Giornata Fai, aperti 580 monumenti e si celebra anche Indro Montanelli

Il 28 e 29 marzo giornata Fai della Primavera, in 210 città italiane saranno visibili 580 beni, in gran parte dei casi normalmente chiusi<br />

Milano - Una grande celebrazione di Indro Montanelli a Fucecchio, a Roma l’apertura eccezionale di Palazzo Koch, sede della Banca d’Italia, e Villa Lubin, dove si riunisce il Cnel, a Milano invece la Veneranda Biblioteca Ambrosiana e la nuova Bocconi, modello di architettura contemporanea: torna la Giornata Fai di primavera che il 28 e 29 marzo permetterà di visitare, in 210 città italiane, 580 beni, in gran parte dei casi normalmente chiusi al pubblico.

Nel 2008 500mila presenze Giunta alla diciassettesima edizione, la manifestazione del Fondo Ambiente Italiano a sostegno dell’arte e della natura italiane, aumenta ogni anno il numero di palazzi, monumenti, parchi, dimore storiche che eccezionalmente possono essere visitati anche dai cittadini e turisti. Nel 2008 l’adesione è stata altissima con 500.000 presenze nei siti selezionati.

Cento anni dalla nascita di Montanelli
Tra le iniziative di maggior interesse messe a punto per l’ultimo week end di marzo, c’è appunto il centenario della nascita di Indro Montanelli, che il Fai ricorderà a Palazzo Montanelli della Volta-Fondazione Montanelli Bassi di Fucecchio, in provincia di Firenze, città natale del grande giornalista.

Allestiti gli studi del grande giornalista Per l’occasione saranno allestiti i suoi due studi, quello di Roma e quello di Milano, con mobili e arredi originali, compresa la famosa macchina da scrivere. Molte le altre novità. Se a Venezia per la prima volta si potrà entrare nel Teatro Verde della Fondazione Cini, il più grande parco privato della città, edificato nel 1952 sul modello dei teatri antichi greci e romani, ad Ascoli Piceno verrà aperto, dopo un restauro decennale, il Forte Malatesta con l’annessa chiesa di epoca cinquecentesca, costruita sui ruderi di un impianto termale di epoca romana.

Villa Cardillo a Palermo fra i 580 beni A Palermo si potrà visitare straordinariamente Villa Cardillo e a Bagheria la Certosa di Palazzo Butera con il suo museo delle cere, nell' 800 meta di scrittori e viaggiatori stranieri. A Taranto porte aperte per il Convento di San Francesco, mentre ad Alessandria si potranno ammirare i mosaici di Gino Severini che decorano il Palazzo delle Poste, esempio di architettura razionalista. Numerosi anche gli itinerari. Tra questi le visite guidate ai beni inseriti nell’itinerario Unesco, a partire da Italia Langobardorum-Centri di potere e di culto (568-774 d.C.), sito candidato nel 2008 dall’Italia per diventare patrimonio dell’Umanità e che comprende le più rilevanti testimonianze longobarde distribuite lungo tutta la penisola. Quest'anno il main sponsor della Giornata FAI di primavera sarà Wind.  ''A fianco del FAI - si legge in una nota - c'e' ancora una volta Wind, ''main sponsor'' della Giornata FAI di Primavera che festeggia quest'anno i suoi 10 anni di vita, 10 anni vicini alla Fondazione per la valorizzazione dei beni artistici e culturali italiani. Wind fornisce alla manifestazione anche il proprio know how nel settore delle telecomunicazioni e della multimedialita'''.