"Giochi del Commonwealth una mer.." partenza falsa di Bolt in Scozia

Bolt in Scozia per i Giochi del Commonwealth e una sua dichiarazione fa rumore.... Poi arriva la smentita del suo Manager

Bolt scherza con i Reali britannici

Che sia l'uomo copertina dell'atletica da ormai alcuni anni è cosa nota a tutti e ciò è stato nuovamente palese fin dal momento del suo arrivo in quel di Glasgow. Che ogni sua dichiarazione faccia il giro del Mondo e finisca sui quotidiani di ogni continente è cosa altrettanto acclarata.

E'quindi sicuramente questo il motivo per cui fin da quando è giunto in Scozia, l'uomo che da anni è il più veloce del Pianeta, (e probabilmente lo sarà, per molti anni, anche della storia, visti i suoi record) ovvero Usain Bolt, era stato assai attento nel rispondere alle varie domande a lui poste che esulano dal mondo dell'atletica. L'abbiamo ad esempio sentito rispondere molti "no comment" in merito al referendum scozzese che si svolgerà tra poco tempo e che potrebbe sancire il distacco dalla Corona britannica, così come su quel che accade a Gaza.

Tuttavia ieri, dopo essersi intrattenuto con il principe William e la moglie e, probabilmente volendo essere gentile nei confronti della Regina sposando la causa inglese, si sarebbe lasciato andare ad un commento tutt'altro che lusinghiero sui Giochi del Commonwealth. Il campione avrebbe infatti affermato che questi ultimi, rispetto alle Olimpiadi del 2012, che si sono svolte a Londra, "sono una m...". Ovviamente è subito sorta una polemica e tale dichiarazione, che ha indispettito gli Scozzesi, è finita su tutti i giornali. Il velocista stamani, dopo aver letto i quotidiani, si è affrettato a negare la veridicità di quanto riportato dai tabloid, dichiarando tramite Twitter che quel che è stato riportato è una bugia. Anche il suo Manager ha smentito categoricamente che tali frasi siano state pronunciate da Bolt, bollando il tutto come semplice "spazzatura".