Francoforte, supervertice tra Sarkozy e la Merkel "Modifichiamo i Trattati"

Per salutare Trichet, che lascia il suo incarico alla Bce, i grandi dell'Europa a colloquio sulla crisi. Tra le ipotesi al vaglio la modifica dei Trattati dell'Unione. La Merkel: &quot;Se l'euro fallisce, fallisce l'Europa&quot;<br />

Francoforte - Vertice di emergenza, a Francoforte, tra Germania, Francia, Bce e Fondo monetario internazionale Alla riunione partecipano, oltre a Sarkozy e la Merkel, il presidente uscente Bce, Jean Claude Trichet, il suo successore designato, Mario Draghi, i presidenti del Consiglio e della Commissione Ue, Herman Van Rompuy e Josè Barroso, la direttrice del Fmi, Christine Lagarde e i ministri delle Finanze di Francia e Germania, François Baroin e Wolfgang Schauble. 

Dopo il mercato unico e l’euro come moneta unica - ha detto Trichet - occorre in Europa una vera unione economica, con "rigorosa sorveglianza sia delle politiche fiscali che della politiche per la competitivita". "Il presente richiede un’azione immediata", ha ribadito Trichet.

La riforma dei trattati dell’Unione europea non può essere tabù se si tratta di migliorare la risposta alla crisi del debito sovrano. E' l'opinione della cancelliera tedesca Angela Merkel. "Se l’euro fallisce, fallisce l’Europa - ha ricordato la Merkel - Ma noi non lo permetteremo". La cancelliera ha riconosciuto come l’azione delle istituzioni europee davanti alla crisi si è rivelata troppo lenta. Nel suo intervento anche il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, ha chiesto più disciplina fiscale e una maggiore integrazione economica in Europa.