GERMANIA DA FIABA

Non è da tutti farsi costruire un castello con affrescate le scene del proprio libro preferito o con quelle delle opere di Richard Wagner. Eppure lui, Re Ludwig II, attese per tutta la vita che la Sala del trono dei suoi sogni fosse completa, controllando con un cannocchiale dalle finestre della sua dimora familiare come le rovine di un antico maniero diventassero uno dei più bei castelli della storia del mondo. Un po' di pace, ritirandosi dalla vita pubblica di Monaco e i simboli dei suoi ideali sulle pareti per respirare un’ «aura celeste», questi erano i suoi sogni. Oggi più di un milione e trecentomila turisti visitano ogni anno i due castelli Hohenschwangau (dove lo stesso Wagner aveva a disposizione una camera con pianoforte per comporre) e il magnifico Neuschwanstein, il castello nuovo, che dall'altro dista soltanto quattro chilometri ed è una «cornice tridimensionale» delle leggende medievali, come la storia del cavaliere Parsifal, che dopo numerose prove, conservando la purezza, libera il Santo Graal. Ma il vero gioiello è il «Salone delle feste», un tempo illuminato (ma soltanto per il re) dalle luci di 600 candele (Castelli di Baviera su www.schloesser.bayern.de).
Non lontana dalle due case reali c'è la piccola Füssen, in Algovia, da cui parte la famosa «Strada Romantica»: sorta sulla Claudia Augusta, l'antica via romana, la città conserva chiese barocche e resti di un monastero, i cui frati erano maestri nella produzione del vino e del cosiddetto «pane liquido», la birra locale. Ancora oggi Füssen è considerata la «culla» dei liutai: visitate il laboratorio di Pierre Chaubert che con amore e precisione costruisce un violino in ben 180 ore, fondendo arte, chimica, fisica e naturalmente orecchio musicale. Il pacchetto «Fascino reale», per 340 euro a persona, prevede visite guidate della città e dei castelli e 5 notti con mezza pensione in albergo a quattro stelle. Ma non dimenticate di chiedere una fetta della famosa «Torta Sissi», il dolce appositamente creato per l'imperatrice che viene prodotto con la stessa ricetta originale dal 1870 (hotel, percorsi culturali e pasticceria su www.kurcafe.com).
Se volete continuare a sognare ad occhi aperti il consiglio è di spostarsi verso Garmisch-Partenkirchen. E' qui che i tedeschi si sono inventati l'x-factor naturale, un regalo che permette ai viaggiatori di toccare il cielo con un dito e realizzare fotografie uniche. Si tratta della nuovissima piattaforma sulla Alpspitz, a cui si accede con l'impressionante funivia, che vi porterà letteralmente «sopra le nuvole»: precisamente a 2.600 metri c'è la pedana con due passerelle sospese nel vuoto che si incrociano a forma di «X», dove emozioni e vista panoramica sulle Alpi non hanno prezzo. Anche in inverno si può prendere il sole e sorseggiare una birra fredda. Per i più coraggiosi, se le condizioni sono favorevoli, è possibile volare in parapendio (www.fly-garmisch.com).
Per altri tipi di emozioni c'è lo stadio olimpico con il trampolino futurista: qui a fine dicembre i migliori atleti del mondo «volano» in occasione della consueta gara di salto con gli sci di Capodanno. Il 2011 sarà un anno speciale perché verranno ospitati i campionati mondiali di sci alpino FIS (www.gapa.de).
E per finire, gli amanti dei paesaggi mozzafiato potranno salire in carrozza e farsi trascinare dai cavalli fino all'imbocco della gola di Partnachklamm: servono poi circa 40 minuti e a piedi si va, tra le cascate di acqua, lungo il corridoio scavato fra due pareti di roccia enormi (www.partnachklamm-info.de).
In Baviera non si rinuncia alla buona tavola. Imperdibili i piatti regionali del Ristorante Fraundorfer: qui la cena sarà accompagnata da musica allegra e giovani ragazzi in costumi tradizionali animeranno con danze salterine l'atmosfera conviviale. In effetti vi sembrerà di sognare quando il cameriere vi servirà grandi stinchi di maiale o quarti d'anatra arrosto e a fine pasto invece del solito amaro vi porgerà, su un vassoio più lungo di un metro, bicchierini caldi di birra dolce, ricoperti di fresca panna montata. Forse troppo arditi persino nei sogni del re.
Due notti all'Hotel Zugspitze di Garmisch-Partenkirchen, con cena romantica e wellness per due a partire da 245 euro a persona (www.hotel-zugspitze.de). Altre informazioni e offerte su www.bavieraturismo.it, www.romanticroad.de, www.alpi-bavaresi.it.