x pinozzo, lasciando perdere le sue offese che è al di sotto della mia dignità commentare ... mi è semplicemente rimasto nelle dita un "materni". Se poi tra un offesa ed un'altra usasse una cultura che dimostra di non avere, capirebbe (?) che stavo OVVIAMENTE parlando della seconda guerra non della prima; del resto De Gaulle la maggior parte della PRIMA guerra mondiale l'ha passata in una prigione tedesca ..... essendo stato catturato nel 2016. STUDI.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 10/04/2017 - 19:02

io sono convinto che prima o poi la torre Eifel passerà un brutto momento...lo sento...

Cheyenne

Lun, 10/04/2017 - 19:03

DIFATTI NON FU LA FRANCIA MA I FILO-NAZISTI DI PETAIN

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 10/04/2017 - 19:03

franco trier mezzo maometto/tedesco e falla finita..

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 10/04/2017 - 19:05

e dire che gli ebrei americani se ne sono fregati per anni delle persecuzioni in europa??? prima dell'entrata in guerra degli Usa?

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 10/04/2017 - 19:08

ma guardate che la storia non è pertinenza o proprietà di qualcuno come si pensa sia eee?

Ritratto di karmine56

karmine56

Lun, 10/04/2017 - 19:33

Stanno facendo di tutto per infangare la Le Pen.

Una-mattina-mi-...

Lun, 10/04/2017 - 20:15

NON SANNO PIU' COSA TIRARE FUORI DOPO 70 ANNI, CON TUTTI I PROBLEMI CHE CI SONO OGGI DA RISOLVERE!

Ritratto di scappato

scappato

Lun, 10/04/2017 - 21:01

@franco-a-trier_DE: considerata la citta' e la nazione dove vivi, dovresti non avere nemmeno il diritto ad aprire la bocca.

Ritratto di giannantonj

giannantonj

Lun, 10/04/2017 - 21:14

Cheyenne Lun, 10/04/2017 - 19:03 DIFATTI NON FU LA FRANCIA MA I FILO-NAZISTI DI PETAIN

Ritratto di giubra63

giubra63

Lun, 10/04/2017 - 21:45

Il responsabile fu il governo Patain, non certo Der Gaulle. Ha ragione Marine Le Pen. Ma basta con le inutile polemiche, gli ebrei (poveri, non certo i banchieri) attualmente sono vessati dai musulmani e non dal Front National. I cimiteri ebraici sono diventi dai musulmani, non dalla Le Pen. Guardiamo il presente, i musulmani sono alleati di Macron, il candidato dei Rothschild.

federik

Lun, 10/04/2017 - 22:26

...e anche se lo fosse non sarebbe così grave.

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 10/04/2017 - 22:38

Karmine56. Guardi che è Marine Leoennche ha sollevato la,questione non altri ... Una mattina mi, tutto vero ma ci sono elementi fondatori di un paese, per la Francia la Francia Libera de Gaulle e il Maquis, negarli vuol dire negare la Francia e questo non va bene anche 70 anni dopo ...

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 11/04/2017 - 07:13

Da elettore francese vorrei informare i lettori de Il Giornale che la posizione di Marine Lepen non è nuova perchè è la stessa tenuta da Charles De Gaulle e François Mitterand solo con Chirac prima e poi sopratutto con Hollande c'è stata una revisione che la Le Pen giudica negativa. Durante l'occupazione la Francia e la repubblica erano a Londra Ecco le parole precise : "Comme Charles de Gaulle, François Mitterrand, ou encore de nos jours Henri Guaino, Jean-Pierre Chevènement, ou Nicolas Dupont-Aignan, je considère que la France et la République étaient à Londres pendant l’occupation, et que le régime de Vichy n’était pas la France. C’est une position qui a toujours été défendue par le chef de l’Etat, avant que Jacques Chirac et surtout François Hollande, à tort, ne reviennent dessus."

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 11/04/2017 - 07:18

La posizione della Le Pen cosi come di De Gaulle ha un fondamento giuridico preciso coem lei stessa dice e cioè l'ordinanza di inesistenza giuridica del regime di Vichy del 9 Agosto 1944. Ciò non sminuisce in nulla la responsabilità effettiva e personale dei francesi che hanno partecipato all'ignobile rastrellamento del velodromo: "Cette position fait suite à l’ordonnance du 9 août 1944 qui a frappé d’inexistence juridique le régime de Vichy, régime collaborateur et illégal. Elle n’exonère en rien la responsabilité effective et personnelle des Français qui ont participé à l’ignoble rafle du Vel d’Hiv et à toutes les atrocités commises pendant cette période."

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 11/04/2017 - 07:20

Sig. Sergio Rame, trovo che sia scorrettto distorcere le dichiarazioni di un leader politico allo scopo di screditarlo . La sua sola scusante è che lei sia ignorante in merito alla lingua di Molière che la informo essere il francese in caso contrario sarebbe da deferire all'ordine della sua categoria ammesso che lei sia giornalista.

chebarba

Mar, 11/04/2017 - 08:48

già si sono solo voltati dall'altra parte, e qualcuno ha regolato i propri privati conti o fatto affari denunciando le famiglie ebraiche di cui poi ha preso i beni, no i francesi sono tutti èpuliti.... puzzano per colpa dei tedeschi

chebarba

Mar, 11/04/2017 - 08:52

le azioni sbagliate vanno riconosciute, va da se che i francesi di oggi non sono coloro sui quali ricade la responsabilità degli eccidi del passato, idem per italiani, tedeschi, spagnoli, inglesi ecc ecc negare storia e responsabilità per un'autoassoluzione postuma non ha senso storico, politico e sociale, la storia va conosciuta e le responsabilità assunte proprio perchè non accada più, il perdono ecumenico e il negazionismo non giovano a nessuno tantomeno alle nuove generazioni, che specie in italia, sono assolutamente ignoranti, idem non si può restare attaccati a clichè come i partigiani eroi, cantare bella ciao a manifestazioni del 2017, fare il saluto del duce ecc ecc è folklore dannoso

brob67

Mar, 11/04/2017 - 09:59

le solite notizie date manipolando il pensiero originale solo per ottenere una reazione contro il candidato Le Pen. e la cosa buffa è che quasi tutti voi commentatori ci siete cascati come sempre. alla fine è forse giusto che i lupi (quelli veri) continuino a pascolare le pecore.... la storia serve per capire e imparare e non per fornire alibi o salvacondotti. non per dare delle White card senza scadenza a chi si è fatto passare per vittima sacrificale. le guerre, qualunque guerra, non ha eroi buoni solo da un lato e aguzzini cattivi dall'altro......le situazioni sono sempre molto confuse. le certezze che oggi manifestate le avete solo perché alla fine di una guerra se si conclude con un vincitore questo poi la racconterà a modo suo imponendo a tutti la propria versione dei fatti in maniera ineludibile.

Ritratto di libere

libere

Mar, 11/04/2017 - 11:00

Ottimo lavoro quello di Maximilien1791 che riporta le espressioni integrali della Le Pen e non il solito pacco confezionato dal mainstream per screditarla. Parole di condanna chiare e definitive, che solo chi è in malafede può ignorare. Del resto condannare tutto un popolo per le colpe di alcuni è esattamente quanto si è fatto per secoli, in danno proprio degli ebrei.