Giro d'Italia, 4a tappa: vince Carapaz. Brutta caduta per Dumoulin

Richard Carapaz ha vinto la quarta tappa del Giro d'Italia davanti a Ewan e Ulissi. Nibali staccato di 39 secondi dalla maglia rosa Roglic. Bruttissima caduta e brutto infortunio per Dumoulin che ha accusato oltre quattro minuti di ritardo dalla vetta

La quarta tappa del Giro d'Italia è stata vinta a sorpresa dal 25enne ecuadoriano Richard Carapaz del team Movistar che ha tagliato il traguardo in poco meno di sei ore, cinque ore, 58 minuti e 17 secondi per l'esattezza. Carapaz si è sganciato dal gruppo negli ultimi 400 metri ed ha tirato la volata con l'australiano Ewan che ha provato uno scatto deciso negli ultimi 100 metri ma che non ce l'ha fatta a riprendere il sudamericano che vince così la sua seconda tappa al Giro d'Italia e ottiene il suo sesto successo in assoluto in carriera. Terzo posto per l'italiano Ulissi e quarto posto per Pascal Ackermann. Ecco le parole di Carapaz ai microfoni della Rai: "Avevo voglia di rivincita dopo essere stato vittima di una caduta nelle tappe precedenti. Abbiamo lavorato bene e sono davvero felice".

La gara, purtroppo, è stata condizionata dalla bruttissima caduta avvenuta a meno di dieci chilometri dalla fine della tappa e che ha coinvolto tantissimi ciclisti con Vincenzo Nibali che è riuscito di poco a sventare la minaccia e che è arrivato al traguardo con circa 18 secondi di ritardo, con poco più 40 secondi dalla maglia rosa Roglic. Tom Dumoulin, invece, non è riuscito ad evitare il gruppone, è caduto, si è fatto molto male, è arrivato al traguardo con un ginocchio sanguinante e accusando un ritardo di oltre quattro minuti. Il Giro potrebbe perdere fin dall'inizio uno dei grandi protagonisti dato che l'olandese potrebbe anche decidere di ritirarsi ma una cosa è certa: la sua gara è stata condizionata pesantemente in negativo.