"Furto" del Bayern alla Fiorentina

Tedeschi in vantaggio con un rigore di Robben. Poi pareggia Kroldrup. Espulso Gobbi. E nel finale rete in fuorigioco di Klose. Montolivo non ci sta: "Derubati, è scandaloso"

Monaco - Rapina a mano armata. La Fiorentina se ne va dall'Allianz Arena con la consapevolezza di poter passare il turno al ritorno, ma anche con una rabbia difficile da smaltire. Partita vera, bella vibrante e corretta fino al 28' della ripresa. Segna prima il Bayern Monaco, con un rigore di Robben nel recupero di primo tempo. Pareggia la Fiorentina in avvio di ripresa con un colpo in mischia di Kroldrup. Al 28' del secondo tempo al cedtro della scena si catapulta l'arbitro. Il norvegese Ovrebo, conosciuto in Italia e anche oltreconfine. Era lui il direttore di gara che annullò il gol regolare di Luca Toni agli Europei contro la Romania. Sempre lui l'arbitro che l'anno scorso fece infuriare il Chelsea nella semifinale di ritorno vinta dal Barcellona: tra rigori negati e falli non sanzionati. Diciassette minuti segnati da un scelta più sbagliata dell'altra che indirizzano la partita nelle mani dei bavaresi. Prima l'espulsione di Gobbi per un'ostruzione su Robben: al massimo poteva starci un giallo. Poi l'ammonizione a Klose per un intervento a piedi uniti sulla gamba di Kroldrup dopo un rinvio: era da rosso diretta. E a un minuto dalla fine il capolavoro. Gol di Klose convalidato quando l'attaccante tedesco era due metri in fuorigio sull'assist di testa di Olic. Frittata completa sotto gli occhi del presidente della Uefa Michel Platini in tribuna. Incredulità sulle facce di giocatori e dirigenti viola: la strada per i quarti di finale si fa tortuosa. E invece si poteva riprendere l'aereo per Firenze con un rassicurante 1-1 al caldo nella giacca.

Beffa il salsa bavarese La squadra di Prandelli, in crisi di gioco e risultati in campionato, si ritrova quando sente aria di Champions. Al 13' c'è subito lavoro per Frey. Gomez lascia sul posto Kroldrup e, molto decentrato, spara deciso sul primo palo: il portiere viola respinge. Cinque minuti dopo primo squillo dei viola. Una punizione tagliata di Vargas sul secondo palo è un assist per Natali che di testa non riesce a indirizzare in porta. Si combatte molto, ma nessuno prende in mano il centrocampo e la partita si gioca sui contropiede e sulle giocate in velocità. Il tipo di calcio che esalta Robben. Al 42' serve Mueller in area con un cucchiaio, ma Natali chiude bene. Nel recupero un'azione dell'olandese, con filtrante rasoterra, innesca Ribery. Kroldrup lo atterra. E' rigore. E' Robben a battere Frey. Prandelli arringa la truppa nell'intervallo e in avvio di ripresa ecco subito il pari. Al 5' corner di Marchionni, sponda di testa di Gilardino e tocco di Jovetic. La palla arriva a Kroldrup che giustizia Butt in mischia. E due minuti dopo una sponda di Gilardino per Jovetic in corsa sembra la palla buona per il raddoppio. Ma il montenegrino tira centrale sul portiere. Quindi si accendono di nuovo Robben e Ribery e il Bayern si fa minaccioso, ma Frey chiude ogni varco. Fino all'espulsione di Gobbi al 28' che segna l'ingresso in scena di Ovrebo. E il finale che ha il sapore di una beffa.

Montolivo: "E' un furto" "Dispiace vedere queste cose. E' imbarazzante che capitino in Champions League". Questo il commento del capitano della Fiorentina Montolivo. "Sentirsi derubati così è frustrante - prosegue -. Noi abbiamo fatto una grande partita. Dispiace che un fuorigioco così netto non sia stato fischiato, è la cosa più brutta che ci sia. Ci sentiamo presi in giro e mi domando come possono questi arbitri dirigere gare importanti come queste? Non sono all' altezza. Il gol in fuorigioco e la mancata espulsione di Klose... Perché sul tedesco l' arbitro non ha usato lo stesso metro utilizzato per espellere Gobbi?". Sulla stessa linea il patron Andrea Della Valle. "E' uno scandalo, questo arbitraggio è scandaloso. Sono arrabbiatissimo, ma la Fiorentina esce da questa sfida a testa alta. Ero in tribuna a fianco di Platini e di Rumenigge: anche per loro il gol era in fuorigioco di un metro e mezzo".