Gordon Brown copia Veltroni: "Quando mi ritiro farò beneficenza"

Il premier britannico a ruota libera: si confessa fan accanito di «X Factor» e ammette che il suo rivale conservatore Cameron è «un politico molto bravo». Quindi annuncia i buoni propositi per il futuro: aiutare i deboli. Proprio come aveva promesso l'ex leader del Pd

Il grande esempio umano, sociale e politico di Walter Veltroni fa proseliti. Ricordate la sua memorabile promessa di andare in Africa ad aiutare i bambini poveri? Ebbene, è Uòlter è stato imitato niente meno che dal premier britannico. Quando si ritirerà dalla politica, Gordon Brown vorrà occuparsi di progetti benefici e non, come il suo predecessore Tony Blair, fare il conferenziere: in un'intervista per il settimanale britannico GQ, il primo ministro ha ammesso di essere «un timido e non un estroverso» e che potrebbe essere un comunicatore migliore. Ma quando gli è stato chiesto delle sue preferenze televisive, Brown ha confessato una piccola divisione all'interno del suo Gabinetto: mentre lui è un grande fan di X Factor, il ministro delle Attività produttive Peter Mandelson preferisce invece Strictly Come Dancing, ovvero la versione britannica di Ballando sotto le stelle.
Nonostante abbia piani diversi da quelli di Blair riguardo al suo futuro, Brown non ha criticato il suo predecessore per le sue scelte, ha detto di essere in buoni rapporti con lui e di sentirlo spesso. Riguardo al suo rivale conservatore David Cameron, il premier laburista ha ammesso che «è un politico molto bravo», ma ha aggiunto sibillino che non lo frequenterebbe al di fuori del lavoro. «Ho già i miei amici», ha tagliato corto.