Gomme gonfie, meno CO2 nell’aria

Bisogna controllare sempre la pressione degli pneumatici

Cos’è tecnicamente uno pneumatico? È un insieme di copertura, cerchio e aria in pressione che costituisce il solo punto di contatto tra il veicolo e il suolo. Attraverso l’area di impronta, lo pneumatico svolge molteplici funzioni: portare il carico, trasmettere la potenza motrice e frenante, guidare il veicolo con precisione su manto stradale asciutto e bagnato, ammortizzare e così via. Le sue funzioni sono quindi fondamentali per la sicurezza stradale, del conducente e dei passeggeri. Per questo motivo è indispensabile fare una periodica e corretta manutenzione delle gomme partendo dal semplice controllo della pressione: il sistema più economico e sicuro non solo per consumare meno benzina, gas e gasolio, ma anche e soprattutto per viaggiare in completa sicurezza. Da una recente indagine svolta da Assogomma in alcune città campione e in aree di servizio autostradali è infatti emerso che solo il 48% delle vetture controllate avevano una giusta pressione delle gomme.
Procedere in macchina con gli pneumatici a posto, significa dunque risparmiare energia. Con coperture poco gonfiate si arriva infatti a consumare un 15% in più e conseguentemente si aumentano le emissioni di anidride carbonica nell’aria. Perché il consumo di combustibile aumenta con la diminuzione della pressione di gonfiaggio? Alla riduzione della pressione corrisponde un aumento della deformazione dello pneumatico che si surriscalda proprio perché richiede un maggiore sforzo per avanzare e compromette il comportamento e la sicurezza di guida: si usura maggiormente il battistrada (si può stimare un 20% in più per una riduzione di gonfiaggio di tale entità) l’aderenza al suolo è minore, si incrementa la vulnerabilità del pneumatico negli urti contro ostacoli quali buche, marciapiedi e tombini e la copertura perde di integrità.
È allora fondamentale rispettare i valori di pressione prescritti dal costruttore del veicolo per garantire un’ottima tenuta di strada e un risparmio di carburante, a tutto beneficio dell’ambiente.